Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 17 dicembre 2009

Il Giornaletto di Saul del 18 dicembre 2009 - Le mani, scambio intimo, scaldar casa, attori di vita, Iran omofobo, Podere Rosa, commiato di G.Marquez

Care, cari,

ho qui uno scambio epistolare intimo che vorrei comunque condividere con voi per le implicazioni annesse e connesse:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/17/mondanita-e-spiritualita-dov%e2%80%99e-la-differenza-spaccato-di-una-conversazione-fra-due-amici-mentre-fuori-il-sole-brilla-ed-il-cielo-e-terso-come-non-mai-oppure-piove-a-dirotto-e-tira-ve/

Scrive Maura Zamola: "Il 26 e 27 dicembre a Porano in Umbria impareremo a comunicare in modo empatico, pacifico e pacificatore: le nostre relazioni diventeranno più soddisfacenti ed armoniose, conosceremo meglio il mondo di emozioni e bisogni, nostri ed altrui. Chi vuole può arrivare nei giorni precedenti e passare il Natale con noi e/o fermarsi nei giorni seguenti, fino al 29 dic. Faremo passeggiate nella natura, visite guidate a luoghi d'arte e d'archeologia. Tel. 333.3857653 - "

Alba Montori mi scrive: "..ricevo questo appello e anche se forse è tardi, devo diffonderlo e chiedere di fare altrettanto: La Repubblica islamica di Iran vuole giustiziare un giovane che 6 anni fa era stato incarcerato perché aveva rapporti sessuali con il suo amante. L'esecuzione deve essere effettuata presto. Mosleh Zamani aveva soltanto 17 anni quando è stato arrestato perchè faceva sesso con il suo amico d'infanzia. Entrambi, lui ed il suo amico d'infanzia sono stati arrestati dalla polizia e quindi condannati a morte da una corte in Sanandaj. Questa sentenza è stata approvata dalla Corte suprema della Repubblica islamica. Per favore tenetemi informata delle vostre azioni. albamontori@yahoo.it -"

Scrive Giuseppe Altieri: "UMBRIA RINNOVABILE: Energie Rinnovabili, Risparmio energetico, Bioedilizia, Alimentazione Biologica - Foligno 17 - 18 dicembre 2009, per le adesioni al seminario inviare una mail coi riferimenti e i contatti telefonici a: Studio AGERNOVA - Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca Loc. Viepri Centro 15, 06056 Massa Martana (PG). Tel 075-8947433 (347-4259872) Email: agernova@libero.it -"

Benito Castorina mi scrive: "..il mio obiettivo principale è la risposta a Eliana che non conosco, ma anche mandare il messaggio: l’ecosistema si riequilibra solo con sistemi naturali, si rigenera con la propria forza vitale e non occorre che l’umanità intervenga con opere costosissime che non risolvono ed hanno effetti collaterali negativi e da un lato non bisogna ridurre sino ad azzerare l’estrazione di gas, carbone, petrolio e dall’altra programmare un modello di società sostenibile. Ti ringrazio per aver suggerito la lettura della fiaba e mi piacerebbe sapere se l’hai potuta ascoltare. Un caro saluto"
Nel sito del Circolo vegetariano, leggete le risposte di Benito alle domande di Eliana sul come riscaldare la casa senza inquinare:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/16/benito-castorina-risponde-ad-eliana-che-interroga-giorgio-nebbia-sul-come-scaldar-la-casa-senza-inquinare-eccessivamente/

Mia rispostina a Benito: "...conosco Radio Alma (Marilena) che tempo addietro programmò una intervista "finta" con me (nel senso che invece di essere io a parlare era un attore che mi impersonava, leggendo però le mie risposte...
(http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/10/20/stralcio-di-unintervista-non-intervista-con-paolo-darpini-a-radio-alma-brussellando-lemittente-multilingue-della-comunita-europea/ )
fu un'esperienza divertente, tra l'altro -sai- anch'io faccio l'attore dilettante, proprio in questi giorni sto lavorando alle prove di una commedia di Totò intitolata Uomini a Nolo (del 1937).

