Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 16 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 16 marzo 2010 - Idi di marzo, equinozio di primavera, viaggi di Pasqua, Giornaletto illustrato, mente = coscienza riflessa

Care, cari,

inizio con un articolo di Antonella Pedicelli sulla simbologia e sugli eventi delle Idi di Marzo:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/15/idi-di-marzo-secondo-cesare-tramonta-lo-scorpione-plinio-simbologie-di-un-giorno-fatidico-cominciando-da-quel-lontano-15-marzo-del-44-a-c/

Mi scrive Sirane: "Caro Paolo, oggi -dopo giorni di impegni serrati- mi trovavo col cervello in "folle"... ma siccome lavora sempre anche quando in realtà vorrei fermarlo (....se c'è un trucco da scimmia insegnamelo) mi è saltato in mente una piccola idea che riguarda il tuo giornaletto: perchè non iniziare una edizione o un "allegato" della domenica a colori, quindi con foto, contributi artistici, poesie, saggi, etc dove TUTTI contributi saranno comunque rivolti al costruttivo, edificante, ....insomma mettere la domenica sotto il segno della BELLEZZA, magari scambiandosi idee, contributi, etc appunto sul difficile concetto della bellezza dovresti ovviamente riuscire a coinvolgere tutti i tuoi fedeli lettori che si impegneranno a contribuire con scritti personali o letterari o che ne sò; appena espressi magari dalla fruttivendola(saggezza pragmatica di chi lavora con le mani) per la parte pratica (immagini) sicuramente dovresti trovare un aiuto... ma credo che ci sia qualche esperto fra i tuoi lettori capace a impostare un'edizione a colori..... viva il mondo della creatività..... non saprei proprio come vivere senza.."

Mia rispostina: "Sirane, per vedere se è attuabile pubblico la tua proposta... L'idea a me personalmente piace... in effetti quando acquistavo il Corriere della Sera mi ricordavo sempre di comprararlo in particolare il Giovedi in cui c'era allegato Sette... Mi piaceva quel tocco di "mondanità". Però sai una cosa ... sarà dura trovare una persona disposta ad aiutare... pensa che solo per il "modesto" giornaletto quotidiano debbo lavorarci almeno tre o quattro ore al giorno... "sed.. memento audere semper" diceva il vate..."

Scrive Econews: "Federalismo Demaniale = affidare ai topi la torta di formaggio: spiagge, fiumi e laghi, torrenti, sorgenti e ghiacciai, boschi e castelli, saranno ceduti agli Enti Locali ed ai Privati? E' all'esame del Parlamento, il DL con cui lo Stato cederà a Comuni, Province e Regioni gran parte delle sue preziose proprietà: il Demanio Marittimo (spiagge e porti regionali), il Demanio Idrico (sorgenti, fiumi e laghi), il Demanio Militare (caserme e poligoni di tiro), nonché gli aeroporti regionali, le miniere, ecc: complessivamente sono 10 mila terreni (per 150 kilometri quadrati) e 20 mila edifici (per 95 milioni di metri cubi). Gli Enti Locali potranno anche alienare e vendere questo "bendidio" ai Privati e, nel caso, "aggiustare" un poco i vincoli troppo rigorosi (il "Piano di alienazione" sarà anche variante del Piano Urbanistico). Continua >>> http://www.eco-news.it "

Mi scrive Ilaria Gaddini: "Ciao Paolo, mi ha fatto piacere sentirti ieri mattina. Ti invio il programma completo come d'accordo, vedi tu come lo vuoi inserire. Da venerdì 2 Aprile a lunedì 5 Aprile: Il castello dei misteri – Castel Del Monte e il Gargano (solo con un minimo 4 partecipanti). Uno dei luoghi più belli d’Italia con un mare meraviglioso, il promontorio del Gargano (Parco Nazionale) in Puglia, e la visita alla scoperta dei segreti dell’impressionante castello fatto costruire dall’imperatore Federico II di Svevia nel ‘200, un monumento simbolico che custodisce significati nascosti nelle sue forme ispirate ad una particolarissima numerologia esoterica, e che ha rappresentato un enigma per gli storiografi: a che serviva realmente? Accompagna Simone Sutra - Programma: Venerdì 2 Aprile: Arrivo in serata a Rodi Garganico (FG) dove pernotteremo. Per chi viene dal Nord è possibile usufruire di posto in macchina in partenza da Modena (max 4 posti). In questo caso il costo del viaggio verrà suddiviso equamente fra i partecipanti. Sabato 3 Aprile: In mattinata camminata sui sentieri della foresta Umbra, patrimonio dell’Unesco (si chiama così ma non è in Umbria). Pranzo al sacco. Pomeriggio visita a Monte S.Angelo e alla grotta detta di S. Michele, ricettacolo di energie positive particolarmente intense. Pernottamento a Rodi Garganico. Domenica 4 Aprile (Pasqua). In mattinata camminata nelle foreste garganiche. Pranzo al sacco. Nel pomeriggio trasferimento verso Castel del Monte, con lento periplo del Gargano su strada costiera panoramicissima. Pernottamento nei pressi di Castel del Monte, vicino ad Andria (BA). Lunedì 5 Aprile (Pasquetta). In mattinata visita guidata al Castello con tutte le spiegazioni del caso, poi partenza per tornare a casa. Info. info@soultravel - 339.1744690"

