Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 23 novembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 24 novembre 2013 – Storie di gatti, storia di Recina, basta vivisezione, Italia saccheggiata, cristianesimo cattivo, Costanzo Preve olocausto e NWO...


Caterina con gatta

Care, cari,

I miei gatti - Da quando mi sono re-iscritto a facebook ho notato che gran parte dei post e delle foto pubblicate dagli amici riguardano i gatti. Anche Caterina spesso e volentieri inserisce immagini delle sue gatte, commentandole con vari aneddoti di vita. Beh, non voglio essere da meno e mi inserisco nella scia per narrare brevemente la storia del mio rapporto con i gatti. Debbo confessarvi che non sempre amai i gatti, per via di una esperienza che vissi da bambino piccolissimo. Avevo si e no un anno e mezzo, anzi sicuramente di meno (poiché mia sorella Maria che ha quasi due anni meno di me non era ancora nata) allorquando feci il mio primo incontro con un gatto: il Gatto Mammone. E voi direte "ma come puoi ricordare qualcosa così lontana nel tempo?" Beh, debbo confessarvi che...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/11/storie-di-gatti-anzi-storia-dei-miei.html

Calendario sui gatti – Scrive Patrizia: “Ciao Paolo, sono Patrizia presidente di una piccola Associazione felina genovese.... Sono tempi duri a trovare belle foto di gatti per il ns calendario, se hai piacere di collaborare con noi, se hai foto fatte esclusivamente con una digitale e se hai piacere inviamele come mail. Puoi trovare una pagina su fb dell'Associazione, che si chiama “Fronte dei gatti liberi”. Se invece per quest'anno hai piacere di avere un calendarietto, sarei lieta di spedirtelo”

Mia rispostina: “Delle foto pubblicate nell'articolo soprastante quella su Rapito e l'altra sulla gatta Bianca sono originali”

Se "cristianesimo" nuoce al Cristianesimo - Scrive Franco Libero Manco: "Processo postumo contro San Paolo e Sant'Agostino. Quando la Chiesa cattolica era cristiana solo di nome. Ovvero. Il difficile compito di papa Francesco di riscattare un passato compromesso..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/06/se-cristianesimo-nuoce-al-cristianesimo.html

Arrestato turco dissidente – Scrive Paolo Babini: “Bahar Kimiyongur è stato arrestato per l'ennesima volta il 22 novembre a Bergamo. Ogni volta che esce dal Belgio per denunciare i crimini dello Stato turco e la sua politica antipopolare e guerrafondaia non sa se riuscirà a tornare a casa dai sui compagni e dalla sua famiglia: negli anni scorsi è già stato arrestato in Spagna e in Olanda.”

Recina. La storia antica di Villa Potenza – Scrive Franco Stobbart: “In passato la rete stradale era ampliata e integrata da fiumi navigabili lungo i quali transitava gran parte del commercio. Il fiume Potenza, nella Regione Marche, il cui nome latino era Flosis. Nel suo cammino sono molti i paesi che il fiume incontra e tanti di questi sono interessanti dal punto di vista culturale, artistico e architettonico. Nella pianura fra Recanati e Macerata in prossimità della zona dove oggi sorge la frazione di Villa Potenza, verso il III sec. a.C., in una vantaggiosa posizione, ampiezza e fertilità di territorio, sulla sponda sinistra del Potenza, ebbe origine l’abitato di Recina...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/11/helvia-recina-la-madre-di-macerata.html

Roma. Cibo spazzatura – Scrive AVA: “28 novembre 2013 presso la sede AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza di Alessandra D’andrea: Come districarsi tra il cibo spazzatura per evitare dannose intossicazioni. Info. 06-7022863”

Emilia. Progetti di tutela ambientale – Scrive Caterina: “Venerdì sera, 22 novembre 2013, sono stata ad una conferenza dell'architetto Mazzoni del Coordinamento Regionale per la difesa dei fiumi dell'Emilia Romagna. Era stata organizzata dall’Associazione del Presidio Paesistico Partecipativo del Medio Panaro e si trattava della prima manifestazione indetta da questo gruppo che si propone la tutela e la salvaguardia del maggior corso d’acqua modenese...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/11/emilia-romagna-da-difendere-presidio.html

Integrazione di Caterina: “Maria Miani all'uscita dall'incontro si chiedeva e mi chiedeva come si fa dopo 30 anni ad essere così appassionati in questa opera di controllo, attenzione e denuncia. L'architetto ci ha mostrato e descritto infatti alcune denunce fatte a tutti gli enti ed organi preposti al controllo della situazione delle acque, normalmente rimasti inascoltati. L'amore per l'oggetto di questa attenzione e l'esperienza che fa si che si colgano aspetti particolari che normalmente sfuggono o non vengano considerati dalle persone comuni, portando ad una specie di "deformazione professionale" per cui non si può evitare di notare e sottolineare le cose che non vanno. Ecco io vorrei avere quella deformazione professionale nel mio lavoro. Bell'esempio!”

