Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 18 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 novembre 2016 – Renzie è per il Si.on.ismo, violenza e depravazione legalizzate, India: ostilità islamica, lenta decrescita graduale, UE: isteria alcolica...


Risultati immagini per il sì di renzi

Care, cari, “Se vince il Sì, c’è il cambiamento che mai fu possibile fare!” Questo il mantra dominante nelle ragioni oscure di questi piccoli Giuda (o “diavoli” nel caso di Benigni) venduti ai poteri occulti della finanza mondialista, per (il mantenimento di) 30 poltrone. Il cambiamento, purchessia! Poco importa se dietro la porta si tira appresso un tiranno! Il cambiamento e basta! Anche se nel nome e all’insegna di nuovi padri costituenti, ma soprattutto “da costituirsi”, tipo Denis Verdini! … (Adriano Colafrancesco) – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/repubblica-italiana-4-dicembre-2016.html

Commento di Marco Palombo: “Segnalo a tutta la band che riciclando il videoclip prodotto per il 21 e 22 ottobre ho realizzato un videoclip https://youtu.be/AgLyln-0Rls che può essere usato in questa ultima fase di campagna elettorale per il referendum”

Berlino. Tavola rotonda – Scrive Fulvio: “Per i milioni in Italia che parlano tedesco (!) il link per un'interessante tavola rotonda sul tema "Forme e Strutture del Potere" https://kenfm.de/positionen8-strukturen-der-macht/ a cui ho partecipato a Berlino il 10 novembre scorso insieme a scrittori e a rappresentanti dei più importanti media tedeschi (ZDF, Spiegel) per la prima Web tv del paese "KenFM". In evidenza anche un acceso dibattito sull'esito delle elezioni presidenziali negli Usa, si suoi protagonisti e le conseguenze che ne potrebbero discendere...”

Passo Treia. Aggiornamento sull'organizzazione della Fierucola delle Eccellenze Bioregionali e suo ampliamento - Care amiche ed amici, vi aggiorno sull'organizzazione in corso della “Fierucola delle Eccellenze Bioregionali”, prevista a Passo di Treia l'8 dicembre 2016. Al fine di coordinarci con le varie realtà interessate ad un ampliamento del programma è stato fissato un incontro congiunto per Lunedì 21 novembre 2016, alle ore 21, presso il laboratorio di Acconciatore Ezio, in via Gramsci 7 di Passo Treia. Tutti i soggetti interessati sono invitati ad intervenire con le loro proposte in modo da poter formulare un programma generale condiviso... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/11/aggiornamento-sullorganizzazione-della.html

Roma. In difesa delle donne - Scrive ISPRA: "25 novembre 2016, dalle 09:00 alle 13:00, Roma, ISPRA, via Brancati 48. Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Definizione, misurazione e analisi tecnico-scientifica del fenomeno “violenza di genere” costituiscono il primo ed essenziale passo per l’individuazione di funzionali meccanismi di prevenzione"

Violenza e depravazione legalizzate – Scrive Ilya Postolov: "La Società occidentale ha a lungo sostenuto che la tutela dei diritti delle minoranze sessuali è un elemento di democrazia ed il naturale processo di sviluppo delle istituzioni sociali e della società in generale. Ma, come fu dimostrato in modo convincente nel 1990, dal sociologo Joseph Overton (1960-2003) nella sua "teoria delle finestre," assolutamente non è così. Si scopre che c'è tutta una tecnologia di distruzione delle istituzioni pubbliche per la legalizzazione delle idee moralmente inaccettabili..." - Continua:

Commento di Giorgio Mauri: "La dissoluzione dei costumi ha accompagnato tutti i peggiori periodi della storia dell'umanità. Quando sento scalfarotto capisco che siamo messi davvero molto male, perché anche la forma è sostanza, e lui ha proprio perso la misura (come renzi, come berlusconi, come vendola, come tutti !)"

Commento di Piermario Luati: “Sono assolutamente d'accordo... quello del difendere le minoranze sessuali,è solo una miserabile scusa.....in nome di quale libertà?come se nel vizio ci fosse chissà quale libertà, a nostra società è pervasa da una frenesia sessuale ossessiva, basti vedere l'enorme diffusione della pornografia on line. C'è un disegno ben preciso di creare una sessualità a misura del mercato e tutti i tabù vengono violati in nome del Dio denaro. Il sesso sta diventando una sorta di religione parallela del piacere e non c'è difficoltà a vedere lo zampino di Satana in tutto ciò. Bisogna sviluppare degli anticorpi culturali per contrastare il fenomeno.”

Il cognome della madre ai figli - Scrive Arrigo Colombo: “Che ai figli non sia attribuito più soltanto il cognome del padre, ma anche quello della madre è un punto ormai urgente nel processo di riconoscimento dell'eguale dignità ed eguale diritto di uomo e donna; che poi è uno dei movimenti in atto nella costruzione di una società di giustizia...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/appello-per-il-riconoscimento-del.html

La fine dell'Italia – Scrive Fabrizio Girolami: “In Italia abbiamo solo un modo per poterci risollevare e diventare un paese civile e sviluppato: servizio militare obbligatorio per uomini e donne, minimo un anno senza obiezioni e scuse ad minchiam, tutti, inclusi i disabili e gli hipster del pigneto. Amen”

Mia rispotina: “Caro Fabrizio Girolami, tu ci scherzi sopra, ma se dovesse esserci una guerricciola, od una grossa sedizione in Italia, saremmo nella stessa identica situazione del dopo 8 settembre 1943, nessun esercito italiano... solo lanzichenecchi stranieri al servizio della CE (eurogendfor) e pochi sderenati "mercenari" al soldo dei politicanti in carica e -soprattutto- le truppe USA stazionate nelle 123 basi NATO (presenti in Italia). Gli americani in 4 e quattr'otto occuperebbero lo stato, esattamente come fecero i tedeschi a quel tempo... Che ne dici di questo?”

