Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 26 settembre 2013

Il Giornaletto di Saul del 26 settembre 2013 – Carnivori vegetariani, la memoria è nel seme, prostituzione aperta, andar per funghi, Galatina da salvare, Swami Ramatirtha..


Colonel Michelle Obama

Care, cari,

mi scrive Michelle Obama: “Paolo, it's me. It's been a while since I've written, but it's a good time to check in. For the first time in a long time, our side gained some real momentum over the summer -- on everything from immigration reform to climate change. This is why we organize in between elections. We all have a personal stake in what happens over the next few years. Paolo, what is the number one issue you care about?"

Mia rispostina: "Promote and maintain peace in the world"

"Carnivori vegetariani" - Anche le piante sono dotate di intelligenza e coscienza. Una delle attività ecologiste che prediligo è quella di andar in giro per campi a cercar erbe commestibili. Lo faccio spesso da solo ma anche in compagnia. E durante il percorso, che io definisco "un giro nel supermercato della natura" non manco di parlare di dieta vegetariana e di rispetto delle forme viventi   Molti dei partecipanti a queste gite ecologiste confessano, di essere mangiatori di carne, adducendo le più svariate motivazioni, dall’abitudine al piacere del gusto, sino alla scusante che “uccidere un animale od una pianta è la stessa cosa, poiché anche le piante sono vive..” - Continua: 

Genova. Donne in cerca di lavoro – Scrive Doriana Goracci: “Grazie all’Offerta di tre, dicasi 3, posti di lavoro come commessa apprendista e specializzata,  della catena di abbigliamento “Tipinifini”, ieri l'altro 500 donne a Genova in fila per ore, hanno fatto notizia, meglio che una manifestazione contro la Crisi. Erano di varia età, le determinate pretendenti a quei tre posti di lavoro a poco più di mille euro al mese.”

....la memoria è nel seme... - L’analisi sistematica delle specie vegetali presenti nel mondo iniziò nella fredda Svezia nella metà del ’700, dove Linneo e la schiera dei suoi discepoli si presero la briga di raccogliere informazioni sulle specie arboree, sistemando un catalogo botanico di tutto ciò che cresce sulla faccia della Terra. Potremmo dire che Linneo avviò la prima "banca del seme" egli era un ricercatore amante della natura e la sua opera era a vantaggio di tutta l’umanità.... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/09/spitzbergen-la-banca-del-seme-dei.html

Santarcangelo di Romagna. Teatro – Scrive Altripercorsi: “Il 20 ottobre ore 10.00 Percorso teatrale con Monica Vandi e Stefania Tamburini Via Platano 15 - Santarcangelo di Romagna. Personaggi famosi come simbolo di qualità essenziali della personalità verranno proposti ai partecipanti con l'intento di indossare un abito ed adattarlo al meglio di sè stessi integrandolo e arricchendolo con la propria esperienza personale attraverso l'uso di varie tecniche. Pensato e sviluppato come percorso di ricerca su di sé. info e prenotazioni Stefania: 388 8983636”

Letta la scimmietta: "Non vedo, non sento, non parlo" - Scrive Claudio Zanetti: “Gli "spagnoli" si sono comprati Telecom con i soldi nostri. Ecco come è successo in pochi punti salienti:: noi paghiamo l'IMU, gli aumenti dell'IVA e tassazioni varie in modo folle: Monti li gira al fondo salva stati EFSM (46 miliardi € nei 18 mesi del suo governo) creato appositamente per salvare le banche in quanto la Merkel ha messo il veto all'intervento diretto della BCE; il fondo EFSM ne gira 39.5 miliardi nel dicembre 2012 alle banche spagnole perché possano salvarsi dal saltare per aria; le 2 banche spagnole più grosse sono azioniste per un totale del 10.18% di Telefonica (vedi di seguito nota da wikipedia); Telefonica con questi soldi compra la principale azienda telefonica italiana, la Telecom;..” - Continua con interessanti retroscena:

