Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 20 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 21 novembre 2016 – Altra vita nell'universo, sistema anti-democratico, il magazzino degli attrezzi usati, perché tagliare gli alberi? dubbi su Gesù...


Immagine correlata

Care, cari, esiste altra vita nell'universo? - Si dice che possano esistere intelligenze ed enti persino nelle stelle (trattasi evidentemente di esseri energetici dell’elemento Fuoco). Beh, comunque l’Universo è praticamente infinito e la considerazione che la vita possa essere presente in esso, nella totalità di esso, è decisamente plausibile...- Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/11/esiste-altra-vita-nelluniverso.html

Trump. Cominciamo a tremare? Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/nellera-trump-liran-torna-nel-mirino.html -: “A proposito delle nuove uscite di Trump e delle aggressioni ai Paesi non graditi a Israele, ripeto quello che sostengo da tempo. Chi controlla la politica mondiale (e locale prima di tutto, perché è la fucina di quelli che poi guideranno le Nazioni e l’Economia) è sempre la stessa entità..” - Continua in calce al link sopra segnalato

USA. Con questo sistema non si può mai vincere - Scrive Marinella Correggia: “caro Paolo, volevo dirti che le tue riflessioni sulle elezioni Usa sono le più intelligenti. Lo scenario che prospetti è inquietante ma verosimile. Magari ti interessano anche le osservazioni del nostro amico Usa, di Rete No War, Patrick Boylan: “...l'Establishment, sia Repubblicano che Democratico, vuole far fuori Trump, non è perché egli parla di migliorare i rapporti con la Russia od altro. Questa interpretazione è troppo riduttiva. La questione è più vasta. Trump - e la feccia destroide che egli porta nella Casa Bianca (Jack Bannon, ad esempio) - sono non soltanto anti Establishment democratico ma anche anti Establishment repubblicano. Vengono finanziati - non dall'alta finanza e dalle multinazionali come lo sono gli Establishment repubblicano e democratico - bensì dagli imprenditori "medi", non globalizzati, i cui interessi vengono spesso schiacciati dall'alta finanza e dai multinazionli. Questi imprenditori medi usano il nazionalismo per difendere i loro interessi non-globali e, con il nazionalismo, sdoganano tutto l'apparato di Dio – Patria - Maschilismo- ecc. ecc. caro alle destre nazionali e tradizionali....” Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/20/prospettive-democratiche-e-anti-democratiche-negli-usa-ed-in-italia-lestablishment-non-demorde/

Mia rispostina: “Cara Marinella i tuoi Lavori delle 5P saranno utilissimi per una discussione aperta sul tema che potremo fare durante la prossima Festa dei Precursori di fine aprile 2017 (se saremo ancora vivi). Per quanto riguarda la situazione politica “americana”, che coinvolge l'intero globo, non faccio altro che osservare le cose come si succedono. Non sono una persona particolarmente acculturata, anzi sono poco istruito e superficialmente informato sui retroscena geopolitici, la mia semplicità però mi consente -a volte- di poter osservare le cose senza paraocchi concettuali e quindi di vederle nella loro nudità... Giorni addietro mi trovavo ad un incontro del PD di Treia, di cui ahimé faccio parte, tutti gli altri iscritti erano a favore del sì al referendum ed io l'unico per il no. Le loro argomentazioni erano molto arzigogolate e politicamente complesse le mie invece molto semplici: con questa riforma renziana si sminuisce la democrazia!”

Partiamo dalla situazione presente... - In qualsiasi analisi in chiave di ecologia profonda si indica sempre la condizione presente come base di partenza per il successivo cambiamento o riparazione… considero però che questa società non potrà durare a lungo ed è bene che vi siano delle “nicchie” di sopravvivenza, dalle quali ripartire con nuovi paradigmi di civiltà in cui mantenere un equilibrio fra uomo-natura-animali (dice una poesia: o si salvano o si perdono insieme)... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/in-qualsiasi-analisi-in-chiave-di.html

TV. Semplice intrusione pubblicitaria – Scrive Roberto Tumbarello: “Sta per concludersi l’era televisiva. Troppe pause pubblicitarie. Le hanno allungate di pochi secondi ogni volta, credendo che nessuno se ne accorgesse. Ora sono insopportabili. Finirà che tra poco il film o lo spettacolo o il dibattito saranno brevi squarci tra gli spot. Non c’è più rapporto tra ciò che ci offrono e la noia che ci impongono. Se si altera l’equilibrio, come stanno poco saggiamente facendo, il giocattolo si rompe. Si abusa della pazienza dello spettatore per guadagnare sempre di più. È il momento di cambiare svago. Forse saremo costretti finalmente a leggere e, quindi, a evolverci.”

