Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 6 agosto 2016

Il Giornaletto di Saul del 7 agosto 2016 – Esiste un islam buono?, retroscena turchi, Libia: no alla guerra, Esseni ebrei vegetariani, Pietracamela: rainbow, ragionamento “spirituale”...



Care, cari, osserviamo che l'islamismo, non il fondamentalismo bombarolo, ma quello popolare e soprattutto quello di matrice sciita sta diventando simbolo di un ritorno all'umano. Infatti anche in occidente non son pochi coloro che si convertono. Il fatto è che la nostra società sta perdendo ogni valore umano, una società dell'immagine in cui le donne son solo carne da esibizione, gli uomini debbono arrancare sulla scala sociale senza remore morali o spirituali, i vecchi possono e debbono marcire in silenzio negli ospizi, i bambini sono istruiti nelle scuole a diventare servi del sistema, etc. In tutto questo marciume, in cui si cancella l'umanità a favore del consumismo, l'islam si propone come alternativa al degrado, riportando l'attenzione alle cose essenziali. Spesso mi son posto criticamente verso alcune posizioni assunte nei paesi islamici, che non tengono conto dei diritti delle donne e della libertà individuale. Ma a dire il vero forse lì la condizione femminile gode di maggior stima, sia pur nelle ristrettezze dell’espressione formale... – Continua:

Sufismo e zoroastrismo – Scrive Rico Maranatha a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/07/i-santi-sciiti-esistono-la-mia.html -: “...i sufi sono particolari, il sufismo è stato annesso con fatica nella religione musulmana per motivi geografici, esso infatti era presente molto prima nelle aree dove si è sviluppata la religione musulmana. Pare che il sufismo derivi dal Zoroastrismo...”

Mia rispostina: “..di sicuro... infatti i sufi sono stati spesso perseguitati dai sunniti, parecchi di loro morirono martiri”

Turchia. Golpe, retroscena e post-spettacolo - In Turchia le scosse di assestamento post-golpe non si arrestano: ora Erdogan ha deciso di sospendere la convenzione europea sui diritti umani. Nell’indifferenza di chi, per molto meno, ha preteso le sanzioni alla Russia. Sul colpo di Stato emergono retroscena meritevoli di essere messi a fuoco. A partire dal riavvicinamento di Ankara verso Assad e anche verso Mosca...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/la-turchia-cambia-bandiera-golpe.html

Lucca. Libera la gioia – Scrive Stefano: “Campi magnetico-vibrazionali. E il primo evento del suo genere in Toscana. Lucca, 3 e 4 settembre 2016, Libera la Gioia, C/O casa Andreoni via di Colognora 82 – Capannori Lucca. Info. dittaalufer@tin.it”

Libia. No alla guerra – Comunicato della Lista Comitato No Nato: “La ministra della Difesa italiana Pinotti ha assicurato che “l’ITALIA FARA’ LA SUA PARTE” e ha preannunciato la probabile concessione delle basi italiane per le operazioni militari. Questa operazione guerresca viola quindi nuovamente l'articolo 11 della costituzione italiana, già violato pesantemente con la precedente aggressione alla Libia del 2011 che ha distrutto il paese più ricco e sviluppato dell'Africa...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/lista-comitato-no-nato-no-alla-guerra.html

Commento di Fulvio: “...il reclutamento dell'Isis discende dai regimi del Golfo sotto patronato Usa, Israele e Nato. Il comunicato va bene, giacché è comunque una condanna delle bombe (anche se poi c'è sempre qualche minorato psichico che si definisce Isis, tira qualche coltellata e pensa di farlo contro l'Occidente)...”

Pietracamela. Rainbow – Scrive Adele Di Feliciantonio: “Si è concluso il 4 agosto 2016 il raduno estivo dei “Rainbow”, che per la prima volta si è svolto sul Gran Sasso, a Pietracamela,  e ha visto la partecipazione di circa 600 persone provenienti da tutto il mondo. Si tratta di una comunità mondiale che si ispira ai principi dei nativi americani e alla controcultura a stelle e strisce degli anni ’70, predica la non violenza, l’amore libero, la condivisione, la fratellanza, la libertà a 360 gradi intesa anche nello stare nudi e scalzi..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/bioregionalismo-popolare-dassalto-il_6.html

Viterbo. Un tragico anniversario – Scrive Peppe Sini: “Ricorrendo l'anniversario del bombardamento atomico di Hiroshima, la mattina del 6 agosto 2016, a Viterbo, il responsabile del "Centro di ricerca per la pace" ha tenuto un discorso commemorativo delle vittime di quell'evento funesto che ha aperto quella che Guenther Anders ha chiamato l'età atomica", ovvero l'epoca in cui l'intera umanità può essere distrutta...”

Esseni. Antichi ebrei vegetariani – Scrive Franco Libero Manco: “Per gli Esseni essere benevoli verso gli animali era una regola di vita. Significativo era il giuramento che l’adepto doveva pronunciare: “Giuro di adorare ed onorare Iddio, di serbare giustizia e carità alle sue creature, di non nuocere a nessuno…”. Furono il primo popolo che condannò la schiavitù. Non mangiavano carne, né bevevano liquidi fermentati. Si dedicavano alla musica e suonavano vari strumenti musicali...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/06/antichi-ebrei-vegetariani-gli-esseni-la-loro-storia-e-filosofia-di-vita/

Commento di M.F.: “e dai rotoli di Qumram se ne evince anche una probabile presenza di Gesù... sono stati anche i primi veri "marxisti" della storia...”

La realtà non può essere descritta ma solo sperimentata - La capacità, in termini concettuali, dell'intelletto di descrivere la realtà, quella percettibile e quella del pensiero, in modo consequenziale e logico, è un grande vantaggio allorché si voglia estrinsecare un percorso lineare. Il suo uso invece è di poca utilità dovendo affrontare un discorso “olistico” -come è appunto quello dell'ecologia profonda e della spiritualità laica. Certo possiamo avvicinarci, attraverso un'accorta cernita di “parole e significati”, di concetti ed immagini.. Per questo trovo che il messaggio dei pittogrammi – ideogrammi cinesi sia molto più vicino a quanto si chiede alla semantica del linguaggio. C'è un tentativo di trasmettere anche la “visione”... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/il-ragionamento-spirituale-resta-nel.html

Sempre avanti prodi fanti! Ciao, Paolo/Saul

….............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Non sei sconfitto quando perdi, ma quando desisti” (Paolo Coelho)



Nessun commento:

Posta un commento