Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 21 agosto 2016

Il Giornaletto di Saul del 22 agosto 2016 – Cessapalombo aspettaci, Siria: quel che non dicono, Yemen: basta bombe saudite, pianeta Terra: quale futuro?, accettarsi per quel che siamo...



Care, cari, oggi pomeriggio, alle ore 17 circa, Caterina ed io siamo a Palazzo Simonelli di Cessapalombo per una mia conferenza sul valore nutrizionale delle erbe selvatiche, “Qualità elementali delle piante bioregionali". Qui potete leggere uno stralcio dell'intervento: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/qualita-elementali-delle-piante.html

Amnesty International. Due pesi e due misure – La ONG, finanziata da chi sappiamo, denuncia le “pessime condizioni di detenzione dei prigionieri di guerra nelle carceri siriane, in cui molti detenuti hanno sviluppato gravi problemi di salute mentale a causa del sovraffollamento...”. A parte che questi tagliagole, catturati dalla coalizione anti-Isis, presentavano già gravi problemi di salute mentale, prima ancora di essere fatti prigionieri, essendo assuefatti a droghe allucinogene ed anfetamine e manipolati dai mullah che li incitano al martirio, i compassionevoli membri di Amnesty International dimenticano che dall'altra parte tutti i militari dell'esercito siriano presi prigionieri vengono immediatamente passati per le armi dai tagliagole (tanto cari alla ONG ed ai suoi foraggiatori...)”

Siria. Quel che non vi dicono - Sui giornalacci del sistema, in particolare il Messaggero di Roma, è apparso un articolone a doppia pagina su tutte le brutture della Siria di Assad. “Come si muore nei lager del regime”. Questo senza considerare la situazione di carenza alimentare e di carenza di medicinali in cui la Siria si trova in seguito alle inique sanzioni inflitte da UE, USa e compagnia bella. Se una nazione ha già risorse insufficienti per sostenere i suoi cittadini come potrà adeguatamente occuparsi dei prigionieri stranieri (che prigionieri di guerra non sono ma semplici terroristi)... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/08/21/siria-quel-che-non-vi-dicono-i-giornalacci-e-le-televisioni-del-sistema/

Commento di Vincenzo Mannello: “Gli Usa, con una arroganza che viola il diritto internazionale, hanno "diffidato" la Siria a difendere Al-Hasaka ed il territorio nazionale dalla occupazione delle truppe curde dello Ypg (con truppe speciali americane al seguito)... una aberrazione pericolosissima perché foriera di scontri diretti tra siriani, americani e (forse) russi. Non si può prevedere cosa accadrà esattamente ma una cosa è già assodata: il piano di frantumazione della Siria con eliminazione di Assad è fallito ed il numero di occidentali che hanno aperto gli occhi sul reale scopo della "crociata" contro Damasco è aumentato a dismisura!”

Siria. Bufale per boccaloni - Scrive Fulvio Grimaldi: “Una storia che rivela il criminale cinismo di chi muove la propaganda Nato e la sciagurata dabbenaggine e/o complicità dei boccaloni che le si inginocchiano e la diffondono. Il fotografo del bambino imbrattato Omran, che ha rilanciato nel mondo le ragioni dei “ribelli” e le nequizie scellerate del presidente Assad nella città martire Aleppo, la nuova Stalingrado, si chiama Mahmud Raslan ed è un miliziano di Al Nusra...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/08/siria-bufale-per-boccaloni-e.html

Commento di C.G.: “Per 5 anni nessuno si è cagato i bambini siriani uccisi e stuprati dai terroristi “moderati". Ora puntualmente, tra una pausa di lavoro e l'altra, rai news ha sempre: Aleppo. 10 bambini morti. Tre sono le cose. O degli altri bambini non vi fregava e ora usate i bambini per propaganda. O dite cazzate. O i terroristi moderati usano i bimbi come scudi umani....”

Turchia. Bombe spostate – Scrive Sputnik: “Dell'approssimarsi del trasferimento delle testate nucleari americane presenti in Turchia alla base Deveselu in Romania, era stato reso noto in precedenza dal quotidiano online belga EurActiv. "Erdogan, capendo di essere materiale esausto per gli USA, seguirà una linea antiamericana. E in questa situazione, sullo sfondo degli sviluppi con la Russia e il miglioramento delle relazioni con l'Iran, Erdogan potrebbe dichiarare l'uscita del paese dalla NATO e la rottura dei rapporti politico-militari con gli USA. Per questo gli americani trasferiranno le armi atomiche in un paese più condiscendente come la Romania", ha spiegato Ivashov. Stando ai dati non ufficiali, nella base aerea turca di Incirlik, ai tempi della guerra fredda, erano state stoccate circa 50 testate nucleari americane...”

Yemen. Basta bombe – Scrive Codepink: “Secretary of State John Kerry is headed to Saudi Arabia next week to meet with leaders to discuss the ongoing death and destruction in Yemen. We want him to do more: We want him to end it!. Sign our petition asking that he pressure the Saudis to end their ruthless bombing campaign in Yemen!” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/08/code-pink-sign-our-petition-to.html

Non possiamo fidarci dei nostri governi – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/20/contro-la-barbarie-di-guerra-dei-politici-criminali-sempre/ -: “A supporto dell’articolo di Vincenzo, ricordo il discorso di Salvador Allende all’ONU nel 1972 - https://www.youtube.com/watch?v=xGoptcJ8O4o - discorso che probabilmente ne decretò la morte e la soppressione violenta del suo governo..”

