Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 16 marzo 2013

Il Giornaletto di Saul del 17 marzo 2013 – Francesco ed il lupo, Grillo cattivo, pro pescatori indiani, Hugo Chavez, memoria contadina, memoria del DNA


Care, cari,

Francesco ed il lupo - Scrive G.Q.: "Intanto i fratelli maggiori lo hanno attaccato il secondo giorno, per far capire che lorsignori controllano i media, mentre ora lo vezzeggiano e gli mostrano la "carota" santa. E' evidente che non hanno influito nel conclave. Francesco si comporta come un vero credente della favola del Cristo, e questo fa paura, perché non lo si condiziona facilmente il credente, soprattutto quando si sente mosso da spirito divino. Se da gesuita ha fatto comodo al sistema ora da Papa potrebbe essere un ostacolo al N.W.O. Francesco sente il volere divino, che si è espresso nel conclave, nel frattempo Francesco ha cominciato a parlare di satana. Vedremo negli sviluppi futuri, se sarà il "Lupo" ad ammansire il santo frate.."

Francesco. Non solo critiche – Il pensiero di Leonardo Boff : “Francesco ricevette da San Damiano questo messaggio: ricostruire la Chiesa che è in rovina. Oggi siamo dentro un rigoroso inverno e lo stesso castello che gli ultimi due papi hanno creato è in rovina. E adesso un nuovo Papa arriva da fuori le mura di Roma, quasi dai confini del mondo, come dice egli stesso, esterno a quei circoli di potere. E credo che prima di tutto lavorerà internamente alla curia per riscattare la credibilità della Chiesa, macchiata dagli imbrogli, dagli scandali dei pedofili e della banca vaticana. E dopo farà un'apertura al mondo moderno, perché sia Benedetto XVI che Giovanni Paolo II hanno interrotto il dialogo con la modernità. Un errore rinunciare a capire e a dialogare con la cultura moderna. Diffamarla e considerarla puro relativismo e secolarismo, non riconoscerne i valori, è una blasfemia contro lo Spirito Santo. Gli uomini cercano una verità più ricca e più ampia di quella di cui la Chiesa crede di essere l'esclusiva portatrice. Questo Papa ha detto subito di voler presiedere la Chiesa nella carità. Questo è il senso della più vecchia tradizione, della funzione di Pietro. Penso che questo Papa sia il volto nuovo della Chiesa, umile e aperta, che può portare l'esperienza del "Grande Sud", dove vive il 70% dei cattolici” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/03/16/papa-francesco-non-solo-critiche-anche-speranze/

Milano. Si prega - Scrive Stefano: "INVITO sabato 16/03/2013 ore 20:30 Piazza Madonna della Divina Provvidenza 1 Milano, (Quinto Romano: metro rossa De Angeli con Bus 72 in 10 minuti; Bus 64 da Baggio e da Bonola). Preghiere per il PAPA e per l’unità della CHIESA. Quaresima 2013 RISORGI con GUARIGIONI E LIBERAZIONI. Conferme: tel. 3396639632 Domenico – 3389241562 Pierluigi"

Roma. Si prega - Scrive Ass. Cattolici Vegetariani: "Domenica 17 marzo, in occasione del primo Angelus di Papa Francesco, prenderà via il gruppo di preghiera di acv di Roma dedicato a San Martino de Porres. L'incontro sarà presso il Santuario del Divino Amore. Info. lazio@cattolicivegetariani.it e olimpiamagnifici@alice.it"

Pareri contrari su Francesco raccolti in Rete da Vittorio Iori: “Il nuovo papa, Jorge Mario Bergoglio, ha deciso di chiamarsi Francesco. Mutuare il prestigio e l’esempio di Francesco d’Assisi è l’apoteosi dell'ipocrisia  e della mistificazione per il monarca di una delle istituzioni più ricche e potenti del pianeta, non solo per il controllo ideologico-religioso che essa esercita su centinaia di milioni di esseri umani,  ma anche per la sua influenza politica e per i capitali che possiede. La Chiesa cattolica possiede il secondo tesoro aureo del mondo; le sue riserve finanziarie (visibili) superano i 300 miliardi di euro; è proprietaria di innumerevoli immobili, industrie elettroniche, siderurgiche, del cemento, tessili, chimiche, alimentari, di costruzioni; detiene migliaia di miliardi di titoli di proprietà nei più disparati settori (ferro, distillerie, acqua potabile, gas, sanità, scuole, alberghi, apparecchiature industriali); è il maggiore latifondista del mondo; possiede molte banche, e lo Stato della Città del Vaticano è un paradiso fiscale...” - Continua in calce: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/03/il-papa-nero-della-profezia-di-malachia.html

La guerra non è bella – Scrive Beppe Sini: “Cessi immediatamente la criminale partecipazione italiana alla guerra afgana che ogni giorno miete vittime innocenti. Siano abrogate le infami misure razziste che perseguitano, schiavizzano, mandano a morte i migranti. La guerra e il razzismo sono nemici dell'umanità”

