Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 29 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 30 novembre 2016 – Abbracci?, lettera agli olistici di Treia, colpo di stato mediatico, Nazareno Crispiani, Mario Pianesi il macrobiotico, pratica di meditazione zen...


Risultati immagini per amritananda giovane in kerala

Care, cari, abbracci? - Eravamo pronti a partire dal terminal dell’aeroporto di Fiumicino, Felix ed io, non sapendo chi fosse il più emozionato e meravigliato di questo lungo viaggio verso il mare… l’oceano dell’amore che speravamo di trovare in India… Qualche genitore maschio che legge ha mai provato a viaggiare da solo con un bambino di un anno e mezzo che ancora si fa i bisogni addosso ed a malapena cammina? Questa era la mia situazione, ravvedimento, che mi ero scelto per riscattare la mia funzione di padre e madre precedentemente alquanto trascurata, per ritrovare una dignità umana... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/amritananda-mata-e-labbraccio.html

Mio commentino: “In questo articolo si parla del mio incontro (a metà degli anni '80) con Amritananda, la santa degli abbracci”

Lettera informativa agli espositori ed operatori del Reparto olistico e culturale della Fierucola delle Eccellenze Bioregionali che si tiene l'8 dicembre 2016 nella Torre Molino di Passo Treia (dalle ore 15 alle ore 20) - Cari colleghi, siamo in dirittura di arrivo per la Fierucola delle Eccellenze Bioregionali che si tiene a Passo Treia l'8 dicembre 2016. Vi scrivo per coordinarci sullo svolgimento del Reparto Arte e Cultura ed Attività Olistiche che si tiene nella struttura storica della Torre Molino... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/11/lettera-informativa-agli-espositori-ed.html

Albareto. Solstizio d'inverno – Scrive Senza Nome: “è in arrivo il Solstizio d'Inverno e, come ormai da tanti anni, non possiamo fare a meno di mettere il seme del proposito per l'anno che verrà. E' quindi con tanta gioia che vi invitiamo alla Festa del Solstizio d'Inverno. Domenica 18 Dicembre 2016 ore 17:30 Presso MaTò Via del Grano, 36 Albareto – Modena. Info. associazionesenzanome@gmail.com”

Italia. Colpo di stato soft mediatico – Scrive Claudio Martinotti Doria: “...ormai da molti anni nei paesi cosiddetti occidentali ed industriali non avvengono più colpi di stato militari. Sono altre le strategie, estremamente insidiose e subdole, adottate per attuare colpi di stato togliendo alla popolazione il potere che una volta era connesso al diritto elettorale, svuotando di significato il voto e demotivando e depotenziando le energie popolari di reazione, in particolare ricorrendo al totale controllo mediatico propagandistico, rendendo la popolazione sempre più ignorante e superficiale...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/italia-repubblica-delle-banane-colpo-di.html

Trentino Alto Adige – Deregulation venatoria – Scrive Carlo Consiglio: “Un decreto legislativo approvato il 24 novembre dal Governo prevede che il Presidente delle Province autonome di Trento e Bolzano possa disporre temporanee variazioni dell'elenco delle specie cacciabili stabilito dalla normativa statale. In caso di parere favorevole dell´ISPRA è prevista anche una procedura di silenzio assenso...”

Nazareno Crispiani. Della serie: Personaggi alla Fierucola - La sera del 28 novembre 2016 un piccolo gruppetto di organizzatori della Fierucola delle eccellenze bioregionali (che si tiene ogni anno l’8 dicembre) si è ritrovato nella Torre Molino di Passo Treia per accordarsi sul come allestire la sezione olistica e culturale che qui si svolgerà. Erano presenti, altre al sottoscritto, altri membri del Comitato Treia Comunità Ideale: Simonetta Borgiani, Adriano Spoletini e David Menichelli, c’erano poi Ezio Sassaroli e Francesco Compagnoni della Ass. La Torre, Andrea Mozzoni in rappresentanza dell’Avis, Fernando Pallocchini del mensile La Rucola, Andrea Cotica e Nazareno Crispiani del Fotocineclub. Ed è proprio del signor Nazareno Crispiani che vorrei oggi parlarvi. Per hobby è fotografo artistico e storico membro del Fotocineclub Il Mulino. Con noi ha avuto rapporti sin dall’8 dicembre 2010, ma a quel tempo l’evento non aveva ancora il nome di Fierucola... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/29/nazareno-crispiani-miniaturista-del-presepe-artistico-alla-fierucola-delle-eccellenze-bioregionali-dell8-dicembre-2016-che-si-tiene-a-passo-treia/

In memoria di Gabriele Bono – Scrive Caterina: “Gabriele Bono, di cui scrissi qualcosa nel 2012 - http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/28/caterina-regazzi-corrispondenze-su-il-confine-superabile-animali-e-qualita-della-vita/ - è deceduto in questi giorni. Egli fu mio insegnante all'Università e vorrei ancora una volta ricordarlo con tanto affetto...”

Mario Pianesi, Fidel e la macrobiotica – Scrive Maurizio: “Fidel aveva abbandonato il potere 10 anni fa, ma già qualche anno prima aveva iniziato a curarsi con la dieta macrobiotica. Qualcuno pensa che se ha vissuto tanto a lungo è dovuto alle sue scelte alimentari. A Cuba, grazie anche all’embargo USA terminato solo pochi mesi fa, è molto sviluppata la medicina con le erbe, ma è grazie a Mario Pianesi, fondatore di Un Punto Macrobiotico di Macerata che la medicina cubana ha iniziato a studiare la macrobiotica: riso, miglio e cereali, verdure, alghe, legumi ed erbe selvatiche al posto delle pillole delle multinazionali...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/mario-pianesi-la-macrobiotica-fidel.html

Le bugie d'israele sulle donne perseguitate in Iran – Scrive Fulvio: “Dopo aver dato fiato ad altre campagne anti-iraniane partorite dalla disinformazione dei servizi israeliani, centrate come al solito sul presunto martirio di donne uxoricide che sarebbero a rischio di impiccagione (si ricorderà che quella Sakineh lapidanda che, con l'amante prima avvelenò e poi sgozzò il marito e che fu appesa ai municipi di mezzo mondo come eroina della lotta delle donne, è tuttora in vita e che da decenni in Iran non si lapida nessuna)...”

La meditazione zen aiuta il vivere quotidiano - Scrisse Aliberth: “...l’unico antidoto effettivo alla sofferenza è l’emancipazione coscienziale della mente, la conoscenza metafisica della vera Realtà dei fenomeni. E questa, non è un farmaco che può essere assunto subito e da tutti, proprio perché una delle prerogative della sofferenza, strettamente derivata dall’Ignoranza avidyà, è quella di rifiutare e far respingere dalla mente comune i profondi insegnamenti trascendenti della Conoscenza della Verità...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/29/la-meditazione-chan-o-zen-non-offre-poteri-miracolosi/

Sono malatino, ancora, però resisto, contenti?
…..............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Vi ho gettato alla radice e vi ho sepolto, e in quello stato in cui vi ho sepolto, non c'è nulla da conoscere, perché in quello stato la coscienza non è. Una volta che questo viene percepito chiaramente, la vita deve continuare fino a quando c'è il corpo, ma la vita appare semplicemente come una serie di intrattenimenti. Dovreste comprendere da quale punto di vista sto parlando; se comprendete afferratelo, altrimenti lasciatelo. Nessuno al mondo vi parlerà cosi schiettamente. Quando comprendete realmente, intuitivamente, allora sarete arrivati alla fine della spiritualità...” (Sri Nisargadatta Maharaj)



Nessun commento:

Posta un commento