Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 4 settembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 5 settembre 2013 – La carta di Arcevia, Ennio Montesi, Treia anniversario AVI, digiuno e preghiera per la pace, Macerata alternativa, Gurdjieff



Care, cari,

Letterina di Caterina (mia figlia): “Questo sasso che vedi l'ho ripreso a Villa Monteripone in Sabina, è in una casa molto bella in campagna (dove Matteo 2 anni fa ha fatto un ritiro estivo autogestito) mi ha affascinato molto e per ricordarlo l'ho fotografato... è un sasso senza senso apparente in un giardino antico, sembra uno shivalingam o un menir magico. Uno di quei sassi che si trovano lungo un bel cammino nei luoghi di pace....”

La carta di Arcevia – Scrive Terra e Cielo: “La Carta è ispirata dalla personalità, dai libri e dalle azioni di Vandana Shiva e dal movimento italiano e internazionale dell'agricoltura biologica, nelle sue varie forme. Verrà approvata ad Arcevia, il giorno 8 settembre 2013, durante l'incontro del mondo agricolo e sociale con Vandana Shiva e di tutte le altre associazioni che saranno presenti..” - Continua con il nostro contributo: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/09/04/la-carta-di-arcevia-un-modello-di-agricoltura-per-una-nuova-societa/

Dipartita – Scrive Giuseppe Quartieri: “Cari amici, è deceduto il 3 settebre 2013, alle ore 10, improvvisamente Mauro Botarelli. Tutti noi amici del Movimento degli Scienziati ci stringiamo con affetto sincero alla famiglia carissimo collega Mauro Botarelli, uomo profondamente spirituale e estremamente interessato all’aspetto trascendentale e religioso della vita tale da renderlo in grado di intessere un dialogo sempre più aperto fra scienza e fede.”

Cacciatori e terreni privati – Scrive A.Z.: “Con l'apertura della stagione venatoria 2013-2014 voglio ricordare un'importantissima sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) del 26 giugno 2012 che ha introdotto una sorta di diritto all’obiezione di coscienza venatoria in favore del proprietario terriero che consideri la caccia in contrasto con le proprie convinzioni personali e morali. Se il proprietario di un terreno è contrario alla caccia, l'uccisore di animali selvatici resta fuori!”

Silenzi di morte – Scrive Ennio Montesi: “Non odo parlare di libertà, nelle piazze. Non odo discutere di uguaglianza, per le strade. Non odo commenti sulla democrazia, nel paese. Eppure i suoni arrivano chiari, distinti e forti dentro ai miei orecchi sani.
Non odo urlate parole dure contro i razzismi, dentro i governi. Non odo parole di condanna sui morti e sulle stragi di Stato, nei bar e nei parchi...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/09/ennio-montesi-sta-per-accadere.html

Contenzioso Putin-obama e lo schiaffo del soldato – Scrive Maurizio Molinari: “Non solo Edward Snowden e Siria, il contenzioso fra Usa e Russia si arricchisce di un nuovo capitolo: Barack Obama incontrerà domani a San Pietroburgo un gruppo di attivisti a favore dei diritti umani, ed in particolare di quelli gay, compiendo un nuovo gesto di sfida nei confronti di Vladimir Putin dopo l'annullamento del vertice bilaterale che era previsto prima del summit del G20...”

Montemaggiore al Metauro. Moneta complementare – Scrive Adriano Mei: “SABATO 7 SETTEMBRE, ore 17,30. a MONTEMAGGIORE AL METAURO, c/o CANTINA MARIOTTI, incontro, di carattere seminariale, con esponenti della Scuola del prof Auriti che ci illustreranno tesi ed esperienze del SIMEC (Guardiagrele). Info. adrianomeik@gmail.com

Treia. 61° anniversario AVI - Se li porta bene, come è giusto per una vegetariana, ed il 12 settembre 2013 in occasione del 61° della fondazione  dell’Associazione Vegetariana Italiana, si organizza a Treia una bella passeggiata lungo i viottoli delle scarpate sotto le mura. Appuntamento alle ore 18, al Circolo Vegetariano VV.TT. in via Sacchette 15/a. Cercheremo di ripercorrere  quelle sensazioni vissute nella natura settembrina dai nostri padri, raccogliendo rifiuti abbandonati e cercando frutti selvatici ed  erbe selvatiche...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/09/treia-12-settembre-2013-61-anniversario.html

Canzo. Civiltà contadina – Scrive Teodoro Margarita: “Sabato 7 e domenica 8 settembre 2013, il gruppo Alta Brianza-Vallassina "Lia Nardini" di Civiltà Contadina ha il piacere di invitarvi a visitare la Biofera di Canzo (CO) che si terrà presso la consueta sede a Villa Meda. Saremo lì come da oltre 10 anni e vi aspettiamo con i nostri semi e le piantine, io porterò pomodori ciliegino giallo. Alice e Jacopo porteranno un vero pollaio costruito da loro con galline secondo i principi della permacultura. Da vedere. A tutti i soci, a tutti gli amici della biodiversità della Lombardia e oltre, venite a Canzo, tra Como e Lecco, treno delle Ferrovie Nord comodissimo da Milano, metro Cadorna linea Milano-Asso.”

