Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 19 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 20 novembre 2016 – Democrazia diretta, valle del Mignone, ecologia e produzione energetica, la carne non è cibo, no alla violenza sulle donne, alberi in marcia...


Risultati immagini per Democrazia diretta

Care, cari, la democrazia diretta è l'unica vera democrazia, e, curioso a dirsi, gli Svizzeri la hanno, tramite referendum (non solo abrogativo ma anche legislativo) senza quorum, giuridicamente prevalente sulle decisioni dei rappresentanti. Il che realizza giustamente la subordinazione dei rappresentanti ai rappresentati, che sono dunque i veri padroni dei propri beni e della loro gestione... - (Vincenzo Zamboni) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/19/la-democrazia-diretta-e-lunica-vera-democrazia-i-falsi-democratici-invece-cercano-di-ingannare-il-popolo-con-il-sistema-oligarchico-maggioritario-dei-nominati/

Perché voto No al referendum? - Scrive Gianni Papalini: "Non vi sarebbe alcun bisogno di entrare nel merito delle cosiddette riforme. A me basta il pregiudizio. La "vecchia" Costituzione è stata scritta da gente come Calamandrei, Croce, Einaudi e approvata in favore del popolo italiano all'unanimità dopo interminabili discussioni e compromessi. Il profondo ritocco odierno è stato scritto e approvato a maggioranza da gente come Verdini-Boschi-Renzi tramite un parlamento incostituzionale e illegittimo: Un "ritocco" a sfavore della democrazia a tutto favore della BCE di Juncker e di G.P. Morgan. Ma è così difficile da capire? "

Perché voto No al referendum? 2 – Scrive Umberto Calabrese: “Referendum se vince il Sì per essere deputato devi avere 25 anni ed è il popolo ad eleggere la Camera dei deputati. Per essere senatore basta avere 18 anni farsi eleggere Sindaco o Consigliere regionale ed essere nominato Senatore. ... il 4 dicembre votiamo questo ...poi sulla fiducia aspettiamo il regolamento su come saranno scelti i senatori fra Sindaci e Consiglieri Regionali ...che si turneranno al Senato visto che in Italia le amministrative sono in almeno tre date diverse quindi avremo un Senato che cambierà composizione ad ogni elezione regionale e comunale.... io voto No”

Perché voto No al referendum? 3 – Scrive Mauro Paolo Rossi: “Scusami Saul se ti faccio una domanda....ma ho visto il tuo nome su un sito che invitava a votare per il SI..e mi sono meravigliato..”

Mia rispostina: “Non ne so nulla... infatti sono favorevole al No, questi le provano tutte!”

Tarquinia. Comitati riuniti – Scrive Raimondo Chiricozzi: “Si è svolta a Tarquinia una interessante riunione per mettere a punto le iniziative da prendere al fine di far cambiare la scelta del tracciato per la costruzione della Trasversale stradale che l’Anas pretende costruire nella valle del Mignone. L’ANAS  infatti non ascolta nessuno tanto meno i cittadini che non vogliono sia distrutta un’area agricola produttiva...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/tarquinia-comitati-uniti-nel-chiedere.html

Roma. Prima della tempesta – Scrive Luciano Romani: “Proiezione del documentario "Before The Flood", 24 Novembre dalle 18,00 presso il "Teatro della Dodicesima" in via Carlo Avolio, 60, a Roma, sui repentini cambiamenti climatici. Il documentario è stato messo gratuitamente a disposizione dal canale National Geographic. Seguirà alla proiezione un breve dibattito sul tema. Info. romani.luciano@gmail.com”

Perugia. Ecocustodiattiva – Scrive Elena Bussolotti: “Nella tendenza contemporanea a fornire risposte funzionalistiche più che funzionali, alle problematiche che il nostro presente ci pone innanzi, cerchiamo di riflettere, sul tema dell'Eco Cittadinanza, con un ciclo di incontri che parlano ad un senso ecologico profondo, oltre che sostenibile” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/perugia-ecocustodiattiva-si-presenta.html

Il compito di renzie – Scrive Paolo Sensini: “Per gli eurocrati di Bruxelles l'Italia deve diventare un grande campo profughi in mezzo al Mediterraneo. Il compito assegnato a Renzi & soci, come prima di lui ai non eletti Monti e Letta, è quello di meri passacarte di tali decisioni prese in sede UE. Ma per svolgere una simile mansione basterebbe un semplice fax, che costerebbe infinitamente meno. Tutto il resto sono trovate a effetto per confondere meglio le acque...”

Trump. Cominciamo a tremare? - Come si poteva sperare che l'America si convertisse e la smettesse nella sua politica predatoria, come si poteva sperare che tra la Clinton venduta ai sionisti ed ai mercanti di armi ed il Trump che ha promesso ad Israele di fare di Gerusalemme la capitale riconosciuta, potesse esserci una qualsiasi differenza nella politica estera? Nella sequenza di aggressioni agli stati islamici che infastidivano israele, dopo aver distrutto l'Iraq, la Libia e la Siria manca solo l'Iran ed il suo tempo ora sembra arrivato... - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/cominciamo-tremare-donald-trump.html

Commento di Piermario Luati: “Bisogna vedere cosa ne pensa la Russia....primo partner dell'iran...”

Mia rispostina: “Sta di fatto che la politica di Trump si preannuncia molto schizofrenica, da una parte cerca un accordo con la Russia e dall'altra vuole aggredire i suoi alleati...”

