Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 26 settembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 27 settembre 2013 – Le tre guna, il ruolo femminile, grande Germania, no vivisezione, tutte le armi d'israele, Bullicame in festa, in ricordo di Gandhi



Care, cari,

mi ha telefonato ieri mattina presto Caterina, di servizio al macello dei polli, per chiedermi alcune delucidazioni sul significato delle tre “guna” (qualità), perché mentre stava lì ad assistere alle “esecuzioni” leggeva qualche pagina della Baghavadgita, per trarne spunto al discorso introduttivo da fare domani al Concilio di Monteorsello, e voleva inquadrare meglio il significato di queste “forze” che agiscono nel mondo. In verità queste tre spinte energetiche non appartengono soltanto alla tradizione indiana, sono presenti anche in tutte le altre filosofie e cosmogonie elaborate in varie culture. Ma in India da tempo immemorabile i cercatori della verità hanno cercato di comprendere il “funzionamento” della vita e perciò lo studio sulle varianti energetiche che creano e sostengono e distruggono il mondo sono state profondamente analizzate. In verità le tre guna rappresentano i tre aspetti del divino, dove “rajas” (moto) rappresenta la spinta creatrice, Brahma, che irradia la vita, una sorta di Big Bang in espansione; “tamas” (stasi) simboleggia Shiva che ferma la ruota del divenire per infine riscoprire la verità dietro le forme, insomma le “distrugge” (come si dice in gergo); mentre “satva” (armonia), che è l'emblema di Vishnu, sta a significare l'equilibrio instabile tra le spinte energetiche di azione ed inerzia che consente alla vita di esprimersi nella mutevolezza. Questi tre aspetti, in varie gradazioni trasformative, creano i cosiddetti cinque elementi che avviano il processo esistenziale. Ovvero: satva puro rappresenta l'Etere (lo spazio vuoto, la coscienza); mescolato con rajas diventa Aria (la mente sottile nel suo potenziale concettuale); rajas da solo significa il Fuoco (la mente che crea le forme mentali); il mescolamento di rajas e tamas produce l'Acqua (in cui le immagini e le forme mentali assumono una sembianza definita ma fluida); ed infine tamas in solitario rapprende le forme pensiero che si trasformano in energia materica, ciò che è fisico. Da queste trasformazioni e dall'interconnesione costante delle tre guna si svolge lo spettacolo dell'esistente, le tre guna sono la causa prima della vita e del divenire, allo stesso tempo esse sono inseparabili e quindi nella disciplina spirituale del “ritorno a casa”, ovvero della conoscenza reale della propria natura, queste guna sono considerate spinte funzionali a proiettare l'illusione (maya) e che agiscono per “trattenere” lo spirito nel sogno cosmico. Beh, mi sono accorto, che il discorso è diventato veramente lungo (per l'azione delle stese guna)...e Caterina mi aveva chiesto solo due righe di spiegazione... mi fermo qui!

Il ruolo della donna nella vita – Scrive Erminia Costi: “Ho pensato a quali sono stati i compiti fondamentali della donna per millenni: la procreazione (che bella parola!), l'accudimento dei figli, degli anziani, dello sposo, della casa, la preparazione del cibo, la raccolta di quanto si poteva trovare in natura (il supermercato della natura): erbe, legna, frutti selvatici, in alcuni casi la conoscenza e l'uso di ritrovati naturali (anche qui erbe, animali o loro parti) per la cura delle disfunzioni o malattie assieme alla "cura" data dalla parola (la saggezza popolare) e dal tocco (le segnature). Ho pensato che queste sono le funzioni necessarie per portare avanti la vita della specie umana...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/09/se-la-qualita-va-scapito-dellequita-e.html

