Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 29 novembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 30 novembre 2013 – Biodanza vitale, anziani malnutriti, vulgata olocaustica, prima del tramonto, la fisarmonica, fioritura spirituale spontanea


La danza della vita

Care, cari,

Biodanza vitale – Scrive Paola Cuoghi, la biodanzatrice: “Lettera ai futuri conduttori, facilitatori Biodanzanti: Tesoro, visto il mio difficile periodo, sono rimasta in ballo un mese con una “pulce”stillata dentro in una possibilità, quella che le mie cellule “navigassero contro di me”, questa biopsia e attesa di un esito, mi porta a riapprendere come sempre a danzare nella Vita. Come ci ha ricordato la nostra Susanna io voglio essere una cellula sana, e creare il minor impatto possibile negativo sull’ambiente....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/11/lettera-ai-futuri-conduttori.html

Sofferenze bancarie – Scrive Gianni Principi: “Amici carissimi, per una corretta informazione ed una conoscenza della problematica, ecco uno “spunto” ed una “tabella” da cui trarre le giuste riflessioni… Una desidero condividerla con Voi…- Se il 90% delle sofferenze bancarie NON DERIVANO DAGLI SCOPERTI DI CONTO CORRENTE DEI RISPARMIATORI, ma allora per caso DIPENDONO DA SPECULAZIONI FINANZIARIE AZZARDATE, DISTRAZIONI DI FONDI, FINANZA CREATIVA, o quant’altro di assai poco lecito ardito da QUADRI E NON SOLO? - Domanda eufemistica, ma piuttosto seria ed amara.”

Commento di anonimo: “Entro 5/10 anni spariranno i contanti e con loro parte della libertà dell'individuo. L'unica cosa che possiamo fare è presentarci presso le filiali delle nostre banche e richiedere la chiusura di tutti i nostri conti correnti. Dovremmo farlo subito non ci sarà consentito ancora per molto.”

Con un piede nella fossa – Scrive Vincenzo Mannello: “- La malnutrizione (degli anziani) deve essere evitata ad ogni costo perché aumenta del 25% il rischio di ricoveri ed accresce la mortalità - Bene, a me ed ai tanti che non sono medici questo allarme imperativo, lanciato da geriatri e gerontologi durante un congresso a Torino e riguardante la salute degli anziani dai 65 anni in poi, non può che fare piacere. Dato che tra poco entrerò in graduatoria leggo quindi, con interesse..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/11/anziani-malnutriti-muoiono-prima.html

Prepararsi a celebrare Yule – Scrive Lunaspina: “Un modo per celebrare Yule ovvero il solstizio d'inverno. E' un rituale della tradizione celtica bretone. Nove giorni prima del Solstizio d'inverno occorre procurarsi un ramo secco, pitturarlo con vernice dorata e appenderlo nell'anticamera della propria abitazione, con un pennarello e alcune strisce di carta rossa da tenere lì vicino. Chiunque entri in casa se vuole, potrà scrivere un proprio desiderio su una striscia di carta, che verrà ripiegata per garantire la segretezza del desiderio e legata al ramo con un nastrino colorato. Quando nove giorni dopo si accende il fuoco del Solstizio (nel caminetto di casa o in un giardino o nel campo) il ramo viene sistemato sulla legna da ardere e i desideri che sono appesi ad esso, bruciando, saliranno col fumo sempre più in alto, finché verranno accolti dagli dei e forse esauditi.”

Sarmeola di Rubano. Federalismo – Scrive G.P.: “Sabato 30 Novembre a Sarmeola di Rubano (Padova) confronto di “idee per un vero Stato Federale”. Villa Borromeo in Via della Provvidenza 61, h. 10.30. Info. giancarlo.pagliarini@fastwebnet.it”

San Marino. Riciclaggio e banche – Scrive S.D.: “Secondo notizie e documentazione depositate presso il Tribunale Unico Della Repubblica di San Marino, la Banca Commerciale Sammarinese (ora assorbita da Asset Bank) si trova nel bel mezzo di un procedimento penale nei confronti di alcuni dei suoi dirigenti per ipotesi di truffa e riciclaggio e per operazioni “arbitrarie” su alcuni conti di clienti”

