Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 6 novembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 7 novembre 2013 – Resto del Carlino ed esercito di leva, Treia e la Madonna Nera, pagare per le guerre americane, lettera da San Pietroburgo, vimana...


Attilio Regolo torna a Cartagine

Care, cari,

Corrispondenza - Commento di Paola Pagnanelli del Resto del Carlino di Macerata alla mia lettera sul servizio militare di leva, pubblicata il 6 novembre 2013: “Gentile Lettore, i concetti che lei usa tipo “esercito fedele al popolo” fanno riferimento ad un mondo che non esiste più, nel bene e nel male. Comunque se per una ipotesi fantascientifica venissimo attaccati da qualcuno lei vorrebbe che a difenderci fossero ragazzini appena arruolati, inesperti, come quelli della Grande Guerra, o soldato professionisti? Abbiamo tante cose belle in cui riconoscerci come figli dello stesso paese.” - Continua con mia rispostina e commento di Caterina Regazzi:

Ancora sulle pandemie – Scrive Paola Botta Beltramo: “Caro Paolo, In relazione ai post “Fatima – pandemie ecc.” Nexus nell’ultima sua rivista ha pubblicato anch’essa un articolo sulla pandemia del '18 nel quale si trascura del tutto l’aspetto psichico della malattia e la si attribuisce al consumo eccessivo di aspirina. Il sito “disinformazione” di Pamio tempo fa ha pubblicato un articolo che invece attribuisce tale causa alle vaccinazioni. I tre pastorelli non furono vaccinati, come tanta parte della popolazione civile di allora e presumo che non abbiano assunto alte dosi di aspirina. In ogni caso non sono morti nell’arco di poche ore come si scrive in quegli articoli; Francisco è deceduto dopo mesi di malattia e Giacinta dopo anni. Se penso ai dolori subiti da quei poveri pastorelli (si legge che a Giacinta, in quell'ospedale consigliato dalla Madonna, siano state asportate due costole senza anestesia perché troppo debole) mi riesce davvero difficile comprendere la pedagogia di lassù...”

Da parecchi anni, noi del Circolo Vegetariano VV.TT., celebriamo l'8 dicembre con una manifestazione "matristica". Da quando il Circolo definitivamente si è trasferito a Treia, nel 2010, la presenza femminile si è concretizzata con la Figlia del Sarto, Lucilla Pavoni, con la Sibilla delle Erbe, Sonia Baldoni, e -ovviamente con la mia adorata compagna e "treiese d'origine", Caterina Regazzi. Di solito la manifestazione prende l'avvio con una passeggiata attorno alle rupi, cercando le ultime erbe prima della neve (anche se lo scorso anno iniziò a nevicare forte proprio quel giorno e ci siamo limitati a gettare semi nell'orto dal terrazzino di casa). Speriamo che stavolta il tempo sia clemente... Vi ho già parlato della storia antica di Treia. Dell'origine del nome romano, derivante dalla dea Trea, un appellativo di Iside... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/11/circolo-vegetariano-vvtt-di-treia.html

Commento di Cristina: “Ci saremo Paolo, se vuoi posso partecipare oltre che con biscotti e crostate, con una meditazione o un breve intervento sul femminino dato che è un argomento che amo dal profondo e che mi chiama da sempre... Un abbraccio e sono a tua disposizione per organizzare questa giornata, un abbraccio di luce divina”

Mia rispostina: “...son contento della tua partecipazione e del tuo intervento. Come al solito la tavola rotonda sarà un cerchio di condivisione in cui ognuno dice qualcosa. Il tema del femminino è portante, vista la ricorrenza dell'8 dicembre e la storia di Treia....”

Affamare il popolo italiano per pagare la guerra americana – Scrive Manlio Dinucci: “Mentre le vie di Roma sono percorse da cortei che chiedono investimenti pubblici per il lavoro, la casa, i servizi sociali, nelle stanze di Palazzo Montecitorio si sta varando il decreto-legge che stanzia altro denaro pubblico per le missioni militari internazionali. Denaro che va ad aggiungersi a quello per le forze armate e gli armamenti, ponendo l’Italia (documenta il Sipri) al decimo posto mondiale con una spesa militare reale di 26 miliardi di euro nel 2012, equivalente a 70 milioni al giorno. ..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/11/popolo-italiano-alla-fame-per-pagare-le.html

UE. Affamare il popolo siriano per portargli la “democrazia” – Scrive Sibialiria: “Le sanzioni economiche dell'Unione Europea (per impoverire un paese in guerra da due anni), aiuti umanitari (sic!), corridoi umanitari (per fare cosa, portare quello che l'embargo impedisce?), la denuncia delle suore trappiste in Siria (ora la situazione è ancora peggiore).”

Commento da Peacelink – Scrive S.C.: “In Siria chi uccide la gente sono i tagliagole  che hanno assalito e destabilizzato il paese. Non sono siriani, sono mercenari al soldo di chi sappiamo, il cui unico scopo è ridurre la Siria come la Libia post dittatura. Il “dittatore” Assad è disposto a farsi da parte se sarà il popolo siriano a chiederlo con libere elezioni. Non esiste al mondo stato sovrano che possa abdicare in conseguenza di un assalto esterno, senza neanche combattere in difesa del paese.”

