Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 24 settembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 25 settembre 2013 – Volersi bene, moneta alternativa, Avignone e prostituzione, controllo delle acque, canti di riscossa popolare, Sicilia Italia



Care, cari,

Cominciamo con la poesia di Antonella Pedicelli dedicata a Caterina:

Un raggio di sole sui tuoi dolci sentimenti di pace e tenerezza,
bianco il tuo volto di regina amabile,
fresche le tue parole, nella brina dell'aurora
....un ricamo di stelle le tue mani
mentre cercano il volto
dell'uomo amato
e lo avvolgono
nel silenzio
di un sogno
che è "cura"
per l'intera Umanità!

Auguri, dolce stella... ti voglio bene

Ed un ringraziamento di Caterina: “Grazie degli auguri ricevuti e grazie anche per quelli non ricevuti, magari solo pensati o anche per quelli dimenticati e grazie a quelli che non ci sono più e che non possono più farmeli, ma che son sicura che sono ancora qui vicini a me, mamma e papà. Vi voglio bene (a tutti).”

Cagliari pro Palestina – Scrive Fawzi: “Giovedì 26 settembre 2013 - ore 20.00 - Via Montesanto, 28 – Cagliari. LA NAKBA NEL CINEMA. Presentano: Wasim Dahmash, Università di Cagliari; Fawzi Ismail, Presidente Associazione Sardegna Palestina; Nicola Melis, Università di Cagliari; Francesco Bachis, Università di Cagliari; al termine proiezione del film "Il Sale di questo mare" di Annemarie Jacir. Sabato 28 settembre 2013 - ore 20.30 - Cineteca Sarda - viale Trieste, 118 – Cagliari proiezione della prima parte del film "La Porta del Sole – Bab el Shams" regia di Yousry Nasrallah Martedì 1° ottobre 2013 - ore 20.30, proiezione della seconda parte del film. Venerdì 18 ottobre 2013 - ore 18.00: LA NAKBA NELLA LETTERATURA con Wasim Dahmash - Università di Cagliari, Simone Sibilio - Università Ca' Foscari di Venezia presentano il libro "Nakba. La memoria letteraria della catastrofe palestinese" – Info. fawzi@tiscali.it” 

Ladispoli. Convegno – Scrive Raffaele Cavaliere: “Vi aspetto tutti il 12 ottobre 2013, ore 15.30 nell'Aula Consiliare del Comune di Ladispoli in P.zza Falcone, per analizzare le cause della crisi economica e comprendere perché da anni bloccano il benessere e il progresso in Italia. La cosa che vi stupirà, sarà scoprire quanto sarebbe facile far ripartire l'economia dell'Italia, superare la crisi e cancellare il debito pubblico! Vi garantisco non è fantapolitica, ma semplicissimo. E' ora che i cittadini comprendano quali sono i loro diritti lesi e come ripristinare lo Stato di Diritto, visto gli atti anti-costituzionali attuati negli ultimi 20 anni, dal 1992, quando....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/09/24/con-lemissione-monetaria-le-banche-centrali-private-incassano-e-le-casse-dello-stato-languono-a-spese-dei-cittadini/

Cento. Moneta debito – Scrive Claudio Zanasi: “NORMANNO MALAGUTI presenta: LA MONETA DEBITO. 27 SETTEMBRE 20,30. NUOVA LIBRERIA GUERCINO VIA CAMPAGNOLI 8 CENTO (FE). Info. z_antares48@yahoo.it

Proposta di moneta complementare alternativa  – Scrive Oronzo Turi: “Rispetto alla moneta complementare pochi hanno capito che tutti noi la usiamo già da molto tempo ed è lo strumento di pagamento più usato e cioè questa moneta complementare è LA CARTA DI CREDITO, Basta una CARTA DI CREDITO COMUNALE (con un accordo con una carta di credito tipo carta si, pagobancomato o simili) ed un conto corrente presso una cassa di risparmio locale o banca Etica ed i soldi rimangono in un a cassa comune, gestita da un consorzio si può aumentare la liquidità di un territorio di dieci volte e si può facilmente uscire dalla crisi, avviando in sovrappiù una Moneta Locale Speculare semi-convertibile....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/09/proposte-di-moneta-alternativa.html

