Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 19 luglio 2016

Il Giornaletto di Saul del 20 luglio 2016 – Il caldo è tornato, Erdogan scava la fossa, no alle riforme repubblichine, storia nella materia e nella psiche, visione sacrale, da Torino a Madrid in bicicletta...



Care, cari, il caldo è tornato a Treia, d'altronde siamo a metà luglio, e c'è pure la Luna Piena, e il discorso al baretto, con Lorenzo, verte sulla situazione internazionale, con l'analisi degli ultimi attentati, golpe, immigrazioni clandestine, etc. I musulmani aumentano e ci sono poche speranze che si integrino all'interno della comunità che li sta accogliendo. “Questi non sono profughi”, come disse Giobbe Covatta. Quando vediamo sbarcare questi con 'sti fisici da lottatori, si capisce che l'Europa non ha capito niente della situazione in Africa. Ci sono milioni di persone che non riuscirebbero ad affrontare una passeggiata di cento metri, tanto sono malridotti, figuriamoci una traversata. Senza contare che col costo di un imbarco, ci vivrebbero in mille per un mese. Stiamo facendo ponti d'oro a gente che non lo merita, quando basterebbe investire una metà di ciò che si spende all'anno per sistemare questi “profughi”, per salvarne milioni in Africa. Ma capisco che certe realtà è meglio non vederle, soprattutto perché non fanno comodo agli interessi politici ed economici di chi ci governa e sull'accoglienza ci specula. Senza contare che la spinta verso la conversione all'islam si fa sempre più forte... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/19/era-un-martedi-di-meta-luglio-2016-a-treia-discorsi-fuori-di-testa-sotto-linflusso-della-luna-piena/

Erdogan scava la fossa – Scrive Uberto Tommasi: “Turchia, dopo il golpe fallito, migliaia di soldati, civili, magistrati sono stati arrestati, denudati, maltrattati e ora secondo la tradizione locale, torturati. Molti essendo soldati sapevano combattere e quando usciranno si sommeranno ai 12.000 soldati in armi dei curdi, ai residui dei comunisti torturati e alle migliaia di persone che hanno avuto torturato qualcuno in famiglia. Credo che si stia preparando un bel pacchetto di nemici per Erdogan. Ora il presidente sta ricattando gli americani per ottenere più denaro per l'affitto delle basi e per aver maggior libertà di azione per arrivare al petrolio di Kirkuk e Mosul. Probabilmente l'accordo con i Russi e Israele aveva questo obiettivo, ma comincio a pensare che il nuovo sultano creda che tutti siano stupidi”

No alle riforme dei nuovi padrini della nuova pseudo Repubblica Italiana - Scrive Adriano Colafrancesco: “Votare “no” al referendum costituzionale di ottobre per salvaguardare la democrazia oggi e garantire la propria libera voce domani; fermare lo scempio di una riforma che sottrae poteri ai cittadini e mortifica il Parlamento; fermare una legge oltraggio che, calpestando la volontà del corpo elettorale, instaura un regime politico fondato sul governo del partito unico!...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/07/diciamo-no-ai-nuovi-padrini-costituenti.html

Commento di Pier Paolo Pasolini: “...non solo restano al potere, ma parlano. Ora è la loro lingua che è la pietra dello scandalo. Infatti ogni volta che aprono bocca, essi, per insincerità, per consapevolezza, per paura, per furberia, non fanno altro che mentire. La loro lingua è la lingua della menzogna. E poiché la loro cultura è una putrefatta cultura forense e accademica, mostruosamente mescolata con la cultura tecnologica, in concreto la loro lingua è pura teratologia. Non si può ascoltare. Bisogna tapparsi le orecchie.”

Varsavia. Azioni di protesta contro la NATO e contro la guerra – Scrive Kristine Karch: “Six organizations of the Polish peace and social movements together with the international Network Not to War - No to NATO conducted the alternative summit “No to War“ in Warsaw from July 8th to 10th 2016. Aim of the protests actions was the continuous delegitimation of the largest military organization of the world which is permanently and worldwide engaged in wars....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/07/19/nato-protest-actions-in-warsaw-%E2%80%9Cno-to-war-%E2%80%93-no-to-militarism-money-for-the-hungry-not-for-tanks%E2%80%9C/

Nityananda Mahasamadhi – Scrive Clenz Domus Venece a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/02/treia-e-recanati-festa-dell-acqua-cotta-dal-8-al-9-agosto-2016/ -: “...non sapevo fosse il maestro del tuo maestro, ma non c'è da meravigliarsi, un uomo come lui è difficile che resti senza discendenze! - Dunque per l'occasione ti allego questo magnifico video/canto sul grande Guru https://www.youtube.com/watch?v=jdrg1cWKtuw - (Nityananda Svarupa Shivoham, già questo mantra trasmette l'essenziale in pochi minuti!), maestro di Muktananda e, sopratutto, padre di tutti i Pigmei del mondo, aborigeni, boscimani, inuit, e nomadi di spirito che sentono e cercano sempre le radici della propria umanità.. 8 agosto ovunque io sia, se avrò l'arpa africana a portata di mano, suonerò per lui, di fatto unendomi ai vostri canti delle ore 21.00”