Digiuno e preghiera – Scrive Mao Valpiana: “Abbiamo ascoltato, con uno spirito di gratitudine e condivisione, le parole di Papa Francesco contro la guerra in Siria, e contro le guerre tutte. Apprezziamo l'invito da Lui rivolto a tutte le persone di buona volontà ad unirsi in veglia per un giorno di digiuno e preghiera. Già in molte altre occasioni il digiuno, con il silenzio e la meditazione, è stato utilizzato come strumento nonviolento contro la guerra; noi stessi del Movimento Nonviolento l'avevamo lanciato contro la guerra in Libia. Il digiuno è un gesto personale, intimo ma aperto, di dialogo con se stessi e con il mondo.....” - Continua:

Commento di Dagospia: “Di fronte a cotanto incipiente dramma, un grandissimo “Mastikazzi!” si leva di fronte agli articoli sugli Svippati che digiuneranno con Bergoglio: Mario Mauro, Umberto Veronesi, Federica Pellegrini, Pieffe Casini, Claudia Mori, Maurizio Lupi. Ancora in dubbio Flavia Vento, Ciccio Graziani, Ciriaco De Mita e il Mago Otelma….”

Commento di Mauro Biglino: “La minaccia di guerra in Siria ha immediatamente fatto lievitare il numero de rifugiati: 2 milioni. Il premio Nobel per la Pace Obama che si sta "preoccupando" di loro, li imbarchi sulle navi che ha in Mediterraneo e li porti in USA...”

Ribelli “siriani” - Scrive Arianna Editrice: “Il quotidiano tedesco "Die Welt" ha detto che solo il 5% dei terroristi armati nelle file del cosiddetto Esercito libero sono siriani, mentre il 95% di loro sono gruppi estremisti provenienti da diversi paesi africani per lo jihad in Siria, finanziati dai paesi del Golfo e altre regioni arabe...”

Viterbo. La mania provinciale – Scrive Giovanni Faperdue: “La sera del tre settembre, per la prima volta nella mia vita, ho seguito la diretta televisiva del trasporto della Macchina di Santa Rosa a Viterbo, su Tv 2000. Quel nostro capolavoro di spettacolo e di fede, messo sugli schermi, quasi scompare dietro alla ripetitività dei gesti e delle parole. Gli ordini impartiti con tono militaresco dal capo facchino, suonano come una montatura, e non rendono l’idea della tradizione che li vuole così, e non sono apprezzati da chi ascolta. Il comando in dialetto: “riaccapezzate ‘l ciuffo” mentre può commuovere più di un vecchio viterbese, stupisce in senso negativo, chi segue la diretta senza conoscere il dialetto viterbese..”

Macerata. Centro Natura - Un bel giorno di fine agosto siamo andati, Caterina ed io, a visitare il Centro gestito da Mauro Garbuglia e l'abbiamo trovato incantevole, pulito, semplice e adatto a svolgervi un incontro conviviale "intimo" per parlare dei temi che maggiormente ci stanno a cuore. Infatti abbiamo scoperto, parlando a tavola con Mauro, di avere molti punti in comune ed idee affini. Anche lui è laico e si interessa delle tematiche che possono condurre l'uomo ad una crescita. Lì, seduta stante, abbiamo perciò deciso di organizzare un incontro a Macerata  il 19 ottobre 2013” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/09/macerata-mauro-garbuglia-presenta.html

Castelfranco Emilia – Scrive Cinzia: “Venerdì 20 settembre, verso sera, si terrà a Castelfranco Emilia la manifestazione organizzata dalla Lista Civica Frazioni e Castelfranco, che avrà come ospite Valerio Massimo Manfredi. Ci hanno invitato a partecipare come associazione, presentando le nostre attività e organizzando il nostro usuale mercatino di oggetti auto-prodotti. Info. almo.info@gmail.com

Treia e le campane al Vento – Scrive Vittorio Marinelli a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2011/05/treia-la-casa-sulla-roccia-e-le-campane.html -: “Caro Paolo, sai dove fanno le mejo campane d'Italia e, forse, del mondo? Ad Agnone, in Molise. È sai come si chiama la famosa fonderia pontificia che, fino a oggi, non ho mai visto? Marinelli! Dev'essere un ceppo molisano della gens Matinelli, noi apparteniamo al ceppo etrusco però, gira e rigira, sempre Marinelli sono. Quello giapponese amico tuo, dev'essere un parente alla lontana...”

Mio commentino: “..gira e rigira siamo tutti parenti, per via di Adamo ed Eva....”

Un saggio laico del nostro tempo - Sto leggendo per la seconda volta l'imperdibile diario di Gurdjieff denominato "Incontri con uomini straordinari"... Veramente istruttivo ed eccezionale! Debbo dire che non a caso spessissimo questo autore è stato menzionato da Osho come un "maestro" del nostro tempo. Qui nel link trovate una collezione di sue massime: 

E con ciò vi saluto. Ciao, Paolo/Saul

….......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“IO SO CHE ogni volta che faccio qualche cosa, due sono le parti di me che vogliono fare. Una parte, creata dalla società, vuole che tutto sia un dovere per me. L'altra parte, che proviene dal mio vero io, mi dice: fai come se tutto fosse un gioco, ma impegna te stesso al massimo delle tue capacità, sempre felice di poter fare. IO SO CHE devo ascoltare solo il mio vero io per abituarmi a fare tutto come un gioco che diventerà sempre più facile e che sempre più mi darà infinita gioia. IO SO CHE così facendo mi preparo anche all'incontro con la morte che potrò ricevere sereno e grato per l'eterno riposo, avendo vissuto al massimo delle mie capacità.”
(Roberto Anastagi)



Nessun commento:

Posta un commento