Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 10 novembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 11 novembre 2013 – “L'isola somarabile”, biodiversity offsetting, PD a pezzi, Orte/Mestre, esercitazioni “umanitarie”, sopravvivere divertendosi


Calcata - Circolo vegetariano VV.TT. - Monumento all'asino di Nino Ucchino

Care, cari,

ieri ho ricevuto la comunicazione da un signora di Nepi che si dice interessata a realizzare la nostra proposta di "un'isola somarabile" che anni fa proposi all'amministrazione di Calcata (vedere documenti in calce). Beh da allora è trascorso un ventennio e ho dovuto abbandonare la proposta di impedire l'accesso alle auto nel celebrato borgo della Tuscia e di recuperarne la bellezza ed il fascino storico, rendendola accessibile solo a piedi o con asini e muli (come fu in passato per migliaia di anni). Pensate come sarebbe stata bella e romantica Calcata senza quelle puzzolenti ed invadenti auto di turisti pigri e loffi che arrivano da ogni parte del mondo, ma soprattutto da Roma, per satollarsi in ristoranti e pub e far finta di aver condiviso una "cultura alternativa"... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/11/calcata-la-boccio-ma-lisola-somarabile.html

Commento della stessa signora sopra menzionata: “Caro Paolo, mi permetto con piacere di darci del tu e ti ringrazio del rapido riscontro che mi hai dato. Da romana disincantata e fuggitiva 
continuo a credere, oggi più che mai, in una vita più sana e rispettosa del nostro istinto naturale che non ci porta certo a vivere in quadrati chiusi e in circhi di inutili corse. Purtroppo la mia attuale realtà mi porta a fare una vita molto frenetica, facendo un lavoro molto impegnativo che non amo, ma nel mio poco tempo libero sto facendo questo meraviglioso percorso nel mondo degli asini grazie alle idee illuminate di Eugenio Milonis (http://www.asinomania.com/corsi.asp) e spero davvero tanto di poter realizzare per me un cammino di vita più sereno ma anche socialmente utile. Chissà, magari il mio cognome potrebbe essere segno di un percorso che sto iniziando a "cavalcare".... Ti ringrazio della vitalità e dell'energia positiva che mi hai trasmesso con forza. Sarei veramente lieta di poterti conoscere e spero davvero di poter aderire al tuo piacevole invito per la prossima primavera. Buona vita e buon tutto di cuore anche a te!”

Mia rispostina: “Grazie a te.. Si dice a Roma: "chi s'assomija se pija", ed è vero!”

Altro commento – Scrive Elisabetta: “Ciao Paolo! ho letto il messaggio e la tua risposta e tutto il resto sull'argomento... che belle proposte! sarebbe davvero stupendo se potessimo girare per Roma ... a piedi (guarda, io neppure "pretendo" il cavallo, il mulo o il somaro...) senza timore di essere schiacciati da un auto, da una moto, o da un mezzo pubblico... Se prepari qualche petizione sono pronta a firmare e a far firmare!”

Mia rispostina: “A suo tempo facemmo girare qualche petizione, attualmente a Roma c'è l'associazione difesa pedoni diretta da Vito De Russis con cui collaboriamo: 3393484370 - Vedi articoli: http://saul-arpino.blogspot.it/search?q=vito+de+russis+adp

Natura Bond. Fine del mondo con la scusa dell'economia verde – Scrive Rebecca Rovoletto: “Il mercato finanziario ha trovato un nuovo grosso affare: dare un prezzo alla biodiversità e metterla in commercio. Una invenzione mostruosa contro cui è nata, pochi giorni fa a Bruxelles, una coalizione internazionale di associazioni e movimenti: Natura bond. Nel mondo anglosassone è detto biodiversity offsetting, o ecosystem offsetting: è il nuovo strumento di cui si sta dotando il mercato finanziario globale per mettere definitivamente le mani sugli ecosistemi e la vita che essi ospitano. Al confronto la privatizzazione dell’acqua sembra una quisquilia…” - Continua: 

PD. Confusione e delusione – Scrive Dagospia: "Prodi annuncia che non voterà alle primarie, Fioroni e catto-piddini furiosi con Epifani che vuol aderire al Pse ed evocano il ritorno della Margherita, Civati torna a chiedere la fusione con Vendola, Renzi fa campagna elettorale evocando Blair, Cuperlo - aggrappato al luogocomunismo- parla di “sinistra che non ha paura di essere se stessa”… Insomma Renzi o non Renzi il partito si spacca..." (Berlusconi e Grillo ringraziano!  ndr)

Cronache Treiesi – Scrive Maulo Alfredo: “Si è presentata al pubblico, venerdì 8 Novembre 2013 presso la Mediateca “F. Valenti”, la neonata Associazione cittadina TREIA ADESSO. Un incontro nato quasi in sordina ma riuscito inaspettatamente piuttosto affollato (tra le 30-40 persone). Ne ha illustrato le motivazioni ed il programma di massima il Prof. Alberto Meriggi in qualità di portavoce.” - Continua:

Madonna di Medjugorje. Sconti di pena – Scrive Renato Pierri: “Per rendersi conto che la Madonna di Medjugorie è una falsa Madonna, sarebbe stata sufficiente una analisi attenta dei suoi presunti messaggi. Il 14 aprile 1982 abbiamo una Madonna superstiziosa: "Dovete sapere che Satana esiste... Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case". Grazie a questo messaggio, a Medjugorie da allora aumentò la vendita d’immagini e medagliette. Il 20 luglio 1982, la Madonna mostrava nuovamente di non conoscere il Vangelo: "Molte anime sono in Purgatorio da molto tempo perché nessuno prega per loro". Alle anime del purgatorio il Signore fa sconti di pena, e questi dipenderebbero dalle nostre preghiere. Nello stesso messaggio la Madonna dà una descrizione particolarmente interessante del purgatorio: "Nel purgatorio ci sono diversi livelli: i più bassi sono vicini all'inferno, mentre quelli elevati si avvicinano gradualmente al Paradiso".....”