Vulgata olocaustica – Scrive Joe Fallisi: “La possibilità di criticare e demistificare la storia scritta dai vincitori, così come, più in generale, l'esercizio di un'autentica libertà di pensiero e di espressione, sono valori fondamentali – essenziali, d'altronde, all'accertamento stesso della verità – che è necessario affermare e difendere sempre e comunque. Il problema non è tanto – e ancor meno solo – l'origine o la collocazione politica di quelli che su più punti mettono in discussione la storia ufficiale delle persecuzioni naziste, bensì se quest'opera di revisione, anche radicale – anche inverosimile sino alla follia –, sia possibile oppure no nell'ambito delle società cosiddette democratiche. Le false testimonianze (o rese sotto tortura), le ricostruzioni posticce e tutti i lati oscuri, i documenti mancanti, le inadempienze, le esagerazioni, gli errori, le varie falle relative alla versione sancita dalla sentenza di Norimberga, esigevano che storici onesti e preparati rivedessero in seguito, criticamente, tale versione. Ciò non è stato consentito e continua a non esserlo, PER LEGGE.” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/11/la-vulgata-olocaustica-e-la-ricerca.html

Donne lapidate per legge - Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo  http://retedellereti.blogspot.it/2013/11/donne-violentate-per-legge-afghanistan.html -: “I signori del mondo stanno esasperando la situazione della condizione umana, nella speranza di bloccare l'anelito di ogni popolo e di ogni essere umano all'uguaglianza, alla pace, alla fratellanza, all'unità, alla libertà e alla giustizia. In Europa il falso cristianesimo ha raggiunto il potere qualche secolo fa e ci ha deliziato con la caccia alle streghe. Oggi che è al potere, gestito dietro le quinte, anche in Asia e altrove, sta mettendo in opera azioni repressive contro le donne come già fatto prima da noi. A tutte le donne del mondo e a tutti i popoli oppressi, coraggio e avanti!”

Nonviolenza – Scrive Olivier Turquet: “...è uscito "Tracce Nascoste, i racconti della nonviolenza" di Andrea Galasso. Un libro che ho avuto il piacere di curare per la Multimage. E' un libro speciale che inaugura la nuova collana  "Ahimsa, i cammini della nonviolenza". Un libro che consiglio vivamente di leggere.”

Prima del tramonto – Scrive Mario Ferrari: “La panettiera è una bella signora sempre sorridente, raccoglie gli spicci dal vassoio e solleva lo sguardo, ma il sorriso non c’è più: “Lo sa? - dice - Non ho mai visto tanta gente triste e depressa come oggi”. Nel negozio non c’è nessun altro e forse per questo la signora libera una riflessione che le preme sul cuore ma non le sembra carino esibire fra i clienti. Un pudore garbato che consiglia di non gravare lo zaino dei disagi che sta sulle spalle della sua clientela ricca di anziani e persone in difficoltà. Forse il cliente rimasto solo di fronte a lei sembra avere la sensibilità giusta....” - Continua:

Mal di gola – Scrive Spiritual: “Per una gola infiammata nella maggior parte dei casi dei semplici rimedi possono darvi sollievo. Uno dei sistemi più usati ed efficaci è l'acqua salata. Sciogliete mezzo cucchiaino di sale grosso in un bicchiere d'acqua calda e fate dei gargarismi più volte al giorno”

Scardinare il sistema – Scrive Macro: “Si può parlare della fine del mondo, degli extraterrestri, dei sostenitori o degli oppositori di una qualsiasi causa, dei difetti e dei vizi della nostra società, persino del governo segreto che (si dice) controlli il mondo. Ma non si può parlare in alcun modo dello scardinamento del sistema stesso. È un tabù. Avete mai sentito parlare di una cosa del genere? Vadim Zeland lo fa in questo suo nuovo libro: Scardinare il Sistema Tecnogeno”

Castelfidardo. Storia della fisarmonica – Scrive Franco Stobbart: “..sto pensando a Castelfidardo (An) città dell'artigianato della fisarmonica e che quest’anno compie 150 anni la fisarmonica marchigiana. Avete mai provato a suonare una cornamusa? Se si, vi sarete accorti che di aria ce ne vuole tanta, a volte si resta anche senza fiato con la testa che gira. E’ per questa ragione che da molti secoli sono inventati i polmoni artificiali i cosiddetti “mantici”, strumenti meccanici che producono un soffio d’aria. Gli organi, ad esempio, funzionano con dei mantici. Un tempo l’aria si pompava a mano: mentre l’organista suonava, dietro c’erano due tre persone che pompavano aria...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/11/castelfidardo-ed-i-150-anni-della.html

