Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 1 dicembre 2011

Il Giornaletto di Saul del 2 dicembre 2011 – Autarchia, Agribio E.R., vegetarismo, Iran, evoluzionismo, mele e fagioli, Cina, Michelle Obama...

Care, cari,

anche oggi cominciamo con un mini editoriale, adatto al nostro Giornaletto. Stavolta vorrei parlare della patrimoniale, che non si farà perché Berlusconi non la vuole, mentre si progetta la re-introduzione (verbo ambiguo) dell'ICI sulla prima casa. Già tempo addietro, quando c'era ancora il berlusca al governo (ma in fondo c'è ancora poiché i suoi scherani sostengono il monti mario, detto il bancario) si era prospettata la possibilità di almeno pagare gli interessi sulle ruberie del debito pubblico (perlopiù legate agli utili del signoraggio bancario), per mezzo di una patrimoniale leggera lasciando tranquilli gli italiani nelle loro case e con le loro pensioncine minime... Macché macché.. il berlusca è disposto a sborsare milioni di euro per le sue escort ma non vuole cacciare un centesimo per aiutare il bilancio (da lui stesso disastrato, ad esempio con la penale sul ponte di Messina ed altre facezie). Siamo messi male, molto male, eppure basterebbe ricusare il debito, come ha fatto l'Islanda, ripristinare la sovranità monetaria e campare “autarchicamente” delle nostre risorse... che in fondo non sono poche.. L'Italia è uno dei paesi più ricchi del mondo.. ed è per questa ragione che gli occhi dei “bancari” sono puntati su di noi... Ah, è ovvio che questa scelta comporterebbe l'allontanamento in toto dell'attuale “classe dirigente” (un eufemismo grazioso per definire gli aguzzini parassiti che ci governano)....

Palestina – Scrive Yixin Song: “Iceland recognises Palestinian (fonte statewww.guardian.co.uk). Icelandic parliament passes resolution making country the first in western Europe to accept Palestine...”

Italia - Programma per ripartire dopo il default - Alcune proposte semplici per ricominciare da capo, con un'economia sostenibile e solidale, lasciando i carrozzoni bancari al loro destino... - Continua: http://retedellereti.blogspot.com/2011/12/ripartire-da-zero-programma-politico.html

Commenti all'editoriale di ieri “Pax et Penis” – Scrive Fabrizio Belloni: “Ottimo intervento! Unico "neo": troppo signorile, educato e morbido. L'Italia è in vendita. Il problema è trovare chi la compri......Dovremmo cambiare l'obsoleto tricolore con una bandiera più rispondente alla moralità, alla realtà, alle prospettive che ci si aprono. La nuova bandiera sarà bianca con grande scritta diagonale che recita “SALDI”. Lo stemma toglierà la testa di Minerva sulla ruota dentata, sostituendolo con un più appropriato “3 per 2”. Se poi volessimo spingerci anche alla proposta alternativa..... ma qui il discorso si fa lungo....” - Scrive Andras Kocsis: “Caro Paolo, Tutto è vero, ma è scritto molti anni fa da Naomi Klein nel suo libro fantastico e coraggioso: "Shock Economy". La scuola di Chicago del famigerato prof. Alan Greenspan, ha perpetrato una trentina di paesi, i più svariati come: Cile, Russia (Yeltsin), Brasile, SudAfrica (Nelson Mandela), Polonia (Lech Walesa), elencato al rinfuso per dimostrarti la diversità, nonché dei Leader storici caduti nella trappola FMI....”

