Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 27 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 27 dicembre 2009 - Filosofia della ragione, natale quotidiano, Suryanagara, Hanuman ed il vento..

Care, cari,

mi scrive Stefano Andreoli, www.diariodelsottosuolo.it: "Caterina mi ha detto che poteva esserti utile un articolo: eccotelo qui fresco fresco. Questo mese ho finito le mie letture sul tema e ne è uscito questo qui.
Il titolo è: "Le due vie di una stessa conoscenza: la saggezza della ragione e del cuore" - Pubblicato sul sito del Circolo Vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/26/le-due-vie-di-una-stessa-conoscenza-saggezza-della-ragione-e-del-cuore-%e2%80%93-saggio-di-stefano-andreoli-dal-sottosuolo-e-brani-di-corrispondenza-con-paolo-d%e2%80%99arpini/

Mi scrive Emy Blesio, presidente di Suryanagara, per precisare: "Scusi Paolo D’Arpini, non è per me un grande problema vedere che utilizzano i miei scritti e che li diffondano, non è la prima volta e mi fa piacere che vengano fatti girare perché l’importante è il messaggio e non chi l’ha creato… ma sarebbe carino da parte sua se quello che lei diffonde come scritto da "Mi scrive Laura Lucibello", (so benissimo che non è una sua responsabilità, bensì di questa Laura Lucibello che non conosco, ma è lei che lo sta veicolando e quindi mi rivolgo a lei) sia più correttamente attribuito a chi in effetti l’ha scritto. Anche perché è una comunicazione che ho inviato come augurio di Natale a una mailing list di 20.000 account solo in Italia e altrettanti all’estero, e gli amici che me l’hanno inviato sono Mayte e Guzman Artiach di Spagna. Lo scritto che accompagna i video (che tra l’altro sono stati presi da Youtube anche dagli amici spagnoli) è mio, e si rischia di passare per bugiardi, o io o lei. Siccome io ho cercato, nel limite delle possibilità umane, di andare sempre più vicina alla verità e di evitare la menzogna, mi dispiacerebbe che si pensasse a un’appropriazione indebita fatta da me che invece l’ho creata, la cosa non mi farebbe proprio felice, le pare? Le sarei grata se volesse inviare un’errata corrige alla sua mailing list" Video di riferimento:
1ª parte.
http://www.youtube.com/watch?v=9582NStUdqU
2ª parte:
http://www.youtube.com/watch?v=BUBPX28_mAE&feature=related -"

Mia rispostina: "Gentile Signor Presidente, Emy Blesio, pubblico questa sua lettera di precisazione e mi scuso per le imprecisioni da lei segnalate, di cui non ero al corrente... Colgo l'occasione per augurarle Buone Feste e buon lavoro per la comune causa"

Mi scrive Sandro Masini: "Io che non sono cattolico, avevo letto che santa Rosa non è la patrona di Viterbo ma il patrono sarebbe san Lorenzo..."

Mia rispostina. "Spero che tra i lettori ci sia qualcuno in grado di dare ragguagli..."

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato una lettera di Luca Bellincioni sullo sfruttamento eolico selvaggio e deturpamento dei nostri monti, con aggiunto un mio ante scriptum mitologico sulla storia di Hanuman, che benedisse le montagne con tanto vento:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/26/appennini-ed-alpi-deturpate-e-vilipese-dallo-sfruttamento-eolico-pesante%e2%80%a6-e-selvaggio-%e2%80%93-ecco-i-nuovi-affari-%e2%80%9cecologici%e2%80%9d-di-camorra-mafia-e-sottogoverno-secondo-luca/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho pubblicato un manualetto veloce da sottoporre ai dirigenti delle FFSS per informarli che d'inverno piove, tira vento e talvolta pure nevica:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/corso-di-formazione-per-dirigenti.html

Ecco vi lascio, vi lascio, vostro Paolo/Saul
.........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Le piogge torrenziali colpivano le strade di Calcutta. Sia che diluvii o faccia caldo o freddo, i più colpiti risultano essere sempre i poveri. I lavoratori di giornata non possono recarsi al lavoro. Durante uno di questi acquazzoni, venni a conoscenza di due famiglie che stavano particolarmente male. Mancava loro il denaro e, per questo, non avevano da mangiare poiché vivevano – come si dice – alla giornata. Allora portai un piatto di riso a una di queste. Lo consegnai alla padrona di casa, una donna indu, che scomparve immediatamente, per tornare subito dopo con metà riso nel piatto. Subito le chiesi: "Cosa hai fatto con il riso?". La donna mi rispose: "Ho diviso ciò che lei mi ha portato con una famiglia di musulmani nostri vicini". Restai sorpresa e pensai:
"Solo se condividiamo il poco che possiamo avere, comprenderemo il significato della comunità umana".
(Madre Teresa di Calcutta)
........

"La vera pace verrà sulla terra per rimanere quando vivremo il Natale ogni giorno" (Helen Steiner Rice)

Nessun commento:

Posta un commento