Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 28 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 29 novembre 2016 – Una pozzanghera di gioia, il renzie che sparla, Dante non era brutto, rifiuti in mare, gli incantatori di serpenti, il partito della vergogna, Fierucola a Passo Treia...


Risultati immagini per anatre in una pozzanghera

Care, cari, per essere felici basta una pozzanghera... Mi scrive Caterina: “Oggi ho visto un bello spettacolino: davanti a casa di un allevatore, sulla pavimentazione si era formata una piccola pozzanghera ed alcune anatre ci bevevano e si facevano le abluzioni. Simpatiche!” Così, per analogia mi sono ricordato di quando bimbetto di due o tre anni abitavo a Roma, nella casa in cui sono nato che si trovava in una specie di villaggio urbano, chiuso da mura con una grande arena al centro e tanti alberi e giardini fra una casa e l'altra, erano le “case popolari” costruite dal Duce per gli impiegati statali (c'erano maestri, poliziotti, ferrovieri, impiegati dei ministeri, etc.). Nell'arena piena di sabbia gialla ci andavamo a giocare noi bimbetti ed a vivere molte altre avventure (che forse un giorno vi racconterò). Una volta c'era stato un bell'acquazzone e si era formata una grossa pozzanghera in una buca dell'arena, la tentazione era troppo forte e mi ci buttai “a nuoto”, dopo il divertimento subentrò però la paura, al momento di ripresentarmi a casa temevo la reazione di mia madre. Ma lei ascoltate le mie scuse non disse nulla, semplicemente mi lavò in una bagnarola con l'acqua calda (a quel tempo i bagni non avevano la vasca e bisognava arrangiarsi con le bagnarole) e mi rivestì con abiti puliti. Tutto lì... Un bel ricordo, mi ero divertito senza buscarle...

Renzie: “...dobbiamo votare “sì” altrimenti viene la fine del mondo..” - Scrive S.S.: “Quindi bisogna votare sì sennò finiamo in un'ennesima catastrofe? Votare sì perché almeno non avrò la colpa di aver detto no al cambiamento? Di quale cambiamento si tratta? Mi proponete di allentare ancora di più il controllo sulle rappresentanze di governo? Uhm… qualcosa non mi quadra, soprattutto se ragiono sul presupposto, sul fatto che questo NON è il nostro governo eletto, come non lo era quello di Letta né quello di Monti prima (ve lo ricordate vero?). Io non credo in questa riforma...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/28/terrorismo-governativo-allopera-bisogna-votare-si-senno-finiamo-in-unennesima-catastrofe/

Commento di Franca Oberti: "Ieri mattina ho visto il TG e mi venivano i brividi. Renzi dichiara che almeno 8 banche falliranno se vince il no. Scandaloso come faccia venire paura alla gente. Forse c'è ancora qualcuno che ha soldi in banca? Dal canto mio non me ne frega più niente se le banche falliscono, dato che non ho più potuto accantonare nulla da anni! E poi quell'altro (il berlusca) che decide di candidarsi ancora! Con la sua riapparizione saranno voti persi di sicuro. Probabilmente si sono pure accordati per spartire ancora la torta..."

Dante non era “brutto” - Scrive Gilberto di Benedetto: “Negli anni 80 una discendente Francese dei Merovingi lasciò una cospicua eredità al suo maggiordomo Egiziano, tra i tanti beni ereditati vi era una tavola risalente al 1470 su cui era stato incollato un affresco del trecento raffigurante un bel giovane con addosso la classica tunica che indossa Dante Alighieri nelle sue rappresentazioni delle varie epoche. Come dobbiamo immaginarci l’autore della Divina Commedia.  Qual era il suo vero volto?” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/scoperta-una-immagine-ipotetica-di.html

Petizione pro media russi – Scrive Giorgio Quarantotto a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/25/lettera-in-solidarieta-con-i-media-russi-dopo-la-vergognosa-risoluzione-ue-che-li-censura/ -: “Esprimo tutta la mia solidarietà nei confronti dei meda russi come RT e Sputnik, dall'accusa inqualificabile fatta dai parlamentari europei, che considerano questi canali informativi al pari del Daesh e proponendo all'Ue di neutralizzarli. La verità che RT e Sputnik , riportano evidentemente scomode notizie, ossia fatti che si vorrebbero tenere nascosti...”

