Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 30 novembre 2013

Il Giornaletto di Saul dei 1 dicembre 2013 – Ricordi di Padova, la favola di Cristo, appello per Bahar Kimyongur, Treia Adesso, agricoltura industriale e inquinamento


S. Antonio incontra Ezzellino (P.Annigoni)


Care, cari,

...in un gruppo di spiritualisti un certo Vincenzo Flora di Padova ha scritto: ”Quanti di voi sono dalle parti di Padova?”, al che gli ho risposto: “Mia madre era nata a Bagnoli di Sopra, in provincia di Padova”. E lui ha concluso: “..allora sarai mio amico se vorrai”. Ed io ho voluto e non solo.. mi sono pure ricordato alcune cosette che scrissi tempo fa su Padova e sulle mie origini padovane, potete leggerle qui

Decadenza e altri Servizi – Scrive Sara Josefovskaja: “Buongiorno, io saluta di mia cità di Sankt-Peterburg e vuole dire qualchi picola impresione su quelo chi io legge in vostre gazety e internetu. Mi molto impresiona imagini di ultimo komitsiyo di Burleskon in Piaza di Plebiscito a Rim. Lui uguale come pupazo di Museo di cere di M.me Tussauds: tuta sua facia tirata con botoks e sue parole come di vero delirio. Genti chi sventolava bandiere di Forsitaglia, in interv’yu di zhurnalisty no sapeva dire perché era venute: loro veniva di Calabria e di altre regioni in autobusy ma no sapeva cosa era “decadenza” chi se votava in Senat, solo agitava bandiere per sembrare chi era di più!”

La favola di Cristo - ...ho sentito l’esigenza di riportare qui un argomento scottante, che già in passato fu per me motivo di discussione, si tratta della “Favola di Cristo”, ovvero la ricerca storica sulla non esistenza fisica di Gesù di Nazareth. Esiste un libro così intitolato scritto alcuni anni fa dall’amico Luigi Cascioli e -dopo averlo letto- compresi come fosse importante ripristinare una verità storica su fatti alquanto nebulosi, che vengono in realtà confermati dalla sola voce ecclesiastica dei papi e del vaticano. La storia si sa é solo convenzione ma quando una religione come quella cattolica pretende di essere detentrice di una verità salvifica incontrovertibile occorre una certa cautela ed un’analisi approfondita sulle origini di questo messaggio… - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/11/ipotesi-sulla-non-esistenza-fisica-di.html

Commento di Pier Tulip: "Per quanto riguarda la dichiarazione sulla non esistenza di Gesù fatta dal papa Paolo III ho potuto trovare la fonte in un autore dell'ottocento Maurice Lachâtre in Histoire des papes. Sarebbe contenuta in una lettera dell'ambasciatore Diego Hurtado de Mendoza a Carlo V. L'ho riportata in appendice del mio libro perché non trovo nessuna discrepanza in quanto avrebbe dichiarato Paolo III con il risultato della mia ricerca. Mi sembra impossibile quindi che possa essere considerata falsa."

Napoli. Comune guerrafondaio – Scrive Rete No War: “Il Comune di Napoli patrocina l’aggressione alla Siria. Dopo Iraq e Libia, ora è il turno di un altro “stato canaglia”: la Siria. Con il pretesto di aiutare la “rivoluzione siriana”, da due anni, il Governo italiano, la NATO, la Comunità Europea, i peggiori satrapi delle petromonarchie mediorientali, dopo aver riconosciuto i banditi del Consiglio Nazionale Siriano quali “unici rappresentanti del popolo siriano”, continuano ad armare bande di mercenari, responsabili di innumerevoli crimini, (autobombe, sgozzamenti, gas tossici…); impongono sanzioni, che affamano il popolo siriano; alimentano una guerra che ha già prodotto un milione di morti e...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/11/30/napoli-il-comune-progressista-patrocina-l%E2%80%99aggressione-alla-siria/

Buon augurio avventizio – Scrive Ass. Cattolici Vegetariani: “Carissimi fratelli e sorelle in Cristo, un caro augurio di un fruttuoso inizio del Tempo D’Avvento, l’orante attesa con cui aspettiamo il Natale è un segno dell’attesa in cui speriamo la realizzazione del tempo di pace profetizzatoci da Isaia (cap.11). Con questa speranza l’associazione prega e si muove affinché l’uomo torni ad essere saggio e amorevole custode di quanto il Signore ha creato. Info. cattolici.vegetariani@gmail.com”