Curiosità storiche – Scrive Gianni Donaudi: “Ho letto il libro dello storico israeliano BRYAN MARK RIGG: “I soldati ebrei di Hitler” pubblicato recentemente da Newton & Compton nella collana “I Volti della Storia”. E' vero che vi era qualcuno nelle SS o addirittura iscritto al NSDAP. Ma la maggioranza erano nella Wermatch (tra i quali un generale che recitava le preghiere del Sabato con tanto di kippa) o della Marina, e più che nazisti si sentivano Tedeschi. E comunque molti non erano ebrei "puri" al 100% ma per 1/4, per metà, per 3/4. Diversi erano di religione protestante o cattolica o di nessuna..."

Teoremi ipotetici e risposte presupposte – Scrive Anthony Ceresa: “...la tendenza della classe si concentra in forma maggioritaria con le sottostanti domande e si presuppone un generale radicale interessamento degli alunni verso importanti fatti storici rimasti irrisolti e dai quali dipendono il futuro della Società Universale: 1) Perché Hitler di origine Ebraica diventa il peggior nemico della sua Fede originale? 2) Perché Gesù nasce il più povero fra i poveri e i suoi successori vivono nello sfarzo più ingrato?....“ Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/11/domande-teoretiche-con-risposte.html

Pianeti abitabili - Scrive Corsera: “Si stima che nella Via Lattea ci siano tra 40 e 50 miliardi di stelle, e in base ai dati raccolti dal telescopio spaziale Kepler della Nasa gli astronomi hanno accertato che il 22% hanno le stesse caratteristiche del nostro Sole e sono circondati da pianeti con caratteristiche simili a quelli della Terra. Secondo i ricercatori la stella più vicina che abbia un pianeta simile alla Terra si trova probabilmente a 12 anni luce da noi e può essere vista a occhio nudo"

Bologna. Danza Sufi - Scrive Creaspazio: "Bologna 9 novembre. Presso La rosa dei venti, ore 21.00. Evento Gratuito. Atmananda presenterà Il Canto del Cuore con una meditazione Sufi e terminerà con una Danza. Info. info@creaspazio.it"

Contrada Schito. Lavoro sistemico – Scrive Anna Maria Serra: “Lavoro sistemico sulle origini familiari - Caro Paolo, ti giro questa proposta di lavoro sistemico condotta da una persona, a mio avviso, veramente geniale... conosco Rossella Andreazza da circa 20 anni e mi ha accompagnato meravigliosamente nel mio percorso di ri-armonizzazione e riscoperta. Un abbraccio..” - Continua:

Piumazzo – Scrive Almo: “In un freddissimo 11 novembre, un cavaliere dona ad un povero vecchio parte del suo mantello tagliandolo con la spada. Gesù ringraziò Martino per quel gesto di compassione allontanando il maltempo e le intemperie con un cielo sereno dall’aria mite. Da allora l'estate di San Martino si rinnova ogni anno per rendergli omaggio e festeggiarlo....” Programma: almo.info@gmail.com

Vimana volanti e altre civiltà – Scrive Tullia Turazzi: “Su WEB RADIO 11.11, venerdì 8.11, alle h. 21.30, parleremo della riscoperta di una civiltà perduta, di una scienza dimenticata, di un antico sapere custodito tra India e Pakistan, dopo il recente viaggio avvenuto a dicembre scorso in Pakistan e India, scopriremo un mondo dimenticato che viene dal passato ma che ci può far capire il nostro futuro”

Lettera da San Pietroburgo – Scrive Sara Josefovskaia: “Buongiorno, di mia cità di Sankt-Peterburg io sempre segue vicende di Italiya. E io preokupata perché vostro paese a me somilia a “casa di matti” in belisimo film di grande direktor Konçalovskij, chi se titula “Dom Durakov” e raconta di psykiatric hospital in confine russko-checheno abandonato dopo fuga di dotori: lì giovane ragaza Zhanna, shizofrenik, vive fuori di realtà, ignora guera e morte tuto intorno, lei solo suona suo amato akkordeon chi cancela tragediya di sua mente, e lei solo aspeta suo idolo rockstar Bryan Adams venuto di Amerika e sogna lui sposa e porta lei via con sè!” - Continua:

Grecia. Omicidio dei militanti di Alba Dorata – Scrive Vincenzo Mannello:Un agguato mortale che non ha provocato nessuna reazione di condanna da parte dei politici europei. Anzi, è stata censurata dalla comunità ebraica italiana la esposizione, allo stadio di Roma, di uno striscione che ricordava le vittime. Continuino pure così i politici ed i loro padroni,vedremo dove andremo a finire. In Grecia ed in Europa.”

Pre morte e post morte – Scrive Caterina Regazzi a commento dell'articolo di Cesare Boni http://paolodarpini.blogspot.it/2013/11/eutanasia-esperienze-di-pre-e-post.html -: “..bello quest'articolo del tanatologo, è vero che gli animali alla fine della vita non si alimentano più, invece noi costringiamo i nostri malati ad alimentarsi e a bere fino alla morte, prolungandone l'agonia.. cose difficili... noi i nostri cari li vogliamo tenere qui con noi, pur moribondi, il più possibile...”

Ed anch'io un po' di qua ed un po' di là, ora vi saluto, Saul/Paolo

…..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"There is the body and there is the Self, between them is the mind, in which the Self is reflected as ‘I am’. Because of the imperfections of the mind, its crudity and restlessness, lack of discernment and insight, it takes itself to be the body and not the
Self. All that is needed is to purify the mind so that it can realize its identity with the Self. When the mind merges in the Self, the body presents no problems. It remains what it is, an instrument of cognition and action, the tool and the expression of the creative fire within." (Nisargadatta Maharaj)



Nessun commento:

Posta un commento