Feltre. Chiamata a raccolto – Scrive Teodoro Margarita: “24 novembre, Coltivare condividendo "Chiama a raccolto" a Feltre, tutta la giornata. A noi, salvatori di semi, rispondere con i nostri apporti più fecondi e naturali. Tutti a Feltre, nel Bellunese, per questa magnifica iniziativa. Info. thermidore@yahoo.com”

Contro la vivisezione – Scrive Riccardo Oliva: “Per il Ministero della Salute è più importante seguire alla lettera le pressioni della casta farmaceutica, che ha evidenti interessi a discapito della nostra salute, piuttosto che informare l'opinione pubblica, sempre più contraria alla vivisezione. L'attacco politico che lanciamo, pienamente in linea con il Partito Animalista Europeo che in queste ore ha diffidato l'attuale Ministro Lorenzin...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/11/ricerca-alternativa-alla-vivisezione-e.html

Como. Pro Siria – Scrive Silvia Moroni: “23 novembre 2013 alle ore 19: l'ass. Rose di Damasco darà vita, in Via Borgovico 35 a Como, a una serata di lettura di poesie e testimonianze siriane accompagnate da immagini, con melodie del Vicino Oriente. Info. ass.exlibris@gmail.com”

Saccheggio dell'Italia in corso - Lo storico ed economista Giulio Sapelli, editorialista del quotidiano Il Messaggero, analizza i piani abbozzati del governo Letta e gli auspici di intellettuali liberisti alla Giavazzi sulle privatizzazioni. E a proposito di Eni, Cdp Reti e Avio Spazio dice che la Legge di stabilità di Letta e Saccomanni. - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/11/le-privatizzazioni-di-letta-saccomanni.html

Spendere per risparmiare – Scrive Bruno: “C’è la crisi e bisogna tagliare la spesa. Serve una rigorosa spending review. E come si fa a tagliare la spesa pubblica? Enrico Letta ha assunto Carlo Cottarelli, il quale avrà il compito di ridimensionare le uscite dello Stato che vanta un debito che ha sfondato quota 2000 miliardi di euro. Il “tagliatore” costerà alle casse italiane la bellezza di 800mila euro in 3 anni. Letta ha infatti assunto il super manager con un contratto di 3 anni, blindati: anche in caso di caduta del governo. Del resto anche Cottarelli tiene famiglia e ha dovuto lasciare una comoda poltrona al Fondo Monetario Internazionale  “Per dare una mano al suo Paese”....”

Vegetariani e foto – Scrive Marco: “Salve sono un fotografo. Sono vegetariano da un anno e vi scrivo per chiedervi delle info. Sono in una fase di ricerca per un progetto fotografico artistico di ritratti a persone vegane/vegetariane da tutta Italia ma che lo siano da più di 30 anni minimo. Il vostro Paolo D’Arpini sarebbero un esempio di quello che sto cercando quindi volevo sapere se potevo avere un vostro contatto e se eravate interessati alla cosa...”

Mia rispotina: “Un aiuto ad un giovane fotografo vegetariano non si nega mai... vorrei solo sapere nel dettaglio cosa vorresti fare e cosa comporta per me...”

Dipartita. Costanzo Preve è andato avanti... - Nato a Valenza (Alessandria) il 14 aprile 1943 è morto, all'età di settant'anni, questa mattina (23 novembre 2013) a Torino. Costanzo Preve, è stato uno dei massimi conoscitori del pensiero di Karl Marx e dell'intera tradizione marxista, a cui ha recato un contributo critico notevole attraverso una mole imponente di scritti... Particolarmente importanti -secondo me- furono due battaglie portate avanti dal filosofo, la prima contro l'asservimento della politica alla grande finanza bancaria e l'altro a favore della libertà di ricerca storica inerentemente gli avvenimenti dell'Olocausto, ovvero la persecuzione nazista contro gli ebrei. Ma per questo Costanzo Preve veniva addirittura accusato di “cripto-nazismo” e di “antisemitismo” - Continua:

La verità però alla fine viene sempre a galla... statene certi! Ciao, Paolo/Saul

…................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"A life lived thoughtfully, in full awareness, is by itself Nisarga Yoga ( Natuiral Yoga). Living in spontaneous awareness, consciousness of effortless living, being fully interested in one's life, all this is implied. There are so many who take the dawn for the noon, a momentary experience for full realization and destroy even the little gain by excess of pride. Humility and silence are essential for a sadhaka, however advanced. Only a fully ripened jnani can allow himself complete spontaneity. The inner fruit must ripen. Until then the discipline, the living in awareness, must go on. Gradually the practice becomes more and more subtle, until it become altogether formless" (Nisargadatta Maharaj)




Nessun commento:

Posta un commento