Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 12 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 13 marzo 2010 - Giordano Bruno a Poggio Mirteto, appuntamenti a Calcata, Daniela Bizzarri a Viterbo, Sedna decimo pianeta

Care, cari,

inizio con un mio intervento sulla filosofia di Giordano Bruno, che sarà "declamato" durante la conferenza introduttiva del Mese Bruniano a Poggio Mirteto, del 20 marzo 2010, siete tutti invitati a partecipare:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/12/mese-bruniano-2010-a-poggio-mirteto-%e2%80%93-intervento-%e2%80%9cl%e2%80%99anomalia-giordano-bruno-nel-contesto-filosofico-occidentale-ed-il-seme-di-conoscenza-da-cui-il-suo-pensiero-deriva/

Oggi a partire dalle h. 14 sino alle 18 si tiene un convegno a Calcata, presso il Granarone, per parlare di energia pulita da fonti rinnovabili. Introduzioni di Enrico Bianchi e Paolo D’Arpini – Moderatrice alla tavola rotonda, Dott.ssa Giovanna Canzano. Interventi: Prof. Benito Castorina, Avv. Vittorio Marinelli, Avv. Giancarlo Castiglia, Dr. Giorgio Vitali, Dott.ssa Simonetta Badini, Dr. Franco Proietti. Gli interventi saranno intercalati da poesie e canzoni curate da Patrizia Pellegrini.

Mi scrive Luca Bellincioni: "Caro Paolo oggi non ci sono, scrivo a distanza, sono tornato in Trentino. Tornerò credo in pianta stabile verso aprile, ciao a presto, seguo i tuoi messaggi anche se con qualche difficoltà perché non ho un pc portatile. Auguri per l'importantissimo convegno sull'energia di oggi, in cui spero confluiranno anche alcune mie considerazioni presenti sul mio blog Ambiente e Paesaggio 2000!"

Scrive Giorgio Vitali: "Oggi 13 marzo 2010, IN CALCATA, SARà DIBATTUTA LA FALSITà DI INIZIATIVE APPARENTEMENTE AMBIENTALISTE, mentre in realtà si tratta di INTERESSI economici mascherati da interessi verso l'ambiente. Un caso particolare è costituito dalla sanità e sarà MIO compito illustrare CON PROVE CONCRETE quanto, anche in questi anni è stato fatto per OSCURARE le legittime esigenze di conoscenza della popolazione. Per fare questo presenterò fisicamente alcuni libri DEL TUTTO INTROVABILI"

Altro appuntamento importante. Siamo ormai entrati nel 5110 del Kali Yuga. E domenica 14 marzo festeggiamo la luna nuova che è particolarmente significativa perché corrisponde con l’antica festa romana dedicata a Libero che è uno dei nomi di Bacco. In occasione di tale festività le famiglia offrivano al dio una focaccia fatta di uova farina e formaggio, ingredienti che poi sono rimasti nella tradizionale pizza Pasqualina (che qualcuno ne porti una). Tra il 14 ed il 15 marzo ricorrevano inoltre gli Equiria, le corse con cavalli. Per evocare tutto ciò faremo una corsetta, lungo la via Narcense nel parco del Treja, senza cavalli ovviamente, bastano le scarpe da ginnastica. Poi all’ora di pranzo condividiamo il cibo vegetariano da ognuno portato nel giardinetto del Circolo. Per l’occasione saranno presenti, appena giunti da Arunachala, gli amici fraterni Upahara e Venu, che canteranno con noi accompagnandosi con l’harmonium a soffietto. Domenica, 14.03.10, primo appuntamento per la corsetta al Circolo Vegetariano VV.TT. di Calcata, alle h. 11, secondo appuntamento per i canti e la comunione vegetariana alle h. 13. Prenotare allo 0761/587200 o circolo.vegetariano@libero.it -"

Scrive Massimo Sega: "Caro Paolo, tu hai così risposto a Sara: "cara Sara le cose del mondo vanno così... non te la prendere con gli impiegati del tuo paese loro sono innocenti!" Scusami, ma le cose vanno cosi’ non nel mondo ma in Italia. Io, a causa del mio lavoro, ho avuto rapporti con vari paesi dell’Occidente, ebbene, in questi ho incontrato una cultura molto più civile, specie per quanto riguarda proprio le Poste. Sai perché ciò avviene? Perché i cittadini si sentono tali e non si sentono sudditi, o come dice il cristianesimo, pecore, cioé non hanno paura di essere AGGRESSIVI quando i loro diritti vengono lesi. Gli impiegati non sono innocenti, sono i primi responsabili. Inoltre, permettimi di dirti che non basta fare il proprio dovere, ma dobbiamo pretendere che anche gli altri facciano il loro dovere, non solo nei nostri confronti, ma anche nei confronti di NOI. Questo, naturalmente a mio modo di vedere, é AMORE, sempre che questa parola abbia un suo substrato. Al riguardo ricordati quello che dice Gaber: NESSUNO PIU’ SI INCAZ... - Vorrei cogliere l’occasione per porgere un saluto a Giorgio Vitali in quanto prima é un mio coetaneo, e poi in quanto potrei allora averlo conosciuto al centro di Via Porta Pinciana"

