Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 6 marzo 2013

Il Giornaletto di Saul del 7 marzo 2013 – Ricchi e poveri, vuoto di potere, come uscire dalla crisi, usa e qatar per la guerra, Hugo Chavez, anelito spirituale



Care, cari,

Ricchi e poveri – Scrive Caterina: “La sera del 12 marzo 2013 sono andata a Vignola alla presentazione del libro che si chiama "Ricchi e poveri" di Nunzia Penelope. Quando si dice "i casi della vita" e "il mondo è piccolo"... Beh, quando ho ricevuto l'invito ad andare da parte di Marinella e Pierre di Pavullo, ho pensato subito di aderire più che altro per incontrare loro, ma non avevo mai neanche sentito nominare Nunzia Penelope, anche se guardando su Internet - immagini, mi è parso un volto conosciuto. Ho pensato di averla vista qualche volta da Santoro, inoltre l'argomento è attuale e molto interessante. Comunque, in risposta alle mail di Marinella ho chiesto loro qualche informazione. Dopo alcuni giorni Pierre mi ha scritto così: "Cara Caterina. Tu non sapevi chi fosse Nunzia Penelope, ma in compenso lei dedica una pagina del suo libro (la 26 del formato elettronico) a Paolo, e indirettamente a Te, perché è riportata la sua dichiarazione che, per vivere, essenzialmente gli servono solo un collegamento internet e l'amore per la sua donna!...." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/03/ricchi-e-poveri-e-come-ho-conosciuto.html


Vuoto di potere – Scrive Vincenzo Zamboni: “In presenza di questa attuale magnifica circostanza, senza papa, senza governo, senza capo della polizia, e persino con il capo di stato sull'orlo del semestre bianco (cui potrebbe seguire, dopo un presidente, nient'altro che un postsidente), si diffonde il senso di pacata soddisfazione del popolo che, non più disturbato dai vertici del potere formale, si autogoverna senza bisogno di interferenze. si auspica dunque, e di diffondono sempre più le corrispondenti proposte, lo scioglimento perpetuo del conclave, la dissoluzione dello stato oppressore e della chiesa maligna, don dimenticando che solo la rivoluzione quotidiana permanente applicata da ogni membro del popolo può mostrare compiutamente come senza chiesa e senza stato ogni male è risanato, senza stato e polizia prospera la fantasia ... al potere.”

Hugo Chavez è andato avanti – Scrive Alex Focus: “Certo che lorsignori stanno giocando a carte scoperte: chi prende una sedia e gliela rompe sulla schiena? chi ha la forza ed il coraggio di alzare il tavolo delle carte truccate e cacciare a calci gli esponenti massonici-liberali-fintodemocratici-satanisti che non ci hanno pensato due volte a scatenare malattie nei leader "disobbedienti", a provocare rivolte "colorate" dai dollari contro nazioni che non si volevano arrendere a Mammona, ad utilizzare "terroristi" contro gli interessi degli stessi popoli da cui venivamo i kamikaze?” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/03/06/hugo-chavez-e-andato-avanti-come-osho-e-socrate-e-tutti-gli-altri-che-danno-fastidio-al-potere/

Commento di Casimiro Corsi: "Si allunga la serie di morti di coloro che si oppongono a banche e lobby americane: Kennedy, Nixon (non morto fisicamente ma politicamente Watergate), Saddam Hussein, Gheddafi, Chavez e il prossimo sarà Baššār Ḥāfiẓ al-Asad E noi  stiamo a parlare di Bersani, Berlusconi o Grillo?"

Finalmente una buona mossa. L'Ungheria nazionalizza la Banca centrale: "Viktor Orban ha nominato Győrgy Matolcsy come Governatore della Mnb La scelta del premier magiaro scatena l’ira della stampa internazionale e dell’Unione Europea" - UE irata? Eppure la cosa è chiara, ma ancora la gente non lo sa che: «La banca trae beneficio dall’interesse su tutta la moneta che crea dal nulla» (W. Paterson, fondatore nel 1694 della prima Banca Centrale al mondo, la Banca d’Inghilterra)

