Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 25 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 25 dicembre 2009 - Per amore di Hesse, Calcata, donne animali, sale in zucca, ponte sullo stretto, voli low cost...

Care, cari,

i giornali a Natale non escono ma il nostro è un Giornaletto speciale (fatto in casa e per caso) e perciò lo ricevete lo stesso, siete contenti?
Voglio cominciare la rassegna odierna con una favola "Sale in zucca" della nostra Sabine Eck, la naturopata magica, sul sito del Circolo Vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/24/%e2%80%9csale-in-zucca%e2%80%a6%e2%80%9d-%e2%80%93-favola-allegorica-sul-sale-della-terra-di-sabine-eck/

Mi scrive Laura Lucibello: "Vorrei condividere un video che mi hanno inviato dalla Spagna e che ho trovato veramente ispirante. Non c’è invenzione né fiction.L’attore sta solo interpretando se stesso. La sua grande forza può aiutare tutti, che siano felici o tristi. (Anche chi potrebbe essere depresso perché FORSE perderà il lavoro e non se la sente di sorridere con quel macigno nel cuore, oppure perché in un’occasione che dovrebbe essere "in famiglia" si ritrova a non avere famiglia, o perché il figlio è lontano oppure perché si è tristemente divisi dalla persona amata)Ebbene, questo video può permettere che il sorriso prenda spazio nel nostro cuore… cliccate o, se non si apre, selezionate e fate un copia e incolla sulla barra del browser e…. siate felici………..perché quando "comprendiamo la Vita" avremo nelle nostre mani le chiavi per scoprire che….. "La Vita è bella" qualsiasi cosa voglia regalarci…. EL CIRCO DE LA MARIPOSA (il Circo della Farfalla) de Eduardo Verastegui
1ª parte. http://www.youtube.com/watch?v=9582NStUdqU
2ª parte: http://www.youtube.com/watch?v=BUBPX28_mAE&feature=related
(per chi non conosce lo spagnolo su Youtube lo trova anche in inglese)"

Scrive Maria Mantello: "l'Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno" augura BUONE FESTE a tutti con il suo CALENDARIO LAICO che potete scaricare dalla pagina: http://www.periodicoliberopensiero.it/pdf/CALENDARIO_LAICO -"

Scrive Simona: "...e che la luce della divina conoscenza splenda sempre più intensamente nei nostri cuori..."

Scrive Giorgio Vitali: "..a proposito d'Italia in mano ai Lanzichenecchi.. MI FA MOLTO piacere questa sostanziale concordanza fra di NOI, caro Paolo! Quanto tu scrivi, e presumo abbia tu scritto ancora prima, io scrivevo negli anni settanta, sul periodico , periodico decadale dalla tiratura di circa 20.000 copie. Durato una quindicina d'anni. Ma era un periodico, ahinoi, per palati fini. Evidentemente NON ha lasciato traccia. IL MECCANISMO DELLE PRIVATIZZAZIONI HA SUBITO IN QUESTI ULTIMI ANNI un processo di accelerazione, come capita sempre nei fenomeni umani. La privatizzazione delle Forze Armate italiane, pertanto, NON significa un cambiamento all'interno dei rapporti di forza del paese, ma significa che qualunque potere economico, CON MONETA CREATA DAL NULLA, può comandare LE FORZE ARMATE ITALIANE, fatte passare per dipendenti dello Stato italico. In parole povere, saranno i finanzieri SENZA patria (ma una Patria ce l'hanno, Noi lo sappiamo) che comanderanno le nostre forze armate attraverso generali ed ammiragli FELLONI. Non è nuova questo tipo di esperienza per gli italyioti. Quando, ma sarei preso per "strano" anche oggi, scrivervo che destra e sinistra erano lo stesso trucchetto per COGLIONARE gli stronzi, mi si guardava con aria di benevola accondiscendenza. Concludendo, il processo va avanti da sè, fin da quando, tu l'hai espresso molto bene, si è dato per scontato che il diritto di battere moneta fosse concesso a Lorsignori.. I Figli di Mammona. Pertanto, ed alla faccia di chi ci vuole il male (sono tanti, sono Tanti!!). Segnalo l'articolo di Paolo D'Arpini sul tema della smobilitazione dell'esercito:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/18/privatizzazioni-e-smobilitazione-degli-apparati-nello-stato%e2%80%a6-mentre-la-democrazia-cambia-con-il-cambiare-della-societa%e2%80%a6-l%e2%80%99unico-futuro-possibile-per-l%e2%80%99umanita-e-nel/ -"

Mia rispostina: "Beh, facciamo quel che possiamo fare: mantenere un po' di intelligenza in questa bolgia infernale rumorosa e turpe.. Sursum Corda!"

