Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 25 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 26 marzo 2010 - L'anno di Mina, Fiera Arti Creative, Menenio Agrippa, voto o non voto?, morte cerebrale, vaticano bugiardo

Care, cari,

inizio con l'annunzio della prossima mostra d'arte con tavola rotonda sui temi del lavoro creativo e del mantenimento dell'habitat, si svolge al Palazzo Baronale di Calcata l'11 aprile 2010, chi è interessato a partecipare lo comunichi al più presto:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/25/calcata-11-aprile-2010-cura-di-se-salute-ambientale-e-qualita-della-vita-tavola-rotonda-in-chiave-bioregionale-e-di-ecologia-profonda-nellambito-della-fiera-arti-creative/

Commento di Giorgio Vitali: "CARO ARPINATE, parteciperò con molto interesse alla tavola rotonda dell'11 aprile e colgo l'occasione del fatto che hai citato Menenio Agrippa, per ricordare la vicenda che diede origine al famoso apologo. NULLA DA DIRE SUL SIGNIFICATO DELL'APOLOGO IN SE STESSO, CHE VA INVECE SISTEMATICAMENTE RIVALUTATO, soprattutto contro il liberal-liberismo, cioè l'esasperazione della PREDONOMIA, come scrive e dice il mio amico Carmelo R. Viola, fondatore e studioso del Centro Studi Biologia Sociale. Ciò che diede origine, pertanto, allesposizione dell'apologo è il GIURAMENTE DELLA PLEBE AL MONTE SACRO, esattamente 2503 fa. [INVITO TUTTI GLI AMICI AD USARE QUESTA DATAZIONE, molto più valida di altre ]. Da questo giuramento necquero le LEGGI. Tutte le leggi che hanno informato il Diritto Romano, dal quale NESSUNO nel mondo può prescindere. LAUDETUR"

Scrive Hari Atma: "Vogliamo parlare di stupidità "umana" Paolo? Cosa altro rimane da dire? Stamane, per gioco, mi sono posta in ascolto di uno dei tanti discorsi proferiti da un certo signore che ama farsi chiamare
"cavaliere", ho trovato tante di quelle "scorrettezze" linguistiche e ideologiche da meritare una vera e propria "censura", altro che giudici e magistrati! La "conoscenza" non è qualcosa tanto lontano da noi come tutto è una questione di "esercizio", di "ripetizione consapevole". Posso imparare a non "buttare la carta per terra" (esempio banale, ma calzante) se, piano piano, esercitando la volontà, cerco un cestino per depositarla, posso imparare a leggere meglio se giorno dopo giorno, tutti i giorni, DECIDO di leggere una pagina di un qualunque testo.... e così per tutto, anche per Calcata e la sua "salvaguardia"! Scusa lo sfogo, ma oggi....a proposito di stupidità.... non dico altro!"

Scrive Giuseppe Parroncini: "Care Amiche, cari Amici, insieme abbiamo partecipato alle primarie del Partito Democratico: una grande prova di democrazia, una tappa importante nel percorso di un partito riformista di massa, unito, aperto, che ha l'ambizione di costruire "un'altra Italia".
Insieme adesso dobbiamo impegnarci affinché il voto del 28 e 29 marzo per la Regione Lazio e per la Provincia di Viterbo premi il progetto democratico... (etc.)"

Mia rispostina: "Caro Parroncini, molto probabilmente voterò per Emma Bonino... ma in tutta sincerità non voterò per te... non perché tu mi sia antipatico, in fondo sei abbastanza simpatico e sicuramente più sorridente di Ugo Sposetti.. Il fatto gli è che non sono d'accordo sulla installazione di un aeroporto low cost a Viterbo... e tu hai dato invece parere favorevole. Ti invito, meglio tardi che mai, a ripensarci.."