Altro Grillo – Scrive Franca Chichi: “Ho cercato finora di occuparmi d'altro ma ormai, ognuno, veramente si deve prendere le proprie responsabilità... questo messaggio, che viene da persone serissime, non si può ignorare... leggendolo capirete perché..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/03/altro-grillo-di-tanti-anni-fa-si.html

Commento di altra fazione – Scrive Alessandro Mezzano: “Insomma, se un‘analisi di una situazione sociopolitica dell’Italia di oggi corrisponde a quella della Germania di 80 anni fa, allora Grillo è uguale a Hitler..?” - Continua in calce al link segnalato,  con aggiunta di altro commento di Armando Marchesini

La frode bancaria che avanza – Scrive Giuseppe Turrisi: “Certamente anche la lira era una mezza truffa il problema però è il senso del limite. Che gli usurai non hanno... e vogliono sempre più interessi. Mi spiego: con la lira e con la vecchia banca d'Italia fino al 1992  c'era azionariato privato e pubblico per semplificare poco meno di metà lo rubavano i banchieri e poco più di metà andava al popolo italiano (quote discorsive si intende). Dal 1992 e poi dall'introduzione dell'euro 2002 al popolo italiano è rimasto solo il 5% (Grazie a Draghi/Prodi/Andreatta/Amato/ecc). Il 5% naturlmente non basta nemmeno per la spesa corrente dello stato. Notizia di ieri abbiamo sfondato i 2022 miliardi (grazie anche a Monti/Goldman Sachs e naturalmente all'eurotruffa). 800 imprese chiuse in Lombardia, 650 nel Lazio che saranno gettito in meno di tasse e quindi se dovesse continuare quel pazzo usuraio e sanguinario di Monti per riottenere lo stesso gettito riaumenterà tutto (oltre all'IVA che già arriva al 23) ciò significa ancora contrazione dell'economia, la gente non comprerà sempre meno e chiuderanno ancora altre imprese e/o saranno svendute ai ricchi, tipico protocollo del Neoliberismo e della moneta debito (euro) già ultra provato”

Imu dimenticata – Scrive Antonio Borghesi: “Durante la campagna elettorale tutti chiedevano a gran voce l'abolizione dell'Imu. Berlusconi addirittura voleva restituire agli italiani entro un mese quella appena pagata! Ed ora chi ne parla più?”

Dalla parte dei pescatori – Scrive R-esistiamo: “Siamo un gruppo di cittadini facenti parte di una più ampia lista di discussione denominata R-esistiamo. Vorremmo rendere pubblico il nostro dissenso nei confronti della decisione del governo italiano di non rispettare gli accordi intercorsi con il governo indiano, bloccando il rientro in India di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Senza voler entrare nel merito della questione per il rispetto dovuto alla magistratura di un grande paese come l’India, vogliamo esprimere il nostro profondo disagio per la superficialità, grossolanità e autoreferenzialità con cui la stampa ma soprattutto le istituzioni italiane stanno affrontando la questione” - Continua con raccolta firme (io pure ho firmato): http://retedellereti.blogspot.it/2013/03/a-favore-dei-pescatori-indiani-e-della.html

Riduzione degli stipendi altrui – Scrive I.S.A.: “Il grillino sindaco di Parma, Pizzarotti, riduce del 10% gli stipendi dei dipendenti comunali. Ovvero di gente che guadagna mediamente, in una delle zone più ricche d'Italia, tra i 1.200 e 1.400 euro mensili. Tutto senza minimamente aver consultato i sindacati ed i lavoratori stessi. Alla faccia del confronto "democratico" tanto caro al Movimento 5 Stelle.”

Pasqua camminando all'Argentario – Scrive Vie dei canti: “Ti piace camminare? Desideri un viaggio interamente a piedi e in buona compagnia? Insieme a Pasqua con lentezza. La Toscana dell’Argentario: 28 marzo - 1 aprile 2013 Impara a camminare e a inseguire le emozioni con i bastoncini. Info@viedeicanti.it”

Pasqua vegetariana – Scrive AVA: “In questo periodo di Pasqua L’AVA invita i cittadini a manifestare maggiore sensibilità umana e più coerenza ai valori fondamentali della morale cristiana e a rinunciare a consumare carne specialmente di agnello nel cui simbolo Gesù è stato identificato. L’AVA invita a sperimentare la bontà delle pietanze alternative che non richiedono l’uccisione di animali innocenti”

