Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 16 luglio 2016

Il Giornaletto di Saul del 17 luglio 2016 – Guerra all'ISIS, Erdogan è tornato, banca romana, crescete e moltiplicatevi, libertà per la canapa, memorie di un antipapa, accettare il guadagno e la perdita...



Care, cari, l’ultimo libro di Aldo Giannuli è davvero interessante: GUERRA ALL’ISIS. Il professore scrive che è stato “difficile”. Forse per la fatica di dover rendere comprensibile a (quasi) tutti un argomento problematico e dalle pericolose implicazioni. Condivido il consiglio di Giannuli all’Italia di non aggregarsi alla lista di quanti pretendono bombardamenti a tappeto come ritorsione per l’eccidio dei nostri connazionali a Dacca. Come sono andate davvero le cose?... (Luigi Caroli) – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/07/16/la-guerra-dellisis-di-aldo-giannuli-recensione/

Erdogan il fuggitivo, è tornato al potere! - Scrive Carlo Migani: “..pur non essendo un "esperto" conosco la storia e i problemi della Turchia, anche per esserci stato. Spero comunque che Erdogan non sia adesso così ulteriormente stupido da fare la voce ancora più grossa. Spero che abbia capito che la corda troppo tirata si spezza e che l'integralismo islamico è un orrore della storia. Non si spacci per eroe, al contrario di Allende lui è fuggito e solo una serie di circostanze fortuite lo ha rimesso in sella. Fuggiva, come Mussolini, come Ceausescu, come tutti i dittatori conigli...”

Il finto golpe turco – Scrive Vincenzo Mannello: “Che Usa e Nato abbiano "ispirato" il tentativo golpista solo gli ingenui e disinformati commentatori sui social possono metterlo in dubbio... avendo capito alle due di notte che sarebbe fallito, BombObama e soci Nato hanno ufficializzato il loro "appoggio al governo democraticamente eletto". Ma (mi rivolgo a coloro che commentano senza sapere di cosa scrivono) il trattato Nato prevede l'intervento immediato sul terreno delle truppe alleate a fianco del governo minacciato. E la Turchia trabocca di truppe Usa e Nato, compresi 150 militari italiani...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/07/il-finto-golpe-turco-e-la-finta-fuga-di.html

Commento integrazione di Fulvio: “Nessuno mi toglie dalla testa che Erdogan sia stato salvato da teste di cuoio USraeliane. Come nessuno dovrebbe togliere dalla testa a nessuno che ogni terrorismo, dall'11/9 a Nizza, è orchestrato, gestito, guadagnato, dall'imperialismo Usa, Israele, UE, che si serva di finti islamisti e di malviventi psicolabili ricattati, alla faccia degli accrediti forniti al jiadismo di Al Baghdadi, più o meno gratuitamente, da giornali di "opposizione" – Continua in calce al link

Commento di Vincenzo Brandi: “Il califfo fratello-musulmano Erdogan ha dalla sua parte tutta la Turchia conservatrice legata a tradizioni religiose. Dove si dimostra che è sempre vero il vecchio detto che la religione è l'oppio dei popoli. Ora il califfo cercherà di attuare la riforma costituzionale che gli darà poteri ancora più eccezionali ed aumenterà la repressione sui laici, sui Kurdi, sulle sinistre e su chiunque si opponga al suo potere. Alla faccia di chi (come gli USA e come certi "democratici" nostrani) parla di vittoria della "democrazia"! Ma non è detto che vada tutto per il verso giusto al califfo, che comunque è indebolito dai suoi fallimenti in Siria, dall'acuirsi della crisi economico-sociale interna, dalla questione curda che non si risolve, e dai ricatti dei suoi scomodi alleati terroristi islamici...”

Dal passato il futuro. La cricca della banca romana – Scrive Adramelek: “Una frenesia edilizia nel 1870 investe Roma, diventata capitale d'Italia. E' il boom delle Banche; il valore dei terreni sale alle stelle. La speculazione urbanistica sprofonda presto nella voragine del fallimento. L'ingordigia dei politici, con i loro affiliati, né è la maggiore causa. La Banca Romana è sull'orlo della bancarotta, ha messo in circolazione circa 50 milioni (svariati miliardi di oggi) falsi, stampati clandestinamente a Londra con la stessa numerazione di serie di quelle originali..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/07/dal-passato-il-futuro-roma-21-luglio.html

Immigrazione e riconoscimento della legge vigente sul luogo – Scrive F.B.: “..agli islamici, residenti in Europa, si dovrà far firmare uno specifico atto di riconoscimento della superiorità della Legge vigente rispetto a qualsiasi credenza, ubbia, superstizione. Chi non accetta dovrà essere rimandato al suo paese...”

Crescete e moltiplicatevi – Scrive Franco Libero Manco: “Il comando biblico “Crescete e moltiplicatevi” potrebbe condurre ad effetti disastrosi: una vera e propria bomba ad orologeria che dimostra che nulla di ciò che viene sancito nei testi religiosi possa avere valore imperituro. Nel Neolitico (circa 11.000 anni fa) la popolazione, era di pochi milioni di abitanti su tutta la terra, oggi ha superato l’iperbolica cifra di 7 miliardi...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/07/sostenibilita-bioregionale-e.html

Karma e destino – Scrive Giuseppe Moscatello: “Un bimbo" diceva Sri Yukteswar "nasce nel giorno e nell'ora in cui i raggi celesti si trovano in armonia matematica col suo Karma individuale. Il suo oroscopo è un ritratto accusatore che rivela il suo inalterabile passato e i suoi probabili risultati futuri. Il messaggio arditamente proclamato attraverso i cieli al momento della nascita non va inteso nel senso di dare un'importanza strettamente determinante al fato, cioè al risultato del bene e del male compiuti nel passato, ma al contrario deve risvegliare la volontà dell'uomo di sottrarsi al suo asservimento. Ciò che egli ha fatto, egli stesso può disfarlo. Nessuno all'infuori di lui ha promosso quelle cause che determinano gli effetti dominanti della vita attuale. Egli può superare ogni limitazione, perché egli stesso la creò con i suoi atti e perché è in possesso di risorse spirituali non soggette alla pressioni planetarie. Un superstizioso timore riverenziale dell'astrologia rende l'uomo un automa, schiavo della propria sottomissione a una guida meccanica. L'uomo saggio vince i pianeti."