No all'elettrodotto Fano Teramo – Scrive Comitati in Rete: “Il coordinamento dei comitati marchigiani che si sono costituiti per fronteggiare il progetto di costruzione ad opera di Terna spa del nuovo elettrodotto 380kv Fano - Teramo, ribadendo la contrarietà all’opera di cui non è stata dimostrata la necessità, che deturperà irrimediabilmente il paesaggio collinare marchigiano, che impatterà, dequalificandolo, quell’equilibrio tra attività antropiche insediamenti rurali e cura dell’ambiente, vanto della nostra regione, che condizionerà pertanto negativamente il tessuto economico, laddove questa economia frutto dell’attività connessa proprio al territorio riveste un grosso peso nel pil regionale....” - Continua:

News dal Lazio – Scrive Ciro: “Caro Paolo, Rosalia sta organizzando a Campagnano la festa della primavera per il 15 giugno, con una associazione locale promossa da un giornalista Rai, ha invitato me , Sonia Bandoni e vorrebbe anche te e Stefano Panzarasa, so che avete di solito un impegno del 23 giugno....”

Mia rispostina: “Caro Ciro, ti ringrazio delle News... In effetti io sarò in Emilia in quel periodo di giugno, per cui non se ne parla di andare a Campagnano. Comunque grazie per la premura e ti auguro ogni bene”

Il Cammino e la Storia – Scrive Guido: “Il ritorno all’antica arte del camminare nella nostra evoluta società dei veloci mezzi di comunicazione, ha qualcosa di analogo allo spirito indagatore della “nuova storia”. È costruire pian piano e vivere a fondo il percorso che preme al vero viandante. La meta è sullo sfondo. Non è una nuova “tacca” sul bastone da viaggio che ci interessa. Non è la conquista di un ulteriore traguardo..” - http://www.deepwalking.org/ilcammino.php

Monti, vattene - Scrive Affari Italiani: "Com'è cambiata la geografia politica italiana dopo il voto del 24-25 febbraio? Semplice: A picco Mario Monti, leader di quel "centrino" che non ha saputo intercettare né gli umori degli italiani né una fetta di consenso sufficiente per rivelarsi decisivi in Parlamento..."

Siria. La guerra che avanza.... - Scrive Valeria: “Il segretario di Stato americano, John Kerry, si è detto ieri fiducioso che le armi fornite dai Paesi del Golfo ai ribelli siriani cadano effettivamente nelle mani degli oppositori "moderati", ribadendo che gli Stati Uniti non consegnano armi agli insorti. "Abbiamo discusso del tipo di armi che sono trasferite", ha dichiarato Kerry in una conferenza di stampa a Doha con il Primo ministro e ministro qatariota degli Esteri, Hamad Ben Jassem Al Thani” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/03/usa-e-qatar-favore-della-guerra-in-siria.html

Reggio Emilia. Danze Bibliche - Scrive Terra di Danza: “10 Marzo 2013
Reggio Emilia, Palestra Mappamondo – Via Plinio (angolo Via Adige) con
Carla Padovani, Elena Lea Bartolini De Angeli, Sara Calzetti. Info. info@terradidanza.it

Proposte immediate per uscire dalla crisi e salvare la nazione – Scrive Nicola Cospito: “Il debito pubblico, così come è ora, è destinato a crescere e finirà per portarci alla rovina. Il liberismo, fondato su una economia finanziaria virtuale, sta divorando i popoli. I dati di ieri segnano la disoccupazione giovanile in Italia al 38,2 % e tutta la cosiddetta eurozona è in crisi occupazionale. L'avvenire dei giovani così è compromesso. L'uscita dell'Italia dall'euro segnerebbe una svolta anche per altri paesi quali la Spagna, la Grecia, il Portogallo e, a seguire, persino la stessa Francia. In tal modo si porrebbero le basi per una Europa autentica, cioè quella dei popoli, non quella delle lobbies e delle grandi concentrazioni bancarie.....” - Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2013/03/non-solo-uscita-dalleuro-ipotesi-e.html

