Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 1 gennaio 2014

Il Giornaletto di Saul del 2 gennaio 2014 – Benedizioni da Arunachala, l'anno che verrà, polenta della befana, forconi e comunisti, bufala di Masada, storia di Joe Fallisi



Care, cari,

cominciamo con un messaggio giunto da Arunachala dall'amico fraterno Upahar: ".. anche noi qui abbiamo fatto un canto a natale molto intenso e gioioso, e stasera faremo un riunione per celebrare il nuovo anno....Abbiamo passato questi mesi tranquilli nella luce e la grazia di Arunachala Ramana... ultimamente sta arrivando molta gente, il nostro bhajan è pieno e sempre molto bello... ci vediamo sempre con i nostri bambini, domani faremo una danza con i bambini 'autistici' per il nuovo anno... Le emozioni e gli stati d'animo cambiano di continuo, e l'essenza rimane immaculata e incambiabile. Camminiamo molto sulla montagna, e siamo sempre a Ramanasram, mattina e sera, e qualche volte per il pranzo. Il 4 dicembre siamo stati invitati a cantare al samadhi della Madre, sotto il grande quadro di Bhagavan, è stata una serata indimenticabile. Non so se ce la faremo ad andare a Jillellamudi quest'anno, ci mancherà ma non è tanto facile distaccarci da questo luogo, dove siamo immersi come pesci nell'acqua... per ora vi mandiamo il grande abbraccio di Arunachala Ramana. Be well and Happy at all times, beloved friends.."

Gli auguri di Franca Oberti: "Carissimi tutti, che il nuovo anno vi porti l'entusiasmo dei bambini, la saggezza dei vecchi e la forza fisica degli adulti, ma che tutti siate guidati dallo Spirito che è la vera fonte della vera vita"

Spilamberto. Primo Gennaio 2014 – Caterina ed io siamo andati a dormire alle 2 e 30 di mattina e ci siamo svegliati alle 9 e 30 passate. Di corsa per il rito mattutino del caffè e cappuccino alla ricerca di un bar decente.... purtroppo solo quello di Maria era aperto e strapieno. All'ingresso, seduto davanti alla porta, un omone grande e grosso, Mario, marito di Maria, in maniche di camicia, apostrofava un avventore di passaggio con perfetto accento siculo (o forse napoletano): "Fai proprio sc-hifo, sei proprio una fetenzia pure il primo dell'anno!" ed infatti è vero, lo dice anche Mafalda: "Non è l'anno che deve cambiare, ma SEI TU!" Incoraggiati, ci siamo mescolati alla folla di vecchi vaccari, operai, extracomunitari, barboni e ci siamo goduti la nostra colazione del primo dell'anno in mezzo al popolo di Spilamberto. Continuiamo con il resoconto di Caterina Regazzi della Notte senza Tempo: "… ed anche stavolta la magia della Notte senza Tempo si è compiuta….. come al solito prima dell’evento (a me) sembra che non debba mai succedere niente, ma poi i minuti passano, l’ora si avvicina, arrivano le persone giuste, quelle che il destino ci manda e tutto si srotola come in un sogno e si colgono emozioni, sempre le stesse, ma sempre nuove: l’affetto per chi ci sta accanto sempre, e quello per quelli che incontriamo nell’occasione, siano essi vecchi amici e amiche.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/01/spilamberto-resoconto-della-notte-senza.html

