Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 27 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 28 novembre 2016 – In memoria di Fidel, cambia il clima geopolitico, viaggio nello spazio e nel tempo, Ramallah: ennesimo pogrom, in Europa si muore d'aria...


Risultati immagini per In memoria di Fidel

Care, cari, abbiamo perso Fidel. Abbiamo conquistato una storia di esempi e saggezza. La storia di Fidel è indescrivibile, non possiamo raccontarla in poche parole. E quindi voglio dare solo una testimonianza. Fidel ha usato tutta la sua intelligenza, le sue conoscenza, la sua capacità di leader e la sua totale dedizione per costruire nel corso di 60 anni un popolo unito e organizzato, divenuto imbattibile nell’affrontare le forze economiche e militari più forti del XX secolo... (J. P. Stedile).. - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/fidel-castro-vivra-per-sempre.html

Messaggio di solidarietà ai Media russi – Scrive Marinella Correggia a seguito dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/25/lettera-in-solidarieta-con-i-media-russi-dopo-la-vergognosa-risoluzione-ue-che-li-censura/ -: “Riferisco sulla faccenda del piccolo messaggio di simpatia appunto ai media russi con le nostre firme, vi informo che, malgrado il mio inglese monferrino di Rocca d'Arazzo-Asti, non siamo stati "sbertucciati" e la mia "mancanza di professionalità" nello scrivere testi politici (e in ogni altra cosa se è per questo) non credo sia stata notata, perché due parole di amicizia non sono un saggio e nemmeno un articolo. Difatti ho destinato il messaggio ai pochi giornalisti russi che conosco (Yulia, Sergej, Margarita, Asmik, Elena), nessuno dei quali ha studiato a Oxford. Loro, contenti, lo hanno tradotto in russo e mandato ai loro colleghi o messo su facebook, e questo era l'obiettivo. Non so poi se sia stato ripreso in qualche servizio o altro...”

Il Clima geopolitico cambia – Scrive Piotr: “Dico quel che penso rispetto all’evidente cambiamento di clima politico che in tutto il mondo e in particolare Europa e USA si sta verificando. E’ troppo facile e anche troppo rischioso vedere nel repentino cambiamento di rotta di certi ambienti l’effetto dell’elezione di Trump. Anche questi ambienti, come noi, sono in attesa di vedere la squadra di governo di Pannocchia e le sue prime mosse. Ma si può dire già fin d’ora che si sta verificando un riposizionamento strategico da parte di tutto l’Occidente. Il risicato voto liberticida europeo sui media russi è lì a testimoniare che siamo in piena fase interlocutoria...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/27/analisi-sul-cambiamento-di-clima-geopolitico-in-corso/

Medio Oriente. Cova la guerra? - Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/medio-oriente-le-alleanze-cambiano-al.html -: “Al-Sisi appogia Assad? La mia impressione è che si stia formando una coalizione di Paesi arabi pro-Siria, la quale, a tempo debito, chiamerà in suo soccorso la Russia. La quale interverrà in Medio Oriente in loro aiuto, in maniera inizialmente silenziosa ma molto efficace, danneggiando notevolmente la coalizione occidentale. La quale reagirà violentemente e provocherà la 3a Guerra. Amen....”

Referendum. Comunque vada i poteri si preparano all'arrembaggio – Scrive Giorgio Vitali: “E' evidente che Lorsignori (quelli della grande finanza apolide e sionista), nella previsione NON erronea della vittoria del NO, si stiano già preparando per mantenere le redini della biga impazzita. La loro proposta non è di votare No o Sì, ma di dare vita subito dopo il Referendum ad un governo tecnico, ben sapendo che i TECNICI sono della razza che a loro aggrada. Ad esempio... Amato, Monti, Draghi, Mortadella... e ci proverebbero anche con Ciampi se, fortunatamente, non fosse già de-cesso. Ci sono peraltro altri tecnici, come Padoan (trascrizione di Padoa-Schioppa dell'ultima generazione, infatti sappiamo che costoro cambiano cognome con facilità... tanto quello che conta è il sangue materno per cui il cognome paterno è pressoché nullo. Vale solo per i Gojm...”

