Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 10 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 10 dicembre 2009 - Viaggio breve in Tuscia, attori e ruoli, il mafioso di Arcore, fine del mondo, 150 km., dio quattrino...

Care, cari,

ho pubblicato nel sito del Circolo Vegetariano il resoconto di tre giorni vissuti nella Tuscia, un viaggio breve compiuto da Caterina Regazzi fra Calcata, Amelia, Ronciglione...:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/09/diario-di-tre-giornate-intense-vissute-nella-tuscia-in-un-viaggio-breve-fra-calcata-amelia-ronciglione-il-cuore-e-la-mente/

Mi scrive Mette Kirkegaard da Copenhagen: "Ciao Paulo and friends, thanks for last time in Italy. Ive created a video from Calcata's nature with my singing - but Ive tried to upload it to youtube the last three weeks with no luck, perhaps you can watch it here: www.trub.dk/calcatafilm5.mpg -"

Mi scrive Angelina: "...la tua "visione" è pregna ancora una volta di "te stesso" e ancora una volta stai riflettendo e parlando allo specchio..... del resto non è "colpa tua" se hai una luna/leone che ama il palcoscenico, egoica e a tratti dispotica.... E ti piaccia o non ti piaccia, tu sei "dentro" la commedia come tutti noi, la sola "differenza" sta nella capacità di cambiare ruolo, di cambiare copione, insomma di uscirne per poi rientrarne se quando come vuoi..... Se ti consideri "sopra le parti" non dovresti farti neanche sfiorare dall'idea di "decidere" tu il "ruolo" da dare agli altri....... Ovvero sai meglio di me che il destino agisce sulle "nostre teste"e tramite "le nostre teste" e se continui a partire sempre dai tuoi presupposti aspettati che gli altri facciano lo stesso!"

Scrive Marilina Fravolini: "Gli etruschi e i popoli vicini scambi, acculturazione e conflitti. Sabato 12 dicembre alle ore 17.00 alle ore 20.00. Blera VT al Museo Il cavallo e l'uomo"

Scrive Umberto Cinalli: "Venerdi 11 dicembre, alle ore 17.00 presso la sala Forteguerri (Casa dello Studente di Piazza S. Sisto a Viterbo) con la d.ssa Castelnuovo che illustrerà il suo libro dal titolo Giochi di ruolo e formazione interculturale. La presentazione – nella quale saranno effettuate esemplificazioni con giochi e animazioni – sarà occasione per discutere sul tema della interculturalità, che è ormai presente strutturalmente nella scuola e nella formazione dei docenti come ambito di azione e ricerca. info: ucinalli@libero.it -"

Scrive PCL Abruzzo: "Denuncia del PCL MOLISE alla Procura della Repubblica di TORINO. Martedì 8 dicembre 2009, 15:38. Alla Procura della Repubblica di Torino: Quale forza politica del Molise e dunque del Mezzogiorno siamo particolarmente interessati all´inchiesta in corso sui rapporti tra il potente capitalista Berlusconi e la mafia e più in generale tra mafia e politica, anche perché la nostra regione (in particolare la provincia di Isernia) subisce sia un abnorme dominio elettorale delle lobby che fanno capo proprio al partito di Berlusconi sia gli effetti nefasti ed antisociali delle politiche antimerdionali e razziste della lega. Vogliamo perciò sottoporvi una questione che ci pare davvero eclatante. L´on.le Umberto Bossi nel 1998 iniziò una campagna dal titolo (testuale) "il mafioso di Arcore", dichiarando testualmente: "A me personalmente Berlusconi ha detto che i soldi gli erano venuti dalla Banca Rasini di Milano". Ebbene, questa dichiarazione pubblica, per quanto ci risulta, è documentata e mai smentita . Vieppiu´: il quotidiano "La Padania" dell´8 luglio ´98 rivolse ben 11 documentate domande pubbliche a Berlusconi circa i suoi rapporti col capitale mafioso.
A questo punto è evidente che Umberto Bossi o mentì allora o mente oggi (magari in cambio delle poltrone e delle promesse): ma di certo non capiamo perché la magistratura non lo chiama come testimone dei rapporti tra mafia e politica. Invero "non capiamo" neanche perché tale clamorosa testimonianza del capo della Lega sulle confidenze fattegli da Berlusconi e le 11 domande del "la Padania" siano state rimosse dalla stessa memoria delle sedicenti "opposizioni" oltre che, ovviamente dai media di regime. Pertanto, alla luce di quanto sopra esposto, chiediamo alla Procura in indirizzo di attivarsi per quanto di competenza, affinché:
1)- vengano acquisite le dichiarazioni pubbliche rese dal Bossi e su citate;
2)- venga chiamato a testimoniare l´on. Umberto Bossi su quanto sopra.
IL COORDINATORE REGIONALE - Tiziano Di Clemente"

Mi scrive Alessandro D'Arpini: "Se in questa vita siamo accumunati dallo stesso padre, un motivo ci deve essere. Non è solo questione di fratellanza o amicizia. Qualcosa di più duraturo deve essere entrato in gioco. Comunque sia, amicizia e fratellanza sono ben accette ed auspicabili, per tutti."

Scrive Econew: "Altero Matteoli OK ai 150 kilometri/ora sulle autostrade. Per noi invece è incultura e maleducazione ma anche consumismo, spreco di energia e inquinamento ambientale. Alla faccia del rispetto della vita umana e della sicurezza del cittadino!"

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho pubblicato un lungo dialogo immaginario fra Bocca di Fuoco e papa Ratzinger sulle "verità" della chiesa cattolica apostolica romana e sulla vita di ogni giorno:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/ma-dio-e-uno-bino-trino-o-quattrino.html

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato un dialogo, sulla probabile fine del mondo, fra Hermes Pittelli e Giorgio Nebbia:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/09/%e2%80%9cl%e2%80%99umanita-si-affaccia-al-baratro-del-non-ritorno%e2%80%a6-sara-capace-di-salvarsi-dall%e2%80%99abisso%e2%80%9d-dialogo-fra-giorgio-nebbia-ed-hermes-pittelli-sul-futuro-del-mondo/

Me voilà, vi lascio qua, vostro Paolo/Saul

................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

SEI TU

Vago su di luccicori di pioggia,
su lame di sole malato,
sullo scroscio di luna
che mi porta lontano
mentre io sto qua,
a rintuzzare venti di foglie disperse,
a raccogliere briciole di sguardi
di un mondo veloce,
mentre io voglio stare qua.
E chiudo il portone dietro i miei passi,
perché so che non tornerò,
avvolto nelle strade,
imboccando respiri di nebbia,
cavalcando onde rapide
di note musicali
che scompongono
sotto i capelli la mente
per dirmi che io
io devo stare qua
e guardarmi allo specchio
per trovare le stelle nascoste
dentro me
(Simone Sutra)

Nessun commento:

Posta un commento