Viterbo in musica – Scrive Luca Purchiaroni: “Il 26 settembre a Viterbo spettacolo su Scarlatti, aula magna Complesso S. Carlo, via D. Carlo 32 (da Porta del Carmine), ore 16,30, per La Giornata delle Lingue. Info. lucapurchiaroni@yahoo.it”

Galatina da salvare – Scrive Ambiente e Salute: “Le associazioni chiedono che il Consiglio Comunale di Galatina e il suo Sindaco rimandino la discussione relativa al Centro Commerciale di Collemeto e si dia così anche il tempo per approfondire la virtuosa proposta di agricoltura organica su quei suoli avanzata nei giorni scorsi da diversi agricoltori. Non solo ma una pausa temporale anche per permettere il rafforzamento dell'azione del PPTR a tutela del Territorio...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/09/si-fermi-galatina-il-mega-centro.html

Italia. Iniziative per la Pace – Scrive Nonviolenza in Cammino: “Cari amici/e, egregi signori/e, come forse saprete il 2 ottobre ricorre la Giornata internazionale della nonviolenza, indetta dall'Onu nell'anniversario della nascita di Mohandas Gandhi. Vi invitiamo a voler promuovere le iniziative di studio, di riflessione, di testimonianza e/o di mobilitazione nel luogo in cui vivete. Info. nbawac@tin.it"

Castelnuovo di Farfa. A passeggio – Scrive Avventura Soratte: “Sabato 28 Settembre 2013, ore 10.00 – Suggestiva e sorprendente escursione in uno degli angoli più integri e meno conosciuti della Bassa Sabina: le “Gole del Farfa”, dichiarate Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2007. Partendo dall’ameno borgo di Castelnuovo di Farfa, scenderemo di quota fino a raggiungere le sponde del torrente, che incide un canyon di notevole bellezza. Info. avventurasoratte@hotmail.com" 

Valle del Treja e Veio. A funghi – Scrivono i Parchi: “Volete imparare a distinguere i funghi buoni da mangiare da quelli velenosi? Siete appassionati di funghi ma non avete il patentino per raccoglierli? Vi ha sempre incuriosito il mondo micologico? In sei incontri e due uscite sul campo saranno svelati tutti segreti dei funghi, così misteriosi, ma soprattutto così buoni da mangiare. Il Parco di Veio e il Parco Valle del Treja, organizzano il corso..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/09/fra-calcata-mazzano-e-sacrofano-corsi.html

Prostituzione aperta e senza remore – Scrive Carlo Consiglio a commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2011/11/testimonianza-sulla-prostituzione.html-: “Caro Paolo, dì a Ilaria Volpi Kellermann che il suo intervento è sessuofobico e teriofobico (disprezza il bonobo ritenendosi ad esso superiore). La prostituzione è un lavoro come un altro e non è degradante. Non richiede necessariamente che ci sia uno sfruttatore, la prostituta può essere libera. Un mio amico si era fidanzato con una prostituta e stavano benissimo, Lei intanto continuava a fare il suo lavoro. Le prostitute dovrebbero modificare il loro sistema di lavoro? E perché?” - Continua al link sopra segnalato

Sentimenti in vendita? - Scrive C.P.: “È l'effetto della globalizzazione nell'atipico "mercato" degli affetti (non oso scrivere amore). La "merce" va dove ha un prezzo più alto ed acquirenti stanchi del prodotto nazionale. In una società dai rapporti mercificati, in cui tutto è ridotto ad oggetto acquistabile mediante il metavalore denaro, perché meravigliarsi che i corpi ed anche le "emozioni" siano vendibili?”

