Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 14 novembre 2016

Il Giornaletto di Saul del 15 novembre 2016 – Le stelle sono tante, USA: si nun so' pazzi nun li volemo, l'Europa prepara l'esercito, l'ultimo giorno della Lira, la coscienza è testimonianza dell'Essere


Risultati immagini per le stelle sono tante

Care, cari, Repetita Iuvant - “Assieme ad altri 7 miliardi di umani terrestri e molti esemplari di altre specie animali abitiamo ciascuno una zona circoscritta sulla superficie del terzo pianeta in orbita attorno alla stella Sole, circa a metà strada tra il centro e la periferia della Via Lattea, nel Gruppo Locale Galattico, entro l'attuale Universo che ci circonda in ogni direzione, del quale tuttavia non conosciamo l'estensione, poiché supera le nostre attuali capacità osservative, ma secondo la teoria delle stringhe è solo uno dei circa 10^500 ("1" seguito da 500 zeri), i quali possono risultare attuali anche contemporaneamente, separati uno dall'altro. Ciò ricordato e premesso, quale evidente vera condizione della situazione, ora esponete pure le vostre considerazioni politiche e filosofiche del giorno...” (V. Z.)...

USA. La pazzia è di casa - Teniamo in considerazione quei disturbi mentali e comportamentali frutti dello stile di vita della “civiltà moderna” o che da essa vengono portati ad esprimersi e poi amplificati. Città inquinate, caotiche, frenetiche, dove il fine ultimo è produrre, consumare, arrivare, creare nuovi desideri per poter poi di nuovo produrre e consumare, generando così individui frustrati, soggetti a depressione, nevrosi e a tutto ciò che ne consegue: ecco il vero volto del sogno americano... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/11/14/usa-si-nun-so-matti-nun-li-volemo-i-presidenti-americani-uno-su-due-era-malato-di-mente/

Triste tramonto della cultura “sinistra” - Scrive Fabio Falchi: “Quel che più sorprende di questa "sinistra liberale, liberista e libertaria" non è tanto che sia patologicamente antidemocratica e illiberale, quanto il fatto che sia cialtrona, ignorante e becera. Insomma, confonde l'arte con la mer*a d'artista, gli slogan con l'argomentazione, la storia con i film storici di Hollywood, gli stilemi pseudocolti e le manifestazioni cosiddette "culturali" con la cultura. Pressoché incapace di fare un'analisi geopolitica degna di questo nome, vorrebbe togliere il voto agli ignoranti e agli antidemocratici senza rendersi conto che così si eliminerebbe da sola”

L'Europa che scompare ed il conflitto che si avvicina – Scrive A.K.: “L’Europa in questi ultimi anni, dall’invenzione dell’Euro ai primi massicci sbarchi di profughi ha dimostrato che il sogno dei padri dell’UE è fallito. Prima con l’euro ogni Paese ha fatto i propri interessi nazionalistici, in barba agli accordi precedenti, poi con l’invasione dei migranti si è letteralmente divisa, costruendo barriere e muri contro la valanga africana e mediorientale. Sta di fatto che esposti a questo evento epocale rimangono l’Italia e la Grecia. Tutto questo, in fondo, per quei milioni di rifugiati che dagli ultimi 10 anni sono arrivati in Europa...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/11/leuropa-che-scompare-ed-il-conflitto.html

L'Europa è una oligarchia – Scrive G.M.: “In EUROPA è già in vigore un sistema oligarchico da far invidia ai peggiori mai apparsi sulla faccia della terra. Ogni Commissario della Commissione europea è NOMINATO e deve garantire la massima indipendenza dal governo nazionale che lo ha indicato. Può essere rifiutato dalla commissione. Nel sito ufficiale leggiamo che le principali funzioni della Commissione sono: -presentare proposte legislative, che vengono successivamente  -adottate dai colegislatori, vale a dire il Parlamento europeo e il Consiglio dei ministri -applicare il diritto europeo (se necessario con l’aiuto della Corte di giustizia dell’UE) -fissare gli obiettivi e le priorità dell'azione dell'UE mediante il programma annuale di lavoro della Commissione e adoperarsi per realizzarli -gestire e attuare le politiche e il bilancio dell'UE -rappresentare l'Unione al fuori dell'Europa (ad esempio negoziare accordi commerciali English tra l'UE e il resto del mondo)...”

L'ultimo giorno della Lira - Quello era il giorno in cui bisognava cambiare la valuta ed avevo raccolto tutte le lire lasciate in giro nei vari cassetti e nascondigli (per la mia inveterata abitudine di conservare qualcosa per i tempi peggiori) aveva perciò raggranellato una bella cifretta di un centinaio di mila lire: carte da 20, da 10, da 5, da due, da mille, da cinquecento, monete da 200, da 100, da 50 ed altri spiccetti… carico così del mio tesoretto ero andato all’ufficio postale, armato della macchinetta convertitrice che il Berlusconi aveva regalato a tutti gli italiani, per fare i conti giusti sul cambio... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/11/cambio-lira-euro-questa-e-una-rapina.html

Schiforme renziane, il generale dice “No” - Scrive Fabio Mini, ex capo di Stato maggiore della Nato Sud Europa: “Non posso condividere una riforma che sottrae al Parlamento la decisione sulla più drammatica evenienza di uno Stato: la dichiarazione di guerra. Voto No perché mi si chiede di esprimermi con un monosillabo su un insieme di elementi disomogenei, appartenenti a materie molto diverse e dagli effetti indecifrabili se non indagati dal punto di vista tecnico-giuridico...”

