Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 18 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 19 dicembre 2009 - Pasticciaccio a Milano, Copenhagen, hackers, fascisti rossi, bioregionalismo, Velina D'Arpina e Calcata

Care, cari,

comincio allegramente con la Velina D'Arpina in cui racconto vari aneddoti e storielle di vita quotidiana, il Natale si avvicina per tutti, anche per me:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/18/velina-d%e2%80%99arpina-del-18-dicembre-2009-%e2%80%93-viene-natale-a-calcata-e-mazzano-proiettili-captivi-pacchi-dono-concerti-e-recite%e2%80%a6-di-tutto-un-po%e2%80%99/

Il "pasticciaccio brutto" di Milano, come accadde per quello di Via Merulana del compianto Germi, fa ancora parlare di sé, stavolta è Angela Braghin che vuole dire la sua:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/18/il-martirio-di-silvio-berlusconi-2-%e2%80%9cdove-eravate%e2%80%9d-%e2%80%93-il-pasticciaccio-brutto-di-milano-chiama-commenti-su-commenti%e2%80%a6-stavolta-e-la-%e2%80%9cdestra%e2%80%9d-che-rispon/

Mi scrive Benito Castorina al proposito dell'appello "Salviamo il Tacchino": "Voto decisamente per il Tacchino, ma i commenti sono disabilitati! Spero che non sia stata mia moglie che è americana e da 45 anni lontana dalla casa avita, cosa per cui non resiste ogni volta che i suoi connazionali in Italya residenti, ripetono quel rito che la riporta alla sua infanzia. La prima volta che ritornò da uno di quegli incontri mi disse: mi è piaciuta molto la farsa (così cercò di tradurre il farcito, che pare sia la cosa più prelibata) e le risposi ridendo che aveva proprio centrato il senso del rito del ringraziamento! La mia moglie e compagna è una donna meravigliosa, ma tutti hanno almeno un difetto!"

Mia rispostina: "Caro Benito, la nostra eccellente webmaster ha dovuto disattivare i commenti a causa di certi hackers che ci perseguitavano... che vuoi farci a qualcuno diamo pur fastidio... Salutami la tua simpatica moglie.."

Precisazioni di Gianni Donaudi sui "fascisti rossi": "Cari editori (edizionisolfanelli@yahoo.it), grazie per il gentile invio del libro "Fascisti eretici". Vi spedirò in cambio la mia pubblicazione. Alla fine del libro viene inserito anche Augusto del Noce. Ma a me non risulta che sia mai stato fascista. Durante la Resistenza militò nel Partito dei Comunisti Cristiani di Rodano. E nel dopo guerra divenne un cattolico, approssimativamente definibile di centro-destra, TRADIZIONALISTA E CONSERVATORE finché si vuole. Ma fascista non credo proprio. Mi spiace non avere visto alcun cenno su STANIS RUINAS che dall'adesione critica alla RSI(durante la quale fece appello alla Sinistra partigiasna e non in nome di una generica riappacificazione tra gli italiani, ma in nome della RIVOLUZIONE), venne ricevuto nel dopo guerra da Togliatti e fondò la rivista IL PENSIERO NAZIONALE, che per un certo periodo venne finanziato da Pajetta. Con questo Ruinas non si iscrisse mai al PC, ma si pose nell'area della Sinistra in generale, compresa la Sinistra DC di Enrico MATTEI, il PSI e la sinistra socialdemocratica in cui militava ENRICO LANDOLFI. Quando venne arrestato dagli sdgherri di Scelba per "incitazione alla lotta armata" venne difeso persino dal settimanale anarchico UMANITA' NOVA. Negli ultimi tempi si pose nell'area del PSI di Giacomo Mancini. Ma mai rinnegò il suo passato di aderente alla RSI. Per saperne di più vedere l'opera di Paolo Bughignaghi FASCISTI ROSSI da Salò al PCI. Auguri di Buone Feste & Felice Anno Nuovo"

Scrive Claudio Martinotti: "Buone feste e che l'anno prossimo fornisca a tutti noi la pazienza che occorrerà per sopportare le nefandezze che ci propineranno in tutte le salse dicendo che sono per il nostro bene"

Scrive Alfredo Santella: "Vi aspetto il 22 dic. alle ore 18 a Sulmona in corso Ovidio presso la cappella dell SS. Annunziata per "UNA GIORNATA PARTICOLARE" - Digigrafie, gouaches & piccoli quadri"

Scrive Econew: "Giornali e TV lo tacciono, ma la Sicurezza del Premier Silvio Berlusconi lascia alquanto a desiderare: prima a Roma entrano nella sua stanza da letto graziose signore (con macchine fotografiche), quindi in Sardegna si appostano presso la sua villa fotografi (con teleobbiettivi), ora a Milano lo punta e lo colpisce uno squilibrato (con tanto di oggetto contundente) e, quindi (incredibile imprudenza), il Premier ferito ha potuto ancora arrampicarsi sul predellino ed esporsi alla folla ..... una seconda volta!"

Siamo alla "grande politica"... Forse la democrazia è finita? Sicuramente occorre andare verso nuove strade per salvare l'umanità ed il pianeta Terra.. Dopo la notizia che anche l'esercito è in via di "privatizzazione" ho scritto un articolo sul futuro del mondo, ma l'esercito c'entra poco, in esso parlo infine di "Democrazia diretta" e "Bioregionalismo", per uscire dall'enpasse nella quale ci troviamo, leggete sul Sito del Circolo Vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/18/privatizzazioni-e-smobilitazione-degli-apparati-nello-stato%e2%80%a6-mentre-la-democrazia-cambia-con-il-cambiare-della-societa%e2%80%a6-l%e2%80%99unico-futuro-possibile-per-l%e2%80%99umanita-e-nel/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho inserito un resoconto di viaggio e di permanenza di Lucia Castaldi, che è stata in visita qui a Calcata per una settimana:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/da-santa-lucia-calcata-santa-maria.html

Ultime notizie in diretta da Copenhagen da Tommaso Fattori che scrive:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/18/copenhagen-%e2%80%9cnote-dal-vivo-e-racconto-di-prima-mano-sugli-accadimenti-e-sui-discorsi-dallinterno-della-conferenza-onu-sul-clima%e2%80%9d-da-tommaso-fattori-sconsolato%e2%80%a6/

Fine della sessione di lavoro, cari saluti a voi da Paolo/Saul
...................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Oggi è speciale perché un luogo sacro per incanto diventa un momento d'Arte.
Solo Iddio e la purezza di una mente malata sono piu Santi dell'Arte.
Oggi è speciale, persino questo cielo pesante come un coperchio, basso e cupo come diceva Baudelaire.
Dov'è quello stolto marinaio che maltratta l' albatro, impossibilitato a volare, battendogli la pipa sul becco. Il poeta e il re delle nuvole nuvole si trovano a terra per uno stupido incidente di percorso.

Alfredo Santella (per presentare la sua Mostra a Sulmona)

Nessun commento:

Posta un commento