Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 22 dicembre 2011

Il Giornaletto di Saul del 23 dicembre 2011 – Incontro Collettivo Ecologista 2012, Natalis Sol Invictus, bugie bibliche, macelli, lotta all’Islam….




Care, cari,

Novero dei presenti nell’ecologia profonda, bioregionalismo e biospiritualità - C’è qui una corrispondenza fra Enzo Parisi, Lorenzo Merlo ed il sottoscritto in merito ad alcune questioni inerenti l’Incontro Collettivo Ecologista del sosltizio estivo 2012, non tutto il male viene per nuocere.. quindi vi passo l’insieme degli interventi pubblicati, leggete attentamente e poi considerare le varie ragioni espresse: http://retedellereti.blogspot.com/2011/12/intenti-per-lincontro-collettivo.html

Auguri di Natale – Scrive Aurelio Rizzacasa: “Il Natale è un’immagine di raccoglimento e di manifestazione di un progetto interiore di semplicità. Questa quando entra nell’attuale ansia esistenziale rischia di tradursi nel fascino dell’apparenza incoraggiata dalla sintonia delle luci, dei suoni e dei colori. Il messaggio evangelico invece propone un’interrogazione sul recupero del vero senso della vita e dello stare insieme per vivere nell’oggi la verità di un domani migliore. Alla luce di queste considerazioni invio a voi tutti un augurio di pace, speranza e serenità”

Auguri di Natale 2 – Scrive Franco Santini: “E’ difficile acchiappare un gatto nero in una stanza buia, soprattutto quando non c’è…”

Auguri di Natale 3 – Scrive Francesca Salvucci: “Storiella natalizia carina ... Un giorno un fioraio va da un barbiere per un taglio di capelli. Dopo il taglio, chiede il conto, e il barbiere risponde: 'Non posso accettare soldi da voi, sto facendo il servizio gratuito per la comunità di questa settimana. Il fiorista è molto contento, saluta calorosamente e lascia il negozio. La mattina dopo, quando il barbiere va ad aprire il suo negozio, trova un cartello con sopra “grazie” e una dozzina di rose davanti alla saracinesca” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2011/12/auguri-di-natale-con-storiella.html

Auguri di Natale 4 – Scrive Lidia: “Cari Paolo e Caterina, volevo augurarvi uno splendido Natale ed un ottimo inizio del nuovo anno, a dispetto di quanto tutti dicono che nel 2012 ci sarà la fine del mondo, io spero di tutto cuore che noi saremo così fortunati da assistere alla fine di UN MONDO, quel mondo che abbiamo costruito e che deve cambiare assolutamente se non vogliamo distruggere l'Umanità! Un abbraccione ed un bacione fortissimo a tutte e due..... siete nel mio cuore"

Stop long animals transport - Scrive Claudio: "Attualmente molti animali vengono trasportati in tutta Europa in condizioni di grande sofferenza assolutamente inaccettabili. Firma la petizione per chiedere all'Unione Europea che il trasporto degli animali destinati ai macelli duri al massimo otto ore. Servono un milione di firme. Siamo vicini a questo traguardo di civiltà. Firma anche tu! http://www.8hours.eu/"

Come pagar le tasse e vivere infelici - Scrive Danilo D'Antonio: "Nei fatti, pagando oggi le tasse, non alimentiamo un corretto sistema cultural/economico/socio/politico. Continuiamo invece a gettar via preziose risorse per foraggiare un sistema ch'é nella sua massima parte antidemocratico ed antirepubblicano. Davvero desideriamo che l'evasione fiscale sia sconfitta una volta per sempre? Ebbene: impegniamoci tutti, ognuno per proprio conto, per mantenere autonomia di pensiero, a fare la cosa giusta. Releghiamo nei libri di storia il dispotico, monarchico in origine e più tardi fascista, figuro dell'assunto a vita in un ruolo pubblico. Facciamo sì che all'interno della Funzione Pubblica scorra un flusso regolare di cittadini competenti e desiderosi di prestare servizio, organizzando una rotazione che impedisca di appropriarsi del Bene Comune, della Res Publica. E facciamolo ora, prima che sia troppo tardi..."