Racconti avventizi – Scrive Franca Oberti: “Carissimi, con l'inizio dell'Avvento incomincia la rubrica che curo su Merateonline "Aspettando il Natale". Se qualcuno vuole partecipare è ben accetto! Mandatemi racconti, favole, leggende, ricette della vostra tradizione. C'è spazio per tutti fino all'Epifania. Info. ramamoon@inwind.it”

Treia Adesso – Scrive Alberto Meriggi: “Venerdì 6 dicembre 2013 a Treia, alle ore 21, nella Mediateca di via Lanzi si tiene un incontro aperto a simpatizzanti, aderenti e a tutti coloro che vorranno collaborare con la neonata Associazione “Treia Adesso”. L’incontro riveste una particolare importanza perché verranno affrontate due questioni molto attuali: le elezioni primarie del Partito Democratico e gli sviluppi della situazione politica a Treia dopo l’avvenuto commissariamento del Comune.” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/11/treia-adesso-6-dicembre-2013-incontro.html

Alternativa all'euro - Scrive C. C.: "...è nato il Mercato dei folli, mercato dell'usato dove non si usa l'euro per scambiarsi beni e servizi ma lo scec ricevuto a credito iscrivendosi gratuitamente all'associazione Arcipelagoscec. Info. parla@silviamato.it"

Roma vegana – Scrive AVA: “5 dicembre 2013 nella sede AVA in piazza Asti 5/a, ore 17,30, conferenza di Franco Libero Manco: VEGETARIANI, VEGANI, CRUDISTI E FRUTTARIANI, UN POPOLO IN CRESCITA L’inarrestabile evoluzione della coscienza umana protesa verso il bene di tutti e la salvezza del pianeta”

Appello “umanitario” alla ministra Cancellieri – Scrive Valeria Sonda: “ Dal 21 novembre scorso Bahar Kimyongur è vergognosamente detenuto nel nostro paese presso le prigioni della città di Bergamo, Italia. Perseguitato da Erdogan per le accuse sulla Siria un cittadino europeo nato il 28 aprile 1974 a Berchem-Sainte-Agathe in Belgio, membro di una famiglia proveniente dalla Turchia, Bahar Kimyongur, la cui unica colpa è quella di svelare la repressione antidemocratica da parte del disumano governo turco di Erdogan, che da anni schiaccia con violenza INAUDITA tutte le voci democratiche che chiedono giustizia nel paese e aiuto al mondo intero, isolandole e rinchiudendole nelle prigioni turche...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/11/bahar-kimyongur-ingiustamente-detenuto.html

Patto di stabile immobilità – Scrive Antonio Pettinari: “Il Patto di stabilità? Come una famiglia che non ha i soldi per mangiare, pur avendo in banca migliaia di euro… che non può prelevare! È proprio questa la condizione assurda che vivono gli Enti locali.”

Estremo Oriente. Curiosità e misteri sulla seconda guerra mondiale - Estratto da un discorso di Giorgio Vitali: “Quando gli Americani invasero il Giappone, NON vi trovarono un militare. Tutto l'esercito era stato concentrato in Manciuria dove si arrese all'URSS, appositamente entrata in guerra dopo una assenza molto sospetta per tutta la durata del conflitto. Tutte le armi consegnate all'URSS da parte del Giappone confluirono nell'esercito di MAO...”

Agricoltura e inquinamento - Ricordo un discorso che feci con lo zoologo Carlo Consiglio in merito all’inquinamento causato dall’agricoltura intensiva e dal tentativo in corso di dominare il mondo utilizzando le sementi, sia quelle selezionate per le piante sterili sia quelle ogm. Ma parliamo prima  dell’utilizzo dei combustibili fossili che ebbe inizio per merito dei petrolieri americani, i quali una volta cominciato il businnes lo hanno esportato in tutto il mondo, condizionando lo sviluppo industriale all’uso del petrolio...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/11/discorso-sullecologia-profonda.html

Si avvicina il momento. Ciao, Paolo/Saul

…..............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Il sapere è una moneta falsa...
si può acquisire all’università, nelle biblioteche.
Non è necessario operare alcuna
trasformazione... resterai lo stesso di
sempre, con in più quel sapere.
Il sapere non è altro che la somma di menzogne
raccolte da altri.
Finché qualcosa non fa
parte della tua esperienza, è una bugia.
La verità dev’essere una tua esperienza
autentica. Il sapere è informazione, la
saggezza è trasformazione. "

(Osho)



Nessun commento:

Posta un commento