Commenti ricevuti: Scrive Alessandra: "... approvo ciò che leggo ma a pensarci bene non scordiamoci che tutto il percorso fatto dalle donne e capisci che intendo, era necessario...e se strada facendo qualcosa si è perso, è recuperabile.." - Risponde Erminia: "Infatti l'evoluzione avviene per tentativi ed errori nel senso che ora possiamo recuperare qualcosa con pazienza e determinazione... le parole del LA presidente Boldrini ed il tono saccente antipatizzano la questione. I femminicidi non c'entrano nulla con le prerogative femminili, che se riacquistate, forse ricreerebbero nell'ambiente familiare, cioè dove ci sono la maggior parte dei problemi, un'armonia persa (secondo me). Poi, il mondo è bello perché è vario. - Altro commento: "..leggo con piacere quanto scrive Erminia Costi, finalmente una vera donna che parla con il cuore, non come la Boldrini...... Le fa onore quello che dice, non la sminuisce minimamente ed agli occhi di qualsiasi uomo, non per stupido sessismo, appare molto più intelligente, dignitosa e preparata di qualsiasi donna/manager.” - Continua in calce al link sopra segnalato

Barilla retrograda? Scrive Caterina: “Mi ha scritto Mascia un'amica di facebook criticando la Barilla perché: “prima dice che "dove c'è Barilla c'è casa", poi informa e diffonde e dichiara che mai e poi mai metterebbe nei suoi spot una casa con famiglia gay!, non è neanche stato furbo a tenersi il gran pensiero per sé... vuole proprio circuire cattolici integralisti e benpensanti” - Ed io le ho risposto: “Beh, so che potrei essere additata come retrograda e "benpensante" (non certo cattolica integralista) ....dici che certe cose se si pensano meglio tenersele per sè? No, scusa Mascia ma questa cosa che questo e quello è meglio non dirlo mi sta cominciando a stufare, finché c'è qualcuno che dice quello che pensa anche se non siamo d'accordo non mi scandalizzerei tanto, mi preoccuperei ancora di più quando dovremo tutti pensarla allo stesso modo.... con rispetto di tutti parlando.... Nel suo caso penso sia una banale questione di mercato, vedrai che quando i gay saranno di più degli etero, anche la pubblicità si adeguerà...”

Mio commentino: “Siccome si divertono a sparlare della Barilla gli puoi linkare questo: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2011/02/giuseppe-altieri-barilla-non-e-piu.html

Treia. Giornata della Nonviolenza - Il 2 ottobre ricorre la Giornata Internazionale della Nonviolenza e della nascita di Gandhi. Pertanto anche noi del Circolo Vegetariano VV.TT. di Treia – come ormai avviene da diversi anni – celebreremo questa giornata. Lo faremo nel modo più semplice, in sintonia con quanto insegnato e praticato dallo stesso Gandhi, nel suo ashram, le cui attività di sussistenza erano basate sull’agricoltura e sull’artigianato rurale. Il 2 ottobre 2013 in mattinata sistemeremo l’orto adiacente la sede del Circolo, ripulendolo dalle immondizie che alcuni maleducati vi gettano dalla strada. Nel tardo pomeriggio, verso le h. 19, ci recheremo davanti alla lapide/monumento dei caduti di guerra, nel centro storico, in mesto raccoglimento e meditazione. Chi volesse partecipare alla cerimonia può telefonare allo 0733/216293”

Dal limbo della memoria - Ho tenuto lo scritto che segue per un po' di tempo nel cassetto, come si dice, per farlo decantare e renderlo quindi più solido e comprensibile. Non che abbia cambiato qualche parola, no, è assolutamente lo stesso di quando l'ho lasciato lì a riposare ... ma credo che quella sosta nel limbo della memoria sia stata sufficiente per renderlo più intellegibile, soprattutto a me stesso. Dico così perché in verità non so bene nemmeno io quello che esce da questa tastiera, a volte i pensieri e le parole vengono trascritte ma mi sono sconosciute, le conosco solo nel momento in cui appaiono davanti sullo schermo...- Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/09/dal-limbo-della-memoria-breve-saggio.html