Confessiani montiane - Scrive Casimiro Corsi: "Monti confessa che le crisi economiche, create ad arte dai banchieri, servono a far perdere pezzetti di Sovranità nazionale alle nazioni a favore dell'Europa controllata dagli stessi banchieri che possono agire indisturbati e inpunibili in base alle leggi che si sono scritti e hanno fatto votare ai loro camerieri"

Bugie bibliche – Mario Liverani, che insegna Storia del Vicino Oriente Antico all’università La Sapienza di Roma, è autore del volume Oltre la Bibbia. Storia antica di Israele, sostiene che non possono essere considerati storici i racconti più celebri del Vecchio Testamento, come le vicende di Abramo e dei Patriarchi, la schiavitù in Egitto, l’Esodo e la peregrinazione nel deserto, la conquista della terra promessa, la magnificenza del regno di Salomone. Gli ebrei, come del resto tanti altri popoli, si sono dati un mito delle origini nel momento in cui ne avevano più bisogno. Oggi, con evidente anacronismo, ma con qualche ragione, si potrebbero accostare quelle pagine del Vecchio Testamento a un documento di propaganda politica” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2011/12/22/bibbia-tutte-le-bugie-e-la-mitologia-finta-di-una-sinistra-chimera-veterotestamentaria/

Psicologia e scienze cognitive - Scrivono Rolf Reber e Sascha Topolinski: "L'idea che la bellezza non sia soltanto un'illusione ma che serva al bene e alla conoscenza risale al filosofo greco Platone. Anche nel Medioevo artisti e studiosi erano convinti che il vero non potesse essere brutto. E fino a oggi matematici e fisici affermano che spesso l'eleganza di una teoria è il primo indizio per valutarne la correttezza. Il matematico Hermann Weyl arrivò a sostenere un'ipotesi già confutata sulla forza di gravità soltanto perché trovava molto bella la formula. L'istinto di Weyl si dimostrò giusto: la base matematica della sua teoria trovò spazio anni dopo nell'elettrodinamica quantistica"

La politica nei paesi musulmani manipolata dal Mossad - Scrive Dean Henderson: "The irrational deep-seated hatred which the Anglo-American foreign policy establishment holds towards Iran is rooted in the 1979 Iranian Revolution, which overthrew the Four Horsemen stooge Shah and nationalized Iran’s oil and banking industries. The Eight Families banking cabal much preferred the mullahs to the leftists..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/mossad-armed-egyptian-muslim.html

Marche spremute - Scrive Italo Campagnoli: "La nostra amministrazione regionale Marche sta prontamente diventando sempre più “Montiana”. Lo si capisce dalle grandi manovre dei centristi capeggiati dallo stesso Spacca e dal conseguente essere scopertamente disponibili verso i grandi appetiti privati. Ci riferiamo in particolare al campo energetico dove le Marche stanno diventando una nuova frontiera per le multinazionali del settore, dai rigassificatori alle turbogas, dall’eleolico inutile al fotovoltaico selvaggio, insomma dove si può fare cassa noi marchigiani che siamo già autosufficienti per produzione energetica dovremmo continuare a regalare territorio e ambiente agli speculatori del settore. Ultima bella trovata quella dello stoccaggio del gas a San Benedetto del Tronto...."

Eolico pesane – Scrive Eddy Olivieri: “L'eolico come il solare diventano una catastrofe quando non vengono utilizzati nel modo per cui erano stati progettati. L'idea delle energie alternative come sempre e' stata stravolta dai grandi interessi finanziari: sovvenzionamenti per togliere terra all' agricoltura e mettere pannelli solari, aree di interesse ecologico violentate da gigantesche pale eoliche. Il fatto e' che l' energia alternativa doveva essere usata a livello dei singoli privati per affrancarsi dalla dipendenza ( e dai costi esorbitanti ) dell' energia tradizionale, centralizzata e monopolizzata. Invece eccoci qui a costruire megacentrali che non risolvono il problema a livello del singolo, ma semplicemente distribuiscono energia alternativa a costi comparabili a quella tradizionale. In Olanda, e si sta diffondendo in molti paesi del Nord Europa, i singoli cittadini montano non pale gigantesche, ma semplici lame cilindriche elicoidali sui tetti dei condomini e delle loro case. Certo bastano appena a coprire i consumi della casa o del condominio, ma non è quello che basta? Stesso discorso per i pannelli solari: perche' allettare gli agricoltori con offerte di acquisto o lease di ottimo terreno agricolo per trasformarlo in tappetti di pannelli solari? Certo, l'energia pulita è importante, ma il cibo è più importante.”