Avignone. Papi e case chiuse – Scrive L.R.: “Se il Papato fosse rimasto ad Avignone, non avremmo problemi a riaprire le "case chiuse", a combattere la criminalità e lo spaccio che girano intorno alla prostituzione, a recuperare miliardi di tasse per finanziare le casse dello Stato. Godendo, nel frattempo, dei santi insegnamenti e della straordinaria semplicità di Papa Francesco...!!! Non me ne voglia, Francesco... anzi, mi telefoni...!!!”

Mia rispostina: “L'opzione “case chiuse” non mi sembra proprio una bella soluzione, che i papi fossero rimasti ad Avignone sarebbe stato anche un bene per noi, ma il papato ha sempre tollerato la prostituzione, anzi ne faceva commercio. Sulla “utilità” sociale ed economica della prostituzione... Invito a leggere questo intervento al femminile: http://paolodarpini.blogspot.it/2011/11/testimonianza-sulla-prostituzione.html

Lucca. Canti popolari di riscossa – Scrive Salvatore Panu: “Concerto casalingo di Salvatore Panu (fisarmonica e voce). Sabato 28 settembre, alle ore 20.30. Lucca, via Pelleria 32 (campanello "Salotti"). Canti di lotta, di protesta, di lavoro, anarchici, anticlericali, socialisti, antimilitaristi e contro la guerra, anti-imperialisti e anti-capitalisti, di prigione e/o di esilio, contro le forze dell’ordine, di emigrazione, femminili e/o femministi, satirici, d’amore... - Prenotazioni: torepanu@tiscali.it”

Lotta Continua – Scrive NPCI: “Ai compagni che vogliono diventare membri dello Stato Maggiore della rivoluzione socialista. Per un autunno di lotte e di vittorie! Dalla Val di Susa a Niscemi, dall’ILVA all’ALCOA una parola d’ordine comune: costituire un governo d’emergenza delle masse popolari organizzate, costituire il Governo di Blocco Popolare! Info. nuovopci@autistici.org

Fatevi una bella risata – Scrive Angelo Bona: “Cari amici, durante le migliaia di ipnosi regressiva che ho condotto per venticinque anni si è spesso verificato un fenomeno che pongo sotto la vostra attenzione. Durante la trance o più spesso al risveglio il paziente è colto da una benefica "risata senza oggetto", cioè senza sapere perché ride. Si tratta di un convulso di riso  incontenibile che reputo una proficua abreazione, cioè una scarica tensionale che dimostra il riequilibrio di un conflitto profondo...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/09/altra-psicologia-guarire-dal-mal-di.html

Progetto librario – Scrive Paolo Merlini: “Caro Paolo e cari Amici di Treia, non ci conosciamo direttamente ma sono un iscritto alla vostra newsletter. Per una serie di buoni motivi tanti anni fa diventai amico di Etain Addey e conobbi pure Giuseppe Moretti che mi appioppò il simpatico epiteto di "Esperto di Vie Traverse" (io viaggio con i mezzi pubblici e scrivo dei racconti). Bene, uno dei miei editori ha lanciato una raccolta prenotazioni per la realizzazione di un libro che di certo rientra nei vostri interessi. Il titolo del libro è: “Matriarché. Il principio materno per una società egualitaria e solidale” a cura di Francesca Colombini e Monica Di Bernardo (Exòrma Edizioni, Collana Perimetrie). Info. merlini.paolo@gmail.com

