Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 31 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 31 dicembre 2009 - La notte senza tempo, freedom from fear, la fortuna di conoscersi, eterno inizio, Milano anti-caccia..

Care, cari,

mi scrive Valentina: ".. siamo in tre (non i tre re magi), vegetariani e vorremmo delle informazioni sulla notte senza tempo.... Bisogna prenotare o quantomeno dirvi quanti siamo? Qual'è il programma, anche se una programma preciso non ci sarà. Una domanda ancora ma su Roma c'è c'e scritto che la partenza è a via tuscolana, in realtà è a Calcata a via del fontanile, come mai l'errore? L'appuntamento è alle 17, perchè così presto e dove si mangia? Grazie, Valentina, Francesca e Salvatore e i due gatti Lady Pippi, monsieur Merlino e la canetta Prugna".

Mia rispostina: "Allora stanotte è la grande notte... venite anche voi a passeggio nella valle del Treja, appuntamento alle h. 19.30 al Circolo Vegetariano di Calcata con cibarie vegetariane al seguito, dopo vari convenevoli e degustazioni si parte alle h. 22.00 nella notte scura scura, in qualsiasi condizione atmosferica (venite muniti di scarponi ed abiti caldi, coperte, ombrello, torcia elettrica a dinamo, acciarino, bastone e temperino da viaggio, candele, zaino (il peso del bagaglio non deve comunque superare i 20 kilogrammi tutto compreso). La manifestazione non è coperta da assicurazione infortunistica, ognuno partecipa a proprio rischio e pericolo, possono essere incontrati animali selvatici, fantasmi, folletti, gnomi, UFO ed altre entità lungo il percorso ma non si può interferire con armi da fuoco, botti, tric track, apparecchiaure elettroniche (telefonini, radiomobili, allarmi satellitari, cercapersone, etc.) ed è pure sconsigliata la fuga a metà strada a causa di possibili smarrimenti e le forze di polizia, pompieri, volontari della Protezione Civile, vigili urbani, guardiaparco, guardie forestali, eliambulanze, etc. la notte del 31 dicembre notoriamente non prestano servizio. Sono consentite durante la camminata recitazioni di preghiere, invocazioni, giaculatorie e formule scaramantiche. Se tutto andrà bene al ritorno, tra le ore 24.00 del 31 dicembre 2009 e l'una del 1 gennaio 2010, ci si fermerà per un rito di ringraziamento nella Grotta dedicata alla Madre Terra, nel Tempio della Spiritualità della Natura, davanti ad un caminetto acceso. Prenotazione obbligatoria, telefonare a Paolo 0761/587200 -"
Programma su: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/22/uppaluri-gopala-krishnamurti-ci-accompagna-nella-notte-senza-tempo-%e2%80%93-calcata-31-dicembre-2009-1-gennaio-2010-fra-guadi-cinghiali-plenilunio-ed-eclissi-di-luna%e2%80%a6-insomma-c%e2%80%99e/

Scivono Silvia e Manuela: "VISTO IL GRANDE SUCCESSO VI COMUNICHIAMO IL RITORNO DEL CORSO DI "EFT" a Conegliano - TV, presso Hotel CIMA - via XXIV maggio 61/A, DOMENICA 17 GENNAIO 2010- EFT (Emotional Freedom Techniques) è una tecnica di auto-aiuto semplice, rapido ed efficace. Fino ad oggi è stata utilizzata con successo per gestire Traumi, Fobie, Stress, Scarsa Autostima, Asma, Allergie, Problemi Fisici, Paure, Ansia ed Attacchi di Panico. Per info e prenotazioni: Manuela 335-431571, Silva 346-0366600 - e-mail: info@oltrelinfinito.it -"

Mi scrive Angelina: "Ho appena sentito mio fratello, lui si organizza con l'allegra combriccola, a me non va di andare con loro. Quindi più tardi passa Valentina, e le propongo di venire oggi alla Notte senza Tempo. Allora vengo, e vengo nel primo pomeriggio, o se riesco anche prima.. Per me se ti vedo o non ti vedo non cambia niente, perchè tu sei dentro di me.."

Mia rispostina: "..se vieni nel primo pomeriggio sarò al Teatro, sotto l'arco buio del vaticano (Calcata Vecchia) per le prove teatrali dalle 15 alle 17 - Poi torno al Circolo. Ho letto il testamento che hai scritto, anzi ... il testamento di Cesare letto da Antonio Ottaviano... insomma in tal modo ti poni come mia "successora"... dopo ciò che hai scritto l'unica parte che ti si confà è quella... Però.... però..
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/04/16/resa-senza-condizioni-nella-spiritualita-laica-%e2%80%93-l%e2%80%99esempio-di-mahakashyapa/ -"

Scrive Noemi Longo "..buongiorno al Circol vegetariano, anche se non ho avuto la fortuna di conoscere personalmente nessuno di voi, volevo ringraziare Paolo e tutto il circolo di Calcata per le informazioni che ricevo costantemente riguardo le vostre attività, che tentano di rimettere insieme i pezzi ormai separati delle tradizioni cultu(r)ali umane. Auguro a tutti buoni giorni e buon proseguimento per i festeggiamenti del sole invitto, a mio avviso una delle più grandi ricorrenze in grado di fondere le tre culture storiche situate dall'una e dall'altra parte del mediterraneo. Vi ringrazio per come portate avanti i vostri ideali e gli impegni comunitari perché i vostri progetti sono come costellazioni dei miei sogni. Sento finalmente che al di là di inutili summit incentrati sul clima, false proposte e buoni propositi per un cambiamento di stili di vita questo mondo che siamo abituati a definire antico sta diventando in piccola parte anche nuovo ma senza perdere le proprie origini, e questo è soltanto grazie alle tante persone che come voi credono al valore della vita umana e all'importanza della comunità affinchè anche la qualità dei rapporti sia migliore rispetto a come la società ci vorrebbe soli e non comunicanti. Buoni giorni a tutti voi"
Mia rispostina: "Cara Noemi, ci sei dentro anche tu..."

Visto che siamo in tempi di fine e di nuovo inizio ho pubblicato sul Sito del Circolo Vegetariano la storia fantascientifica di un "androide mutante" troppo avanti con la media intelligenza umana:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/30/%e2%80%9c%e2%80%a6pan-en-to-pan-ovvero-mutanti-che-crescono-troppo-in-fretta%e2%80%a6%e2%80%9d-la-storia-di-un-androide-matto-o-troppo-umano-raccontata-da-simone-sutra/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho inserito il resoconto della fiaccolata anti-caccia svoltasi recentemente a Milano:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/resoconto-della-fiaccolata-anti-caccia.html

Siamo giunti anche oggi alla fine... ci sarà un nuovo inizio? Con questa domanda vi saluto, vostro Saul/Paolo
Postilla. Considerando che l'inizio è sempre nel momento presente vi invito a riflettere su questo tema:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/06/14/discorso-sulla-creazione-terra-e-cielo-madre-e-padre-tenebra-e-luce-%e2%80%93-il-binario-dualistico-della-vita-e-la-propria-identita-primordiale-%e2%80%9ci-am-that-i-am%e2%80%9d/

............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Fui già qui un tempo
ma quando e come non so.
Conosco quell'erba oltre la soglia
la fragranza che penetra dolce
il sospirato suono, i luccichii alla riva.
Mi sei appartenuta già
quanto tempo fa non so:
ma quando la rondine s'alzò
si volse il tuo collo al punto
ch'un velo cadde - che sempre lo seppi.

Dante Gabriele Rossetti

Nessun commento:

Posta un commento