Vegetarismo come cura – Prima di andare in piazza a protestare, o scrivere lettere lamentose su internet, occorre interrogarsi per vedere se noi abbiamo fatto la nostra parte.. Ecco cosa scrive Franco Libero Manco: “Non hai diritto a lamentarti della violenza sociale: con la carne che consumi causi violenza, povertà e morte ad una moltitudine di persone nei paesi in via di sviluppo dove le multinazionali carpiscono ai contadini le loro terre per adibirle a coltivazioni di monocolture che serviranno ad ingrassare gli animali d’allevamento. A causa di questo ogni anno in India 50,000 contadini si tolgono la vita in preda alla disperazione e alla fame...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2011/12/01/il-20-della-popolazione-mondiale-puo-concedersi-il-lusso-di-mangiare-la-carne-perche-l%e2%80%9980-digiuna/

Commento di Paola Campori: "Mangiare meno carne aiuta anche l'ambiente perché intere zone dell'Amazzonia vengono disboscate per fare posto ai pascoli e poi questi boschi diventano praterie e poi diventano sterili pianure ... se guardiamo poi a come vengono trattati questi animali ... allevamenti intensivi, veri e propri lager da cui si sviluppano anche malattie che vengono trasmesse anche all'uomo ma non è colpa dei maiali e neppure delle mucche e neppure delle pecore ... è colpa dell'uomo che fa vivere questi animali in spazi minimi e sporchi e che dà da mangiare cose inadatte alla loro alimentazione, oltre a medicinali e antibiotici che poi si trasmettono agli umani..."

Agribio E.R. - Caterina ci racconta l'incontro tenutosi il 30.11 u.s. a Savignano sul Panaro per parlare dei progetti dell'ass. Agribio (di cui è socia): “Buongiorno! Ieri l'altro è stata una serata molto carina. C'eravamo: io, Piero Negroni, Maria Miani (solita ritardataria), Giovanna, Aldo, Alberto, Siamo stati accolti nella calda sala dell'azienda "La Fontana" di Paolo Bellenghi come amici e ci ha offerto un pasto buono e caldo, quasi completamente vegetariano: zuppa di fagioli, funghi cavolo e orzo, torta dell'ebreo e frittata con cipolla, poi, fatte un po' di chiacchiere e programmata per l'anno nuovo una manifestazione a base di fagioli autoprodotti (e il solito Paolo ce ne ha data una serie di sacchettini di varietà per me sconosciute - ne ho prese anche io da seminare a Treia) abbiamo iniziato il "Laboratorio di assaggio delle mele antiche": primo giro di assaggi e degustazione di 12 ben mele diverse, secondo giro "indovina che mela è" - il premio per chi la indovinava era la mela stessa, ed io ne ho indovinate due, la Topaz e la Mela pesca (? la memoria per i nomi qui non assiste, per il gusto invece non c'è male) con finale di elezione della "regina delle mele" che è risultata la Breburg (non so se il nome è giusto). Per ringraziare Paolo dell'ospitalità gli ho lasciato una copia del nostro libro che casualmente avevo in borsa. Piero mi ha detto che legge il Giornaletto di Saul e che gli piace....”

Cina – Scrive il professor Larry Lang: “L’economia cinese “è sull’orlo della bancarotta” e ogni provincia del Paese “ha i conti simili a quelli della Grecia”. Tutto questo “corrisponde a verità, ma secondo il sistema politico vigente nel Paese non possiamo dirlo..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/12/cina-sullorlo-del-baratro-come-la.html

Commento di Giuseppe Turrisi: "Beh l'analisi fatta per qualche punto potrebbe essere condivisibile ma più per fenomeni sociali e di liberismo che per i conti di cui non possiamo darli per buoni fino a prova contraria.. il crollo della Cina io lo vedo più per la rincorsa ala capitalismo di cui conosciamo gli esiti che per ragioni di finanza"

Palazzo Chigi – Scrive Vincenzo Mannello: “Il ministro Moavero, insediatosi a Palazzo Chigi per curare gli Affari europei, ha, come primo atto d'ufficio, provveduto a liberare i locali dalla scrivania seduto alla quale, secondo la stampa, lavorava addirittura... il Duce! Al grido "sono antifascista , scaturitogli dallo incontro imprevisto con uno dei retaggi del bieco Ventennio, avranno certamente risposto schiere di funzionari ed impiegati pronti a scaricare su Berlusconi la colpa della presenza dello ingombrante cimelio. Così, grazie alla integerrima fede di un ministro tecnico, finalmente la presenza del Duce, specie al lavoro, verrà vieppiù allontanata da quel tempio della democrazia chiamato Palazzo Chigi. E la scrivania, trascinata per le strade munita di apposito cartello sembra verrà data alle fiamme a Campo dei Fiori, vicino la statua di Giordano Bruno. Tanto per dare un esempio!”

