Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 21 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 22 novembre 2016 – Marrakech o cara, gli alberi ci parlano, Osho: pazzo o saggio?, la favola della crisi, gli “ebrei” sionisti non sono ebrei, Aleppo “assediata”....


Immagine correlata

Care, cari, sul cambiamento climatico, a partire dalla convenzione quadro del 1992 dell’Onu a Rio de Janeiro, si sono tenuti una serie di incontri di cui l'ultimo, il COP22 tenuto a Marrakech, si è appena concluso. Questa conferenza sul cambiamento climatico era indetta dall'ONU e vi hanno partecipato numerosissimi esponenti governativi e di associazioni ambientaliste. L'obiettivo è mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 2° rispetto all’era preindustriale (l’attuale tendenza prevede un incremento del 3°-4° entro la fine del secolo con le conseguenze che si possono immaginare)... (Franco Libero Manco)... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/per-un-vero-cambiamento-di-rotta-e-di.html

Gli alberi parlano... - Commento di Clenz Domus Venece all'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/09/gli-alberi-parlano-ora-abbiamo-le-prove.html?showComment=1474828157703#c679991811756444679 -: “...confermo, un grande albero di olivo aveva sotto di se un piccolo albero di pruno, figlio di un altro pruno poco più in là (ormai abituato a innaturali potature).. beh quando il giovane pruno si alzò, nella sua forma piramidale naturale, era come se chiedesse spazio all'Olivo grande che, lo scorso inverno, ruppe il suo grosso ramo che ombreggiava il pruno e cadde senza danneggiare quest'ultimo.. puoi immaginare la mia meraviglia, come poteva quell'Olivo generoso aver permesso la rottura di un suo ramo che impediva la crescita del pruno giovincello?...”

Rimini. La favola della crisi – Scrive Andrea Bizzocchi: “Cari amici, ho il piacere di invitarvi all'incontro che terrò Mercoledì sera a Rimini alle ore 21. Vi aspetto perché certo che, così come negli altri incontri organizzati e moderati dall'amico Loris Falconi, trascorreremo assieme una serata diversa, frizzante e soprattutto ispirante” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/11/rimini-23-novembre-2016-la-favola-della.html

Veggie Channel – Scrive Massimo Leopardi: “Ciao Paolo, da ieri mattina su Veggie Channel http://www.veggiechannel.com/video/veggie-people-gente-vegana/bambini-vegani-meravigliosi abbiamo messo online un video, molto efficace per controbattere l’ondata di disinformazione fatta in questi ultimi tempi nei confronti dei bambini e dei genitori vegani. E’ un lavoro che abbiamo realizzato girando l’Italia in lungo e in largo per mesi ed è stato realizzato in collaborazione con Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV...”

Treia, 21 novembre 2016 – Festa nazionale dell'albero - Fra le proposte fatte dal Circolo vegetariano VV.TT., andate a buon fine, ci fu quella di dichiarare "monumenti naturali" gli alberi centenari che ancora crescono nella nostra penisola. Questa proposta, avanzata verso la fine degli anni '80 del secolo scorso, fu poi ripresa dai Verdi e tramutata in Legge. Perciò anche noi oggi abbiamo celebrato la giornata dell'albero, e lo abbiamo fatto nel modo più semplice e modesto, cercando il loro contatto e percependo le loro vibrazioni, nel nostro orto di Treia... 4 olivi abbastanza in buona salute, sperando che l'anno prossimo non siano attaccati dalla mosca, il bagolaro che sta ricrescendo, i giovani melo, pesco, caco e mimosa... ed altri arbusti senza nome ma con una forma ed una sostanza... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/21/treia-21-novembre-2016-festa-dellalbero-al-circolo-vegetariano/

Viterbo. “Camilleri ad alta voce 2.0” - Scrive La banda del racconto: “Giovedì 24 novembre alle 17.30, sala Cardarelli Biblioteca Anselmi di Viterbo (viale Trento n. 18/E), Antonello Ricci e Pietro Benedetti racconteranno ad alta voce il romanzo La rizzagliata. Info. antonello.ricci.viterbo@gmail.com”

Osho. La sua pazzia, la sua saggezza... - Un paio di anni dopo la dipartita di Osho (precedentemente conosciuto come Rajneesh), ricevetti una lettera da Majid Valcarenghi (un suo seguace) che mi inviava le bozze del libro Operazione Socrate, in cui si analizzano gli ultimi momenti di vita di Osho, nel testo si dava evidenza al fatto che il maestro potesse essere stato avvelenato dalla CIA, durante la sua permanenza in carcere negli USA. Majid mi chiedeva di scrivere un mio pensiero su Osho, per la pubblicazione sulla sua rivista, cosa che feci volentieri, il testo si intitolava "Ad Memoriam" ed in esso parlavo dei retroscena, osservati da... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/11/osho-la-sua-pazzia-la-sua-saggezza.html

Intesa fra Russia ed israele – Scrive Sputnik: “La Russia ed Israele sono unite dalla ferma condanna dell'antisemitismo e di altre manifestazioni di xenofobia e odio etnico. Si oppongono alla falsificazione della storia, alla revisione dei risultati della Seconda Guerra Mondiale, ai tentativi di glorificare i collaborazionisti del nazifascismo e di sminuire il contributo decisivo dell'Unione Sovietica per la vittoria sulla Germania nazista e la negazione dell'Olocausto. Il capo del governo russo si recherà in Israele, dove avrà colloqui con il premier ed il presidente dello Stato ebraico. E' prevista la firma di diversi documenti di cooperazione bilaterale...”

Gli “ebrei” sionisti non sono Ebrei – Scrive  Arthur Koestler : ”...la popolazione “ebraica” sionista non ha alcun diritto storico sulla terra d'Israele. Costoro non sono gli ebrei biblici e certamente non sono "Semiti". Non discendono dall'Israele biblico ma dal popolo dei Cazari, che abitava in quella che divenne la Russia meridionale, fino alle montagne del Caucaso. Secondo gli storici i Cazari discenderebbero dalla tribù dei Turkic, nota con il nome di Unni, che dall'Asia invase e saccheggiò l'Europa intorno al 450 d.C...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/gli-ebrei-sionisti-non-sono-ebrei.html

Roma. Nel medioevo – Scrive Amici del Tevere: “Sabato 3 dicembre 2016. Il Medioevo a Roma e il Battistero Lateranense. Appuntamento alle ore 9.30 davanti alla Scala Santa, Piazza San Giovanni in Laterano n. 14. Durata della visita 1 ora e 45 minuti circa. Info e prenotazioni: 3395852777”

L'assedio di Aleppo” – Scrive Teodoro Margarita: “Aleppo è sotto assedio. Davvero? Aleppo, che io sappia, è una città siriana. Il regime di Assad è un regime siriano. Tra i sei settemila "ribelli troviamo la peggiore feccia terrorista che sta infestando il mondo da una decina di anni in qua, Ceceni, Sauditi, ed anche gli elementi locali non sognano che costituire un "Emirato". Io dico che esaminata la tragedia globalmente, non avrei mosso un dito per cacciare Assad...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/21/uso-deviato-delle-parole-i-media-del-sistema-scrivono-aleppo-e-sotto-assedio/

Ecco qui... ciao, Paolo/Saul

.....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


Ogni volta che cerchi di possedere qualcuno stai perdendo il controllo di te stesso” (Paolo Mario Buttiglieri)  

Nessun commento:

Posta un commento