Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 29 agosto 2016

Il Giornaletto di Saul del 30 agosto 2016 – Il vero volto della guerra in Siria, Errani autem diabolicus, acqua sorgente di vita, empirismo e nondualismo, bioluminescenza, gnosticismo, attenti al “dio degli eserciti”...


foto di Nabil Antaki.

Care, cari, se è lecito mostrare il dolore infantile per sensibilizzare contro una guerra, ecco le immagini e la storia di un bellissimo sfortunatissimo bambino. Le manda il dottor Nabil Antaki, medico ad Aleppo Ovest. Cura i feriti di guerra nell’ospedale dei Maristi. Ecco la storia di Mahmoud riassunta dal dottor Nabil...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/29/aleppo-se-e-lecito-mostrare-il-dolore-infantile-per-sensibilizzare-contro-una-guerra/

Viterbo. Aldo Capitini sul fascismo – Scrive Peppe Sini: “Si è svolto il 29 agosto 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema: "Un giudizio di Aldo Capitini sul fascismo". L'incontro era parte delle iniziative promosse dalla struttura nonviolenta viterbese in vista del referendum sulla riforma costituzionale, referendum nel quale la storica struttura ecopacifista e solidale dell'Alto Lazio è impegnata per il No, e conduce una sua autonoma campagna di informazione, documentazione e coscientizzazione con il motto "Senza odio, senza violenza, senza paura: no al golpe, no al fascismo, no alla barbarie"

Se il terremoto diventa un affare. “Errani autem diabolicus” – Scrive Paolo Sensini: “...si aggiunge ora un altro pezzo da novanta della banda del buco targata PD: Vasco Errani. Tre volte presidente della Regione Emilia-Romagna (in barba alla non rieleggibilità dopo 2 mandati che loro stessi avevano stabilito), questo alto burocrate della nomeklatura pidiota tra le cui mani sono passate centinaia di miliardi di euro, nel luglio 2014 ha dovuto lasciare la carica per un'accusa - udite udite! - di "falso ideologico". Finito tutto a tarallucci e vino, come si conviene nella migliore tradizione giudizial-castale italiana, oggi viene "risarcito" da Renzi & compari con la nomina a commissario straordinario per la “ricostruzione” del terremoto di Amatrice...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/politica-terremoti-terremotati-errare.html

Commento di Pasquariello Domenico: “...e.. come possono i terremotati odierni fidarsi dei politici se solo pensano al passato non tanto remoto dei terremoti passati. Le passerelle dei politici, le dichiarazioni esemplari, la certezza che a breve tutto sarà risorto. Signori mentre un paese anzi una zona del dentro Italia vive un dramma, vi è un parte di persone che gioiscono per i futuri appalti e intanto il governo ha già nominato chi coordinerà il tutto....” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Romeo Giusti: "Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto.., TUTTO PREVISTO, è in ARRIVO la MADRE DI TUTTE LE PORCATE: LA COSTRUZIONE, udite udite, DELLE CITTA' PARALLELE! IL CONSUMO di SUOLO e IL DEGRADO AVANZANO SENZA FRENI, non aspettavano ALTRO!"

L'origine della vita è nell'acqua - Tra gli elementi base per avviare il processo che porta alla nascita della vita ci sono la luce, il calore di una stella (ad una distanza accettabile, né troppo vicina, né troppo lontana ) e l’acqua. Quest’ultimo elemento rappresenta il “brodo primordiale” da cui possono iniziare a svilupparsi le prime cellule viventi, come già accaduto alcuni miliardi di anni fa sul nostro pianeta. Gli scienziati fino al secolo scorso pensavano che l’acqua presente sulla Terra fosse un unicum del cosmo, un particolare regalo al nostro pianeta originato da qualche fenomeno sconosciuto. Oggi, grazie allo sviluppo della tecnologia, dell’astronomia e dell’astrofisica, sappiamo che l’universo è invece ricco d’acqua... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/29/la-vita-organica-e-possibile-dove-ce-acqua-e-lacqua-e-presente-in-tutto-luniverso/

Stato e chiesa uniti contro l'Italia – Scrive M.L.: ”...stato e chiesa sono con i clandestini perché la chiesa=vaticano per affermare il n.w.o. sta seguendo il piano kalergi. Il vaticano con i loro tesorieri ossia i banchieri sionisti comandano i politici burattini in mano loro. Dopo secoli che abbiamo mantenuto questi vitelloni del vaticano e company, il popolo italiano dopo essere sempre stato devoto e capace con tante qualità in ogni settore, verrà preso a calci in culo da questi abusivi del vaticano e company. Il popolo italiano ha una serpe in grembo! Ma non ce la faranno perché altri paesi europei non vogliono più supportarli e sopportarli come hanno sempre fatto gli italiani. I commercianti del vaticano presto lo capiranno! Tempo al tempo...”