Il macellaio pentito – Scrive Marco Bracci: “Ti riporto una testimonianza di un ex-macellaio di mattatoio: “Dopo del tempo che facevo quel mestiere ho cominciato a bere, imitando gli altri miei colleghi. Bevevo sempre di più, fino al punto che ero già ubriaco quando arrivavo al lavoro la mattina. La voce della coscienza era sempre più forte e non avevo altro modo di soffocarla. Molti miei colleghi arrivavano anche a drogarsi, per poter sopportare i lamenti degli animali e continuare a vedere i loro sguardi che ci tormentavano giorno e notte. Finché un giorno, con la pistola stordente in mano, pronta a colpire un vitello, mi parve di vedergli scendere da un occhio una lacrima. Gettai la pistola, andai dal mio capo e gli dissi:....” - Continua:

Commento di Caterina: “Beh, mi sono chiesta tante volte come si fa a fare quel lavoro con tanta indifferenza.... e si vede anche dal tipo di persone che ormai accettano di fare quel lavoro, senza essere razzisti, sono quasi tutti stranieri che credo almeno all'inizio scelgono questo lavoro per mancanza di alternative e scarsa coscienza del valore della vita e poi ci fanno l'abitudine.... per loro è come maneggiare un pupazzo... non c'è neanche la parvenza di una sorta di pietà...” - Continua in calce al link sopra segnalato

Controllo delle acque – Scrive Arpat: “Con il D.Lgs. 152/06 e i successivi decreti nazionali che ne modificano le norme tecniche, è stata recepita anche nel nostro Paese la Direttiva Europea 2000/60/CE (WFD) sulle acque, che delinea la riforma della legislazione in materia di risorsa idrica, sia dal punto di vista ambientale che tecnico-gestionale. L’unità base di gestione prevista dalla normativa è il Corpo Idrico, cioè un tratto di un corso d’acqua appartenente ad una sola tipologia fluviale, che viene definita sulla base delle caratteristiche fisiche naturali, che deve essere sostanzialmente omogeneo per tipo ed entità delle pressioni antropiche e quindi per lo stato di qualità.” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/09/risorsa-idrica-e-stato-delle-acque.html

Susegana olistica – Scrive Eleonora: “Pilotaggio della realtà e sviluppo armonico. 5 e 6 ottobre 2013 - Susegana (TV). Le metodiche russe sono tecnologie efficaci e di rapida applicazione ideate per la ricostituzione del benessere psicofisico ed il pilotaggio della realtà. Tramite l'aiuto della coscienza e concentrandosi su specifiche sequenze numeriche si imparano molti metodi e applicazioni. Tecniche di base per lavorare con diversi disturbi psicofisici. Info info@eleonorapaul.com

Memoria siciliana - Anche ora ricordo lo stupore dipinto nei miei occhi di bambino quando, alla fine degli anni ’40 o nei primi ’50, mi ritrovai per la prima volta nello sconosciuto universo del Mediterraneo italico, allorché mio padre mi condusse in uno dei suoi viaggi al sud. A quel tempo le locomotive erano tutte a vapore, nel cielo terso che mi accompagnò sino al traghetto dello stretto di Messina ed oltre, i pennacchi di fumo puzzolente del carbone bruciato si mescolavano all’aria profumata di mille odori esotici e sconosciuti. Le spiagge bianche di Palermo, le palme, i calessi trainati da cavalli nervosi, le vecchie macchine fotografiche a lastra dalle fiammate improvvise, persino i lustrascarpe, i venditori di fichi d’india, i gelatai con le carrette variopinte.. - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/09/memoria-siciliana-lontana-di-un-popolo.html

Telecom svenduta allo straniero – Scrive Antonio Pantano: “Anche Telecom viene svenduta a gruppi stranieri. L'economia spagnola è disastrata ma si può permettere queste ultra miliardarie operazioni? Chi sono i burattinai dell'operazione "cessione Telecom" alla spagnola Telefonica. Da dove provengono le montagne di quattrini per consentire l'ennesima sciagurata perdita di assets industriali fondamentali per l'Italia ? Gli spagnoli hanno adocchiato anche MPS e Finmeccanica. La fabbrica del debito, dell'usura e della disoccupazione è inarrestabile. Nessuno fermerà lo tsunami, distruggi Italia. Il piano prevede il fallimento dello stato Italiano. Avviene nel totale silenzio dei media e delle istituzioni, con la criminale complicità della partitocrazia dei servi dei banksters-usurai...”