Capracotta. Erbe – Scrive Patrizia Cavallo: “Assieme a Sonia Baldoni vi invito a passare qualche giorno di relax in mezzo a una natura incontaminata a Capracotta in Molise per la "Settimana dei Raccoglitori", dall'8 al 16 di agosto. Pernottamento in un Casale nel cui giardino c'è un altare sannita, nelle vicinanze c'è un fiume di acqua sulfurea. Ci sanno momenti di raccolta delle piante, laboratori, e incontri...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/07/capracotta-dall8-al-16-agosto-2016.html

ISIS? E' cosa nostra... - Scrive Franco Iacc: “Suvvia. La coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti, creata apparentemente per combatter lo Stato islamico, è una farsa. Dei 60 paesi membri, solo due o tre effettuano raid con truppe di supporto sul campo. Solo una nuova coalizione internazionale con Siria, Arabia Saudita, Giordania, Egitto, Russia e Stati Uniti sarebbe in grado di sconfiggere lo Stato islamico. La leadership russa ha sottolineato questa idea più di una volta”

Canapa. Torni libera nei nostri campi - Di solito di una legge severa si dice che è "fascista", così non è però per la coltivazione e l'uso della canapa. Infatti la proibizione scattò con l'avvento della "repubblica democratica" mentre durante il ventennio il governo la considerò una risorsa primaria. Fra le clausole "segrete" a cui l'Italia dovette sottostare alla fine della seconda guerra mondiale, c'era quella di interrompere la produzione di canapa (le sementi furono cedute alla Francia o distrutte), con la scusa di "impedire che la gente la usasse come droga". La proibizione… avvenne “di fatto” - (non risulta nei trattati ufficiali) dopo la visita di Alcide De Gasperi negli Usa e l’entrata dell’Italia nella alleanza atlantica (NATO) - e da allora il governo italiano mise fuori legge la coltivazione... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/16/canapa-pianta-salvifica-perche-fu-proibita-in-italia/

Commento di Terra Terra: “Tutto ciò ci riguarda anche come agricoltori, l’esasperato controllo su ogni seme di cannabis potrebbe essere un segnale, ovviamente si parte sempre con il mettere al sicuro la produzione delle merci con più margine di profitto ma questo non esclude che in futuro potremmo fare i conti con la stessa blindatura anche su altri semi”

Viterbo. Memorie di un antipapa - Felicemente portata a termine la visita antipapale di Paolo D'Arpini, il quale è giunto a Viterbo Bagnaia in mattinata ed ha potuto incontrare tre amici al bar, raggiungendo in tal modo il totale di quattro, numero perfetto per una riunione laica. Sono state così gettate le basi per una società veramente laica nella città dei papi (e degli antipapi). "Andiamo oltre la religione e l'ideologia!" Ha affermato il D'Arpini davanti a un cappuccino bollente..” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/07/correva-lanno-di-grazia-2009-il-18.html

Commento di Red@ttore: “Non avevo alcun dubbio che alla rimpatriata laica potessero partecipare 4 persone: la crisi delle vocazioni (religiose ed ANTI )è ben più profonda della crisi economica. Ero certo che all'oceanica manifestazione avrebbero vigilato "qualche decina di poliziotti in borghese": Paolo D'Arpini sicuramente è segnalato alle questure di tutta Italia come uomo mite e pacifista, però le sue idee ed iniziative sono un po' RIVOLUZIONARIE e DESTABILIZZANTI..”

Accettare il guadagno come la perdita – Scrive Franco Bertossa: “Il solo modo per ridimensionare il dominio della tecnica è di rivedere il proprio rapporto col niente, ossia la propria capacità di accettare la perdita. Ciò che non pare proprio essere tra gli obiettivi del mondo contemporaneo. Perché educarsi ad accettare la perdita?..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/07/16/accettare-il-guadagno-come-la-perdita-significa-accettare-la-vita/

Esempio concreto: “A Ramana Maharshi fu diagnosticato un cancro al braccio. Fu operato localmente ma si ripresentò. Furono tentate diverse cure senza successo. Il cancro procedeva. Allora gli fu proposto di amputare il braccio. La sua risposta fu "La vera malattia è credersi un corpo. In quanto ad esso, è nato intero, lasciamolo morire intero." E così fu...”

Buona continuazione, Paolo/Saul

…..................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Lo stato originario è privo di tempo e di forma, e ciò che si è prodotto è una pura illusione. Una volta compresa che la coscienza è venuta a voi, non vi serve niente altro. Ritornate alla vostra forma infantile per realizzare che ciò che assume questa molteplicità di forme nella manifestazione è in se stesso privo di forma. Quelli che hanno ascoltato e hanno preso seriamente queste parole arriveranno in fondo a questo mistero.” (Nisargadatta Maharaj)

…..........

"Tutto il mondo visibile è espressione, tutta la natura è immagine, è linguaggio, è variopinto geroglifico.... Di fronte alla natura, una delle vie, la più semplice, la più infantile, è la via dello stupore. "Sono qui, per stupirmi", recita un verso di Goethe..." (H. Hesse)


Nessun commento:

Posta un commento