Rifiuti in mare. Mappatura con progetto UE – Scrive Arpat: “Nell'ambito della Direttiva quadro dell'UE sulla strategia marina per la protezione dell'ambiente marino e il raggiungimento di un buono stato ecologico delle acque entro il 2020, è stato avviato un osservatorio in rete per l'identificazione dei rifiuti in acqua...” - Continua:

Roma. No alla bretella Roma - Latina – Scrive No Corridoio: “SOSTEGNO ATTIVO ALLA LOTTA CONTRO L'INUTILE, COSTOSA E DEVASTANTE AUTOSTRADA A PEDAGGIO A12-ROMA-LATINA. Siete tutte/i invitate/i all'ASSEMBLEA INFORMATIVA su: "Comunità e Amministrazioni Locali contro l'autostrada, per una nuova Conferenza dei Servizi", che si terrà il 1 Dicembre 2016 alle ore 17,30 presso il “Teatro della Dodicesima” a Spinaceto (Roma) in Via Carlo Avolio, 60. Info. nocorridoio@tiscali.it”

L'Ucraina spara missili sulla Crimea, per provocazione – Scrive Maurizio Blondet: “Il regime di Kiev farà una ‘esercitazione con missili” (veri) nella spazio aereo della Crimea, nello spazio sovrano della Federazione Russa  – ma che Kiev tratta come suo territorio nazionale. I missili saranno sparati dove volano aerei russi civili e militari. Il regime, come se non esistesse la Russia, ha semplicemente diramato giovedì l’annuncio di “zona pericolosa” a tutte le quote di volo, insomma restrizioni dei voli, su Crimea, presso Sinferopol, il 1 e 2 dicembre prossimo....” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/lucraina-provoca-la-russia-e-spara.html

Si prepara l'aggressione alla Russia – Integrazione di Giorgio Stern: “È in atto una "preparazione" dell'opinione pubblica ad progressiva demonizzazione della Russia. Ciò corrisponde ai piani di attacco degli Stati UIniti e dell'Occidente. Stanno ripristinando il vecchio "cordone sanitario", ovvero il blocco economico culturale e civile già operante contro l'Unione Sovietica. Nel 1938, con il Patto di Monaco, Gran Bretagna e Francia (Gli USA guardavano aspettando) cercarono di scagliare contro l'URSS, Hitler ed il suo arsenale bellico. Non riuscirono a portare la Wehrmacht ai confini sovietici perché Stalin garantì al suo Paese i cuscinetti territoriali polacco e finlandese. Tanto preziosi quando i nazisti aggredirono l'URSS. Oggi le cose sono messe peggio, la NATO è già ai confini russi (attraverso l'Ucraina). E si prepara ad andare oltre. Da qui la "preparazione" dell'opinione pubblica. Si sapeva che il capitalismo nella sua crisi più profonda avrebbe cercato di risolvere così le sue mortali contraddizioni.... pian piano ci arrivano...”

Il partito della vergogna – Scrive Simplicissimus: “L’uso inumano e spregevole della malattia e del dramma per la campagna referendaria basterebbe a definire il livello morale del governo, ma sarebbe insufficiente a descrivere la realtà perché le affermazioni sull’effetto taumaturgico del Sì sulla sanità italiana è una tale gigantesca bugia che nemmeno riescono a trattenersi dal dimostrare apertamente, ancor prima delle urne, la vacuità delle loro chiacchiere, come dimostra la cancellazione dei 50 milioni per fronteggiare l’emergenza sanitaria provocata dai veleni dell’Ilva...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/spot-degradanti-per-il-si-del-governo.html

I calciatori dell'ILVA tutti morti di cancro – Scrive Peacelink: “La Carbonara, Ripiano e Papalia; De Tuglio, Andrisani e Guarino; Catapano, Casile, D’Alò, De Gennaro, Capozza. Era la formazione dell'ILVA Football Club. Sono tutti morti di cancro. Tutti protagonisti di interminabili partite sulla terra battuta del vecchio campo Tamburi, nell’omonimo quartiere della città pugliese, a poche decine di metri dall’acciaieria. Vicino, troppo vicino alla fabbrica dei veleni. Un campo di calcio su cui si poggiavano le polveri della fabbrica, che venivano inalate a pieni polmoni pur di vincere la partita. Notizia ripresa dal libro: ILVA FOOTBALL CLUB, di Fulvio Colucci e Lorenzo D’Alò; Kurumuny Editore”

