Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 9 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 10 novembre 2016 – Agricoltura contadina, cosa ci aspetta dopo la vittoria di Donald Trump?, facebook impicciona e troglodita, il fuori tempo: Dio, antropoecologia cosmica e viaggi nel tempo...


Risultati immagini per agricoltura contadina

Care, cari, aggiornamento sulla campagna per l'agricoltura contadina - l'on Adriano Zaccagnini ci invia "Un breve aggiornamento” sperando di potervi dare notizie più concrete nelle prossime settimane. Dopo un ulteriore incontro politico col viceministro Olivero e il relatore Zanin si è confermato l'interesse sia da parte del governo che della maggioranza parlamentare a proseguire l'iter della legge per il riconoscimento dell'agricoltura contadina... (Aldo Nardini) – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/aggiornamenti-dalla-campagna-per-il.html

No alle armi nucleari – Scrive Alessandro Marescotti: “Chiediamo che il governo cambi posizione per la conferenza ONU che nel 2017 dovrà interdire le armi nucleari. Sarebbe una novità geopolitica positiva su cui lavorare: la "rivolta"  degli Stati non nucleari, con il varo del Trattato di interdizione delle armi atomiche, è erede del "movimento dei non allineati". E' la tendenza verso una democrazia internazionale, cioè un mondo in cui la forza del diritto prevale sul diritto della forza: l'obiettivo della nonviolenza pragmatica ed efficace...”

Treia. 9 novembre 2016. Il buongiorno si vede dal mattino. - Mi sono svegliato al suono allegro della mia vecchia sveglia cinese, che funziona ancora a carica manuale, un buon sistema questo per mantenere l'attenzione sulle cose correnti. In cielo brilla il sole. Caterina mi ha telefonato dicendomi che mi vuole bene. Per strada Nazareno Crispiani, costruttore di minipresepi artigianali, mi ha confermato la sua partecipazione alla Fierucola delle Eccellenze Bioregionali che si tiene a Passo di Treia l'8 dicembre. E poi, chi l'avrebbe mai detto? Mentre ogni "vero democratico" si aspettava l'elezione della k'hillary, pronto ad imbracciare il fucile ed a premere i tasti per l'invio dei missili contro Santa Madre Russia, tutto in nome della "democrazia e della pace nel mondo" (naturalmente), allorché il popolino americano ci ha messo lo zampino e come dice il vecchio adagio "per un punto Martin perse la cappa". Così è successo alla sfigurata dal dolore "santa madre k'hillary", che per un punto percentuale o poco più, deve rinunciare alla cappa presidenziale e ritirarsi in buon ordine nella fattoria agricola del marito... - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/treia-9-novembre-2016-il-buongiorno-si.html

Commento di Tania: “Ciao Saul, purtroppo non c'è da stare molto felici con il nuovo presidente. Da sempre spietato cacciatore e persona che ha poca tolleranza per il prossimo. Oggi sono un po' avvilita perché nel mondo ci sono tante persone al potere: e non sono belle anime. Ma io comunque non mi avvilisco. Spero che prima o poi una bella anima e con forte personalità, prendi il controllo della situazione. Buona giornata!!”

Mia rispostina: “Questa è la speranza di ognuno di noi... però sappiamo che il kali yuga deve ancora finire quindi ci vuole molta pazienza, l'importante è non demordere dal bene in cui ci riconosciamo. Ma non possiamo aspettarci che il bene che noi compiamo debba per forza venir ricompensato. Noi facciamo il bene solo perché questo è il nostro dharma”

Commento di Umberto Calabrese: “Ha vinto Trump? Sì e no, il vero vincitore è la Democrazia USA puoi avere la finanza, la lobby della comunicazione, il potere, ma se il Popolo non ti vota resti al palo... Hanno vinto gli Americani quelli nauseati dalla Politica dei Democratici che sono tornati a votare. Trump ha vinto realizzando e incarnando il Sogno Americano tutti possono diventare Presidenti degli Stati Uniti d'America e Trump è la realizzazione di questo Sogno Americano il Paese della Libertà... il Paese della Democrazia liberale pluralista, multietnica e Trump nel suo discorso di ringraziamento ha già cambiato i toni, è il 45 esimo Presidente USA...”