Scrive Vittorio Marinelli: "Vi invito all'importante incontro dove sarà presentato il libro scritto da Alessandro SBARBADA, che cura la rassegna relativa ai problemi connessi al consumo di alcool, su European Consumers. Presentazione "Vino e bufale", giovedì 18 marzo ore 17.30. Roma, Libreria Rinascita - via Prospero Alpino n. 48 - Info. vitmar@tiscali.it -"

Scrive Daniela Bizzarri: "Care amiche e cari amici, Silvia Costa sarà a Viterbo a sostegno della mia candidatura a consigliere provinciale nel collegio VT2 (CAPPUCCINI, MURIALDO, BARCO, GROTTICELLA, LA PILA, CIMINA) e di Federico Grattarola candidato alla Presidenza della Provincia di Viterbo. Nell'occasione l'on Silvia Costa lancerà un appello al voto per tutte le donne candidate. Vi aspetto numerosi e numerose oggi 13 marzo 2010, alle ore 17.30, presso Villa Sofia (Hotel Costiera), Strada San Salvatore snc, Località Teverina (Viterbo)- bizzarridaniela@gmail.com;"

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato un interessante analisi sul significato astrologico e spirituale del decimo pianeta, Sedna, che sarà oggetto di una conferenza di Marina Canino a Lettere Caffè di Roma:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/12/%e2%80%9csedna-la-dea-marina-ed-il-decimo-pianeta%e2%80%a6%e2%80%9d-%e2%80%93-risvolti-astrologici-di-una-scoperta-scientifica-e-significato-di-una-antica-mitologia-nordica%e2%80%a6-in-chiave-di-ec/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" potete leggere una analisi di Danilo D'Antonio sui "mali" della democrazia e sulla corsa al posto pubblico:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/danilo-dantonio-lequivoco-democratico-e.html

Grazie per l'attenzione sinora prestata, vi saluto tutti, vostro Saul/Paolo
.............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

L'odio

Guardate com’é sempre efficiente,
come si mantiene in forma
nel nostro secolo l’odio.
Con quanta facilita' supera gli ostacoli.
Come gli e' facile avventarsi, agguantare.
Non e' come gli altri sentimenti.
Insieme piu' vecchio e piu' giovane di loro.
Da solo genera le cause
che lo fanno nascere.
Se si addormenta, il suo non e' mai un sonno eterno.
L’insonnia non lo indebolisce, ma lo rafforza.
Religione o non religione -
purche' ci si inginocchi per il via.
Patria o no -
purche' si scatti alla partenza.
Anche la giustizi va bene all’inizio.
Poi corre tutto solo.
L’odio. L’odio.
Una smorfia di estasi amorosa
gli deforma il viso.
Oh, quegli altri sentimenti -
malaticci e fiacchi.
Da quando la fratellanza
puo' contare sulle folle?
La compassione e' mai
giunta prima al traguardo?
Il dubbio quanti volenterosi trascina?
Lui solo trascina, che sa il fatto suo.
Capace, sveglio, molto laborioso.
Occorre dire quante canzoni ha composto?
Quante pagine ha scritto nei libri di storia?
Quanti tappeti umani ha disteso
su quante piazze, stadi?
Diciamoci la verita':
sa creare bellezza.
Splendidi i suoi bagliori nella notte nera.
Magnifiche le nubi degli scoppi nell’alba rosata.
Innegabile e' il pathos delle rovine
e l’umorismo grasso
della colonna che vigorosa le sovrasta.
E’ un maestro del contrasto
tra fracasso e silenzio,
tra sangue rosso e neve bianca.
E soprattutto non lo annoia mai
il motivo del lindo carnefice
sopra la vittima insozzata.
In ogni istante e' pronto a nuovi compiti.
Se deve aspettare, aspettera'.
Lo dicono cieco. Cieco?
Ha la vista acuta del cecchino
e guarda risoluto al futuro
- lui solo.

WISLAWA SZYMBORSKA

Nessun commento:

Posta un commento