Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 18 settembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 settembre 2016 – Da Treia a Verona per giocare a palla, rivoluzione o caos?, Siria: bombe sbagliate, Nisargadatta Maharaj su U.G., salvare il pianeta...



Care, cari, mi ha fatto piacere rivedere alcune foto di Verona, coi nostri giocatori del Bracciale e con le ragazze in costumi tradizionali marchigiani, andati assieme a Giorgio Bartolacci a partecipare alla Festival internazionale dei giochi in strada. In particolare son contento perché a Verona ci ho abitato per tanti anni e proprio lì è cominciata la mia carriera artistica e giornalistica. Della comparsa dei giocatori treiesi a Verona, in Piazza Viviani, prima ancora di vedere le foto, me ne ha parlato Caterina: “E' stato emozionante vedere al telegiornale di domenica 18 settembre (TG1), i "nostri" giocatori al pallone col bracciale, nell'ambito di un servizio girato a Verona su una manifestazione sui giochi di strada. Dopo vari cinesi che facevano giochi strani e simpatici ecco il nostro Giorgio Bartolacci che spiega il peso del bracciale e della palla e alcuni giocatori che fanno qualche tiro...” - Continua:

Potenza Picena. Igienisti – Scrive Giovanni Della Casa: “Ciao a tutti e ben trovati, un amico mi ha invitato ad andare al convegno Igienista che si terrà Sabato 24 e Domenica 25 Settembre 2016 a Potenza Picena. Ho dato uno sguardo al programma e credo che possa interessare a qualcuno di voi. I temi trattati saranno: IGIENISMO, AGRICOLTURA BIOLOGICA, ECOLOGIA, FORMAZIONE DI VILLAGGI, SPIRITUALITA', TESTIMONIANZE. Trovate informazioni su internet riguardo le giornate, il luogo, gli orari, le modalità e i programmi cercando: Convegno annuale igienista Settembre 2016"

Rivoluzione o caos? Scrive Uberto Tommasi: “...non ero più convinto che potesse nascere una rivoluzione, ora invece sembra che un intero mondo stia crollando. Gli Usa stanno attaccando economicamente i punti delicati della Germania, come la Deutsch Bank e la Volkswagen, con l'obiettivo di mangiarsi le riserve di oro che al tempo della guerra fredda la Germania aveva affidato a loro. Noi ci hanno già fatti fuori, levandoci il vantaggio delle esclusive in Libia per il petrolio e parte dei contratti che avevamo per il gas egiziano. La Germania a sua volta è riuscita ad impadronirsi di parte della pianura Padana, affondando la nostra autonomia alimentare. Il PD acquista gli F35, obbligato dal partito gemello americano …” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/09/18/in-caso-di-crollo-del-sistema-non-ci-sara-nessuna-rivoluzione-solo-il-caos/

Interrogativi su Il Fatto Quotidiano – Scrive Marinella Correggia: “Sappiamo che il Fatto quotidiano in politica estera su TUTTI i fronti è il peggio, sia negli articoli che in diversi blog (si pensi a Shadi Hamadi il pargolo siriano che grazie all'aggressione alla Siria ha trovato dio nell'orto; o a Cavallini sul Venezuela; e poi a "inviati" come la furbissima Francesca Borri che a lungo fu embedded amorevole dei "ribelli"... adesso è tornata alla Palestina mi pare). MA QUELLO CHE VI CHIEDO di spiegarmi, se potete, è il seguente arcano: TUTTI, invariabilmente tutti gli articoli di politica estera del Fatto sono COPERTI DI INSULTI DA DECINE O CENTINAIA DI LETTORI, i quali appunto furenti motivano e chiedono di cambiare linea, di buttar fuori certi blogger ecc. Per esempio qui sul caro Shadi Hamadi: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/09/15/siria-150-intellettuali-contro-lintesa-usa-russia-immorale-congela-status-quo/3035758/ - ALLORA COME MAI IL FATTO SE NE FREGA? Non ha paura di perdere lettori? Allora la "partecipazione" in realtà è fittizia?”

Siria. Bombe sbagliate, morti giusti a Deir el-Zour. – Scrive John Galt: “...La Federazione Russa, nonostante ciò che gli idioti di Washington pensano, non gradisce essere umiliata o ingannata e gli Stati Uniti del presidente Obama e del segretario di Stato John Kerry hanno tradito il Presidente Vladimir Putin per l’ultima volta. Prima un po’ di ragioni sugli eventi attuali e su ciò che accadrà da ora in poi....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/09/18/siria-bombe-sbagliate-morti-giusti-lazione-militare-usa-contro-lesercito-siriano-a-dayr-al-zur-chiede-vendetta/