Misteri cancerini – Scrive Vincenzo Zamboni: "Il granchio, come i gamberi e gli altri crostacei, ha una corazza formata prevalentemente di calcio, che periodicamente abbandona, per formarsene una nuova. Nel periodo della muta (appena un paio di giorni) è senza difese, quindi si nasconde, impossibilitato a catturare prede. In tali condizioni, senza nutrimento esterno, in così breve tempo costruisce una corazza nuova. Ma il contenuto di calcio in acqua marina è appena dello 0.042% circa Una frazione di mezzo centesimo scarso), e l'intero corpo del granchio contiene una quantità di calcio sufficiente a produrre appena il 3% del suo guscio. Quindi: il granchio dove e come si procura il calcio necessario per formare il nuovo guscio? Filtra forse una quantità sbalorditiva di acqua, selezionandone per due giorni solamente il calcio? Oppure produce trasmutazioni nucleari, che secondo Corentin Louis Kevran avvengono biologicamente in natura per alcuni atomi leggeri? Il fatto sperimentale sorprendente è che i granchi si sono rivelati capaci di riprodurre il proprio guscio perfino posti in acqua appositamente privata di carbonato di calcio, come ha mostrato Kevran. Si tratterebbe, in tal caso, di biotrasmutazioni nucleari fredde su nuclei di atomi leggeri."

Albano – Polenta vegetariana della Befana, gratuita – Scrive Consorzio APS: "A grande richiesta, dopo il successo degli anni precedenti, i produttori organizzeranno anche quest’anno ad ALBANO, A PIAZZA PIA, DOMENICA 5 GENNAIO 2014, UN’IMPERDIBILE DEGUSTAZIONE GRATUITA di POLENTA A KM 0, dalle ore 11,30. L’ottima farina di mais verrà cucinata, come una volta, nel paiuolo di rame dal simpatico coltivatore-chef-capocomico Umberto, spolverata con il pecorino dell’azienda Il Vecchio Ovile di Anzio. I vegetariani non si preoccupino: la polenta verrà condita anche con i broccoletti ripassati in padella...." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/01/albano-5-gennaio-2014-la-polenta.html

Nuovo sito ecologico - Scrivono Guido Dalla Casa ed Enzo Parisi: "Cari Amici, con il 2014 nasce un nuovo sito di ecologia profonda, il cui principale intento è quello di divulgare e promuovere questo pensiero. Il sito è stato concepito per essere innanzitutto una vetrina e fornire un panorama costantemente aggiornato delle idee e delle attività che attengono all’Ecologia profonda. Siamo certi che le diverse Associazioni e le Persone che si riconoscono in questa filosofia vorranno collaborare all’iniziativa, inviando o segnalando contenuti da pubblicare. Inviare una e - mail a biochiave@gmail.com"

La nonna dell'Avvento – Scrive Ilaria Sola: "Mia nonna era una donna energica e solare, dagli occhi brillanti color ghiaccio. Un tempo era stata una vera matrona, un donnone di più di 100 kg, ma di quel periodo a me erano rimaste solo le fotografie, che sembravano ritrarre una donna differente da quella che io conoscevo, piccola e smagrita, se non fosse per quella vitalità e quell’attaccamento alla vita che la caratterizzavano..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/01/piumazzo-la-nonna-dellavvento-di-ilaria.html

Asso. Cronache contadine – Scrive Teodoro Margarita: "Un sole pieno e un cielo limpido facilitano i lavori, pesanti, di sistemazione della recinzione di un nuovo terrazzamento. Piccone, vanga e secchi, null'altro. Ore di fatica, un agire sereno, ragionato, ogni tanto, una mela. Il mio pensiero ed il mio augurio vanno ai milioni di contadini che sono espropriati, cacciati a forza dalle loro case, strappati alla loro terra, impossibilitati a vivere come e dove vorrebbero, per far posto a una diga, a monoculture Ogm, a qualsiasi altro interesse che non sia, semplicemente, il diritto alla felicità. A tutti coloro, e so che siete tanti, qui in Italia, hanno ripreso a coltivare, un orto, un giardino o un balcone, i miei auguri sono quelli di crescere nella consapevolezza che nella Terra vi è la salvezza, e che la Terra va difesa, ovunque, auguri i più fervidi, dunque, "Tierra y Libertad!" e buona salute, a tutte e tutti, figli della terra."