Pettegolezzi da corridoio - Scrive Dagospia: "RE GIORGIO HA STABILITO L'IDENTIKIT DEL FUTURO PREMIER: SI TRATTA DI UNA PERSONALITÀ FUORI DALLA MILITANZA POLITICA, CULTURALMENTE PIU' VICINO ALLA SINISTRA, COMPETENTE SUL PIANO GIURIDICO ED ECONOMICO, CAPACE DI TERZIETÀ, A CAPO DI UNA SQUADRA DI PERSONALITÀ DI AREA MA NON ESPRESSIONE DELLA MILITANZA DI PARTITO CUI ALLA FINE ANCHE PER GRILLO SARÀ DIFFICILE DIRE DI NO"

Risposta economica – Scrive Anthony Ceresa: “Carissimo Paolo, colgo l’occasione dell’invito ad intervenire sulle riflessioni del Sig. Roberto Dellera su Terra Nuova, relative ad un argomento da lui citato suddiviso in vari punti di un modello di sviluppo Economico a suo parere distruttivo e pensa che occorre cambiare le cose e anche in fretta. Non nascondo che l’argomento nella sua complessità, giudicato con allarmante semplicità mi spaventa non poco. Secondo la Scienza vi è un solo modo di interpretare l’Economia, ma esistono infinite filosofie e interpretazioni, sino a raggiungere la delinquenza Politica applicata all’Economia, come si può riscontrare nel nostro Paese...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/03/dibattito-economico-fuori-dal-coro-ma.html

Se proprio deve esserci una altro papa che sia almeno vegetariano – Riproponiamo il nostro appello: “E’ tempo che la Chiesa interpreti le nuove esigenze dello spirito umano, che valorizzi e sostenga la ricchezza morale delle nuove generazioni che chiedono amore e rispetto per tutti gli animali senzienti. E’ tempo che la Chiesa condanni la violenza agli animali, che si dissoci da ogni crudeltà commessa nei loro confronti da parte dell’uomo. E’ tempo che la Chiesa favorisca e sostenga la cultura vegetariana e animalista nel suo interno, per evitare evasioni verso religioni più sensibili alle tematiche vegetariane....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/02/20/chiediamo-un-papa-vegetariano-ed-ecologista-basta-con-le-stragi-di-sangue/

Montesilvano in festa - Scrive Michele: "OLIS, Via Toscanini, 14 - Montesilvano (PE). Domenica 10 Marzo, ore 18.00 · Rituali festivi di primavera con Adriana Gandolfi, ricercatrice etnografica · Aromi e sapori del medioriente (Introduzione e piccola degustazione) con Mazen Jannoun, documentarista libanese ed esperto / appassionato di cucina del Medioriente. Ingresso libero – info: 393.2362091"

Bologna antipesticidi – Scrive Speziapolis: “Pesticidi: SENTENZA del CONSIGLIO DI STATO favorevole al REGOLAMENTO di polizia rurale di MALOSCO. Patrizia Gentilini invita all'evento di Bologna del 20 p.v.. Info. info@speziapolis.org”

L'anelito all'auto-conoscenza e la gabbia delle religioni – Scrive Joe Fallisi: “L'uomo è un essere spirituale oltre che di carne e ossa (e sterco) e il suo anelito a fuoriuscire dalla morta gora lo si ritrova espresso in tutti i tempi e a tutte le latitudini, sicché sono avvenute molte ibridazioni e si possono rintracciare, anche a prescindere da queste ultime, svariate similitudini. Ma questo non significa che l'albero del monoteismo semitico abbia radici, che so, in Norvegia, in Lapponia o in Tibet, o in qualche altra sede "artica". I "prominenti" che sono all'origine, a partire da Esdra, di questa idea utile per fornire alle loro sparse tribù un cemento nazionale unitario l'hanno tratta dai Persiani (il primo zoroastrismo) e dagli Egizi (il culto del dio Sole)” - Continua:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/03/lessere-spirituale-che-e-in-ognuno-di.html

Vogliamo salutarci anche stavolta con un ciao? Paolo/Saul

.....................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"E’ l’inerzia dell’ignorante che non è consapevole dei suoi diritti o che, crede di non poterne neppure avere, a diventare la più formidabile delle garanzie che salvaguardano l’oppressore. Così le vittime finiscono per difendere spontaneamente i loro stessi carnefici." (Miro)

Nessun commento:

Posta un commento