Ancona. No alla privatizzazione – Scrive Comunisti: “LUNEDI 2 DICEMBRE ORE 17 IN PIAZZA ROMA IN DIFESA DEL CANTIERE NAVALE DI ANCONA, PER IL RILANCIO DELLA PRODUZIONE E DELL’OCCUPAZIONE CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE ANTICAMERA DELLA LIQUIDAZIONE - TUTTI I CITTADINI SONO INVITATI. Info. redazione@comunisti-ancona.it”

Un eco lontano nel vento di Lampedusa – Scrive Doriana Goracci: “E’ una freddissima mattina di novembre in Italia, mentre scrivo. Non ho nessuna intenzione di elencarvi i misfatti di Illustri Italiani che sono ancora nell’esercizio delle loro funzioni amministrative e politiche, né tanto meno di parlarvi di quei delinquenti scrocconi, anonimi evasori fiscali, che chiedono rimborsi e aiuti per i loro figli studenti, allo Stato che siamo noi, e hanno redditi da capogiro chissà formati come…e neanche vi parlo di quegli altri Italiani che usano il loro status di imprenditori agricoli ed intermediari, che si facevano pagare dagli extracomunitari, migliaia di euro, per attestare rapporti di lavoro inesistenti......” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/11/29/ma-e-solo-un-eco-nel-vento-nel-vento-che-mi-risponde-venga-la-pace-dal-mare-lontano/


Invenzione continuata. Le ossa di Pietro – Scrive G.V.: “Adesso c'è un nuovo scoop “religioso” che gira su internet, si tratta delle ossa di Pietro (il san Pietro cristiano) che sarebbero state ritrovate a Gerusalemme. VERREBBE DA DICHIARARE: “MA NON AVETE ALTRO DA FARE?? ALTRO A CUI PENSARE??” Evidentemente preti e rabbini hanno molto tempo a disposizione per minchionare i sottoposti! Circa la presenza delle OSSA di Pietro l'unica considerazione da farsi è questa: NON CI SONO e sono INTROVABILI! Si tratta di una truffa fra le altre, che serve per NOBILITARE la posizione delle religioni bibliche agli occhi del vasto pubblico di QUAGLIONI! Come può essere possibile che siano ritrovabili le ossa di Pietro? Quale logica PERVERSA, se non quella della CREAZIONE costante di MITI può spingere a queste invenzioni? Eppoi esiste un'altra logica: quella di sottrarre a ROMA il titolo di CAPITALE del CRISTIANESIMO per trasferire il tutto a GERUSALEMME secondo il vecchio progetto SIONISTA. C'è stato un film che ha anticipato questi concetti: BONES.”

Fioritura spontanea – Scrive Caterina Regazzi: “Il Risveglio non può essere indotto negli altri con le parole, avviene spontaneamente alla presenza di un'anima realizzata, per simpatia innata, ed in essa si riconosce se stessi, l’Essere come veramente è, completo, puro, reale, perfetto, senza paure e senza desideri. Ma non si possono reprimere paure e desideri con un atto di volontà, la scomparsa di paure e desideri avviene naturalmente, quando scoprendo e amando il nostro vero Sé, non abbiamo più paura di nulla e non abbiamo più desideri. Così possiamo seguire le due vie, i due sistemi indicati dai santi: "ama il prossimo tuo" e "conosci te stesso" – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/11/il-risveglio-e-una-fioritura-che.html

Sia come sia... Ciao, Paolo/Saul

…..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Lo studente chiede al suo maestro Zen: "Cos'è la morte?"
"Non lo so!" risponde il maestro.
Lo studente, sorpreso, replica: "Ma tu sei un Maestro Zen!"
"Si!" dice il maestro... "Ma io non sono un maestro Zen morto!"
(Storia Zen)

…..................

“Gli antichi avevano capito che la vita è solo un soggiorno temporaneo in questo mondo, e la morte una temporanea partenza. Nel nostro breve tempo qui, noi dovremmo ascoltare le nostre proprie voci e seguire i nostri cuori.” (Lieh Tzu)


Nessun commento:

Posta un commento