Miti e menzogne dei libri “sacri” - Scrive Joe Fallisi: “Ciò che ai "cristiani" sembra auto-evidente ad altri può appare come delirio. Il quale ultimo in altri tempi sarebbe stato imposto con la tortura e il rogo. Oggi, perlomeno, questa mostruosità non è più possibile. Rispetto ad ogni questione di verità ce n'è una - mentre molte possono essere le menzogne. Si tratta, appunto, di vedere con coraggio e mente libera cosa sia vero e cosa sia falso...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/miti-e-bugie-storiche-nel-giudaismo-e.html

Marrakech. Chiusa la Cop22 - Scrive Marica Di Pierri: "Irreversibile, questa la parola d'ordine della Cop22. Dagli statement dei Paesi alla Dichiarazione finale, sono le rassicurazioni a tenere banco. Il processo iniziato nel 1992 e cristallizzato a Parigi nell'Accordo Globale non si ferma. Ma - proclami a parte - gli avanzamenti raggiunti in 10 giorni di lavoro dai più di 20.000 delegati presenti sono talmente scarni da far suonare l'ottimistico nome dato alla Conferenza "Cop dell'azione" come una beffa."

Ecologia e produzione energetica - Il nostro Paese sino alla fine degli agli anni ‘50 ed in parte ‘60 del secolo scorso ricavava la massima parte di energia elettrica attraverso centraline idroelettriche poste lungo i fiumi che scorrono nel mezzo di  tutte le città italiane. Ricordo ad esempio che  negli anni in cui abitavo a Verona andavo spesso  a passeggiare in periferia e sulla diga che sbarrava l’Adige e da cui si ricavava l’energia per la città. Sino ad un certo punto questa produzione energetica localizzata funzionò,  l'obbligo di ampliarne la quantità venne solo con l’avvento del modello consumista... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/11/bioregionalismo-e-produzione-energetica.html

L'incubo del sì – Scrive Uberto Tommasi: “Questa notte ho avuto un incubo, ho sognato che vinceva il SI e che iniziava la battaglia all'interno dei partiti, con pressioni, ricatti, minacce, uso di armi da taglio, pistole e bastoni. per far mettere in Senato sindaci e consiglieri regionali. Il desiderio di avere l'immunità parlamentare sarà la fonte di un mercato furioso di persone che saranno più libere di rubare per se e per i loro padrini politici...”

La carne non è cibo da uomini - Il sessismo implicito nel consumo della carne è portatore di una mitologia che permea tutta la società occidentale: la carne è un cibo da uomini e mangiarla è un’attività maschile. Questo atteggiamento risale all’avvento del patriarcato ed alla conseguente utilizzazione di animali allevati per farne carne. Avvenne in seguito alla specializzazione di alcuni maschi che uscivano dal clan matrilineare per dedicarsi appunto alla transumanza nomade con gli armenti. Nel contempo la base alimentare presso il clan matriarcale continuava ad essere sostanzialmente composto da vegetali spontanei raccolti e dai prodotti delle prime forme agricole, essendo l’apporto di carne dato dalla caccia minimale e sporadico... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/19/la-carne-non-e-cibo-da-uomini/

Roma. Spesa consapevole – Scrive F.L.M.: “In piazza Asti 5/a Roma, giovedì 24 novembre 2016, ore 17, conferenza di Alessandra D’Andrea, sul tema: Portare a tavola i prodotti giusti può ridurre le spese e fare la differenza tra la salute e la malattia. Info. 3339633050”

Roma. Manifestazione contro la violenza sulle donne – Scrive Non Una di Meno: “Non una di meno! Tutte insieme contro la violenza maschile sulle donne. Il 26 novembre 2016 tutte a Roma. Un momento di confronto nazionale che possa contribuire a darci i contenuti e le parole d'ordine per costruire una grande manifestazione...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/roma-26-novembre-2016-per-leliminazione.html

Carmagnola. Oltre i propri occhi – Scrive Mondo in Cammino: “10 dicembre 2016 a Carmagnola (TO) con importanti testimonianze (dall'avvocato della fam.Regeni, ai genitori di Andy Rocchelli, da Elena Arvigo a Nadezhda Kutepova, da Pierfrancesco Curzi alla mostra fotografica "Oltre l'eternità". Info. info@mondoincammino.org”

Centocelle. Alberi in marcia – Scrive Salviamo il Paesaggio: “Il 27 Novembre 2016 si svolge a Roma la quinta edizione della Marcia Nazionale degli Alberi. Quest’anno, i promotori hanno scelto un luogo simbolo che rappresenta la vastità del nostro patrimonio botanico, culturale, storico, archeologico, collettivo: Il Parco Archeologico di Centocelle. E’ un omaggio alle Periferie, al verde urbano, all’AGRO ROMANO...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/alberi-in-marcia-per-salvare-lhabitat.html

Ecco arrivati in fondo, ciao, Paolo/Saul
.................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

In tutte le relazioni umane è essenziale coltivare l'apertura mentale” (Hagakure)

..............

In un orto vicino, che non era un orto ma una casa diroccata adibita a giardino, c'era un albero da cui pendevano decine e decine di cachi gialli maturi, vennero decine e decine di corvi neri vogliosi. La natura ha reso giustizia ai cachi ed ai corvi” (Saul Arpino)



Nessun commento:

Posta un commento