Sul tema del "voto o non voto" e sui consigli dati dal vaticano per chi votare leggete l'articolo pubblicato su La Tua Voce: http://www.latuavoce.it/notizie/notizia.asp?id=23739

Scrive Marco Bracci: "Caro Paolo, ho il dispiacere di notare come ancora una volta la manipolazione della Bibbia e del Nuovo Testamento da parte della casta sacerdotale e dei suoi alleati, che sedevano e siedono sui "troni", sia deleteria nei confronti della VERITA', che Gesù portò in terra e che soprattutto attuò con le sue azioni, arrivando a dire "chi fa come ho fatto io è come un saggio che ha costruito la casa sulla roccia .... e chi non lo fa è come uno stolto che ha costruito sulla sabbia". Bene, le parole di F. Manco, che qui riporto (Quale grande, inaccettabile, incoerenza constatare che non una sola frase sia uscita dalla bocca di Gesù in difesa del dolore e della vita degli animali...) ne sono l'ennesima prova. Infatti Gesù amava, e molto, gli animali. Per es., quando incontrò il cammelliere che bastonava il suo cammello perché non voleva proseguire, tanto era carico e stanco, gli disse: "Perché percuoti tuo fratello, non senti quanto soffre!?" Da questa sola frase si deduce che Gesù considerava gli animali al pari degli uomini, in quanto tutti figli di Dio. Quindi dire che Gesù non ha mai speso una parola per gli animali è, a mio parere, semplicemente sbagliato. Per ulteriori info vedi l'opuscolo http://www.universelles-leben.org/cms/it/gli-animali-ci-implorano-lasciateci-vivere/lamore-di-gesu-per-gli-animali-finora-tenuto-nascosto.html, che si può leggere on-line. Che poi l'aver cancellato, o passato sotto silenzio, le prove scritte di questo amore abbia portato ad altre oscenità è altrettanto vero. E' di pochi giorni fa la notizia che i "bufalari", poichè i bufali maschi non sono richiesti per la carne e non producono latte, semplicemente li uccidono e li buttano nei campi e negli stagni a marcire. Mi risulta che per la chiesa cattolica, che ha eletto Gesù a suo paladino, chi rifiuta di mangiar carne è passibile di scomunica, costringendo in tal modo i suoi fedeli ad uccidere, in barba al 5° comandamento. Ti invio un sostegno di cuore per il tuo prezioso lavoro e per darmi l'opportunità di fare una piccola cosa per rivalutare il nome del Cristo, tanto abusato da secoli"

Scrive Franca: "ACROMAZIE, che segna il debutto della Compagnia, andrà in scena: il 29 marzo a Roma in prima nazionale presso il Teatro Cometa Off, alle 18.00 in prova aperta e alle 21.00 (su prenotazione). E' promosso dall'Associazione culturale L'Albero di Minerva ed é a cura di Daniela De Lillo. Info. "

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato l'ennesima denuncia di Nerina Negrello sulla impunità dei medici che possono dichiarare la morte cerebrale dei viventi depredandoli dei loro organi:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/25/nerina-negrello-%e2%80%9cpietro-tarantino-dichiarato-morto-cerebrale-ed-espiantato-e-ancora-in-attesa-di-giustizia-mentre-imperversa-la-pubblicita-sul-fasullo-testamento-biologico-%e2%80%9d/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" potete leggere alcune ipotesi ed approfondimenti analitici e storici sulla non esistenza fisica di Gesù e sulle falsità predicate dal vaticano:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/papa-ratzinger-con-i-documenti-stipati.html

Eccoci in fondo e vi lascio, vostro Saul/Paolo

Ah, no... non vi lascio, anzi vi invito a leggere gli auguri poetici di buon compleanno rivolti alla Tigre di Cremona da un'altra Tigre, Angela Braghin:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/25/buon-compleanno-mina-nellanno-della-tigre-un-omaggio-alla-tigre-di-cremona-di-angela-braghin/

..............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Affonda le radici nella terra, così che tu possa crescere.
Canta, poiché questo è il nutrimento per la nostra società affamata.
Ridi, con il suono più puro.
Il cielo in cui viviamo non è fatto per restare senza ali.
(Hafiz)

Nessun commento:

Posta un commento