Commento di O.U.: “Sui clandestini stato e chiesa (le loro coop umanitarie) ci guadagnano, per via dei contributi UE per l'accoglienza, appena questi contributi cesseranno ci ritroveremo sul groppone centinaia di migliaia (se non milioni) di sfaccendati abituati ad essere mantenuti che a quel punto si arrangeranno come possono, con furti e rapine. L'Italia sembra destinata all'imbarbarimento e questo grazie e tutte le forze politiche che hanno consentito questo stato di cose. Nel frattempo papa Francesco s'è perso per strada due fedeli su tre. Un’emorragia lenta e costante, che in poco più di due anni ha assunto proporzioni preoccupanti...”

Il “peso” di Isaac Newton – Scrive Vincenzo Brandi: “Di fronte alle critiche alla sua teoria di attrazione gravitazionale nel vuoto, Newton dette una lucida risposta: “anche io non so spiegarlo, ma ho voluto illustrare ‘come’ il fenomeno avviene. Lascio la spiegazione del ‘perché’ alle future generazione di scienziati”. Questa sfida è stata raccolta da Einstein che ha sviluppato, con la sua “teoria generale della relatività”, una visione dei fenomeni gravitazionali che prescindono dal concetto di “forza” e considerano la massa non costante, ma dipendente dalla velocità...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/il-peso-di-isaac-newton-nella-moderna.html

Se si è intelligenti bastano pochi amici – Scrive Supereva: “Gli psicologi evoluzionisti Satoshi Kanazawa e Norman Lee, dopo aver analizzato i risultati delle indagini, pubblicati sul British Journal of Psychology, sono arrivati ad alcune conclusioni sulle persone più intelligenti. Più alto è il quoziente intellettivo, minore sembra essere il bisogno umano di interagire con gli amici e di ottenere un riconoscimento nel gruppo. Il cervello di una persona con elevate capacità intellettuali funziona infatti in modo diverso dalla norma e questa differenza include anche l’aspetto della socialità. L’attività sociale per i soggetti con un’intelligenza sopra la media non rappresenta una necessità di vita: le persone intelligenti, di conseguenza, hanno pochi amici ed una piccola cerchia sociale...”

Percezione empirica e visione nondualistica – Nella visione dell’Unica Realtà a/causale l’esistente apparentemente subisce uno “svolgimento progressivo” ma solo dal punto di vista empirico dualistico, in quanto svolgentesi nel flusso dello spazio tempo, ma -come evidenziò anche Einstein- l’esistenza spazio temporale è puramente figurativa, non ha cioè vera sostanza essendo un relativo configurarsi di eventi costruiti e proiettati nella mente. Perciò nella visione della assoluta Esistenza-Coscienza la creazione è una semplice “apparizione”, che si manifesta simultaneamente all’osservatore, sia pur considerata dall’osservatore stesso (a causa dell’illusione percettiva) conseguente allo scorrere del tempo nello spazio... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/29/la-legge-di-causa-ed-effetto-e-valida-nella-percezione-empirica-speculativa-ma-non-ha-significato-nella-visione-dellassoluto-nonduale/

Commento di Marcello Montorsi: “A mio modesto parere la visione dell' "assoluto nonduale" funziona bene fino a quando un auto non ti spezza le gambe. Dopo anche la banale logica del causa-effetto acquista un "nonsoche" di realistico, funzionante, probabilisticamente vero. Sicuramente mi si potrà obiettare che la mia mente stolta vede una discontinuità tra corpo fisici che nella "realtà" di Einstein (penso l'uomo più citato su internet) non esiste.. Faccio però osservare che la "percezione empirico speculativa" in certi casi, sempre secondo me, ha un certo valore...”

Mia rispostina: “..sicuramente ha un valore nell'osservazione degli eventi consequenziali. Infatti non è negato il valore di causa ed effetto nella percezione empirica. Anche un sogno, che viene considerato irreale dal punto di vista dello stato di veglia, ha una sua realtà finché dura... e la sete del sogno è altrettanto sentita della sete nelle stato di veglia, e così dicasi per ogni altra percezione. Infatti se così non fosse non potremmo sperimentare l'esistenza nel mondo del divenire. Tranquillo, vivi e lascia vivere... questa la regola d'oro per non inciampare nella legge della causalità. Per quanto riguarda Einstein hai ragione, non se ne può più di sentirlo nominare, anche a sproposito (come in questo caso), ma la mia citazione voleva essere una concessione al mondo dei fenomeni...”

