Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 11 dicembre 2011

Il Giornaletto di Saul del 12 dicembre 2011 – Ramoraccio, Bergamo Alta, Inghilterra, Maghreb-Sahel, acqua vaticana, morte ogm…

Care. Cari,

siamo arrivati ieri all’ora di pranzo a Spilamberto, il viaggio è andato tutto liscio. Abbiamo pranzato con i rimusugli del ramoraccio raccolto a Treia e frutta matura mista (cachi e kiwi). Il cielo ci assiste… La prima colazione a Spilamberto di stamattina mi ha fatto tastare il polso della situazione.. nel bar di Maria gli avventori quasi tutti a baccaiare contro le manovre del governo, qualcuno seduto da solo in silenzio che legge il giornale, Maria che partecipa animatamente alle discussioni si dimentica quasi di farci il caffè… Fuori allangolo di una colonna il volantino di una fantomatica organizzazione comunista inneggia alla rivolta contro il monti e le banche del monti… Siamo in Emilia!

Bergamo Alta – Scrive Franco Farina: “All’ultimo momento ho deciso di aderire ad una iniziativa della pro-loco di Bergamo e quindi io e altri pittori saremo ad esporre domani domenica 11 Dicembre 2011 in città alta a Bergamo in Piazza Vecchia sotto i portici della bibblioteca. Dalle ore 9.00 alle ore 18.30. Se riesci a venirmi a trovare sei benvenuto/a. Ho anche una storia che ti racconto qui..” Contina:
http://retedellereti.blogspot.com/2011/12/11-dicembre-2011-bergamo-alta-con.html

Scie Chimiche – Scrive Marco Bracci: “A proposito di scie chimiche, posso dire che giovedì 8/12 sono venuto da Monza a oltre Livorno, attraversando metà Pianura Padana, poi la Cisa e infine lungo la costa tirrenica. Dappertutto il cielo era pieno di scie che lo solcavano in tutti i sensi possibili, alcune già larghe e altre fresche (erano le 13.16). Buona respirazione di bario e alluminio e chissà cos'altro a tutti..”

Manovra – Scrive Andras: “Caro Paolo, non lo so Tu come sei, ma io da un tempo sono in disagio,,, devo dare ragione a volte applaudire persone come Di Pietro, Ferrero, Camusso,,,quindi gente da color rosso, rosa,,, etc che stanno dicendo le cose,,, molto sensate.Viviamo d'avvero in un mondo perfettamente capovolto. Certo che poteva fare Berlusconi! Non ha fatto ragion veduto, poichè voleva accapararsi ancora un po' di miliardini (frequenze ), non rimettere altri miliardini con il "patrimoniale",,, nonchè spostarsi da Arcore nel San Vittore,,,”

Inghilterra – Scrive Gianni Caroli: “C'è un autore che in Italia, a teatro, in omaggio alla cultura Unica anglosassone che domina in Europa, non viene piu' rappresentato a teatro, pur restando attualissimo: è Luigi Pirandello, il Machiavelli dei 'rapporti personali', che egli sa definire, nella loro cruda essenza di realtà, fuor d' ogni 'vittorianesimo' virtuista quanto ipocrita...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2011/12/salvato-l-euro-isolata-l-inghilterra-l.html

A proposito di proprietà vaticane – Scrive G.V.: ”GLI IMMOBILI DEL VATICANO SONO QUASI TUTTI A FRUTTO. AFFITTI ESOSISSSIMI. STUPISCE CHE NON SI SAPPIA QUEL CHE è SUCCESSO A ROMA SOLO L'ANNO PASSATO. CON SFRATTI VERGOGNOSI DI POVERA GENTE. A parte questi fatti, occorre ricordare le molte volte che si è dato vita all'esproprio di svariate MANO MORTe della CHIESA nel giro degli ultimi 200 anni. Inoltre: nessuna scusa può giustificare concessioni di questo tipo. E solo l'arroganza pretesca, basata su ascenenze a dir poco giudaiche, può giustificare questi comportamenti”

OGM – Scrive Umberto Schivo: “Perché si brevettano i processi di modifica, creando una dipendenza economica verso le multinazionali che li detengono, e non si contribuisce di sicuro a liberare dalla fame i poveri nel mondo. I semi modificati geneticamente, vengono brevettati, in alcuni casi resi sterili, quindi non si possono utilizzare per una moltiplicazione in azienda, obbligando i contadini a riacquistarli ogni anno…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.com/2011/12/brevettazione-delle-sementi-e.html

Mercatino Biologico a Roma – Scrive Aldo: “Roma 11 dicembre 2011, Primo mercato dei Contadini Critici/Critical Wine, presso il circolo Arci Forte Fanfulla (www. fanfulla.org) Via Fanfulla da Lodi, 5 dalle ore 10,00 alle ore 20:00! Riprendendo l'idea che fu lanciata da Luigi Veronelli, quella del Critical Wine, ...quindici vignaioli biologici e biodinamici da ogni regione d'Italia, offriranno in degustazione e vendita i loro vini e altri prodotti della terra…”

Maghreb-Sahel – Scrive Abu Suleyman: “Comprendiamo meglio come il governo francese e la NATO abbiano consapevolmente 'armato AQMI' finanziando e armando il CNT libico, controllato dall'AQMI stessa, ma col ramo statunitense della CIA. Così la falsa minaccia del terrorismo è una copertura di questa gigantesca truffa che sono le 'rivoluzioni arabe', che mirano a incanalare l'energia verso gli Stati Uniti dal Sud e verso l'Europa e dal Nord, e a dominare Africa del Nord e il Sahel con l'imposizione di nuovi pupazzi arabi della NATO, come i generali d'Israele Ammar, Lamrani e Hiftar, il colonnello Riad al-Assad, ai popoli arabi e africani attraverso il politica degli Stati Uniti del 'Grande Medio Oriente' e quella europea del PEV 'Politica europea di vicinato'. Le agende si fondono davanti ai nostri occhi ...” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2011/12/11/interessi-economici-della-francia-e-di-israele-nella-ri-colonizzazione-del-maghreb-sahel/

Acqua vaticana – Scrive Filippo Ortenzi: “L’art. 6 dei patti lateranensi prevede che per l'approvvigionamento idrico del Vaticano, lo stesso riceva l'acqua gratuitamente. Pur avendo il Vaticano una popolazione residente di appena 800 persone, stranamente anche in considerazione dell'enorme utilizzo per innaffiare i giardini vaticani, il consumo è pari a circa 5 milioni di m3, corrispondente al fabbisogno di una città di oltre 100.000 abitanti…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.com/2011/12/religione-di-stato-ed-acqua-vaticana.html

Con ciò concludo e vi saluto, Paolo/Saul

……………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"The search for reality is the most dangerous of all undertakings for it will destroy the world in which you live. But if your motive is love of truth and life, you need not be afraid." (Nisargadatta Maharaj)

Nessun commento:

Posta un commento