L'elezione di Trump e la crisi di egemonia – Scrive Rete dei Comunisti: “La non inaspettata vittoria di Trump, per chi ha la giusta percezione delle dinamiche sociali reali, conferma una crisi di egemonia della borghesia in particolare nei paesi imperialisti, dagli USA all’Europa, dove il sistema politico “democratico” non tiene più le profonde contraddizioni che il capitalismo attuale sta producendo. Lo sviluppo distorto, ma coerente con il presente modo di produzione, l’idea delle propria invincibilità acquisita dopo la vittoria sull’URSS, la crisi sistemica che significa offuscamento delle prospettive di crescita e di emancipazione stanno producendo una situazione inedita storicamente e che la vulgata di sinistra tende a rappresentare come populismo, fascismo, ma che va analizzata in ben altro modo...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/09/un-pensiero-comunista-sullelezione-di-donald-trump-alla-presidenza-usa/

Integrazione di Vincenzo Brandi: “L'abile outsider Trump (altro che il cretino che volevano farci credere!) ha sbaragliato la candidata ufficiale dell'establishment, delle banche, della grande finanza, del turbo-capitalismo globalizzato, e del complesso militar industriale USA. Non è servito l'appoggio di George Soros e della lobby sionista, che hanno ampiamente finanziato la Clinton, e nemmeno quello della Fratellanza Musulmana con cui Killary manteneva uno stretto contatto attraverso la sua principale collaboratrice...” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Jimmie Moglia: “Come molti, credevo che l'immensa forza dell'establishment e della cabala avrebbe impedito una sconfitta della donna di cui il solo pronunciarne il nome mi provoca l'orticaria. Non e' questione di inneggiare al demagogo - il nuovo presidente non e' straordinario o particolarmente simpatico. E nessuno si aspetta un taumaturgo. Ma se la scelta tra candidati avesse opposto la quasi-donna a una merda autentica, (absit iniuria verbis), la scelta logica doveva essere la merda. Quindi, almeno per il momento, è giusto dire Sursum corda."

Commento di Paolo Venturi: “I leccapiedi della finanza predatoria cominciano seriamente a preoccuparsi, dopo la brexit dopo Trump, e magari, dopo la possibile sconfitta del magliaro di Rignano al referendum nostrano, dimostrata la loro irrilevanza nell'influenzare la pubblica opinione, terrorizzati paventano un possibile dimezzamento delle provvigioni che i loro ingaggiatori potrebbero avere in animo di assegnargli...”

Facebook impicciona e troglodita - La sera del 19 ottobre 2011 me ne stavo tranquillo a completare il Giornaletto di Saul, quando mi si è piazzata davanti agli occhi l’invadente pagina di facebook che si auto-referenzia e si auto-propone qualsiasi altra pagina web si abbia sul desk. Un po’ sono rimasto scocciato.. anche perché ho visto che si trattava di una chiamata chat ed io non amo chattare, anzi mi repelle… la richiesta di contatto era di Giovanna L., appena iscritta al gruppo della spiritualità laica ed a quello del bioregionalismo ed ecologia profonda... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/11/analisi-sulla-natura-della-mente-in.html

Roma. Presentazione della Madonna dei Debitori: “Scrive Alberto Roncalli: “Siete invitati il 21 novembre 2016 presso la chiesa di Santa Maria in Cosmedin (piazza bocca della Verità 18 a Roma).In questa occasione verrà presentata ai fedeli la Madonna dei debitori di Bassano Romano. Interverranno personalità e studiosi di economia e presidenti di associazioni antiusura. Conduce la conferenza il prof Massimo Marinelli psicologo. Info. madonnadeidebitori@gmail.com”

Dio. Il fuori tempo – Scrive Alex Focus: “Dio non ha tempo spazio e storia.... sono gli uomini che speculano sull'utilità di Dio per soggiogare gli altri uomini... Per fortuna che qualcuno come Giordano Bruno, Krishnamurti, Gesù, Osho e molti altri lo hanno sentito compreso e trasmesso come a loro è stato possibile. Un Dio non può scegliere un tempo storico per rivelarsi più tosto che un altro, farebbe una ingiustizia a chi è venuto prima o a chi è venuto dopo. Dio usa tutta la storia, tutto il tempo, ogni modo ed ogni via per far nascere la sua onnipotenza in ogni uomo!” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/dove-osho-e-giordano-bruno-sincontrano_9.html

L'Aquila. Scie chimiche – Scrive Magda: “L’Aquila, 19 Novembre 2016, dalle ore 9.00 alle 18.00,  Convegno Nazionale: CHEMTRAILS (SCIE CHIMICHE) GEOINGEGNERIA – MANIPOLAZIONE CLIMATICA e AMBIENTALE, presso l’AUDITORIUM DEL PARCO, Viale Medaglie d’Oro, a cura di Riprendiamoci Il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana e Alternativa Riformista Umbria, con il Patrocinio del Consiglio Comunale de L’Aquila. Info. magda.piacentini@gmail.com"

La sacralità dell'olivo - Forse se l’Italia  non fosse stata ricca di olio, vino e farro non sarebbe mai sorta la civiltà  latina e Roma non avrebbe mai illuminato il resto del Mediterraneo con la sua luce di giustizia e civiltà. Noi siamo tutti debitori alla cultura/coltura  dell’olivo, simbolo di ogni bene.  Basti pensare alle parabole di Cristo e prima di lui ai riti dell’antica mitologia pagana in cui l’olio e l’unzione  erano il  simbolo di guarigione spirituale e di consacrazione  regale. “Unto” era un titolo ambito  e denotante nobiltà in tutti i sensi… - Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Quando-tutti-gli-olivi-saranno-morti-anche-la-civilta-umana-sara-scomparsa