Bioluminescenza. Un esempio – Scrive Gabriele La Malfa: “La bioluminescenza delle lucciole è dovuta alla presenza di un substrato fotogeno nella parte terminale dell’addome, nello specifico alla presenza, all’interno di particolari cellule, di un composto chimico, la luciferina, e dal relativo enzima catalizzatore, la luciferasi. La luciferina in presenza di ossigeno e del catalizzatore luciferasi subisce un’ossidazione in ossiluciferina; la cessione di energia che ne consegue avviene sotto forma di luce...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/se-fossimo-come-le-lucciole-avremmo.html

Commento di Giuseppe Moscatello: “...le lucciole in particolare emettono onde della lunghezza di quelle luminose così sono visibili, ma in realtà tutto la materia vivente e non riceve ed emette onde...”

Un'altra Terra è “Proxima” - Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/non-siamo-piu-soli-nelluniverso-soli-4.html -: “La vita. Ah, che parola magica!; c'è chi pensa che sia solo quella vissuta in carne ed ossa e chi, invece, come me, pensa che quella vera sia quella vissuta senza. Credo che la vita come esseri umani è possibile SOLO sulla Terra. Negli altri pianeti e galassie si vive, ma solo in altra forma..." - Continua in calce al link segnalato

Attenti al “dio degli eserciti”, è pericoloso soprattutto per chi ci crede – Scrive Simon Smeraldo: “La corrente spirituale dello gnosticismo, che nei primi due secoli della nostra era si è fatta interprete, per l'appunto della Gnosi, ci chiarisce (ma anche altre correnti spirituali lo avevano fatto in precedenza, segnatamente l'induismo vedico) che il mondo che conosciamo è come avvolto da quella che alcuni mistici definirono la "Nube della non conoscenza"; che il mondo è stato strutturato in questo modo da una sorta di creatore detto il "Demiurgo" (che in greco significa "artefice, operaio del popolo") il quale si è proclamato Unico Dio (sì, avete indovinato, è il Jahvè biblico, il sanguinario despota che l'Antico testamento definisce "Dio")...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/conoscenza-del-mondo-dalla-fantasia.html

Commento di C.D.V.: “...la complementare parte eterarchica si muoverà verso le biocellule regionali, luoghi autosufficienti e in comunicazione permanete via rete, la natura pare dar spazio a tutti, in qualche modo.. che ne pensi?”

Mia rispostina: “...in natura la biodiversità è la norma, evidentemente anche nella spiritualità vale lo stesso criterio. Come diceva Ramakrishna i sentieri che conducono alla cima sono numerosi e diversi l'uno dall'altro ma quando si è in cima si vede che essi tutti conducono alla stessa meta. Allo stesso tempo noi ci dovremmo preoccupare esclusivamente del nostro sentiero poiché è su quello che procediamo...”

Siria. Dopo Daraya Aleppo? Scrive Nasser Kandil: “...Tutti gli osservatori sanno che la dissoluzione delle sacche dei gruppi armati sparsi a Damasco e dintorni, va a vantaggio dell’Esercito arabo siriano, liberando decine di migliaia di soldati da una ventina di fronti, ma con Daraya nelle mani dei gruppi armati antigovernativi, le vittorie dell’Esercito arabo siriano rimanevano limitate. Ma oggi Daraya torna allo Stato. È da Daraya che partivano armi e finti rivoluzionari per attaccare Damasco (Dara fu all’origine della grande menzogna della presunta rivoluzione siriana)....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/29/siria-dopo-la-resa-di-daraya-la-vittoria-ad-aleppo/

Disse Yamamoto Tsunetomo: “In questo mondo dove tutto è fasullo, la morte è l'unica cosa vera” - Seguire la via della Verità consiste in questo: aggirarsi nella vita quotidiana come morti. E con ciò vi saluto! Ciao, Paolo/Saul

…........................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"A volte la tua gioia è la fonte del tuo sorriso, ma spesso il tuo sorriso può essere la fonte della tua gioia.” [Thich Nhat Hanh]

…....................


“Lo spirito non dimora nei concetti, ma nelle azioni e nei fatti.” (Carl Gustav Jung)

Nessun commento:

Posta un commento