Significato e uso delle parole – Scrive Anthony Ceresa: “Carissimi Paolo e Caterina,
Nell'ultimo scritto mi avete chiesto dove mi trovo. Sono cittadino del mondo e dopo aver lavorato nei cinque continenti, sono rientrato a Milano dove vivo con la famiglia. Non conosco Treia, ma sono stato a Tarquinia e a Viterbo tantissimi anni fa, dove al teatro di Viterbo avevo visto i 10 Comandamenti. Siamo sempre più prossimi alle Festività di fine Anno e colgo l'occasione per rinnovare a Voi tutti i miei migliori auguri. Invio un altro scritto che sottopongo al Vostro Giudizio: Le parole hanno portato il nostro Paese al default, che attualmente dall’alto cercano di manovrare, nascondere, rattoppare, mettendo ulteriormente in crisi i cittadini di quello che fu il Bel Paese, dove le cause malefiche stanno proprio nelle parole senza valore, vendute a caro prezzo…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/12/anthony-ceresa-la-parola-i-suoi.html

Mia rispostina: “Caro Anthony, i tuoi scritti non hanno bisogno di essere vagliati, sono sempre interessanti ed in tema con il discorso dell’ecologia e della chiara visione laica.. Treia si trova nelle Marche, la terra di origine di Caterina in cui ora vivo. Ma sono statao per 33 anni in provincia di Viterbo, a Calcata, che forse conoscerai…”

Fumi a Roma – Scrive Alessandro Marescotti: “Il 22 dicembre, il settimanale dei diritti dei consumatori e dei cittadini "Il Salvagente" ha pubblicato una "mappa" degli Ipa (idrocarburi policiclici aromatici) rilevati nell'aria di Roma. Questa mappa e' stata realizzata da PeaceLink con un analizzatore portatile Ecochem Pas 2000 CE, basato su una tecnologia che e' in grado analizzare l'aria ogni 10 secondi. I valori emersi sono preoccupanti, in particolare sul Lungotevere…”

Crudeltà da macelleria – Scrive Franco Libero Manco: “Non esiste crimine più imperdonabile della sistematica e millenaria sopraffazione dell’uomo sull’animale. L’uomo ha trasformato la terra in un inferno, un luogo di terrore e di tormento per gli animali: ha disseminato stabulari, macellerie, concerie, istituti di sperimentazione; ha riempito i frigoriferi e le sue dispense di ossa e parti smembrate dei poveri animali uccisi senza pietà e senza che mai si levasse dal suo cuore un senso di ripulsa e di vergogna…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/12/anthony-ceresa-la-parola-i-suoi.html

Che dite con queste truci parole vogliamo salutarci? Ciao, Paolo/Saul

……………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Gli inquisitori hanno tentato di spezzare i nostri corpi,
e di catturare le nostre anime.
Ci hanno chiesto di rinnegare i nostri padri
e di maledire il nostro sangue.
Hanno distrutto le nostre case
e bruciate le nostre donne.
Hanno tentato di uccidere la speranza, e
ci hanno detto che tu eri morto,
che mai saresti ritornato, che il
freddo e la notte ti avevano seppellito.
Ma noi sappiamo
che tu sei vivo,
che tu tornerai trionfante.
Noi sappiamo che tu ardi
nel più profondo dei nostri cuori
e che brucerai
nel più profondo del cuore
dei nostri figli,
e dei figli dei nostri figli,
eternamente, perchè
tu sei la forza che guida le nostre braccia
e porta la nostra spada.
Tu sei messaggio di libertà
e manifestazione di ogni vita.
E' per questo,
per la fiamma e la roccia,
per la fonte e l'albero,
che ti salutiamo.
Tu, verso cui si innalza il volo delle oche selvatiche,
Tu, odiato dai preti e amato dai guerrieri,
Tu, nostro fratello nel
riposo e nel combattimnto,
Tu, l'invincibile,
Tu, il Sole.

Enric Duchesne

Nessun commento:

Posta un commento