Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 22 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 23 dicembre 2009 - Natale, Siddha Yoga, animali al freddo, ragli d'asino, prostituzione vagante, opposto a Berlusconi

Care, cari,

mi scrive Aurelio Rizzacasa: "Il Natale è un momento di festa che il mondo colloca sul piano poetico del ricordo e della nostalgia, ma nella fede cristiana questo momento indica la ripresa di una memoria eccezionale: quella dell'incontro del tempo con l'eternità. Infatti, Dio si fa uomo per raggiungere tutti gli uomini nel divenire di tutta la storia. Questo evento che, acquista la sua luce nell'orizzonte della fede, ci permette di vedere l'intera realtà con occhi nuovi. In questa chiava interpretativa formulo agli amici, ai colleghi, agli studenti e ai compagni di viaggio un sincero augurio di serenità e di pace, con l'auspicio di poter riprendre ogni affetto e ogni attività in un rinnovato slancio creativo di accoglienza e di fiducia universale..."

Precisazione di Kiriosomega sull'etimologia di Paolo/Saul: "Saulos, Paulus, Paolo, SaoUl. Rispettivamente greco, latino, italiano, ebraico. In realtà il lemma è solo greco, la sua origine deriva proprio dalla lingua arcaica della Grecia moderna. Saulos, in origine aveva significato di chi cammina ancheggiando, nel senso di storpio. Lo stesso significato ha in lingua latina. Dunque, l'interpretazione fornita da G.V. è da considerarsi errata. Anche il nome in lingua ebraica è lì adattato perché gli ebrei, letteralmente sono verosimilmente d'origine greca. Molte tradizioni e studi confermano questa tesi, anche se ancora non c'e dimostrazione certa, tra l'altro anche la questione dei giganti di cui in Macedonia si vanno esumando resti è parte della tradizione ebraica, ma resti di uomini alti oltre tre metri e mezzo nei Neghev non ne sono mai stati rinvenuti"

Scrive il Centro di Siddha Yoga di Roma: "Caro Siddha Yogi, sei caldamente invitato a partecipare a Una Dolce Sorpresa al Centro di Meditazione Siddha Yoga di Roma. In questo satsang, il nostro amato Guru, Gurumayi Chidvilasananda, darà il Messaggio Siddha Yoga per il nuovo anno. Nel 2010 avremo l'opportunità di ascoltare, praticare e cantare con Gurumayi il messaggio Siddha Yoga Aum. Che benedizione iniziare così l'anno nuovo !
Sono aperte le iscrizioni. Per informazioni e registrazioni: asyr@libero.it tel. 328 2596451 -"

Scrive Alba Montori: "La Stampa ha pubblicato due giorni fa un articolo di Luca Ricolfi che dice tra l'altro "Sono passati quasi vent´anni dalla fine della prima Repubblica, ne sono passati più di quindici dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi. La legislatura finirà nel 2013, giusto nel ventennale della discesa in campo. Come racconteranno questo lungo periodo gli storici di domani?" Questa è una ricostruzione essenziale degli ultimi quindici anni della vita pubblica italiana. Passo a passo, fa emergere ragionatamente il vero e profondo limite del modo di opporsi a Berlusconi: l'eccesso di personalizzazione e la mancanza di progettualità, che - come anche noi sosteniamo da tempo - se non vuol sfociare nella lotta armata, ha l'obbligo ineludibile di andare oltre gli anatemi e di cominciare a costruire una alternativa concreta.."

Un amico innominato mi ha parlato del problema della prostituzione vagante che aumenta nelle strade... voglio a questo proposito segnalare alcuni articoli che scrissi su questo tema:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/07/28/cerco-famiglia/
ed anche:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/01/24/lamore-e-la-prestazione-amorosa-nella-visione-spirituale-laica-ecologia-sociale-per-superare-la-necessita-della-prostituzione-sociale/ -"

Mi scrive Roberto Falvella: "..caro Paolo, non ricevo pù il Giornaletto, come mai?"
Mia rispostina: "forse dipende dal fatto che prima lo ricevevi da Ecologia Peacelink ma loro mi hanno cancellato per non so quali problemi tecnici, comunque è anche sul blog: http://saul-arpino.blogspot.com/ -"

Scrive Giuseppe Altieri: "A Natale fai un regalo al Pianeta Terra... e ai tuoi figli: Boicotta il centro commerciale e fai la spesa dal piccolo negoziante locale e dai contadini biologici. In tal modo aiuterai la natura, la tua salute e salverai molte piccole ditte ed i contadini biologici, che sono il cuore dell'Economia Ecologica (Econologia)
costa qualcosa in più? Fai un regalo al Pianeta Terra...soprattutto avrai fatto un regalo vero ai futuro dei tuoi figli"

