Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 20 agosto 2016

Il Giornaletto di Saul del 21 agosto 2016 - North Atlantic Terrorist Organisation, in memoria di Sacco e Vanzetti, se esiste un paradiso, lettera al Dio cattolico, se l'agricoltura inquina...



Care, cari, non possiamo fidarci dei nostri governi, e naturalmente, di U$A e NATO (North Atlantic Terrorist Organisation), conosciuto il loro comportamento illegale e delinquenziale, sono in sé un efferato crimine militare contro l'umanità. Le attuali guerre contro Siria e Libia erano già pianificate dal governo degli Stati Uniti, come spiega esplicitamente il generale Wesley Clark in una intervista resa a Democracy Now. Fuori i bombaroli assassini dai parlamenti e dai governi delle nostre nazioni, individui da inviare nei tribunali, alla sbarra per i loro delitti, mentre il popolo o costruirà da per ogni dove una cultura di coesistenza, mutuo disarmo progressivo e pace, o continueranno ad essere oppressi dalle guerre, accompagnate da tutti i loro disastrosi portati materiali, psichici e mentali, cioè distruzione, morte, invalidità, impoverimento, devastazione, ansia, paura, insicurezza, lutto, terrore, squilibrio, stupidità e turbe insane a detrimento di ogni salute... (Vincenzo Zamboni) – Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/20/contro-la-barbarie-di-guerra-dei-politici-criminali-sempre/

Mosca. Attentato ceceno (ISIS) – Scrive Rita Katz: “Isis all'attacco sul suolo russo: con un comunicato prima, e con un video due ore dopo, lo Stato islamico rivendica l'assalto condotto il 19 agosto 2016 da due suoi "combattenti" armati di pistole e accette in una stazione di polizia stradale a Sholkovo, vicino Mosca. È la prima volta che la macchina della propaganda del "Califfo" Abu Bakr al Baghdadi rivendica un attacco in Russia, identificata più volte come un obiettivo dei jihadisti, in particolare da quando Mosca ha intensificato i suoi raid aerei anti-Isis in Siria.”

Mio commentino: “...la notizia ha ricevuto poca attenzione dai giornali mainstream, evidentemente gli attentati a Mosca sono considerati da “terzo mondo”, quindi non importanti...”

Aleppo cosa non si fa te te – Scrive N.F. a integrazione dell'articolo sul bambino siriano http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/19/%E2%80%9Caleppo-cosa-non-si-fa-per-te%E2%80%9D-%E2%80%93-nuova-recita-truculenta-dei-mercenari-tagliagole-in-siria/ -: “Un articolo "Siria, i bambini ostaggio dei media" in cui si svergognava l'uso mediatico dei bambini pro "ribelli" siriani e pubblicato su "Il Fatto Quotidiano" per circa un'ora, poi tolto e poi ancora ripubblicato (non si sa se in versione modificata rispetto all'originale). Qui uno stralcio di quel che è stato recuperato della prima versione: - Siria, i bambini ostaggio dei media (di sabato 20 agosto 2016). L’immagine del piccolo Omran Daqneesh, estratto dalle macerie dei bombardamenti ad Aleppo ha fatto il giro del mondo. La tecnica è sempre la stessa: scatenare il pietismo per i “poveri bambini vittime innocenti della guerra” e subito dopo la condanna verso chi più di tutti sta invece cercando di liberare la Siria dall’Isis e dai “terroristi moderati”...” - Continua in calce al link segnalato

Sacco e Vanzetti. Memoria – Scrive G.B.M.: “Il 23 di agosto 2016 ricorre l’ottantunesimo anniversario dell’ignobile assassinio dei due anarchici italiani, iniquamente mandati a morire sulla sedia elettrica, nonostante fosse evidente la loro più totale estraneità alle accuse imputategli. La vera motivazione della condanna a morte, era che il governo degli Stati Uniti voleva assecondare la sete di vendetta contro i delitti delle varie mafie italo-americane, che in quel momento attiravano l’odio razziale contro i nostri connazionali, i quali, comunque non venivano certo accolti in mezzo al mare né tanto meno alloggiati in alberghi a cinque stelle, ma...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/20/usa-23-agosto-2016-ottantunesimo-anniversario-dellinfame-omicidio-degli-innocenti-sacco-e-vanzetti/

O sveglia o morte – Scrive Vincenzo Zamboni: “Che se ne fanno i grandi ricchi, quelli della grande finanza, delle piccole e medie imprese mandate in malora dalle loro operazioni fraudolente? Beh, anzitutto se le comprano in svendita sottocosto per due soldi. Intanto importano immigrati. Dopodiché a costoro offrono un posto di lavoro a metà costo e metà diritti di quelli finora vigenti. E l'esercito industriale di riserva, come lo chiamava Marx, abbandonato dalla protezione di stato che intanto è fallita (perché con i metodi del turbo-capitalismo i big conducono alla rovina anche gli stati), senza alternative, accetta. Quindi, per oggettivo regime di concorrenziale ricatto, diritti e salari vengono dimezzati per tutti, indigeni e immigrati, raddoppiando invece i profitti del grande padronato. Il processo è già in fase avanzata di sviluppo, per immigrati ed indigeni, i quali ultimi, a scanso di equivoci, siamo noi. O sveglia, o morte (per fame, se non per guerra, due facce della stessa medaglia).“

