Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 19 agosto 2016

Il Giornaletto di Saul del 20 agosto 2016 – Aleppo: attori troglosunniti candidati all'oscar della bufala, la storia di Buddha, numerologia, il ritorno della Grande Madre, di sofismo si muore...



Care, cari, sì, durante la colazione al baretto di Treia, abbiamo visto sui giornalacci del potere le foto piagnucolose, sicuramente trattasi di montatura, del povero bambino di Aleppo martoriato dai russi e dalle truppe di Assad. Il potere costituito sta facendo di tutto per impietosire le deboli menti occidentali ed aiutare i mercenari tagliagole foraggiati da NATO, USA e troglosunniti. Ciò non ostante la Russia ha aderito, come gesto di buona volontà, ad una tregua di 48 ore. Presumo che, con l'approssimarsi della liberazione di Aleppo, si stia pianificando una nuova ondata di atti terroristici in Europa. In verità l'obiettivo di questi sedicenti islamisti non è la creazione di uno stato islamico, o la liberazione della Palestina dal giogo sionista, fini troppo ardui per le menti di questi scellerati, ma di creare caos in M.O. e in Europa secondo le direttive di chi li nutre. Noi pacifisti e nonviolenti ci troveremo in una condizione molto difficile. Poiché lo stato di disordine provocato dalla bestia imperialista getterà nel panico una opinione pubblica in preda alla confusione e alla irrazionalità...- Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/aleppo-cosa-non-si-fa-per-te-nuova.html

Commento di Fulvio: “Operazione in stile USraeliano perfetto il bambino Omran, costruito come a suo tempo Aylan sulla spiaggia, nel momento del massimo impegno della comunità imperialista per fermare la liberazione di Aleppo e così porre fine all'aggressione e alla distruzione della Siria. Soros è soddisfatto e con lui l'intera banda di subumani genocidi Nato-Golfo. Se poi non vi basta, data un'occhiata alle oscenità del "manifesto" di oggi, sempre su Aleppo (scomparso ogni riferimento a responsabilità Usa, Turchia, Golfo) e sull'affannoso tentativo, esteso all'Asia con grotteschi arzigogoli pseudo-analitici, completamente inventati, di rivalutare Al Qaida (Al Nusra ora mascherato da moderato), come valida opposizione rispetto all'Isis per il quale è arrivato il tempo di farsi sostituire. Se questi devono essere "fronti unitari per la pace" da preservare, meglio la stricnina subito...” -

Commento di Vincenzo Brandi: “L'immagine del bambino Omran, presunta vittima (peraltro in ottima salute) di presunti vigliacchi bombardamenti dell'aviazione russa e siriana "sui civili"; l'immagine è ossessivamente presentata da giorni da tutti i mass media occidentali, sauditi e qatarioti...” - Continua in calce al link sopra segnalato

La storia di Buddha in parole semplici - Scrive Rita De Angelis: “Nel mondo attuale conviviamo ormai con molteplici religioni e dottrine di vita, una tra queste il Buddismo ed il suo stile di vita, che accompagna nel cammino dell’esistenza i Monaci ed i loro seguaci. Si narra che il Buddha nacque intorno al 465 a. C. da una ricca famiglia della stirpe dei Shakya che dominava una parte dell’India himalayana. Fu allevato e crebbe nel lusso principesco, si sposò ed ebbe anche un figlio. Ma anche lui conobbe le miserie umane, un vecchio, un cadavere ed un mendicante....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/08/buddha-e-buddismo-in-parole-semplici-e.html

Basta armi italiane ai sauditi – Scrive Raffaele: “Il 17 agosto ci sono state diverse testate che parlavano della guerra in Yemen. Ho avuto notizia che si sta valutando l'idea di costituire un comitato per lo Yemen: fermare l'aggressione appare un obbiettivo ambizioso, quanto meno si può proporre la salvaguardia dei diritti umani e l'applicazione della risoluzione del Parlamento europeo del febbraio scorso per l'embargo alla vendita di armi all'Arabia Saudita...”

Numerologia, religione e filosofia – Scrive Angela Braghin: “Il più illustre filosofo e pensatore che si dedicò all’approfondimento dello studio dei numeri è Pitagora, che di quella “scienza psichica” che comunemente è conosciuta con il nome di “numerologia” ne ha fatto un vero e proprio strumento che è servito da faro a tutti gli studiosi che lo hanno seguito sullo stesso sentiero di indagine, poiché i suoi studi sono serviti da premessa per scienze quali la geometria e l’astronomia. Padre dell’aritmetica, ai suoi studenti, che selezionava in base alla capacità di associare un messaggio ad un simbolo, egli soleva dire: tutto è numero...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/la-simbologia-dei-numeri-numerologia.html

Precisazione sull'assoluzione di Milosevich – Due giorni fa abbiamo riportato la notizia, divulgata da Giulietto Chiesa ed altri, riguardo la presunta assoluzione di Milosevich da parte del tribunale dell'Aja. Ma trattasi di misinterpretazione poiché nelle 2.590 pagine della sentenza contro Karadzic vi è scritto che la Corte ha stabilito che “non vi erano prove sufficienti presentate in questo caso, per stabilire che Slobodan Milosevic fosse parte di un progetto per scacciare i musulmani bosniaci e i croati bosniaci dal territorio serbo-bosniaco”, ma quel processo non vedeva imputato Milosevic, bensì Karadzic, essendo il processo a Milosevic chiuso dal 2014 in seguito al suo decesso in carcere 8 anni prima...”