Mi sono fidato... nel segnalare la tua favola, un po' per quel che tu mi hai detto ed un po' conoscendo la capacità di scelta di Radio Alma... Però nemmeno la mia intervista potei ascoltare (infatti ricordo che Marilena mi mandò il testo trascritto), vedi non ho tecnologie sufficienti, a malapena il mio computer è capace di scrivere, leggere e mandare email (oltre che inserire gli articoli sul sito)... perciò capisci da te che non ho potuto ascoltare la tua "fiaba" ed è per questo che ti avevo chiesto di mandarmi il testo... Sono d'accordo con la tua risposta ad Eliana, ed essendo io sincretico (entro un certo limite s'intende) do spazio a varie voci che partecipano al coro ecologista e spirituale del nostro Giornaletto... ed ho pubblicato il tuo parere! Ti saluto con simpatia"

Commento di Simone a Caterina: "..Dimenticarsi l'ego" "essere il proprio sè" "Essere senza paure e desideri"...ci dà dentro bene, la Caterina! Complimenti a te se ci riesci così facilmente, sei già in paradiso. Teoricamente ci dovremmo essere tutti, peccato che poi ci si mette di mezzo la vita.(Non è un lamento il mio, sono generalmente un essere felice di me e della vita, ma la strada è lunga e anche un po' tortuosa, a volte... The long & winding road, cantavano i Beatles)"

Scrive Marco Bracci a commento dell'intervento di Massimo Ages sulla Bibbia (pubblicato ieri sul blog Altra Calcata... altro mondo): "Volevo postare un commento alla lettera di Ages: Parole bellissime quelle del Papa, ma attenzione "ai lupi vestiti da agnello", come disse Gesù. Per chi volesse, invito a leggere il libro "Chi siede sul trono di Pietro" - Ed. Das Wort, richiedibile al n° 02-6706058 o via internet http://www.universelles-leben.org/cms/it/chi-siede-sul-trono-di-pietro/chi-siede-sul-trono-di-pietro.html -"

Mi scrive Ida Di Donato: "..carissimi grazie ...vi porto nel cuore invio ad entrambi a Gabriella di shantimandir ed a te Paolo, Circolo Vegetariano di Calcata, caro amico nostro e di tutti, la segnalazione del tuo importante sito, che tu Paolo mi hai mandato, cosi che Gabriella , quale presidente dello shantimandir si adoperi per sua max divulgazione e salvezza del Pianeta: www.circolovegetarianocalcata.it-"

Nel sito del Circolo Vegetariano ho inserito il commiato dal mondo di Gabriel Garcia Marquez, che ci sta lasciando.. con un messaggio d'amore:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/12/17/il-commiato-di-gabriel-garcia-marquez-date-le-sue-condizioni-di-salute-per-il-cancro-linfatico-che-lo-sta-uccidendo-si-e-ritirato-dalla-vita-pubblica-ma-ci-sta-lasciando-con-questo-congedo/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" ho inserito l'appello per il salvataggio del Centro di Cultura Ecologica Podere Rosa di Roma:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2009/12/appello-per-il-salvataggio-del-centro.html

Mi raccomando, scrivete ogni volta che avete qualcosa da dire, vostro affezionato Paolo/Saul
.........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Le mie mani non sono ancora vuote

Le mie mani non sono ancora vuote
Ch'io possa alzarle a te
Io che fallii nella stretta, fallisco
Ora nella rinuncia. E' così poco
Quel che trattengo, schermo alla mia fame
E tuttavia un ingombro smisurato
Che mi sbarra il cammino verso te.
Poichè per queste briciole furiosamente amare
Non son pronta al tuo dono
Di nudità, di bellezza severa
D'un silenzio più trasparente delle lacrime

Margherita Guidacci

Nessun commento:

Posta un commento