Gli incantatori di serpenti – Scrive Simon Smeraldo: “Il libro "Gli incantatori di serpenti" è ora in distribuzione. Buona lettura di storie di magia e dell'insolito, incentrate soprattutto su di una rivisitazione personalizzata dei Tarocchi e della Alchimia in senso lato ma più in generale sul grande mistero della Vita....” - Continua con un brano dal libro: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/11/gli-incantatori-di-serpenti-di-simon.html

Parole di affetto e rispetto per Fidel – Scrive Vincenzo Zamboni: “I miserabili (degni di penosa commiserazione) impegnati a maledire e denigrare Fidel Castro, poichè lo temono anche da morto, ricordino bene che non solo da tutto il Sudamerica, ma anche dagli apparentemente ricchi U$A, migliaia di persone vanno continuamente a curarsi a Cuba, dove la sanità è eccellente ed accessibile a tutti, tant'è vero che il rapporto medici/popolazione è doppio che negli $tati Uniti (a scanso di equivoci, lo conferma il New England Journal of Medecine), e mentre il Italia quest'anno il governo impostore, tra un taglio e l'altro alla Sanità, ha pure eliminato la gratuità dell'operazione di cataratta, il che significa che molti anziani pensionati poveri vengono condannati alla cecità per non poter pagare una operazione semplice che con l'intervento di un laser restituisce la vista. HLVS, Fidel !”

Passo di Treia. Programma definitivo: “Fierucola delle eccellenze bioregionali” dell'8 dicembre 2016 - Il Comitato Civico “Treia Comunità Ideale”, in collaborazione con  Associazione ACLI La Torre, Coop La Talea, AVIS Treia, Cinefotoclub Il Mulino, Ente Disfida del Bracciale, organizza sotto i portici della Chiesa della Natività e nei locali della Torre Molino di Passo di Treia, l'8 dicembre 2016, la seconda edizione della “Fierucola delle Eccellenze Bioregionali”, una manifestazione per mettere in mostra la capacità creativa e la voglia di esprimersi, nel produrre qualcosa di bello, da parte dei cittadini di Treia e dintorni, che sia in campo agricolo, artistico o artigianale, della scrittura, del canto o del teatro. Insomma una festa del lavoro creativo... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/11/programma-definitivo-passo-di-treia.html

Ecco, anche oggi ce l'abbiamo fatta, ciao, Paolo/Saul

….....................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Non smettere mai di lottare (contro gli invidiosi, contro il destino che non hai saputo crearti, contro il male, la malattia, la freddezza, la routine), non smettere mai di dare l'acqua ai tuoi sogni, affinché non si secchino e tu, con loro. Perché in nome di un sogno che ti appartiene davvero, anche il sacrificio e la miseria di adesso hanno un senso, profondo, che gli altri non possono vedere o capire, ma tu sì. Ed è quel sogno ogni giorno a riempire il tuo cuore...” (Marco Boaglio)

….......................

LA RESISTENZA si fa ora o … mai più

Resistere bisogna e farlo pria
che per l’Italia troppo tardi sia.
Resistere vuol dire scrivere NO
dar retta agli incapaci non si può!

Il SI è port’aperta al fascismo
non notate diffuso servilismo?
Congreghe e grandi giornali. Stronzi (campani)
con stolto seguito di gonzi.

I sindaci appoggiano per soldi!
Dove li cercheranno i manigoldi?
Prometter costa niente
e Sala sempre mente.

Vuotano nostre tasche
se Istituzion son lasche.
Decine a migliaia sono morti
per il trionfo dei calzoni corti?

Trentatré mesi ha succhiato il ciuccio
i promotori suoi non preser cruccio,
rubaron, lui ridente e contaballe.
Per voi s’appresta duro e impervio calle.

Spicca fra tutti napoletan puzzone
da lustri dodici ammorba la Nazione.
Se ai figli “cari” diè gioiosa spinta
nipoti arricchì fino alla quinta.

Salgon sul carro venduti e somari
il loro fetor non giunge a vostre nari?
Finser per anni d’esser di sinistra
quand’era ancora in fasce la ministra.

Poi che Costituzion sarà scassata
non vi sarà rimedio alla frittata
e a chi dice:”Almeno…incominciamo”
rispondo io:”Abbocchi, pesce, all’amo.
Sentito hai mai di quel gioioso gioco:
FAMMELO METTER DENTRO POCO… POCO”?
Far festa con De Luca e delinquenti?
Megli’è dell’accozzaglia sobri intenti.

Luigi Caroli

(P.S. Prima riforma saria: NON PIU’ RUBARE)




Nessun commento:

Posta un commento