Mi scrive Angela Braghin (pubblico solo uno stralcio): "Paoletto maghetto e folletto, hai colpito la mia attenzione, quando ho letto la lettera che hai pubblicato sul sito! (http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/21/padroni-che-somigliano-ai-cani-animali-selvatici-ed-allevati-sopravvivenza-in-natura-passaggio-dal-matriarcato-agricolo-frugivoro-al-patriarcato-pastorale-carnivoro/ ) proprio nelle ultime parole (sì, come capita con l'ultimo boccone!) Hai concluso dicendo" Qui mi fermo perchè non voglio offendere nessuno". Uhm...Non è questione di "offendere", forse è solo questione di "elasticità" che ho notato essere spesso e volentieri assente.....Ma perché? Siamo così simili su alcune cose (se non addirittura uguali) che a volte mi sembra di parlare a me stessa, ma su alcune siamo così diversi, quasi ad essere lontani! Concordo con il titolo che hai dato; concordo con la risposta che hai dato, ma non nella sua interezza. Sai cos'è che mi ha colpito? Te lo dico subito e molto chiaramente: (sai che non potrei fare altrimenti...) manca il rovescio! A quanto pare è più forte di te; a me sta bene, anch'io prima ero un'assolutista, e per riuscire a non esserlo più ho dovuto impegnarmi intensamente, e a dire il vero non so quanto sia riuscita ad ottenere ma almeno ci ho provato! E il bello è che gli "assoluti" mi piacciono da impazzire, non solo perchè "chi si somiglia si piglia" ma anche perchè denotano una personalità vera, autentica, e in quanto tale "assoluta", appunto! Ma sai meglio di me questo cosa comporta. E questo, di contro, non mi piace affatto. A questo punto, ti chiederai dove e come ci siano strascichi del tuo "assolutismo" ma non credo ci sia bisogno di palesarli, poichè se leggi con attenzione quello che hai scritto li puoi cogliere da te! La bellezza di una creatura iper-sensibile risiede proprio in questo, e non c'è bisogno di prendere in mano un pennellino e fissare il punto esatto della tela dove si vuole creare il gioco di chiaro/scuro perchè avviene da sè, unendo cuore e mente! Ma questa iper-sensibilità è stata data perchè, come una perla, venga messa sul collo del prossimo, altrimenti che dote sarebbe, una perla tenuta in tasca? E se proprio non ci riesci, mi tocca ricordarti ancora una volta, che la tua luna/leone ti vuole così, e così sei come noi tutti. L'altra volta, forse, il mio messaggio non era stato chiaro e ha portato a fraintendimenti: non volevo offenderti, dicendoti che sei un poco egoico e un poco dispotico. Fa parte della tua personalità che è tanto bella proprio perchè è così! Ma le conseguenze sono queste, e se nessuno te lo dice, e chiunque ti continua dolcemente ad accarezzare e viziare, quando e come te ne accorgerai? (sempre ammesso che tu non ne sia cosciente...) E soprattutto, quando e come comincerai (a tentare...) a porvi rimedio?

Mia rispostina: "Angelina, hai visto che bella differenza c'è fra la Tigre e la Scimmia... ? Quelle frasi le ho buttate lì al vento e poi me le sono belle e dimenticate... e tu invece (come Simone Sutra che è della Tigre pure lui) ritagli e ritagli... Ma dai cicciolina gioca un po' e non pigliarla troppo seriosamente... Cosa credi che non abbia mangiato mai carne nella mia vita? Certo che l'ho mangiata e forse qualche volta mi è pure piaciuta e qualche volta forse mi ha fatto schifo... ma questo che c'entra? Perché dare importanza a queste sciocchezze?"
Per concludere in pace segnalo alcuni "ragli d'asino" pubblicati sul sito del Circolo Vegetariano sul significato della magica notte del 31 dicembre con la luna piena e pure un po' eclissata:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/22/uppaluri-gopala-krishnamurti-ci-accompagna-nella-notte-senza-tempo-%e2%80%93-calcata-31-dicembre-2009-1-gennaio-2010-fra-guadi-cinghiali-plenilunio-ed-eclissi-di-luna%e2%80%a6-insomma-c%e2%80%99e/

Dopo i dieci comandamenti.. di anni ne son passati ed un ebreo del giorno d'oggi pone dieci dubbi sull'attualità della bibbia, leggete tutto:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/22/%e2%80%9comosessualita-pedofilia-sacrifici-schiavitu-bestemmie%e2%80%a6%e2%80%9d-caro-rabbino-la-prego-fughi-questi-atroci-dieci-dubbi-di-un-buon-ebreo-che-studia-la-bibbia/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho pubblicato un'accorata lettera di sostegno per gli animali infreddoliti e solitari in questo gelido inverno, leggete con attenzione:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/ed-e-natale-anche-per-gli-animali.html

Vi lascio al vostro destino, Saul/Paolo

..........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Guardo con gioia i vostri passi
perché la consapevolezza e la coscienza
regolano le vostre decisioni,
Il vostro sorriso riempie il mio cuore
che vibra col calore che arriva dritto dalla luce che vi unisce,
i vostri sguardi lucidi celano a fatica le vostre emozioni
che come un fiume in piena vi animano e vi colorano
Io vi chiedo di guardare ancora nei vostri occhi
in quell'intenso riflesso che vi accende e vi riconosce,
che toglie il fiato quando vi capisce senza parlare
e vi protegge senza chiedere….
Vi chiedo di guardare… guardare ancora,
perché quanto vibra in voi non è frutto del ricordo
ma della quotidiana comprensione che vi donate…
le parole sono vuote se ricordate
ma si pregnano d'ineffabile significato
se vissute ogni momento fino in fondo
nei momenti di difficoltà
che inevitabilmente la vita riserva
sappiate che veglierò sempre su di voi
come tutti gli amici che vi amano,
ma sappiate anche
che questo idilliaco giardino che vi circonda
dipende solo dalla capacità che avrete
di continuare ad ascoltarvi…

Danilo Bughetti

..........

"Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto: a essere contento senza motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera"
(Paulo Coelho)

Nessun commento:

Posta un commento