Solo il sistema proporzionale garantisce la democrazia – Scriveva Lelio Basso: “Poiché il partito di maggioranza sa di essersi notevolmente indebolito… esso si preoccupa di trovare un sistema che, falsando la volontà del Paese, gli conservi quella maggioranza di cui non può più disporre. Il problema attorno a cui si arrovellano i cervelli democristiani è ormai soltanto questo: data una determinata situazione politica del Paese, in cui il governo non dispone più della maggioranza dei consensi, trovare la legge elettorale che gli dia egualmente la maggioranza dei seggi...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/11/la-democrazia-esiste-solo-con-il.html

Commento di Giorgio Mauri: “E' qualcosa che dovrebbero sapere tutti, e invece il ceffo assoldato dai grandi gruppi bancari anglosassoni è sbandierato come il toccasana da parte di tutti i media. Mi piacerebbe che i vari Gruber, Fazio, & Company pagassero di tasca propria per le propaganda che stanno facendo da mesi su questa indecente proposta che tra i padri fondatori ha Verdini, uno degli uomini più inquietanti della seconda repubblica, uno che solo il bamboccione di Firenze poteva accettare come sponsor...”

Fare dell'Italia, cominciando dalle Marche, un'oasi della biodiversità - L’Italia può ancora fare qualcosa di buono per la natura, avvalendosi delle peculiarità del suo ambiente mediterraneo e montano, proponendosi come un paese conservatore di antiche sementi e della biodiversità bioregionale. Prendo ad esempio la Regione Marche, ancora abbastanza incontaminata,  abitata diffusamente in piccoli centri urbani, bagnata dal mare e degradante dalla pianura alla collina sino alla montagna, che potrebbe essere il primo santuario italiano della biodiversità. E questo vuole essere un invito al Governo in carica per dichiarare la nostra penisola un’ “Oasi OGM Free”. Una sorta di riserva mondiale della natura. Un tempio della Natura... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/la-fine-del-mondo-inizia-con-la-fine.html

Macerata. Meditazioni – Scrive Paola Pela: “Ogni martedì ci ritroviamo al Castello della Felicità per praticare varie Meditazioni. Cominciamo con un ciclo di Kundalini meditation per allinearci alla stagione, l'autunno, scrollarci di dosso le foglie secche ed entrare nel riposante e rigenerante inverno con una bella scorta di energia vitale :-) Ritrovo al Castello ore 20:10 per iniziare al massimo alle 20:30, dopo breve intro, e per chi vuole tisana finale e due chiacchiere. Il Castello della Felicità è a Macerata Via Galileo Galilei 51 (S.P. Rotelli)... - Info. paolapela14@gmail.com”

Finalmente obanana può guadagnarsi il suo nobel – Scrive Paolo Sensini: “E intanto il campo di concentramento di Guantánamo, la cui immediata chiusura era uno dei principali cavalli di battaglia della campagna presidenziale di Obama, è ancora lì come lo era negli anni precedenti. Ogni anno escono libri su libri, reportage giornalisti e servizi televisivi sulle barbarie dei lager tedeschi. Quelli presenti, evidentemente, non creano nessun problema all'opinione pubblica "democratica". Ora Sbarack, dopo aver messo a ferro e fuoco l'intero Vicino e Medio Oriente, può tornare a dedicarsi al suo argomento “preferito”: la pace nel mondo... “

Se l'Islam aiuta la società - Riporto una mia lettera pubblicata da “Il Giornale”, che dice che l’Islàm “attrae” perché valorizza, molto di più di ogni altra religione o ideologia, l’importanza della solidarietà e della coesione sociale. Ed è una ulteriore dimostrazione che quando una realtà è evidente, è visibile indipendentemente dalla religione che si professa. Basta essere intellettualmente onesti. Ecco il testo integrale... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/11/se-la-civilta-islamica-aiuta-la-societa.html

Milano. Blitz animalista versus M5S – Scrive Silvia Premoli: “Blitz animalista il 12 novembre a Milano, al "Teatro di Milano", luogo scelto dal M5S per la tappa milanese della campagna referendaria di IoDicoNo. Attivisti del movimento Iene Vegane si sono appostati agli ingressi del teatro per chiedere ai cittadini e ai rappresentanti locali e portavoce nazionali come Vito Crimi, Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio del M5S di prendere una chiara e netta posizione a favore degli animali, dell'ambiente e delle persone che muoiono di fame...”

L'approccio bioregionale di Serge Latouche – Scrive Saro a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/11/lapproccio-bioregionale-di-serge.html -: “Il decentramento è una forma di democrazia e di organizzazione allargata . Considererei anche con pari significato la multidisciplinarietà tra le scienze per diffondere il sapere e realizzare un approccio funzionale”

La Coscienza testimonia l'Essere – L'uomo è l'unico animale per il quale la sua stessa esistenza è un problema che deve risolvere. Se l'individuo realizza il suo Sé mediante l'attività spontanea, e in questo modo si mette in rapporto con il mondo, cessa di essere un atomo isolato; sia lui che gli altri diventano parti di un tutto organico; egli occupa il suo giusto posto, e così i dubbi su se stesso e sul significato della vita; quando egli vive non in modo coatto ma spontaneamente, essi scompaiono... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/11/14/la-coscienza-e-la-testimonianza-dellessere/

Ecco, ciao, Paolo/Saul

…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Un ragazzino conduce cento anatre verso il lago con un bastone ornato di nastri: massa bianca ed eccitata!” (Deng Ming Dao)




Nessun commento:

Posta un commento