Paolo Sensini: “Di strage in strage, le bombe sganciate dagli americani in Siria colpiscono di preferenza gli obiettivi "sbagliati", cioè l'esercito regolare siriano e quasi mai i tagliagole dell'ISIS. Avviene così dal giugno 2014, quando i seguaci del Calippo al-Baghdadi hanno dilagato in Siria e Iraq senza che gli aerei del Premio Nobel Obama gli sganciassero sulla testa nemmeno una bombetta. Tanto poi c'è sempre il solito mantra per giustificare l'avvenuto pateracchio: "è stato uno sbaglio", "abbiamo colpito per errore". Ogni volta è così...” - Continua al link soprastante

Confronto sul (probabile) referendum - Sono stato qualche sera fa ad una riunione, tenuta a Treia, di favorevoli al sì al referendum per l'approvazione delle riforme renziane. Qualcuno potrebbe chiedermi “che ci sei andato a fare?” Giusta osservazione, ma se non si va a parlare con gli opponenti come si chiariscono le situazioni? Ed è importante che la verità sulle modifiche costituzionali volute da Renzi venga fuori e non ci si accontenti delle mezze verità enunciate dagli esponenti governativi e dai loro alleati... Infatti, anche qui a Treia, i renziani stanno affilando le armi per convincere i “semplici” a votare sì al Referendum. Prima però bisogna vedere come si esprimerà la Consulta in merito alla nuova legge elettorale Italicum - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/09/18/treia-confronto-didee-in-merito-al-probabile-referendum-sulle-riforme-costituzionali/

Montorio al Vomano. Radon e terremoti – Scrive Carlo Cruciani: “22 settembre 2016, alle ore. 20, al Teatro comunale di Montorio al Vomano (Teramo), conferenza su radon e sismi di Giampaolo Giuliani ricercatore autore di un brevetto di un precursore antisismico basato sul radon. Info. 3200827818”

Chi difende le riforme di Renzi ne è l'autore occulto – Scrive Luciano Lago: “Diventa chiaro come il sole da chi sia sponsorizzata tale riforma e da quali centrali di potere sia ispirata. Si sapeva ed alcuni eminenti costituzionalisti (non di parte) avevano avvertito che la riforma costituzionale proposta dal duo Renzi/Boschi, con il conseguente referendum confermativo, costituisce il mezzo per abbattere i tre pilastri della Costituzione originaria, ovvero la scelta dei rappresentanti direttamente da parte dei cittadini elettori, la separazione e autonomia dei tre poteri dello Stato (legislativo, esecutivo e giudiziario), oltre a rendere nulla la possibilità di una concreta opposizione nel nuovo Parlamento “riformato” rispetto all’esecutivo....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/09/18/excusatio-non-petita-accusatio-manifesta-chi-difende-le-riforme-di-renzi-ne-e-lautore-occulto/

Mio commentino: “Tra l'altro parlare di riforme studiate dal duo renzi/boschi è un'assurdità per due che a malapena sanno leggere e scrivere e far di conto. Per pensare a delle riforme così astute bisogna come minimo essere speculatori di borsa”

Firenze. Salvare gli alberi – Scrive CIR: “Lunedì 19 settembre 2016, alle ore 21, al cinema Odeon di Firenze, serata con Julia Butterfly Hill, attivista americana che ha vissuto su una sequoia x 2 anni x evitarne l'abbattimento. Ha salvato una foresta e ora gira per il mondo aiutando le cause ecologiste. Info. cir.informa@gmail.com”

Nisargadatta Maharaj su U.G. – Da Io Sono Quello: “M.: Eccoti di ritorno! Dove sei stato, che cosa hai visto? I.: Vengo dalla Svizzera, dove ho incontrato un uomo non comune che afferma di essersi realizzato. A suo tempo ha praticato molti yoga e attraversato molteplici esperienze. Oggi non vanta alcuna particolare abilità o conoscenza; la sola cosa insolita in lui sono le sensazioni; è incapace di separare l'osservatore dall'osservato. Per esempio, vede un'automobile piombare su di lui e non sa se è la vettura che travolge l'uomo, o l'uomo che cade sotto la vettura. Gli sembra di essere i due allo stesso tempo. L'osservatore e l'osservato coincidono...." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/09/essai-da-io-sono-quello-di-nisargadatta.html

Nota Informativa - Il gruppo di lavoro del Comitato civico tematico "Treia Comunità Ideale" sta ragionando sulla realizzazione della prossima manifestazione prevista per l'8 dicembre 2016 (Fierucola delle Eccellenze Bioregionali). Si sta cercando di raccogliere e sviluppare idee e proposte che a breve si discuteranno in una riunione, magari davanti ad una pizza, e in compagnia di nuovi amici-aderenti. Vorrei inoltre sottolineare che non è nostra intenzione interferire o competere con altri comitati ed associazioni esistenti, ma piuttosto collaborare e promuovere le attività in sintonia... Ci fosse qualcuno interessato a collaborare attivamente è pregato di scrivere a treiacomunitaideale@gmail.com oppure telefonare al 0733/216293