Il ritorno della Grande Madre – Scrive Raffaele: “Il potere della “Grande-Madre” (Signora del Cobra) ha in sé la forza del sapere sciamanico salvifico e divinatorio, espresso anche dalla “Sibille” e da tutte le ancelle-rappresentanti della Dea. Questo potere suscitava reazioni distruttive e disruptive nelle Gerarchie del monoteismo mosaico, paternalista e maschilista, che, proprio per paura di perdere i loro privilegi, diventano estremamente pericolose e una continua minaccia per la stabilità sociale e politica...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/la-grande-madre-ritorna.html

La Cina appoggia Assad. - Scrive Bergamo Post: “Pechino ha dichiarato di voler consolidare le relazioni militari con l’esercito siriano del presidente Bashar al Assad. La notizia, quasi a sorpresa, è arrivata martedì 16 agosto nel corso di un incontro avvenuto a Damasco tra l’ammiraglio Guan Youfei, della Commissione militare centrale cinese, e il ministro della Difesa siriano Fahad Jassim al-Freij. «Gli eserciti della Siria e della Cina – ha detto Youfei – sono tradizionalmente legati da relazioni amichevoli e l’esercito cinese vuole proseguire a rafforzare lo scambio e la cooperazione con l’esercito siriano». E così Pechino ha dichiarato che contribuirà all’addestramento militare dell’esercito siriano e invierà aiuti umanitari....”

Bioregionalismo nostrano – Scrive Gigliola Rosciani: “Dal sogno americano al sogno meridionale di e con Ferdinando Renzetti, martedì 13 Settembre 2016, h 21, presso Orto Albero che Cammina di Fontenoce a Recanati (MC). - Questa terra è la tua terra cantava Woody Guthrie negli anni quaranta, girando l'America con la sua chitarra sui treni merci. Quanta strada posso percorrere prima di raggiungerla..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/bioregionalismo-nostrano-dal-sogno.html

Matese. Ripa Male Portelle. Salvare il territorio dalla devastazione – Scrive Pinuccio Fappiano: “Venerdì 19 agosto 2016 inizio sciopero della fame per fermare il folle progetto di trasformare l'Appennino campano in una mega centrale di produzione di energia elettrica. Eolico, trivelle, impianti idroelettrici, termovalorizzatori, fotovoltaico a terra. Centinaia di migliaia di appezzamenti di terreno agricolo, pascoli permanenti gravati da uso civico, una “cattedrale dell'acqua”(l'area carsica del Matese Sud-Orientale), espropriati per una falsa “pubblica utilità”. Questi “conquistadores” scendono dal nord con la loro divisa da pipistrelli, con valigetta in mano senza aver mai messo piede su un qualsiasi pezzo di terreno e se lo prendono acquisendone il diritto e togliendolo a chi quella terra l'ha lavorata e vissuta da secoli...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/19/matese-ripa-male-portelle-pinuccio-fappiano-in-difesa-delle-terre-contadine-e-della-costituzione/

No alle riforme renziane. Repetita iuvant - Scrive Peppe Sini: “Il Parlamento, l'istituzione democratica che fa le leggi, deve essere eletto dal popolo, e deve rappresentare tutti i cittadini con criterio proporzionale. Ma con la sua riforma costituzionale il governo vorrebbe ridurre il senato a una comitiva in gita aziendale, e con la sua legge elettorale (il cosiddetto Italicum) vorrebbe consentire a un solo partito di prendersi la maggioranza assoluta dei membri della camera dei deputati anche se ha il consenso di una risibile minoranza degli elettori, e con il "combinato disposto" della riforma costituzionale e della legge elettorale il governo, che è già detentore del potere esecutivo, vorrebbe appropriarsi di fatto anche del potere legislativo, rompendo così quella separazione e quell'equilibrio dei poteri che è la base dello stato di diritto...”

Di sofismo si muore. Balle pensionistiche del governo renzi – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Adesso che è passato ferragosto ve lo posso rivelare senza tema di smentita preventiva. L’APE, non l’insetto ma l’acronimo che si riferisce a prestiti usurai per anticipare la pensione, la quattordicesima estesa al maggior numero di pensionati, l’aumento delle pensioni minime, la detassazione delle minime, ecc., cioè tutti quegli interventi correttivi che avrebbero ridotto leggermente le sperequazioni e penalizzazioni nei confronti di coloro che sono stati particolarmente colpiti dalla sciagurata riforma Fornero, erano tutte balle. Non faranno una beata mazza...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/19/balle-pensionistiche-del-governo-renzi-la-madre-dei-sofisti-e-sempre-incinta/

Commento di R.G.: “Sembra proprio che la vera preoccupazione imperiale e dei suoi esegeti: che non riesca in Italia il tentativo di cancellare la democrazia della Costituzione in vigore e sostituirla con un regime vero e proprio che garantisca per una lunga fase la tranquilla gestione del potere italiano da parte della finanza internazionale...”

E con ciò vi lascio. Ciao, Paolo/Saul

….......................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Non sia d'altri, chi può esser di se stesso" (Paracelso)

…..................

“Ritorna in te stesso e guarda. Se non ti vedi ancora interiormente bello, fai come lo scultore di una statua che deve diventar bella. Egli toglie, raschia, liscia, ripulisce finché nel marmo appaia la bella immagine. Come lui, leva tu il superfluo, raddrizza ciò che è obliquo, purifica ciò che è fosco e rendilo brillante e non cessare di scolpire la tua propria statua, finché non ti si manifesti lo splendore divino della virtù e non veda la temperanza sedere su un trono sacro.” (Plotino)



Nessun commento:

Posta un commento