Il cambiamento inizia dal magazzino degli attrezzi usati - Vorrei ora raccontarvi una storiella. Una volta in una società futuribile in cui tutto era informatizzato e meccanico, un funzionario che si era stufato del solito tran tran inutile e del vuoto migliorismo funzionale di una società quadrata, chiese di essere trasferito dal suo livello relativamente alto di attività ad un livello più basso, quello dei lavori manuali... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/20/il-cambiamento-inizia-dal-magazzino-degli-attrezzi-usati/

Poveri umani convinti di essere liberi - Scrisse George Orwell: “Il lavoro pesante, la cura della casa e dei bambini, le futili beghe con i vicini, il cinema, il calcio, la birra e soprattutto le scommesse, limitavano i loro orizzonti. Tenerli sotto controllo non era difficile...”

Per la difesa della democrazia in Italia – Scrivono Italiani sudamericani: “Los centros mundiales de poder (desde el embajador estadounidense en Italia hasta la Troika europea, pasando por el FMI, la mencionada JP Morgan, el Banco Mundial o la Confederación Industrial italiana) han tomado públicamente partido por el SI. Los constitucionalistas italianos más prestigiosos, la CGIL (la central de trabajadores italiana más grande), los sectores progresistas incluyendo buena parte del mismo partido de gobierno, los ex partisanos, han optado por el "NO"...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/20/en-defensa-de-la-democracia-en-italia-para-la-reforma-constitucional-de-renzi-algunos-italianos-son-menos-iguales-que-otros/

Commento di Giuseppe Sini: “Ha scritto una volta Hannah Arendt che si può sempre dire un sì o un no. Ma se passa la riforma costituzionale golpista del governo degli apprendisti stregoni per l'elezione di metà del parlamento il popolo italiano non potrà più dire ne sì ne no...” - Continua in calce al link soprastante

Certezze sulla nostra stessa esistenza e dubbi sull'esistenza fisica di Gesù - Esiste un libro intitolato "La Favola di Cristo" scritto alcuni anni fa dal compianto Luigi Cascioli e -dopo averlo letto- compresi come fosse importante ripristinare una verità storica su fatti alquanto nebulosi, che vengono in realtà confermati dalla sola voce ecclesiastica dei papi e del vaticano. La storia si sa è solo convenzione ma quando una religione come quella cattolica pretende di essere detentrice di una verità salvifica incontrovertibile occorre una certa cautela ed un’analisi approfondita sulle sue origini… - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/gesu-era-ebreo-filisteo-esseno-o-solo.html

Perché continuano a tagliare gli alberi? – Scrive Luciano Gianazza: “Gli alberi maestosi, i più antichi sulla Terra sono quelli che sono sopravvissuti a un evento disastroso che ha reso l'uomo quello che è oggi, influenzabile e ignorante del mondo spirituale. Tali alberi sanno cosa è successo e come era il mondo prima. Sono veri maestri,hanno le chiavi per riconnetterci con la Coscienza, e offrono la loro conoscenza a chi sa ascoltarli. Il Buddha ha ottenuto il risveglio ai piedi un albero. Si crede che la distruzione delle foreste sia dovuta solo all'ossessione del profitto. No, vengono distrutte perché non ci sia più nessuno che possa aiutare l'uomo a uscire dal sonno in cui si trova...”

Treia - Anche il Circolo vegetariano VV.TT. di Treia partecipa alla sezione olistica della Fierucola delle Eccellenze Bioregionali che si tiene a Passo Treia, l’8 dicembre 2016, nella antica struttura della Torre Molino, dalle ore 15 alle ore 20. Saremo presenti con il nostro materiale divulgativo sull’alimentazione vegetariana bioregionale e con alcune delle nostre pubblicazioni. Qui anticipiamo il programma di massima del reparto olistico della manifestazione.. - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/20/il-circolo-vegetariano-vv-tt-partecipa-alla-sezione-olistica-della-fierucola-delle-eccellenze-bioregionali-che-si-tiene-a-passo-treia-l8-dicembre-2016-nella-antica-struttura-della-torre-molino/

E pure oggi vi saluto, ciao, Paolo/Saul

............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Senza apertura verso la trascendenza, l'intelligenza umana sarebbe un lusso tanto inesplicabile quanto inutile" (Fritjiof Schuon)



Nessun commento:

Posta un commento