In memoria di Hugo Chavez – A compendio dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/03/06/hugo-chavez-e-andato-avanti-come-osho-e-socrate-e-tutti-gli-altri-che-danno-fastidio-al-potere/ scrive Juan Donoso C.: “Per tutta la vita egli cercò di ripercorrere l'Ideale del Libertador, Simon Bolivar (a cui sempre si ispirò) per una realizzare finalmente la "Segunda Independencia" , che riguardasse, oltre il Venezuela, anche tutto il continente creolo , fino ad arrivare forse un giorno alla "Grande Nacìon" sudamericana. Andato al governo come prima cosa nazionalizzò gran parte del petrolio venezuelano (cosa che di certo non garbò alle lobbyes economiche nordamericane e sopratutto alle "7 $i$ter" che arrogantemente pretendono di possedere tutto il carburante del globo, e che per sbarazzarsi di personaggi "anomali " non esitano a ricorrere a metodi mafiosi, si pensi alla sorte dell'italiano Enrico Mattei!)” - Continua in calce al link segnalato

Cipro da “il buon esempio” - Prelievi forzosi dai conti in banca, per ripagare il debito - Notizia ANSA: Il Fondo monetario internazionale (Fmi) dovrebbe contribuire con 1 miliardo di euro al piano d'aiuti per Cipro. Il programma di assistenza finanziaria comprende una tassa eccezionale fino al 9,9% sui depositi bancari nelle banche cipriote, così come una ritenuta alla fonte sugli interessi. Il prelievo sui depositi bancari previsto dal piano di aiuti per Cipro porterà 5,8 miliardi di euro, spiega il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. Il prelievo eccezionale sui depositi bancari sarà del 6,75% per quelli inferiori a 100.000 euro e del 9,9% per quelli oltre tale cifra. "La situazione di Cipro è unica" in ragione del suo "settore bancario ipertrofico", ha spiegato il presidente dell'Eurogruppo, ed è per questo che "abbiamo ritenuto giustificato il tassare i depositi", ha sostenuto.”

Ricordi del mondo contadino – Scrive Caterina: “Quando ero piccola e trascorrevo le vacanze a Treia (il paese nativo di mia nonna e di mia madre dove io allora potevo rendermi più o meno conto di come era strutturata l’agricoltura) c’era il contadino che coltivava le sue cose e aveva in più una piccola stalla di una decina di animali da cui traeva il latte, allevava qualche vitello per la carne (i famosi maschietti) ma soprattutto il bestiame era importante per il letame che è comunque sempre e ancora considerato il miglior concime. La stalla e il numero degli animali erano proporzionati all’estensione del terreno..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/03/agricoltura-naturale-e-dieta.html

Diritti dei palestinesi – Scrive Luisa Morgantini: “23 parlamentari europei hanno inviato una lettera alla Baronessa Ashton. Chiedono di discutere una parziale sospensione dell'accordo di Associazione con Israele. Sono contenta perché praticamente (tranne 8) quasi tutti i parlamentari che hanno firmato la lettera sono quelli che sono stati nelle delegazioni di parlamentari che ho portato in Palestina durante i miei due mandati. Insomma non è stato invano. Mi ha fatto anche piacere ricevere la lettera da alcuni di loro ai quali, come vi avevo scritto, avevo chiesto di preparare una risoluzione dopo il report dei consoli dell'Ue a Gerusalemme o a Ramallah. Qualcosa si muove per il diritto dei palestinesi.”

Il DNA e la transgenetica – Scrive Mae-Wan Ho: “Il DNA, molecola della vita, presente in tutti gli organismi viventi, dialoga con l’ambiente e spesso si modifica per adeguarsi ai cambiamenti ambientali. Alcune di queste modifiche, invisibili, passano anche alle generazioni future. Il DNA dell’adulto è diverso da quello del giovane. La vita è una danza continua del DNA con tutte le altre componenti interne ed esterne all’organismo. Il DNA non è statico, costituito da una sequenza ordinata di geni, così come si è pensato per molto tempo, ma è dinamico, costituito da un insieme di geni che possono mutare, spostarsi e collaborare con altri pezzi di DNA e fare altre cose ancora a noi sconosciute. Queste conoscenze sul DNA...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/03/la-storia-che-il-dna-ci-racconta-e-la.html

E pure oggi, barcamenandoci fra una sponda e l'altra, siamo andati avanti, ciao, Paolo/Saul

..............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Mangiare il rimprovero.
Un giorno in un tempio buddista c’era stata una solenne cerimonia che aveva visti impegnati tutti i monaci. Terminati i riti il monaco che fungeva da cuoco si precipitò nell’orto e tagliata un po’ di verdura cucinò una veloce zuppa. Malgrado l’estemporaneità della preparazione tutti la trovarono particolarmente saporita ma ad un tratto il capo del monastero chiamò il cuoco e mostrandogli la sua ciotola, con dentro la testa di un serpente, gli chiese severo: “Cos’è questa..?” Al che il monaco senza perdersi d’animo prontamente rispose “Oh, grazie maestro..” e se la mangiò con gusto…

(Liberamente tratto da 101 Storie Zen)

Nessun commento:

Posta un commento