Vaie. No Tav - Scrive PCARC: “L'ass. Etinomia, in collaborazione con il movimento NO TAV, organizza gli Stati Generali del Lavoro del 27, 28 e 29.09.13 a Vaie in Val di Susa. Info. resistenza@carc.it”

Perché far morire così i cavalli? - Scrive Marco Di Cosmo: “A distanza di pochi giorni, ancora due inaccettabili decessi e altri ferimenti di cavalli partecipanti loro malgrado ai Pali cittadini. Questa volta a farne le spese sono stati Mamuthones, cavallo del Borgo di Santa Maria Nuova, morto con una orrenda caduta in pista ancora prima dell'inizio della gara del Palio di Asti, e l'abbattimento della cavalla Fanè feritasi durante le prove per la Giostra della Rocca di Monselice (PD). In un solo giorno, due cadute letali per altri due cavalli innocenti... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/09/perche-far-morire-cosi-i-cavalli-stop.html

Treia. Università Terza Età – Scrive Comune: “Informatica, inglese, cucina e storia dell’arte. Queste solo alcune della opportunità favorite dall’Università della terza età dell’alto maceratese che saranno presentate a Treia giovedì 4 ottobre, alle ore 21, presso i locali del Circolo Cittadino, in pieno centro storico. L’Uteam è ormai una consolidata realtà espressa dal nostro territorio al fine di promuovere interventi culturali, iniziative e dibattiti, oltre che recuperare la dimensione umana arricchendola da interessi vari nel mondo della conoscenza, favorendo inoltre l’inserimento sociale di ogni fascia d’età.”

Vulci. Musica – Scrive Incontri Mediterranei: “Sabato 28 Settembre, ore 18.30, a Vulci, Castello della Badia. Concerto Italiano, Ensemble Classica: Romano Pucci, primo flauto dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano; Fabio Spruzzola, chitarra; Ivano Brambilla, clarinetto e mandolino. Info. incontrimediterranei@cittadiorte.it

Swami Ramatirtha. Mendicante che impera - Quando scrivo non sento mai, o quasi mai, l’impulso ad affermare qualcosa di definitivo, di realmente corrispondente ad un mio sentire.. Le mie parole sono semplicemente espressioni, pescate nell’umore del momento e valide al solo fine di poter raccontare una storia apparentemente “sensata”. Insomma quel che dico è un raccontino, una descrizione di un sogno.. e i sogni sono imponderabili e fantasiosi. Salvo che non ci si metta Freud, la Smorfia o l’I Ching a dare una spiegazione… una parte di me è favorevole a quello che io stesso esprimo.... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/09/swami-ramatirtha-senza-nome-ne-forma-mi.html

Commento di N.L.: “Oggi camminando per la strada ho incontrato un signore, seduto, davanti a se un piano di lavoro alto una trentina di centimetri da terra e c'erano degli oggetti sul piano ma non capivo esattamente cosa. Avvicinandomi ho notato delle spazzole di dimensioni variabili e diversi tipi di lucido. Un lustrascarpe per bacco! Un lustrascarpe... ho strabuzzato gli occhi, ma non è possibile! Ma in che anno siamo? Io non avevo mai visto un lustrascarpe se non in una rappresentazione visiva del secolo scorso. Era un uomo meraviglioso, irradiava serenità e non so perché ma la prima sensazione che ho percepito è stata quella contraria; forse non sarei riuscita a farmi lustrare le scarpe da quel signore, ma gliele avrei umilmente lustrate io! Perché racconto questa storia? Mah...forse perché la poesia di Swami Ramatirtha mi ha ricordato la meravigliosa sensazione provata oggi....”

E così anche oggi siamo arrivati al dunque... Ciao, Paolo/Saul

…..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Un guerriero accetta la sconfitta. Non la tratta con indifferenza, non tenta di trasformarla in vittoria. Egli è amareggiato dal dolore della perdita, soffre all’indifferenza. Dopo aver passato tutto ciò, si lecca le ferite e ricomincia tutto di nuovo. Un guerriero sa che la guerra è fatta di molte battaglie: egli va avanti..”
(Paulo Coelho)


Nessun commento:

Posta un commento