Tracce nascoste, i racconti della Nonviolenza – Scrive Andrea Galasso: “...la tematica della Nonviolenza è divenuta fondamentale. Ho pensato di andarla a ritrovare anche nel passato per confermare la forma in cui attualmente la vedo: ovvero l’unica via possibile per un futuro, per un Essere Umano lanciato al futuro. Ho pensato di scoprirla e di raccontarla, di superare le barriere contro le quali, spesso, in fase di documentazione mi sono incontrato. Quelle che celano, spesso volutamente, le fonti nonviolente così da far emergere comunque il punto di vista del più forte, di chi comunque ha vinto e governa: la violenza...” - Continua:

Orte - Mestre. Autostrada inutile per far piacere a chi di dovere – Scrive Daniele Martini: “Un progetto che sembrava esaurito per auto-consunzione, eroso dalla crisi e dalla mancanza di soldi, e che a sorpresa, invece, viene riportato all'onor del mondo nonostante i costi proibitivi. Con un'invidiabile dose di ottimismo dicono che i lavori partiranno tra due anni e saranno completati nel 2021. C'è da dubitarne parecchio, visto l'andazzo italiano. Alcune cose, invece, appaiono sicure: quei 380 chilometri di asfalto in 5 regioni (Lazio, Umbria, Toscana, Emilia e Veneto) costeranno quasi 10 miliardi di euro, 4 in più di quelli preventivati per il fu Ponte sullo Stretto. L'altra sicurezza è che, nonostante la promessa che tutto sarà pagato dai privati con il project financing, alla fine dalle casse statali uscirà invece una cifra di uguale entità a favore dei realizzatori, un debito che peserà sui conti per almeno un quindicennio.”

Esercitazione “umanitaria” in israele – Scrive Manlio Dinucci: “I caccia-bombardieri italiani Tornado, Eurofighter 2000, F-16 Falcon e altri, che nel 2011 bombardarono la Libia partecipando a 1.182 missioni nell´operazione Nato «Unified Protector», sono di nuovo pronti al decollo. Non per una nuova guerra alla Libia, ormai disintegrata e nel caos (anche il terminale del gasdotto per l´Italia è sotto attacco), ma per preparare altre guerre. Parteciperanno in novembre alla più grande esercitazione di guerra aerea mai svoltasi in Israele. L'esercitazione, denominata «Blue Flag» sul modello di quella della U.S. Air Force, si svolgerà tra due settimane nel Deserto del Negev. Poche e selezionate le forze aeree invitate: quelle di Stati uniti, Italia e Grecia” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/11/aerei-italiani-in-israele-per.html

Alchimia della natura – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/11/alchimia-della-natura-proprieta.html -: “Ci sono piante che producono effetti vari come eliminazione di certe tossine che producono malattie (e quindi guariscono) ed altre che producono effetti sulla mente o che addirittura uccidono. Perché, nel giardino del Signore, esistono anche queste ultime due specie di piante? è la domanda che viene spontanea. Una risposta potrebbe essere..” - Continua in calce al link segnalato

Ascoli Piceno. Arte – Scrive Gianni Donaudi: “Corrado Ambrogio in mostra con: "Andare a memoria" a cura di Marisa Vescovo e Alessandro Carrer. La mostra verrà inaugurata venerdì 15 novembre 2013 alle ore 18 presso la Galleria d'Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno e sarà visitabile fino al 23 febbraio 2014. Info. info@artgallerylaluna.com”

Viterbo. SCEC – Scrive Gianluca De Dominicis: “In II commissione si sta iniziando a valutare la mozione M5S che chiede al Comune di Viterbo l'adesione al progetto di "arcipelago SCEC". Il progetto mira ad aiutare economicamente la cittadinanza garantendo loro uno sconto sul costo dei beni acquistati. Come realizzare questo sgravio economico?” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/11/viterbo-mozione-m5s-al-comune-di.html

Roma. Mobbing – Scrive Valter Deitinger: “19 novembre 2013 dalle ore 18,30 alle 20,30 nella sala convegni al 2° piano della sede UNAR in Roma, via Ulisse Aldrovandi 16, tavola rotonda sul tema: IL MOBBING ESISTE ANCORA? Con Maria Grazia De Angelis, Fernando Cecchini, Luigi Iavarone, Vincenzo Acquaviva. La tavola rotonda terminerà con un drink. Info. info@aislonline.org »

Como. Co' sto freddo e co' sto vento.. - Scrive Teodoro Margarita: “Un fine settimana di vento, pioggia e tanti eventi. Più intenso di così sarebbe stato impossibile. Ad Inverigo, ad Asso, oggi a Como. Tra streghe, poesia, canti e bambini, ho avuto modo di conoscere anche il sindaco del capoluogo, Lucini...”

Riprendo il discorso della sopravvivenza come divertimento - Tutto molto divertente, se si considera che la crisi mondiale è nient’altro che un gioco di risiko o monopoli, basato sui pezzetti di carta, anche se le conseguenze possono essere disastrose per parecchi. A volte ci si identifica con il denaro sino al punto di credere che avere denaro o non averlo è ragione sufficiente per vivere o morire…. - Continua:

Son qui che mi diverto e vi saluto ridendo a 4 ganasce, Saul/Paolo

….................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il mezzo più efficace di ottener fama è quello di far credere al mondo di essere già famoso.” (Giacomo Leopardi)



Nessun commento:

Posta un commento