Ancona. Teatro – Scrive Riccardo Mencarelli: “Martedì 8 ottobre 2013, ore 21, primo incontro del corso "VERSO IL PALCO" - Tecniche Teatrali di base alla Sala Teatro, ex Scuola Elementare di Casine di Paterno, Ancona. Per info 333.36.56.567”

Parma. Semi – Scrive Simona: “Domenica 29 settembre 2013, Parco Eridania, Parma. "SEMISERI" CON SIMONA UGOLOTTI E MANUELA VALENTI, ore 15 30, la storia sui semi. Info. ona1966@libero.it”

Copertina del Giornaletto di ieri. Michelle, my belle – Scrive Marco Bracci: “Bravo, hai avuto una bella faccia tosta a dire di promuovere e mantenere la pace ad una vestita da militare. Ma quando ce vo’ ce vo’. Probabilmente ti risponderà... “Lo sto facendo” perché tanto le bombe le lanciano gli altri e lei non vede, perché gira il viso dall’altra parte, tutti i morti e le distruzioni che provocano...”

Appello pacifista per il 4 novembre – Scrive Peppe Sini: “Proponiamo che il 4 novembre si realizzino in tutte le città d'Italia commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che siano anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze. Affinché il 4 novembre, anniversario della fine..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/09/appello-per-il-4-novembre-2013-basta.html

Ravenna. Retroscena ex comunisti – Scrive Fernando Rossi: “I tombolari e i salsicciari della "base", imitano quello che dicono e fanno i capi che dicono di non essere comunisti (e detta questa verità si sentono in diritto di dire altre cento menzogne): D'Alema ha venduto la barca e la coop del PD si è venduta il patrimonio investito nel porto di Ravenna.  Non so se, come e a che prezzo lo Yacht fosse stato comprato da D'Alema , ma di certo le quote azionarie "sfumate" erano dei soci coop e non del partito.... Come dice Franceschini: Ai posteriori l'ardua sentenza...”

Bullicame in festa – Scrive Giovanni Faperdue: “L’attesa Festa del Bullicame che quest’anno celebra la quinta edizione, sarà celebrata al Parco del Bullicame (davanti all’Orto Botanico di Viterbo) nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 settembre 2013. La kermesse avrà inizio sabato pomeriggio alle ore 15 con l’apertura straordinaria dell’Orto Botanico, che offrirà visite guidate con un biglietto simbolico di due euro. Sui prati voleranno gli aquiloni di Bruno Coco che aprirà un laboratorio all’aperto..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/09/viterbo-bullicame-in-festa-28-e-29.html

Siria. Ribelli in mostra - Scrive La Stampa: "Nasce un nuovo fronte islamista. Tredici gruppi abbandonano la coalizione sostenuta da Arabia Saudita, Qatar e Occidente, tra loro anche al-Nusra, combattenti legati ad al-Qaeda: «Vogliamo la sharia»..."

Emilia Romagna, malfrequentata – Scrive D.S.: “In Emilia Romagna la lobby dei motociclisti ha ottenuto di poter transitare sui sentieri dell’Alta Via appenninica, suscitando ovviamente l’indignazione dei camminatori e del Club Alpino. La nuova legge infatti rende complicato il divieto al transito dei mezzi motorizzati, delegando ai Comuni, per cui sarà una situazione a macchia di leopardo, vedremo come si evolve”

Tutta colpa della “grande Germania” - Scrive Franco Pinerolo: “I problemi economici dell’Italia sono in gran parte legati al governo tedesco: 1) Sleale deflazione salariale competitiva, 2) Enorme surplus commerciale a danno degli altri Paesi europei, 3) Lavoro precario sottopagato e sussidi di disoccupazione come aiuto nascosto di Stato alle aziende - vietato dalla Ue - per integrare le basse retribuzioni., 4) Altri vantaggi impropri ottenuti grazie alla finanza pubblica, 5) Evasione fiscale competitiva...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/09/deutschland-uber-alles-il-parere-sulla.html

Veleni nel Mediterraneo – Scrive Salviamo il Paesaggio: “In questi giorni fioccano le metafore sul raddrizzamento del relitto della Costa Concordia all’Isola del Giglio. Una grande operazione mediatica, mentre sui fondali del nostro mare ci sono decine di relitti di navi, affondate dalla mafia e cariche di rifiuti tossici. Vere e proprie bombe a orologeria. A quando un grande progetto di bonifica?”