Se esiste un paradiso è qui sulla terra - Ai primordi della cultura umana la differenza fra Natura e “divinità” era impercettibile, la speculazione filosofica non era arrivata a presupporre un creatore separato, in quanto autore della creazione. Infatti nella antica tradizione matristica e panteistica la Natura coincideva con la Madre Universale, la quale da se stessa ed in se stessa produce tutti i fenomeni, manifestando tutte le forme. In questa visione non vi è alcuna separazione o differenza fra la Matrice e le sue emanazioni, viventi o amorfe che siano. Animali, piante, montagne, corsi d'acqua, mari, cielo stellato, luna, esseri umani... tutto compartecipa ed è espressione dell'atto creativo, parte indivisibile di un Unicum. La creazione in questa ottica è vista come qualcosa di spontaneo e naturale, una ricorrenza ciclica che sorge dalla terra, sulla terra insiste ed alla terra ritorna, in un continuo ripetersi senza un “oltre”... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/la-natura-esiste-ed-e-tangibile-dio-e.html

Artigianato rurale – Scrive Francesco D'Ingiullo: “Per le persone interessate ad apprendere alcune tecniche di costruzione in terra cruda, ed in particolare la costruzione di un forno in terra cruda, è confermata la data del 27 agosto per la costruzione di un forno a Burolo (Torino). Inoltre stiamo preparando un gruppo di lavoro didattico a Finale Ligure per la realizzazione dell'isolamento interno in terra-paglia e l'intonaco a base di terra e calce. Info. figliodelnibbio@gmail.com

La scienza dei Magi – Scrive Simon Smeraldo: “...la nostra attuale parola "mago" è estremamente fuorviante, perché ce ne si è fatti un'idea che corrisponde in realtà agli illusionisti, o maghi da spettacolo o da burla che tristemente conosciamo e che hanno contribuito a svilire la reputazione di quella che è un'operazione potenzialmente nobile (anche se può essere usata malamente) attuabile anche da chiunque si sia familiarizzato con le dinamiche sottili, mediante l'immaginazione creativa...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/magia-la-scienza-dei-magi.html

Il Manifesto. Informatore NATO – Scrive I.E.: “Il clintoniandemocon Manifesto, oltre a scrivere che la Russia è la vera prima responsabile del macello della Siria, giorni fa ha pure scritto che la Serbia è (già) membro NATO. O è preveggente oppure ha ottimi informatori sul futuro destino balcanico. E' sempre Norma la direttora? In geometria Norma significa 'retto'. Ma qui il senso filologico pare confondersi con la fisiologia anatomica...”

Caro Dio... - Scrive Girollo: “Caro Dio, ieri è successa di nuovo una cosa incresciosa. Sulla Rai, il telecronista del calcio femminile, parlava serenamente di mogli, fidanzate e figli delle calciatrici. Tutto ciò su quella che siamo abituati a percepire come la tua voce ufficiale, la tv cattolica di Stato che ogni giorno apre i TG mostrandoci vita pubblica e privata del nostro amatissimo santo padre Bergoglio. Così rischiamo di non capirci più nulla. Quindi dobbiamo accettare le unioni sodomite e l'inversione femminile? La pederastia non è più peccato?...” - Continua:
La Cina appoggia Assad – Scrive Marco Bracci: “Alcuni giorni fa commentai un post di non ricordo chi e che diceva che tutte le voci intorno alla presunta fine dei tempi sono delle bufale. Forse ha ragione il “postista”, ma sinceramente, con quello che passa oggi il convento mondialista, meglio sarebbe che il mondo finisse domani. Comunque, riguardo il titolo del commento sul Giornaletto del 20/08 di Bergamo Post, vorrei segnalare che, con l’entrata in gioco della Cina in appoggio al legittimo governo Assad, si aggiunge un’altra casella al “puzzle degli ultimi tempi”, in cui le forze occidentali, nella battaglia finale, saranno contrastate da quelle orientali (GOG e MAGOG – Ezechiele 38/39)...”

Se l'agricoltura e l'allevamento sono fonte d'inquinamento... - Scrive Arpat: “Le emissioni di ammoniaca in Europa sono in calo ma non tanto quanto quelle di altri inquinanti atmosferici monitorati sotto la Convenzione sull'inquinamento atmosferico transfrontaliero a grande distanza. Circa il 94% delle emissioni di ammoniaca in Europa deriva dall'agricoltura e principalmente da attività come lo stoccaggio del letame, lo spargimento di liquami e l'uso di fertilizzanti contenenti azoto...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/ue-se-lagricoltura-e-lallevamento-sono.html

Se persino la produzione del nostro cibo inquina, allora vuol dire che siamo messi proprio male... Ciao, Paolo/Saul

…............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Without drinking water your thirst can’t be quenched!
Only hearing of the qualities of a jewel won’t get you what you need!
Just knowing Dharma doesn’t generate it in your mind!
You must drink the water!
You have to seize the jewel!
For Dharma you must act with a nature of Dharma!”
(Padampa Sangye)



Nessun commento:

Posta un commento