Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 9 marzo 2013

Il Giornaletto di Saul del 10 marzo 2013 – Shivaratri, sistema carcerario diffuso, Boccaccio saccheggiato, Rete Olistica Adriatica, Giornata della Terra...



Care, cari,

Shivaratri - In India nel mese di Phalguna (febbraio – marzo), da 5113 anni, inizio della presente era Kali Yuga (ma forse anche nelle ere e tempi precedenti), si celebra lo Shivaratri, letteralmente la notte di Shiva, nel giorno immediatamente antecedente la luna nuova. Questa notte sacra è dedicata all’unione mistica fra Shiva e Parvati, il maschile e il femminile, la coscienza intelligenza e l’energia manifestativa della vita. Questo è perciò un momento estremamente auspicioso in India, in Nepal, in Tibet e parecchi altri luoghi della terra. Quest’anno la luna nuova cade nella notte dell'11 marzo, perciò la celebrazione della ricorrenza è riportata alla vigilia, ovvero il 10 marzo, che è domenica. Fra le culture di India, Cina ed Occidente ci sono somiglianze ed abissi, parallelismi e differenze….. eppure non ho potuto far a meno di notare come questo periodo a cavallo tra febbraio marzo, in concomitanza del manifestarsi della luna nuova, sia in tutte le tradizioni elemento di grande importanza, per l’inizio di un nuova sequenza lunare stagionale ed annuale. Perciò la sera del 10 marzo 2013 reciterò lo Shiva Manasa Puja, un canto dedicato a Shiva. L'inno fu scritto da un demone, Ravana, imperatore di Sri Lanka. Lo Shiva Manasa Puja è l’inno che dal 1973 canto ogni sera. Dicono che la sua potenza sia tale da purificare la mente del recitante, e cancellare ogni peccato commesso volontariamente od involontariamente durante la giornata. Non so se sia vero ma credo di sì.. poiché appena recitato l’inno piombo in un sonno ristoratore e senza sforzo…” - Continua: http://saul-arpino.blogspot.it/2013/03/treia-ricorrenza-del-maha-shivaratri-10.html

Obama firma legge antiviolenza alle donne - Scrive Alba Montori: "Il presidente Obama ha firmato una legge che rafforza e nuovamente autorizza la Legge sulla violenza contro le donne. La nuova legge fornirà risorse per migliaia di vittime di violenza domestica, violenza sessuale, e di stalking - e per meglio dotare le forze dell'ordine per bloccare la violenza prima che inizi. Dopo un grande sforzo e con il sostegno di persone come voi, è passata con l'appoggio bipartisan sia alla Camera dei Rappresentanti e del Senato"

Sistema carcerario diffuso - Quanti sono i “detenuti” in Italia? Sono almeno 60 milioni i cittadini tenuti in prigionia, ai domiciliari, da un sistema coattivo che non tiene conto delle libertà personali e della dignità umana. Che dire ad esempio del totale ossequio al quale siamo obbligati dal sistema tributario in corso? Non si può sfuggire alla mannaia del fisco che è diventato peggio delle gabelle medioevali da versare ad ogni angolo di strada e ad ogni potere costituito: chiesa, impero, ducato, padronato, etc. Oggi si chiamano stato, regione, provincia, comune, enti, aziende..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/03/sistema-carcerario-diffuso-casa-per.html

Non soffochiamo il M5S - Scrive Marco Bracci: “Caro Paolo, anch’io ho visto il filmato su Gaia, anch’io ho dubbi sugli obiettivi di M5S, anch’io ..... , ma … Gli umani sono per natura poco propensi al cambiamento, soprattutto se è un “profeta” o un “santo” che li propone, per cui non rimane che accogliere con gioia il cambiamento proposto da chi magari, proprio perché più “umano” di un profeta, ha altri scopi che il bene dell’umanità, perché la alletta con promesse che sa già che poi non manterrà. Ma intanto l’umanità, così sonnolenta e corteggiata, comincerà a percepire che esiste anche qualcos’altro di cui prima non aveva sentito o voluto sentir parlare. Tutte le strade prima o poi arrivano a un bivio: scegliere la direzione giusta è poi responsabilità di ogni individuo; intanto ringraziamo chi ci ha portato fino al bivio e tirem innanz.”

Boccaccio saccheggiato – Scrive Sara Di Giuseppe: “Silvio degli Onesti, amando un de’ Bersano, spende le sue ricchezze senza esserne amato… Furono adunque un tempo, tra Lombardia e Romagna, assai nobili e gentili uomini, tra’ quali un ricchissimo e gentil cavaliere chiamato Silvio Degli Onesti. Il quale, sì come spesso naturalmente avviene, s’innamorò di tale messere Pier Bersano, cavalier troppo più nobile che esso non era, e prese a sperar, con le sue cortesie e magnificenze, di indurlo ad amar lui. Ma le sue opere quantunque grandissime, belle e laudevoli fossero, non gli giovavano, tanto crudele e selvatico gli si mostrava l’amato e, forse per la sua nobiltà, altiero e disdegnoso. La qual cosa era tanto a Silvio gravosa a comportare, che per dolore più volte gli venne in desiderio d’uccidersi” - Continua:

Roma vegana – Scrive AVA: “Giovedì 14 marzo 2013 presso la sede AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza di Maurizio Conte, Medico Chirurgo, sul tema: UN "VERDE FUTURO" PER BAMBINI PIU' SANI E VEGANI. I benefici dell’alimentazione vegan che consentirà benessere a bambini e adulti”

Pericolo pubblico n. 1: USA - Scrive Enrico Galoppini: "Non lo scopro certo io, ma non mi viene in mente altro mentre leggo che il Pakistan, risoluto ad andare avanti col progetto di gasdotto che lo metterà in comunicazione con l’Iran, viene fatto oggetto di “scongiuri” ed “avvertimenti” da parte del governo americano che più che altro hanno il sapore della minaccia..."

Declassamento – Scrive Fabrizio Belloni: “Accelerazione della crisi. Impazienza dei "poteri forti". Caos nella inutile, cadaverica casta. Si arriva al dunque? Una delle solite agenzie di rating mondiale, che poi vuol dire yankee (curioso che in Europa non ce ne sia una che una), ha “declassato” l’Italia. La “Fitch” (anche la Standard and Poors si è accodata) ci ha mandato in serie B. Motivo: instabilità politica del dopo elezioni.” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/03/agenzie-di-ricatto-siamo-stati.html

Commento di Giorgio Vitali: “BUONE RAGIONI PER: a) Non dare più credito alle agenzie di rating, ben sapendo che sono solo uffici di pubbliche relazioni dei potentati finanziari. - B) TOGLIERSI DAI COGLIONI TUTTI COLORO CHE IN ITALIA MOSTRANO DI DARE CREDITO ALLE AGENZIE DI RATING (RICATTO) - C) SCHIAFFARE IN GALERA E SUBITO! TUTTI I DIPENDENTI DELLE FILIALI ITALIANE DI QUESTE AGENZIE”

Befera accattone – Scrive No Censura: “E' facile immaginare che buona parte dei soldi che equitalia "recupera" rovinando le famiglie, vengano bruciati per il mantenimento della struttura organizzativa. Lo stipendio dell'amministratore delegato di equitalia, attilio befera, ammonta a 456.733 Euro all'anno”

Frascati in decrescita – Scrive Italia Nostra C.R.: “Martedì 12 Marzo 2013, ore 18:00, Frascati, Scuderie Aldobrandini, piazza G. Marconi. "DECRESCITA SERENA: COME USCIRE DALLA CRISI" - L'epoca attuale esige un nuovo modello di relazioni umane e sociali. Incontro-dibattito con SERGE LATOUCHE, Economista e filosofo. A cura di: ENRICO DEL VESCOVO Ingresso libero. Info. 333.1135131

Basta vivisezione – Scrive Freccia 45: “Dopo la notizia diffusa congiuntamente da Freccia 45, Coordinamento Fermare Green Hill e Comitato Montichiari Contro Green Hill, si è creata una enorme attenzione e mobilitazione per salvare gli 8 beagle in arrivo a Pomezia ai laboratori della RTC. In seguito a questa pressione mediatica, alle migliaia di mail e alla protesta non-stop davanti ai cancelli dell’azienda, RTC ha diffuso un comunicato stampa in cui afferma di rinunciare alla sperimentazione su questi cani e di essere disposta a darli in affido alle associazioni. ...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/03/freccia-45-basta-autorizzazioni-per-la.html

Noi siamo il futuro - Scrive Franco Libero Manco: ““Noi siamo quelli che non hanno patria, perché la nostra patria è il mondo, la nostra famiglia è quella dei viventi, la nostra lingua sono le nostre idee, la nostra fede è nella volontà di realizzare un mondo migliore, senza più violenze, né sull’uomo, né sugli animali, né sulla natura. Noi siamo quelli che non hanno interessi da difendere: il nostro solo interesse è l’amore per la Vita, il diritto al rispetto, alla libertà e all’esistenza di ogni essere vivente. Noi siamo dalla parte degli oppressi, degli sfruttati, degli indifesi, dei diversi; siamo quelli che sanno vedere nella differenza formale delle cose ciò che consente all’Universo di esistere. Noi siamo quelli che si oppongono ad ogni guerra, ad ogni principio di violenza, di prevaricazione, di predominio. Noi siamo per la pace, la nonviolenza, la tolleranza, la fraterna collaborazione, siamo per il sincretismo delle grandi dottrine...”

La nostra lotta - Scrive PCARC: “Per uscire dal disastro della crisi e rimettere il nostro paese su una via di progresso dobbiamo spezzare il vincolo che oggi subordina ai profitti dei padroni, al pareggio dei conti pubblici e al gioco d’azzardo della finanza le attività produttive, la cultura e l’istruzione, la sanità, i trasporti, la tutela dell’ambiente!”