Lettera a Mattarella. Per la RAI è sempre domenica – Scrive Adriano Colafrancesco: “Illustre Presidente Mattarella, specchio evidente del degrado politico in cui versa il Paese, la Rai non finisce mai di deliziare gli italiani con sorprendenti iniziative oltre i limiti del lecito, per rendere sempre più compatto e forte il quadro di controllo addetto alla manipolazione e contraffazione dell’informazione del servizio pubblico televisivo....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/09/domenica-e-sempre-domenica-soprattutto.html

Mari di plastica – Scrive Rivista Natura: “Andando avanti con il sistema corrente entro il 2050, a parità di peso, gli oceani conterranno più plastica che pesci. Ad oggi, infatti, si stima che 269 mila tonnellate di plastica siano state scaricate negli oceani. Purtroppo, si tratta di numeri destinati a crescere: secondo il World Economic Forum già dal 2025 per ogni tre tonnellate di pesci ce ne sarà una di plastica...”

Israele. 200 bombe posson bastare (per distruggere il pianeta) – Scrive Laura Ferrari: “Israele ha 200 testate nucleari: lo scrive l’ex segretario di Stato repubblicano Colin Powell, in una delle sue migliaia di email private hackerate e diffuse nei giorni scorsi. Il numero è evocato in un messaggio in cui discute con un amico della capacità delle armi nucleari del Paese mediorientale. Benché si creda ampiamente che Israele abbia sviluppato testate nucleari il Paese non si è mai dichiarato come Stato nucleare. L’esistenza del suo programma nucleare è considerato top secret dai governi israeliano e americano...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/09/israele-200-sarebbero-le-bombe-atomiche.html

Commento di Daniele Di Lorenzo: “Per distruggere il pianeta bastano le scorie radioattive e il radon che già è presente esalato dalle scorie radioattive stesse. A mio modo di vedere per quanto riguarda il nucleare sarebbe bastato Hiroshima e Nagasaki e gli esperimenti susseguente ma così non è stato quindi hanno controllato il nucleare con l'elettromagnetismo nello stesso modo con cui controllano le fasce di Van Allen .... Haarp credo che sia lo strumento che usano per controllare e creare contenitori per il nucleare considera che Haarp era già conosciuto e probabilmente già in opera dal 1900 circa se non prima”

Fiorenzuola. La cultura avanza – Scrive Paolo Mario Buttiglieri: “Dipingi, scolpisci, scrivi poesie, racconti, hai pubblicato un libro, gestisci un blog, un sito internet, un gruppo facebook, sei impegnato nel volontariato, pratichi qualche disciplina olistica, fai teatro, qualunque interesse tu abbia il nostro gruppo di lettura è interessato a conoscerti e a far conoscere quel che fai al pubblico di Fiorenzuola e dintorni...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/09/fiorenzuola-tutti-i-programmi-autunnali.html

Val d'Aosta. Vegetariana in gamba – Scrive Luciano Romani: “La ultramaratoneta vegetariana che ha vinto il Tor des Géants, Lisa Borzani, 37 anni, bancaria padovana, si è imposta fra le donne nella durissima gara di 339 chilometri con un tempo di 91 ore. Ha corso per quattro giorni e quattro notti: «Niente carne, vino e sale e non ho problemi»...”

Chiesa ipocrita – Scrive U.T.: “ieri i mass media davano risonanza alla condanna della CEI all'eutanasia applicata in Belgio su un minorenne. Mi chiedo come fa la chiesa, con il suo spaventoso passato, a difendere in modo accanito la vita umana quando sono passati pochi anni da quando il papa polacco dava il via alla guerra civile in Yugoslavia riconoscendo, con la Germania, la Croazia che grazie a De Michelis, stava trattando la pace. É come se il partito nazista avesse vinto e con il passare del tempo, senza chiedere perdono e cambiare il nome, oggi difendesse la vita umana...”

Salvare il pianeta dalla distruzione - Occorre da subito e con la massima serietà e determinazione fermare la caduta, preservando le risorse residue e quel che rimane della vita selvatica, non solo per il mantenimento della bellezza naturalistica ma soprattutto perché l'armonia complessiva, cioè la reale sopravvivenza della comunità dei viventi dipende da quelle componenti. Il futuro dell'umanità, infatti, non sta nella sua colonizzazione di altri pianeti del sistema solare bensì nella sua abilità di conservare la vita sul pianeta Terra.... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/09/attuazione-bioregionale-noi-la-terra-e.html

Commento di Stefania Ciapusci: “Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare sé stesso. E per farlo bastano pochi ma importanti cambiamenti... che da qualche anno sto attuando.”

Commento di Stefano Prili: “Non sarà tardi? Ci vorrebbe un risveglio di massa ma il risveglio purtroppo è individuale...”

Mio commentino: “Non è mai troppo tardi... anche se scompare l'uomo l'evoluzione procede, con altre forme!”

Ogni tanto ci vorrebbe un po' di riposo... Chissà? Ciao, Paolo/Saul

…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“L'Anima possiede orecchie per sentire cose che la mente non comprende.” (Rumi)

Nessun commento:

Posta un commento