Viaggio nello spazio e nel tempo - Secondo le religioni e filosofie orientali, ed anche secondo la moderna scienza, è il movimento, l’azione o mutazione, che crea il mondo. L’energia sprigionata attraverso il cambiamento sopraggiunto nel “quid” originario statico si è propagata in uno svolgimento, apparentemente infinito, che utilizza i canali conduttori dello spazio e del tempo. Nella teoria della creazione graduale dell’universo si immagina un “inizio” chiamato Big Bang (il grande botto) in cui la concentrazione energetica statica giunge ad una fase critica di incontenibilità e ne consegue un collasso che è poi l’inizio dello spazio tempo e... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/11/coscienza-ed-energia-nello-spazio-e-nel.html

Sentenze ingiuste. Non è colpa dei giudici ma dei legislatori – Scrive Roberto Tumbarello: “Quando un mascalzone che dovrebbe marcire in prigione viene rilasciato poche ore dopo, diamo la colpa alla magistratura. Le attribuiamo anche la responsabilità di condannare i delinquenti che ci stanno simpatici e vorremmo assolti. Purtroppo non è merito né colpa dei giudici. Sono le leggi fatte male, cioè che non coincidono con le esigenze di sicurezza dei cittadini. L’Italia ha il sistema giudiziario più permissivo del mondo. Lo chiamano garantista, ma, in realtà, consente a chiunque di delinquere e rimanere impunito. Tanto, in caso di condanna, prima della Cassazione, arriva la prescrizione....”

Ramallah. Ennesimo pogrom contro inermi contadini palestinesi – Scrive Gydeon Levy: “I sopravvissuti sono cinque contadini palestinesi socievoli che parlano uno stentato ebraico e lavorano nell’edilizia in Israele con regolari permessi di ingresso. Durante il week-end coltivano ciò che resta delle loro terre, molte delle quali sono state saccheggiate a beneficio degli insediamenti che soffocano il loro villaggio, Janiya, alla periferia di Ramallah. Sono convinti di essere sopravvissuti per miracolo all’attacco di sabato scorso. “Pogrom” è in realtà l’unica parola che descrive ciò che hanno subito...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/janiya-ramallah-coloni-israeliani.html

Il mondo degli imbecilli – Scrive V.Z.: “Una cosa che i politici fanno sempre una fatica boia a capire è: il mondo cambia. E, talvolta, cambia assai. Quando fanno finta di averlo capito sbagliano: il mondo cambia, ma NON cambia come credono loro. Il guaio è che i politici a quel punto pensano "Sì, il mondo cambia, perché noi [politici] lo stiamo cambiando. Imbecilli...”

Europa. Si muore d'aria – Scrive A.K.: “Il nuovo rapporto dell'Agenzia europea dell'ambiente (EEA) “Qualità dell’aria in Europa – 2016” mostra l’enorme impatto provocato dall’inquinamento atmosferico sulla salute dei cittadini europei, in particolare nelle aree urbane. Se da una parte la qualità dell'aria sta lentamente migliorando, grazie alla riduzione delle emissioni, dall’altra l'inquinamento atmosferico rimane troppo alto e rappresenta il maggior pericolo per la salute delle persone e degli animali che vivono nelle grandi città europee...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/in-europa-si-muore-daria-allarmanti.html

Commento di Giuseppe Moscatello: “Vanno considerate anche le ricadute da scie chimiche, l'avvelenamento serve per sfoltire la popolazione, certo la presenza di metalli è causa di malattie legate alla degenerazione del sistema nervoso, ma insieme ai polimeri autoreplicanti (i filamenti di ricaduta), entrambi servono alla trasmissione di onde finalizzate ad un'azione di condizionamento dei processi celebrali, infine al controllo mentale stesso...”

L'islam porterà alla fine del mondo – Scrive Caterina Maniaci: “L' islam fondamentalista potrà portare il mondo sull'orlo di una catastrofe totale. La previsione non appartiene al solito scenario dietrologico catastrofista, appunto, oppure alle dichiarazioni di folli intolleranti. È invece quello che si legge nel Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo 2016, curato dall'associazione pontificia Aiuto alla Chiesa che soffre. I numeri e le testimonianze presentati dal voluminoso rapporto parlano chiaro....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/lislam-fondamentalista-portera-alla.html

Eccomi qua al momento dei saluti, sono stato più a letto che in piedi, causa raffreddore... Perciò accontentatevi di questo numero ridotto... E poi mi son chiesto: “Fina a quando riuscirò a redigere il Giornaletto? Prima o poi non sarà più possibile”. Ciao, Paolo/Saul

….......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Ho a disposizione tutto il cielo della mia consapevolezza, per volare: e volo, libero, leggero, sereno, elegante. Senza alcun ostacolo, senza alcun limite. Mi accetto, mi onoro e mi rispetto: sono esattamente come la mia Anima ha scelto che fossi. Volo lungo la mia rotta. Sono pieno di gioia di essere così, sento finalmente l’Amore nel mio cuore: mi amo, con gioia ed emozione, mi amo. E volo libero di amarmi.” (Omraam)


Nessun commento:

Posta un commento