Nel Blog "Altra Calcata... altro mondo" ho pubblicato una analisi sulla natura della mente, non perdetela assolutamente:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/luce-e-luce-riflessa-condividono-la.html

Concludo invitandovi a leggere il programma poetico del 21 marzo 2010 di Calcata, per festeggiare l'equinozio di primavera, con annesso un raccontino un po' sconcio, tutto nella stessa pagina:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/15/calcata-festeggiamenti-poetici-per-lequinozio-di-p-rima-vera-ed-una-favola-turpe-tullius-chiunquefus-aveva-scelto-il-luogo-appartato/

Scrive Sara: "Per favore un Grazie ad Hari Atma per aver intuito lo sforzo, l'allenamento, la costanza, la continua messa il discussione, la forza, l'ardore e il lungo cammino ancora avanti"

Vi saluto con affetto, vostro Saul/Paolo

Alt, fermi tutti ancora una lettera di Sorella Franca ed una sua poesia: "Ciao Paolo, questa sera, dopo le tante notizie di cronaca vera e sociale, eppur così vana e illusoria, che ti ho inviate, ho sentito la forte esigenza di trasmetterti, invece, qualcosa di più profondo, ugualmente illusorio, ma, che almeno, venisse direttamente dalla mia interiorità...... ho aperto a caso una delle agende, dove, quando ne sento il bisogno, trascrivo i miei pensieri, e, la mia esigenza attuale, ha trovato ciò che cercava, in una poesia scritta il 20/9/2009, sulle Dolomiti.. (Vedi sotto)"

............

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Quiete,
soltanto quiete,
agognata,
sognata,
quiete.
Del pensiero,
dell'anima,
di ogni cellula,
che,
seppur si agita,
è, per il bene
della quiete.
Il respiro,
ne è la lampante immagine,
è sempre più agitato
quando,
cercando la quiete,
prova ad ascoltarsi,
prova a calmarsi,
prova a cercar
la radice stessa,
della sua esistenza.
Quiete,
quella della Spirito,
ancor più ricercata
eppur temuta
e mistificata.
Leggerissima,
aerea e sfuggente,
eppur eterna.
Se raggiunta,
può portar pace
inestinguibile
e, di vita,
Mutamento.
(Franca)

...........

Per Anasuya Devi

Madre, tu sei femmina ed io son maschio..
Come mai quel seme d’amore,
Che tu hai posto nel mio cuore,
Sta germogliando?
Mi hai reso fecondo
Ed io ho perso la mascolinità..
(Saul Arpino)

...........

Vorrei tornar bambina…

Vorrei tornar bambina,
quando per tuffar la faccia nell’alta neve,
andavo fuori a giocar sola e di prima mattina…
fino a che, per mancanza d’ossigeno,
accusavo ai polmoni un dolore lieve!
Non potevo fare a meno di respirar né ridere
e ridere più forte perché mi era venuta un’idea!
Uno, due… anzi… tre morsi alla neve,
come fosse torta alla panna,
che senza permesso, uno scaltro monello si porta via!
L’importante era volerlo credere,
perché quando la realtà ti spreme e t’affanna,
laddove invece i sogni potrebbero cullarti senza tempo in "dolce" apnea,
è sano lasciarsi inghiottire dal vasto mar della fantasia
per tornare a ridere, ridere e ancora ridere!

Elke Colangelo

Nessun commento:

Posta un commento