Commento di Fabrizio Belloni: “Diverse aziende italiche sono sul punto di essere cedute "allo straniero". Alitalia, Finmeccanica sono all'ordine del giorno. Ma a ben guardare già da tempo lo Stivale è in vendita. Anzi, in svendita. Esattamente dalla crociera del "Britannia" della graziosa sua maestà albionica, la Betty seconda, al largo, nel Tirreno. Lì, conniventi i maggiorenti della Casta italica, si decise di svendere i gioielli di famiglia a beneficio dei "Poteri Forti", al solito.”

Nevrosi e psicosi – Scrive Nereo Villa: “Materialismo o spiritualismo, sensismo o psichismo, ecc., qualsiasi ideologia, teologia, cosmologia, gnoseologia, tutto ciò che poggia su riflessioni già fatte, tutto il pensato possibile, e perfino l’amore predicato dai vari esperti, antroposofici o scientisti, se tutto ciò porta alla crisi significa che non va bene. Anche la via al cuore, scrive Rudolf Steiner, “passa per la testa”. Infatti è impossibile che non passi per la testa, dato che senza la sua concettualizzazione tale via non la si potrebbe nemmeno nominare, e dato che una via istintiva o viscerale o isterica o psicotica non è una via al cuore: un isterico è un isterico; non è uno che ragiona col cuore...” - Continua: http://digilander.libero.it/VNereo/uscire-dall-euro-senza-idee_nevrosi-e-psicosi.htm

Basilea. Lets liberate diversity – Scrive Teodoro Margarita: “..ho ultimato la mia relazione sulla manifestazione "Let's liberate diversity!" di Basilea. Una sintesi? Civiltà Contadina deve partecipare a tutte, possibilmente, queste iniziative di respiro internazionale, dobbiamo rappresentare gli oltre dieci anni di attività che abbiamo alle spalle, la nostra meravigliosa biodiversità italiana preservata dalle centinaia di soci che abbiamo, merita di essere conosciuta ed apprezzata ed anche le nostre modalità di gestione, ritengo che la nostra associazione, piccola, su una scala europea, sia per tanti aspetti, all'avanguardia. In primis, per la radicata e diffusa, nei soci, consapevolezza fattiva della bellezza della nostra biodiversità rurale italiana.

La zanzara di radio 24 premia Barbara – Massimo Cacciari interrogato sulla sua ex allieva dice: “Barbara Berlusconi? L'ho conosciuta come studentessa qualche anno fa ed è una bravissima, appassionata e di una assoluta modestia. Era molto legata ai suoi colleghi di corso. Non faceva assolutamente pesare il suo cognome. In politica potrebbe funzionare. Barbara non è come Marina, non ha fatto il suo percorso e ha studiato filosofia che è una cosa un po' strana per una Berlusconi...” - E lo canta pure Edith Piaf: http://www.youtube.com/watch?v=Q3Kvu6Kgp88

Di più non c'entra... Ciao, Paolo/Saul

…...............

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“L’Universo è, perché tu sei. Dio è, perché tu sei. Oh amico perché ignori te stesso cercando un altro…?” (Swami Muktananda)

….........

"Dio è solo un'idea nella tua mente. Il fatto reale sei tu. L'unica cosa che si sa per certo è 'qui e ora io sono'. Rimuovi il 'qui e ora' e 'io sono' rimane, inossidabile. La parola trae origine dalla memoria, la memoria si manifesta nella coscienza, la coscienza esiste nella consapevolezza e la consapevolezza è il riflesso della Luce sulle acque dell'esistenza" (Nisargadatta Maharaj)




Nessun commento:

Posta un commento