Mia rispostina: “Grazie per il bellissimo canto. Ne approfitto per riproporre alcune storie sulla funzione del Guru nella spiritualità laica http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/04/22/la-funzione-del-guru-nella-spiritualita-laica-3-storie-esemplificative-nityananda-baal-shem-tov-ryonen%E2%80%A6/. C'è anche la mia esperienza vissuta a Ganeshpuri in visita al Tempio di Nityananda”

La storia presente nella materia e nella psiche - La verità non può essere parziale, come non può essere sminuzzata l’integrità della nostra esistenza corporea. La verità storica dovrebbe corrispondere ad un’interezza e questa interezza viene data solo da quella memoria sottile che resta impressa nelle forme in continua mutazione fenomenica. Questo “ricordo” a livello organico viene definito DNA ed a livello psichico io lo chiamo “psicostoria”, ovvero la capacità di lettura attraverso la memorizzazione automatica, presente nell’insieme dei processi vitali coinvolti negli eventi. Continua: http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Memoria-collettiva-nella-materia-e-nella-psiche

Cupramontana. Cane cerca sistemazione – Scrive Tribù: “Buio, cane nero, di circa 2 anni, mezza taglia, cerca nuova sistemazione. Meglio con persona capace di addestrarlo o casa con corte recintata perché sia libero, ma non possa cacciare galline dei vicini. In Tribù sarebbe destinato alla catena e questo non ci piace. Se interessato contatta la Tribù delle Noci Sonanti in Via Torre n. 54, 60034, Cupramontana (AN)”

Brescello. Pecore condannate per “pascolo vagante” - Scrivono Verdi: “...il Servizio Veterinario della Regione Emilia Romagna nella sua articolazione provinciale di Reggio Emilia si è reso responsabile di un pasticcio che sta portando ad esiti assolutamente negativi per 300 pecore, colpevoli di "pascolo vagante" non autorizzato nel comune di Brescello, il paese di Don Camillo e Don Peppone...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/07/brescello-il-paese-di-don-camillo-e-don.html

Turchia. Il colpo di stato nell'età mediatica – Scrive Claudio Martinotti Doria: “...io penso che questo colpo di stato sia assai sospetto e favorisca solo Erdogan nella sua intenzione di accentrare su di sé il potere assoluto in Turchia eliminando tutta l’opposizione laica. In ogni caso c’è un cambiamento nell’aria a livello politico militare internazionale, ed occorre fare il massimo sforzo di concentrazione per annodare i fili e le interconnessioni degli eventi per pervenire ad una interpretazione dei fatti, per quanto complessa, che sia verosimile e non mediaticamente indotta...”

La visione sacrale e la trasformazione spirituale - Il traguardo morale dell'ecologia profonda è quello di inserire nella quotidianità lo stimolo alla ricerca ed alla riflessione spirituale integrandolo con gli aspetti laici della nostra esistenza. Una considerazione che ritengo utile portare in luce è quella del riallineamento con i canoni della natura. Infatti malgrado la dovizia di doni benefici offerti alla vita di ognuno la Terra sta riflettendo il grande cataclisma di una umanità che vuole ribellarsi alla vita. Il riallacciarsi all’aura della Terra, e l’aiuto spontaneo offerto alla trasformazione spirituale, è il dovere al quale noi umani siamo chiamati... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/07/la-civilta-della-dea-di-marija-gimbutas.html

Commento di Maurizio Di Gregorio: “Stampa alternativa ha ristampato entrambi i volumi alcuni anni fa, adesso è disponibile solo il secondo. Maria Gimbutas aveva affermato che il suo lavoro non dimostrava alcuna antecedente civiltà matriarcale semmai (forse) gilanica ma solo la diffusione della cultura della grande Dea. Da quel momento era stata ostracizzata dalle femministe e...” - Continua in calce al link segnalato

Mia rispostina: “..l'articolo è stato scritto come recensione della prima edizione del primo volume del libro della Gimbutas. Quindi è di alcuni anni fa (la data è menzionata: 2012). Essenzialmente nel testo mi sono limitato ad una analisi del pensiero della traduttrice Mariagrazia Pelaia..” - Continua in calce al link sopra segnalato

Da Torino in bicicletta sino a Madrid. Per dire no alla corrida – Scrive Silvia Premoli: “Dal 1 al 17 agosto 2016 le date della terza edizione di "BASTA CORRIDA VEG TOUR". Un tour in bicicletta che prevede la partenza da Torino, città del Toro, sino all'arrivo a Madrid, dove insiste la più grande arena, per dire no alla corrida... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/07/1-agosto-2016-partenza-del-basta.html

Pedala pedala e fiscieta: https://www.youtube.com/watch?v=Tzdo06QUS8M – Ciao, Paolo/Saul

…................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“In villages, monasteries, caves and such places — Wherever we might stay — let us not look for close friendship, But with whomever we become acquainted, be neither too intimate nor too hostile. ‘To remain self-reliant’ is my heart advice.” (Longchenpa)




Nessun commento:

Posta un commento