Scrive Gianni Donaudi: "Porgo i miei migliori Auguri a tutte le persone attualmente amiche e conoscenti, a persone conosciute nel corso della mia vita e di cui ho trovato o ritrovato l' indirizzo, persone di diverso orientamento culturale, filosofico, ideologico, politico, religioso; gruppi, enti, associazioni, redazioni con cui sono in contatto, con i quali durante tutto l'anno ci siamo scambiati materiali, ci siamo confrontati, a volte anche polemizzando e scontrandoci. Ma al di là di ciò voglio ricordarmi di TUTTI. I miei Auguri variano a seconda delle convinzioni degli interlocutori. Per i cristiani BUON NATALE, per i laici BUON FINE ANNO, per chi segue religioni orientali, filosofie new age o neo-pagane BUON SOLSTIZIO. E, ancora, comunque per TUTTI, auguro UN FELICE ANNO NUOVO 2010"

Scrive Lisa: "Vi comunico un interessante percorso rivolto alle donne dal titolo I cicli delle donne che, dopo la risposta soddisfacente dell'anno passato, abbiamo pensato d'accordo con il prof. Mamani di proporlo anche a Voi. Info: cell. 339.6155553 - segreteria.pravida@gmail.com -"

Scrive Elke Colangelo: "Ciao Carissimo Paolo...sempre ti penso! Meno male che ti leggo pure, grazie al bellissimo giornaletto! Ti faccio tanti auguri di buon Natale e mi faccio largo tra la folla di persone ed animali che faranno altrettanto, perché ti meriti tutto l'amore del mondo... o dei mondi! Bellissima la poesia di Franco "parlami d'amore o notte", chissà se posso pubblicarla anche sul Facebook? Oggi invece ho scritto io due rimette per accompagnare una triste immagine di un'oca, mentre viene nutrita a forza per ricavarne dopo il fegato grasso, chiamato paté (come assomiglia a patì...la povera oca patì l'inferno per far venire il fegato grasso pure a te), scusa, ogni tanto mi perdo in taluni riflessioni astratte! Insomma... giacché ci sono te la mando, così mi dirai che ne pensi. Ti abbraccio forte, forte...! (Il paté... ma d'animo dell'essere umano! L'uomo è una bestia assai strana, si domanda, con fare intelligente, chi sia, dove va e da dove proviene... ma ogni risposta rimarrà vana, se prima non si domanda anche cosa indossa, cosa mangia e perché di ogni pianta ne avvelena già il seme!"

Mia rispostina: "Mia dolcissima Elke, che bello avere tue notizie... Franco sarà molto contento se lo aiuterai a divulgare la sua poesia, l'ha scritta apposta per sensibilizzare le persone... Anche la tua riflessione è bella... Sapessi come vorrei riabbracciarti... chissà forse venite, te e Marco, alla passeggiata di fine anno? Oppure alla passeggiata del 6 gennaio per nutrire gli animali selvatici? Aspetto vostre nuove..."
http://www.circolovegetarianocalcata.it/programmi/

Nel Sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato l'interessante programma, di un incontro che si svolge a Milano, in chiave femminista vegetariana sull'innaturalità dell'alimentazione a base di carne, nonché l'intero calendario delle conferenze vegetariane a Roma:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/24/milano-23-gennaio-2010-%e2%80%9cla-carne-non-e-alimento-per-luomo%e2%80%9d-due-conferenze-organizzate-da-donne-e-animali-%e2%80%93-e-programmi-conferenze-ava-a-roma-per-l%e2%80%99intero-2010/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" leggete delle lotte in corso per evitare la costruzione di nuovi mega-aeroporti low cost e del mastodontico ed inutile ponte sullo stretto di Messina:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/viaggiare-si-viaggiare-ma-piedi-in.html

Vi saluto e vi auguro di stare in pace, vostro Saul/Paolo

...........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Perchè ti amo di notte son venuto da te
così impetuoso e titubante
e tu non mi potrai più dimenticare
l'anima tua son venuto a rubare.
Ora lei è mia- del tutto mi appartiene
nel male e nel bene
dal mio impetuoso e ardito amare
nessun angelo ti potrà salvare."

(Herman Hesse)

.......

CALCATA

Il tempio antico onora
la nuova gemma di primavera,
una danza di calici
innalza versi all'occhio umano,
divino nell'ebbrezza gaudente
di satiri e fate.
Giocano aliti di vento
e rincorrono re e regine
su spighe d'oro effigiati.
Tace la voce cupa
della Terra dura,
la Madre respira piano
e nutre la povera gente
di pietà eterna.
Una foglia piega
l'ala timida
e scrive "gioia"
sui nudi crostoni
cesellati a mano
da pietre vive:
respiro del Cielo
di mondi lontani.

Antonella Pedicelli

Nessun commento:

Posta un commento