Forconi e comunisti – Scrive NPCI: "Il movimento dei Forconi ha spaventato la sinistra borghese e ha messo in difficoltà i dogmatici. I comunisti possono e devono da subito promuovere l’egemonia della classe operaia nella lotta di tutte le classi delle masse popolari per sfuggire alla catastrofe e fare dell’Italia un nuovo paese socialista.
Come ha giustamente fatto osservare Resistenza, il foglio mensile del Partito dei CARC, in un articolo del numero di gennaio appena comparso da cui qui largamente e liberamente attingiamo, tra i molti effetti positivi del Movimento dei Forconi..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/01/01/i-comunisti-il-movimento-dei-forconi-la-sinistra-borghese-e-i-dogmatici/

Porcata senza salmi – Scrive Andrea Giustinelli: "Abbiamo scoperto una nuova porcata sugli affitti d’oro: il milleproroghe non dà il tempo materiale per poter esercitare il recesso dai contratti. È una legge truffaldina che ha l'effetto di neutralizzare la norma anticasta del M5S, rendendo di fatto impossibile disdire le locazioni milionarie. Chi ha scritto questo decreto scandaloso e chi l’ha promulgato ora ne paghino le conseguenze di fronte al Paese: devono subito ripristinare la norma a 5 stelle che consente di tagliare miliardi di sprechi ..."

Mio commentino: "I giornali del sistema danno altra interpretazione, dicendo che ci sarà tempo sei mesi per dare la disdetta delle locazioni, e da quel momento scattano altri sei mesi..."

L'avventura per i diritti umani ed animali – Scrive Joe Fallisi: "My name is Joe (Giuseppe) Fallisi. I'm an Italian tenor and a human as well animal rights activist. I took part to the second Free Gaza trip to Gaza (on 'Dignity') on October 2008 . Then I reached the Strip of Martyrs by Rafah with Lifeline and George Galloway in 2009; then, still in 2009, I took part to the Gaza Freedom March in Cairo.." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/01/my-name-is-joe-giuseppe-fallisi-im.html

Masada. Bufala d'altri tempi – Scrive Emanuele Mastrangelo: "......ogni mito presto o tardi deve fare i conti con un revisionismo scientifico. Studi come quelli di Ben-Yehuda restituiscono una dimensione realistica al mito di Masada. E spesso non è nemmeno necessaria una scoperta eclatante per revisionare la storia passata: leggendo attentamente “La Guerra Giudaica” dello storico ebreo Giuseppe Flavio si vede come Eleazar ben-Yair fosse un personaggio che oggi non esiteremmo a definire un terrorista integralista. Zelota massimalista, sicario (i sicari erano una setta ebraica dedita agli assassinii tramite un pugnale chiamato “sica”, da cui il nome), fomentò il popolo contro i romani, pretendendo dai sacerdoti che non accettassero più i sacrifici da parte loro...." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/01/masada-la-bufala-dellauto-immolazione.html

E vai con le novità scomode, ciao, Paolo/Saul

.......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Come potrà il nuovo anno essere veramente nuovo se gli esseri umani che lo accolgono, continuano a ristagnare negli stessi pensieri, negli stessi sentimenti e nelle stesse deplorevoli abitudini? Il nuovo anno è come un'acqua fresca e pura, e se volete che mantenga la sua purezza e la sua freschezza dovete preoccuparvi dello stato dei recipienti in cui l'accoglierete. Non è quello che fate ogni giorno nella vostra cucina? Quando dovete versare dell'acqua dell'acqua pulita in una pentola, prima verificate lo stato di quella pentola, e se è sporca la pulite. Ebbene quando si tratta di ricevere in quei recipienti, che sono la vostra anima, la vostra mente ed il vostro cuore le acque pure del nuovo anno, dovete applicare le stesse regole che applicate nella vostra cucina, e dunque intraprendere tutto un lavoro di pulizia interiore"
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)



Nessun commento:

Posta un commento