India. Ostilità islamica – Scrive Shankar Nath Baba: “Comunità ebraiche e cristiane esistono in India da oltre un millennio. Hanno costruito le loro chiese e le loro sinagoghe senza danneggiare alcun Tempio e senza compiere alcun atto di violenza contro la popolazione hindu. Gli islamici invece invasero l'India massacrando la sua popolazione. Oltre 18 milioni di hindu sono stati uccisi dai musulmani, oltre 4 milioni di donne hindu sono state da loro stuprate in massa e poi vendute come schiave, ed oltre duemila Templi hindu sono stati distrutti per costruire moschee sulle loro macerie...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/11/india-lislam-come-presenza-ostile.html

Roma. Madonna dei debitori – Scrive Gianni Donaudi: “Il 21 novembre 2016 presso la chiesa di Santa Maria in Cosmedin in piazza bocca della verità 18 – Roma, .verrà presentata ai fedeli la Madonna dei debitori di Bassano Romano. Interverranno personalità e studiosi di economia e presidenti di associazioni antiusura. Conduce la conferenza il Prof Massimo Marinelli psicologo. Info. gilberto.dibenedetto@gmail”

Ue. Isteria alcolica e tremor di membra – Scrive Federico Dezzani: “C’è dell’isteria nella reazione con cui il presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha accolto l’elezione di Donald Trump. Reazione scomposta ma giustificata, quella di Juncker, perché con la nomina di Trump è avvenuta una rivoluzione copernicana: dalla politica monetaria a quella estera, d’ora in avanti gli Stati Uniti non saranno più freno, bensì motore delle forze centrifughe europee. La questione non è più se la UE imploderà, ma di stabilirne con accuratezza la data del collasso...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/ue-isteria-di-juncker-da-elevato-tasso.html

Commento-integrazione di di Paolo Sensini: “Michael T. Flynn, un nome ancora poco noto in Europa del nuovo firmamento trumpiano, è un tenente generale dell’esercito americano costretto alle dimissioni per una serie di devastanti email inviate al presidente Obama nell’agosto 2012, in cui diceva che l’«ISIS è stato volutamente armato e finanziato da Obama e Hillary Clinton». Parole esplosive profferite da uno che sapeva bene ciò che stava dicendo. Durante la campagna elettorale di Trump, il generale Flynn è stato il suo maggiore consigliere di politica estera, quello che in pratica gli ha fornito le argomentazioni più taglienti per attaccare direttamente Obama e la Clinton...” - Continua in calce al link segnalato

Primo passo verso la decrescita – Scrive Liberamente Servo: “A partire da sabato 19 dicembre 2016, e per ogni sabato a seguire: SPEGNIAMO LA TV, E SCOLLEGHIAMO LA SPINA ELETTRICA, NON ACQUISTIAMO ALCUN GIORNALE, RIVISTA, O ALTRO MEZZO DI INFORMAZIONE., STACCHIAMO IL WI-FI, E NON UTILIZZIAMO INTERNET, DISINTOSSICHIAMOCI DALLA PERICOLOSA REALTÀ VIRTUALE.... Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/un-primo-passo-verso-lattuazione.html

Uno sguardo a sud – Scrive Clenz Domus Venece: “L'anima dell'Africa può salvarci, un tempo fu la culla della civiltà che portò poi alla Grande Tartaria, stato gigantesco (alias mongolo, megalico, mongolico), dal cui disgregamento nacquero tutti gli stati nazionali del Medioevo. Poi storici "tedeschi" tentarono una damnazio memoria di quello stato, citato fin 1750 nella enciclopedia britannica con tanto di bandiere, etc. Così quell'unico grande impero terrestre, divenne terra incognita, barbara, aliena, terra di conquista da spartire tra potenze nate e fondatesi sul mito ariano, classico (india e Tibet ai britannici, Alaska e Nordamerica agli Usa, Moscovia ai tedeschi Romanov, etc), mentre la cultura di quel regno fu posta all'indice (rogo di libri, mappe, abiti, rivoluzioni culturali, intolleranze religiose, antisemitismo, antinomadismo, anti-nativismo, etc.) in Europa e Americhe... forse la ritrovata verità storica (a mezzo di una cronologia scientificamente calcolata) può spazzar via il mito di un occidente ariano, classico, NATO, superiore a tutti e, così come la propaganda dei DS Usa è stata scoperta, e non ha impedito a Trump di vincere nonostante le censure, così la falsa storia, denudata, può avviare nuove riflessioni, nuovi paradigmi possibili, oltre Nato, UE e razza superiore....”

NO al CETA – Scrive Amalia Navoni: “Carissimi, vi giro la Campagna “Adotta un europarlamentare” per chiedere ai deputati della vostra circoscrizione di esprimere un voto contrario al CETA. In calce trovate la lettera che ho spedito ai parlamentari della circoscrizione nord occidentale con l’allegato “Ceta- Attacco al cuore dei diritti” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/18/campagna-adotta-un-europarlamentare-per-dire-no-al-ceta/

Ogni giorno ce n'è una... qui non si finisce mai di combattere! Ciao, Paolo/Saul

..................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Grazie alla potenza di cinquemila alleati si può trionfare su diecimila nemici” (Hagakure)



Nessun commento:

Posta un commento