Rete Olistica Adriatica – Scrive Michele Meomartino: “Caro Paolo, qualche giorno fa mi sollecitavi a scrivere qualcosa sull'evento di presentazione della Rete Olistica Adriatica ed io ti risposi che ero impegnato. Così, rubando un po' di orette al sonno, ho scritto questo reportage. Mi è scappata la mano perché quando entro nella narrazione è difficile uscirne.. A tempo perso dagli un'occhiata, così saprai come l'ho vissuto” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/03/rete-olistica-adriatica-reportage-della.html

Sospensioni pensioni invalidità – Scrive G.T.: “L’INPS ha pubblicato nel suo sito, un  messaggio molto importante in materia di verifiche straordinarie per le pensioni di invalidità civile. In questo messaggio l’INPS comunica che a partire da marzo 2013 i titolari delle pensioni di invalidità civile (INVCIV) che non si presenteranno alle visite straordinarie di verifica sul possesso dei requisiti richiesti per avere diritto alle pensioni in oggetto, subiranno una sospensione d’ufficio delle prestazioni INVCIV.”

Giornata della Terra, 22 aprile 2013 - Come ogni anno il 22 Aprile si tiene  in tutto il mondo la  celebrazione della Giornata della Terra. Questa iniziativa è  nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Anche noi del Circolo Vegetariano VV.TT. abbiamo utilizzato questa ricorrenza come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. In particolare ci siamo occupati del problema  della cattiva alimentazione e della carenza alimentare in molti parti del mondo,  con nuove punte di sofferenza e malattia. Scarsi o devastati raccolti, aumento dei prezzi di alimenti primari, sistemi agricoli insostenibili sono tra i fattori che rendono la classe popolare vulnerabile ed a rischio di sopravvivenza. - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/03/treia-giornata-della-terra-22-aprile.html

Scie chimiche – Privatamente fra vari interlocutori abbiamo un po' parlato delle cosiddette “scie chimiche”, ad esempio Lucilla Pavoni se ne è fatta quasi una malattia, dice che le vengono gli affanni ogni volta che le vede nel cielo, sopra la sua casa di Ugliano. Un fisico specialista, Corrado Penna, sta facendo una battaglia in tal senso ma spesso ha riscontrato diverse opposizioni e diverse liste tematiche di ecologia rifiutano di continuare il discorso “perché non ci sono prove sicure che queste scie esistano”... al che anche la nostra Caterina è intervenuta scrivendo: “...scie chimiche, personalmente non ho un'opinione precisa, ma, osservando il cielo vedo che ci sono delle manifestazioni che qualche anno fa non c'erano. Nessuno mi ha portato delle prove del significato che Penna gli attribuisce, ma qualche esperto di aeronautica che legge potrebbe spiegare cosa sono quelle scie che permangono così a lungo nel cielo a differenza di altre scie che vengono rilasciate da aerei e che scompaiono nel giro di pochi secondi? Se fosse anche solo un problema di inquinamento atmosferico, mi piacerebbe sapere quali tipi di idrocarburi o altre sostanze rilasciano sopra le nostre teste e che cosa, quindi noi respiriamo. Forse che non sono anni o decenni che l'ILVA rilasciava fumi in atmosfera e nessuno o pochi solamente ci davano peso fino a quando non si è riscontrato che le persone si ammalavano?”

L'anima selvaggia del mondo e la funzione della donna per il risveglio – James Hillman, come del resto Jung, Neumann e altri autori a lui assimilabili per scuola di pensiero e professione di fede, ci hanno parlato della necessità di una terapia della cultura. L’esasperazione del modello simbolico patricentrico – associato al logos, il pensiero ordinatore - e la sepoltura del paradigma simbolico matricentrico – animato dalla rivelazione, sostenuto dall’istinto - ci appaiono oggi come una grande follia della quale siamo tutti vittime e per la quale tutti, in misura più o meno sentita, ci sentiamo smarriti. L’anima selvaggia è sepolta, la coscienza dorme un sonno ipnotico. La donna è fortemente chiamata oggi a una missione di risveglio... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/03/la-donna-e-la-sua-missione-di.html

Così anche oggi vi saluto, ciao, Saul/Paolo

....................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Non sono il predatore, non il felino che credevo di essere.
Non sono dei silenzi a parlare
sono parole che soffocano
un pianto
pietre aguzze squarciano il foglio e
sanguinano inconsapevoli delle ferite che portano.
Non voglio essere ovattata in una sfera
sabbia che scorre in una clessidra
non sono il silenzio
non sono parole
non faccio rumore
mi travesto da vento per non disturbare,
voglio sconvolgere e ricominciare.
Sono un eco infinito
mani che si stringono
catene che si rompono
la sostanza e l'irruenza.
Sono l'armonia di un cavallo imbizzarrito
al galoppo
la grazia che si fonde alla furia
sono il fumo che resta di un treno già partito... perso.
Rubo sorrisi per trapassare la soglia dell'apparenza
gioco con gli specchi per moltiplicare gli spazi
scardinare l'orientamento e il tempo.
Sono una natura che si ribella, come sabbia
che resta sollevata da terra sospesa dal vento...
...Pochi secondi dopo il cavallo.

(Noemi Longo)

Nessun commento:

Posta un commento