Ispettori ONU: cercatele in israele le armi di distruzione di massa – Scrive Nena: “Gli ispettori Onu, che controllano le armi chimiche della Siria, avrebbero molto più da fare se fossero inviati a controllare le armi nucleari, biologiche e chimiche (NBC) di Israele. Secondo le regole del «diritto internazionale», non possono però farlo. Israele non ha firmato il Trattato di non-proliferazione nucleare, né la Convenzione che vieta le armi biologiche, e ha firmato ma non ratificato quella che vieta le armi chimiche. Secondo «Jane's Defense Weekly», Israele - l'unica potenza nucleare in Medio Oriente - possiede da 100 a 300 testate e relativi vettori...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/09/armi-chimiche-biologiche-e-nucleari-in.html

Montesilvano. Danza - Scrive Michele Meomartino: "Domenica 29 Settembre, Creusa da Silveria, maestra, coreografa e danzatrice di danze orientali, conduce un esperimento di danza alle ore 17.30, presso Olis, Via Toscanini, 14 - Montesilvano (PE) - INGRESSO LIBERO"

Vegetarismo igienico – Scrive Franco L. Manco: “Il 12 ottobre 2013 partecipo al convegno igienista di Bergamo. Considera che noi siamo le cose che abbiamo mangiato; abbiamo mangiato i frutti di piante cresciute nei luoghi più distanti del pianeta: in essi era il succo della terra, l’acqua, l’aria, i raggi del sole. Nella terra vi erano i resti di miliardi di organismi dai quali la pianta ha tratto nutrimento; nell’acqua che hanno assorbito vi erano le frange delle sorgenti, dei fiumi, dei laghi...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/09/26/vegetarismo-ed-igienismo-noi-siamo-cio-che-mangiamo-e-ligiene-conta-molto/

Monte Rufeno, Camminando ai confini di tre Regioni – Scrive CAI: “Scarpinata a Monte Rufeno. Dal 27 al 29 settembre si terrà la 29^ edizione della manifestazione nazionale di trekking, podismo e camminate nel “triangolo benedetto d’Italia” ai confini di Lazio, Umbria e Toscana. Info. turismo@comuneacquapendente.it

Roma. Antivivisezione – Scrive Riccardo Oliva: “Si è concluso con successo il convegno/conferenza stampa svoltosi nella mattinata del 25 settembre u.s.‚ presso l'Hotel delle Nazioni a Roma. Nonostante il numero elevato di relatori intervenuti, il pubblico presente ha assistito con attenzione ed estremo interesse al convegno fino alla sua conclusione. L'incontro, promosso dal Partito Animalista Europeo, Memento Naturae, Roma for Animals ed Istinto Animale è stato moderato dal direttore responsabile dell'agenzia stampa AgenPress, dott.ssa Maria Conti....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/09/roma-resoconto-convegno-fermiamo-la.html

Insomma, quando si arriva alla fine, si tira un sospiro di sollievo... Ciao, Paolo/Saul

…........................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Possiamo perdonare un bambino quando ha paura del buio. La vera tragedia della vita è quando un uomo ha paura della luce." (Platone)

…....................

"Erriamo non perché la verità sia difficile da vedere. Essa è visibile al colpo d’occhio. Erriamo perché la bugia è più confortevole." (Alexander Solzhenitsyn)

…..........................

“Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspettavi.” (Eraclito)




Nessun commento:

Posta un commento