No alle riforme costituzionali di bimbominkia – Scrive Vincenzo Zamboni: “Nel 1988 la Corte Costituzionale emanò quella che, oggettivamente, può essere definita "la sentenza più importante della storia italiana" (1148/88). Tale pronunciamento era relativo all'esistenza di determinati "principi supremi" interni ed impliciti al nostro ordinamento costituzionale. Tale Principi rappresentano la "struttura stessa" del nostro ordinamento repubblicano e democratico ed in quanto tali sono NON-MODIFICABILI, pena il passaggio dalla democrazia ad... altro. Orbene, tra questi "principi spremi" (secondo le mie ricerche ne esistono circa 16-18) vi è quello della "volontà popolare". Il principio, per l'appunto supremo, della "volontà popolare" implica che quando un organo dello Stato detiene il potere legislativo esso DEVE essere eletto dal popolo. La riforma produrrebbe invece un Senato che mantenga la capacità di fare leggi su determinate materie (tra cui la "revisione costituzionale") ma NON SARA' PIÙ' eletto dal popolo. NO assoluto, senza se né ma o però, alla deforma contro-costituzionale degli schiformisti bimbiminkia...”

Pianeta Terra. Quale futuro? Scrive Filippo Mariani: “Certamente la situazione si sta evolvendo al peggio. Stando alle ultime proiezioni presentate dagli scienziati si prevede una estremizzazione dei fenomeni meteorologici, con conseguente degrado dell’ambiente e, quindi: lunghe siccità, incendi di foreste sempre più estesi, alluvioni catastrofiche, frane e smottamenti, il tutto a danno dell’incolumità delle persone e poi a danno delle economie nazionali...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/08/clima-e-storia-bioregionale-prima-e.html

Quando oltraggio al pudore era denudarsi – Scrive Roberto Tumbarello: “Si può stare in spiaggia seminudi, ma non col burkini, incompatibile con la cultura occidentale. Non è una misura di sicurezza contro il terrorismo, ma un’inopportuna e inutile intromissione nelle usanze altrui. Secondo George Bernard Show se la donna sapesse quanto fascino perde per ogni centimetro quadrato di pelle che scopre, andrebbe vestita con un saio. Suggeriva il burkini, con un secolo di anticipo?...”

Treia. Concerto per arpa a Villa Spada - Scrive Caterina Regazzi: “Sabato 20 agosto 2016 io e Paolo siamo stati felici di festeggiare il nostro settimo anniversario d'amore andando a Villa Spada per una visita guidata e un concerto di arpa celtica e racconti poetici a cura di Alessandro Catalini e Annalisa Cancellieri. Era tanto che desideravo tornare a Villa Spada, c'ero stata da ragazzina in occasione di una manifestazione di cui non ricordo più bene il genere, ricordo solo che c'erano degli amici (ma non mi ricordo neanche chi) che vi suonavano. Sentivo raccontare poi da mia madre che lì ci aveva lavorato il mio bisnonno Germano, "profugo" dal Trentino...” - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/08/treia.html

Vaiano. Tutta un'altra scuola – Scrive Stefano Panzarasa: “Il 10 e 11 settembre 2016 si terrà a Vaiano (Prato) “Tutta un’altra scuola”, festa convegno di due giornate. I partecipanti troveranno incontri, conferenze e seminari sul tema dell’educazione e della scuola, attività ludiche per i bambini, laboratori, animazioni, spettacoli, il teatro di paglia, lo street food biologico e momenti dedicati alla salute e all’alimentazione, perché siamo convinti che “l’ecologia educativa” abbracci tutti gli aspetti del quotidiano. Partecipa anche il gruppo musicale dell'Orecchio Verde in omaggio a Gianni Rodari. Info. ufficiostampa@aamterranuova.it”

La Grande Sintesi della Tradizione Esoterica – Scrive Franco Libero Manco: “In un processo di unificazione tra scienza e fede, Pietro Ubaldi chiarisce il rapporto esistente tra involuzione ed evoluzione tra le tre dimensioni della materia, dell'energia e dello spirito. Spiega il senso della vita, la funzione del dolore e la presenza del male. Inoltre ritiene che esiste un'unica "Sostanza", la cui essenza sarebbe il movimento e che si manifesterebbe come "materia" (statica), "energia" (dinamica) e "spirito" (vita). L'essere umano è chiamato ad evolversi ampliando la percezione della sua coscienza, che da individuale deve farsi collettiva, per farsi poi coscienza cosmica...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/08/la-grande-sintesi-della-tradizione.html

San Severino Marche. Conferenza – Scrive Medardo Arduino: “23 agosto 2016, ore 21.30, presso Binario 0, stazione FFSS di San Severino Marche (Mc). Conferenza su: Architettura antica e le Marche”

Accettarsi per quel che siamo - Osho diceva: “Accettarsi per quel che siamo è la base per il risveglio spirituale”. Accettarsi non significa rinunciare alla propria crescita, anzi vuol dire che accettiamo di crescere partendo da ciò che siamo. In questo modo la crescita non sarà una scelta bensì un moto spontaneo. E’ la fioritura dell’intrinseca perfezione che trova una forma espressiva, senza sforzo, senza rabbia o frustrazione, senza sacrificio, senza uso della memoria, senza espiazione, senza speranza… - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/08/21/accetta-quel-che-sei-per-scoprire-chi-sei/

E con ciò vi saluto, Ciao, Paolo/Saul

….......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Uno spartano domandò a un sacerdote che voleva confessarlo: "A chi devo confessare i miei peccati, a Dio o agli uomini?" "A Dio", rispose il prete. "Allora, ritirati, uomo" (Plutarco)



Nessun commento:

Posta un commento