Libertà religiosa - Scrive Critica Liberale: "...privilegi, immunità, ingerenze, denari, disparità giuridica... ma quale libertà religiosa! Lunedì 12 Dicembre 2011 - ore 16 - Sala Aula Magna della Facoltà Valdese di Teologia Via Pietro Cossa, 40 Roma - info@criticaliberale.it"

Befana degli animali - Scrive Sonia Baldoni: "... vuoi pensare di farla a TREIA? Se vuoi puoi sottoporlo al comune.. vedi tu se ti risuona............. sul blog Jesi trovi la locandina dello scorso anno a URBANIA la più grande festa dell'epifania...... attira tantissima gente per far conoscere il circolo vegetariano e .. il tuo lavoro di tutta la tua vita..."

Mia rispostina: "Cara Sonia... ancora non è deciso pienamente dove fare questa edizione Befana degli animali.. anche perché bisogna vedere se per il sei gennaio le strade saranno transitabili (visto il prevedibile gelo) ed io dal 11 dicembre vado in Emilia da Caterina... Per cui non me la sento di dare un appuntamento preciso.. L'anno scorso siamo stati a Treia.. e pure quest'anno... spero di rifare la festa a Treia.. ma non so... Decideremo sulla base delle condizioni atmosferiche. Comunque la Befana per gli animali si farà di sicuro, magari sulle rive del Panaro... a Spilamberto"

Vita senza Tempo - La spiritualità della natura, o biospiritualità, è uno degli aspetti portanti della nuova consapevolezza ecologista profonda e bioregionale. Ma occore dire che la sacralità del creato è un aspetto riconosciuto anche in varie fedi religiose, persino nella fede cristiana, soprattutto nel misticismo (sia in quello primitivo che in quello francescano) in cui prevale la consuetudine di ritirarsi in grotte, boschi e deserti in stretta comunione con gli elementi naturali e con il mondo animale. In questo modo viene riconosciuta la bellezza del creato e la grandezza del Creatore... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/biospiritualita-come-espressione-di.html

Memento Naturae - Scrive Riccardo Oliva a commento dell'articolo soprastante: "...caro Paolo, sicuramente pubblicherò lo scritto ma (non te la prendere) ci sarà un commento perché siamo d'accordo praticamente su tutto tranne che su un punto quando (non ho capito se ironicamente o seriamente) dici "Eva che sceglie tra maschi scimmioni". Siccome nutro delle profonde riserve sulla teoria darwinista - evoluzionista e visto che con te è possibile confrontarsi su vari aspetti mi piacerebbe che tu leggessi una recensione che feci in passato in merito ad una presentazione di un libro dal titolo "fandonia evoluzionista" http://www.mementonatura.org/dett_iniziativa.php?id=48&from=s - ti chiedo solo un parere in merito.."

Mia rispostina: "..aspetta aspetta... quella è una parafrasi e sott'intende che la donna, essendo più evoluta dell'uomo, doveva scegliere con quali maschi procreare.. Considera che a quel tempo non esisteva la violenza carnale verso le femmine.. erano perciò le femmine che sceglievano i loro partner, ed è per questa ragione che l'evoluzione ha preso il via.. Avendo le donne scelto solo partners che dimostravano qualità evolute (sodidarietà comunitaria, cura verso la prole, disponibilità, senso di appartenenza alla comunità, etc.).." - Il discorso continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2011/12/biospiritualita-evoluzionismo-relazione.html