Il dopo Trump. Dialogo tra Marinella Correggia e Paolo D'Arpini – In un certo senso, Killary e Trump presentano in modo complementare le caratteristiche di un perfetto mostro. E immagino che alla fine le loro politiche non sarebbero poi tanto diverse, sempre degli Usa si tratta. Clinton: guerrafondaia, ipocrita, globalizzatrice ed espressione dei poteri forti. Trump: mitra per tutti, evasione fiscale, esaltazione della ricchezza, muri antimigranti. In ogni caso si tratta di costruire un'alternativa che escluda proprio le caratteristiche salienti e complementari di quei due figli del privilegio crudele.” - Rispondo: “...siamo pragmatici ed osserviamo la situazione per come è andata configurandosi e ragioniamoci sopra ma -per non divagare troppo- analizziamo un solo punto. La Clinton da fautrice della guerra continua qual’è ha bisogno di tenersi buoni i neri e gli ispanici perché all’occorrenza fungono da carne da cannone da usare nelle varie campagne militari (l’abbiamo visto in grande sia nella seconda guerra mondiale che in Vietnam, ma anche nelle altre “guerricciole”), se dovesse scoppiare una guerra con la Russia la carne da cannone serve ed in abbondanza, da qui una politica più aperta verso i migranti e verso le minoranze povere. Ricordo che anche in Italia, quando il sud era (e lo è ancora) terra di frontiera forniva il maggior numero di volontari nell’esercito, nei CC, nella polizia, nelle varie armi… in parte è ancora così ed in parte -oggi che non è ieri- ci sono...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/usa-dopo-la-vittoria-di-donald-trump.html

Commento di M.P.: “io rifiuto ugualmente ed in ogni caso questa persona (Trump) che vuole neoliberismo, muri e un mitra per tutti. Ne riparleremo quando cambierete idea, forzati dall'evidenza, ma spero che non accada, che viviate felici e trumpisti....”

Malattie e cibo – Scrive Franco Libero Manco: “Non vi è trasmissione televisiva in cui non si parli di alimentazione e malattie, in cui si esaltano i progressi della scienza nel combatterle, vantando nuovi ritrovati sempre più efficienti che consentono cure sempre più efficaci, ma mai risolutive. La scienza medica essenzialmente sintomatologica continua ciecamente a concentrarsi sulle capacità dei farmaci di arginare gli effetti prodotti, ma non indaga sulle cause che determinano le malattie: farmaci che facessero guarire dalle malattie farebbero fallire le industrie mediche e renderebbero inutili gli istituti di ricerca e gli stessi operatori sanitari...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/09/perche-ci-si-ammala-il-destino-di-un-popolo-dipende-da-cosa-mangia/

Calabria. Nuova Rete di Genuino Clandestino - Scrive Rete Locride: “E’ con grande gioia che vi comunichiamo la nascita della Rete Locride Genuino Candestino nata dalla collaborazione di diverse esperienze rurali presenti nel territorio della Locride da Africo marina a Caulonia. Uno dei nostri obiettivi a breve termine è quello di creare una rete di Genuino Clandestino Calabria in vista del prossimo incontro nazionale che si terrà ad Aprile 2017 a Bologna. Attendiamo senza ansia le vostre adesioni! Contatti: retelocridegc@googlegroups.com”

Antropoecologia cosmica e viaggi nel tempo – Scrive Paola Treppo: “ Viaggiare nel tempo. È possibile? Per lo scienziato russo Alexander Trofimov sì, «anche se è bene non abusarne» dice. E un primo esperimento in Friuli, il primo in Italia con questo studioso che arriva dalla Siberia, è stato fatto domenica pomeriggio 6 novembre 2016, a Udine, con un gruppo di circa 200 persone. Trofimov, che adesso raggiungerà l’Umbria per avviare uno studio sulla previsione dei terremoti, è accademico e direttore dell’Istituto internazionale di ricerca scientifica Cosmic Anthropoecology, istituto di Novosibirsk, in Siberia...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/antropoecologia-cosmica-il-viaggio-nel.html

Beh, pure questo numero è chiuso... Ciao, Paolo/Saul

…...........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Quando qualcuno ti chiede: “Chi sei?” e tu rispondi: “Sono un ingegnere”, dal punto di vista esistenziale la tua risposta è errata. Come potresti mai essere un ingegnere? L’ingegnere è ciò che fai, non è ciò che sei. Non chiuderti troppo nell’idea della funzione che svolgi, perché vorrebbe dire chiudersi in una prigione." (Osho)



Nessun commento:

Posta un commento