Siena - Il Centro Studi “Il Cinema della Terra” e l’Istituto Tecnico Bandini, presentano a Siena il primo Convegno sul tema AMBIENTE E GIUSTIZIA. LA DIFESA DELLA VITA – Agricoltura biologica e ogm. a cura di Federico Fazzuoli, sabato 3 Dicembre dalle 10.30 alle 13.30. Aula Magna Istituto Tecnico Bandini. Info. corbelli1@mapidicorbelli.191.it"

Iran - Scrive Giuseppe Magliacane: "Secondo quanto riferisce giovedì mattina l’agenzia di stampa austriaca APA, nonostante l’insistenza di Londra per il boicottaggio del petrolio iraniano, i membri Ue hanno ricordato che l’Iran è il quinto fornitore del greggio dell’Europa e che una simile decisione, porterebbe solo scompiglio nei mercati e sarebbe sicuramente contro-producente per l’economia dei 27. Pare che Londra, per salvare la faccia, abbia intenzione di annunciare al vertice il boicottaggio unilaterale dell’acquisto del petrolio iraniano; la decisione sarà comunque alquanto ridicola visto che fino ad oggi Londra non importava petrolio dall’Iran. Italia, Grecia e Spagna sono i paesi europei maggiormente dipendenti dal petrolio iraniano. Pare che al vertice di Bruxelles potrebbe venire approvato un’altro provvedimento, il divieto di cooperazione nella costruzione di centrali nucleari in Iran. Anche in questo caso la misura sarebbe solo di facciata dato che da 32 anni a questa parte nessun paese europeo ha partecipato ai progetti di costruzione delle centrali in Iran"

Commento di G.V.: “VA RICORDATO CHE L'INGHILTERRA HA, FINO A POCHI DECENNI FA, FATTO IL BELLO ED IL CATTIVO TEMPO IN PERSIA.."

Siria - In dicembre un gruppo navale della Marina Militare russa con a capo la portaerei “Ammiraglio Kuznetsov” si metterà in marcia di lunga durata nell’ambito della quale è prevista una sosta nel porto siriano di Tartus dove si trova una base navale russa. Sebbene i militari neghino la componente politica della missione, gli esperti sono convinti che la presenza delle navi russe al largo delle coste della Siria, interessata dai tumulti di popolo, può raffreddare le teste calde in Occidente che stanno insistendo sulla necessità di impiegare la forza militare nei confronti del regime di Bashar Assad. Dice Vladimir Evseev, direttore del Centro Studi Politici e Sociali: "L’arrivo di “Ammiraglio Kuznetsov” nel Mediterraneo sarà un segnale che la Russia, in sostanza, sta provvedendo ad impedire la soluzione militare del problema siriano da parte dei paesi della Nato. In ogni caso, la presenza di una simile nave rende impossibile un’operazione navale contro la Siria"

USA - Scrive Michelle Obama: "Paolo, I'm excited for the chance to meet you and whoever you decide to bring to dinner. I really hope you give this a shot. Give $3 or whatever you can to be automatically entered for you and a guest to have dinner with Barack and me: https://donate.barackobama.com/Dinner-With-Us - Hope to see you soon"

Fiori – Anthony Ceresa ci invia una bella strenna in previsione delle prossime feste, parlando della bellezza dei fiori: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/12/anthony-ceresa-un-omaggio-floreale-per.html

Con questo bel pensiero credo che possiamo salutarci, vostro, Saul/Paolo

….......

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"The objective universe has structure, is orderly and beautiful. Nobody can deny it. But structure and pattern, imply constraint and compulsion. My world is absolutely free; everything in it is self-determined. Therefore I keep on saying that all happens by itself. There is order in my world too, but it is not imposed from outside. It comes spontaneously and immediately, because of its timelessness. Perfection is not in the future. It is *now*" (Nisargadatta Maharaj)

Nessun commento:

Posta un commento