Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 18 luglio 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 luglio 2016 – Luna piena, Erdogan ha un piano, per una comunità ideale, gli ebrei si sono inventati la bibbia e pure il vangelo, diritti pedonali, Chan...



Care, cari, la luna piena di luglio ci aiuta a fuggire dai modi comuni di pensare, spontaneamente sentiamo di uscir fuori dal corpo, di riconoscerci in qualcosa che non è la consuetudinaria abitudine del ragionare, del decidere le cose con logica. Martedì 19 luglio 2016, a Treia, giorno della luna piena, si terrà nella “sala di meditazione” del Circolo vegetariano, verso le h. 13.00, una meditazione e condivisione di esperienze su reincarnazione e metempsicosi. La sera, verso le 19, passeggiata attorno le mura cercando di vedere la luna. Info. 0733/216293

Erdogan ha un piano - Da Baton Rouge ad Ankara, non è detto che gli eventi siano quello che sembrano. Una cosa però è reale e vera: Erdogan ha umiliato ed offeso l’unica Superpotenza rimasta, e detta Superpotenza non è in grado di reagire, di punire, e nemmeno di minacciare. Un governante con sufficienti forze armate proprie, ha potuto chiudere Incirlik, la base più importante che la Superpotenza ha nella zona di massimo conflitto contro Mosca; tagliarle la luce; prendere ostaggio di fatto i 3 mila membri del personale americano; le 80 testate atomiche che custodiscono; chiudere lo spazio aereo ai loro caccia, e farlo impunemente. (Maurizio Blondet) .. - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/07/18/maurizio-blondet-una-cosa-e-certa-la-superpotenza-e-stata-sfidata-impunemente/

Mio commentino: “Una botta al cerchio ed una alla botte. Nell'articolo di Blondet si evidenzia come Erdogan, che conosciamo come brutto e cattivo, nella sua “protervia” nazionalista è stato capace di umiliare gli USA. Cosa che i nostri governanti non avrebbero mai avuto il coraggio di fare. L'ultimo che ne ebbe il coraggio fu la buon'anima Bettino Craxi ma sappiamo che fine gli hanno fatto fare. Vedremo cosa succederà in Turchia nei prossimi mesi... od anni”

Commento di Vincenzo Mannello: "La Turchia ha ritirato i suoi militari e agenti dell’intelligence da Aleppo e dall’Iraq - (World Affairs). Erdogan‬ non è certamente fesso e l'unica strada per contenere il tradimento di ‪‎Usa‬ e ‪‎Nato‬ è quella di smetterla con l'aggressione ad ‪‎Assad‬ ed il sostegno al terrorismo di Isis ed altri..."

Per una Comunità Ideale - Credo che, per proseguire nell'azione comune, occorra rinunciare a qualsiasi forma di aggregazione gerarchica e strutturata operando in termini di piccole azioni di rete seminativa, sperando che nel tempo e con la maturazione della coscienza collettiva possano manifestarsi le condizioni adatte ad un cambiamento non “indirizzato” ma spontaneo. L’importante è non demordere e proseguire nell’azione disinteressata, nei limiti del possibile, lasciando che in ogni situazione si creino i presupposti per una collaborazione elettiva, nella consapevolezza del fine comune, ed allo stesso tempo sapendo che ogni “associazione” dura il tempo limitato del compimento dell’azione in corso... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/04/proposizioni-del-comitato-civico-treia.html

Mahasamadhi di Nityananda – Commento di Clenz Domus Venece all'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/06/02/treia-e-recanati-festa-dell-acqua-cotta-dal-8-al-9-agosto-2016/comment-page-1/#comment-178 -: Omaggio alla bellezza universale, quando un Siddha torna ab origen, quando l’uomo torna figlio del Divino, quando l’umanità ritrova il proprio posto e il proprio scopo, tutto accade semplicemente, tutta la gioia torna spontanea e permanente, tutta la verità dei mondi torna chiara, piena di bellezza...” - Continua al link segnalato

Gli ebrei e l'invenzione della bibbia – Scrive Mario Liverani: “Gli ebrei, come del resto tanti altri popoli, si sono dati un mito delle origini nel momento in cui ne avevano più bisogno. Oggi, con evidente anacronismo, ma con qualche ragione, si potrebbero accostare quelle pagine del Vecchio Testamento a un documento di “propaganda politica”. Occorreva dare un passato nobile ad un popolo che...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/07/oltre-la-bibbia-antica-storia-di.html

Moneta debito – Scrive Cesare Padovani: “La parola "signoraggio" ha acquisito un'accezione da linguaggio di marketing che non fa altro che circoscrivere ed enucleare il problema che è molto più ampio. "Moneta-debito" è senza dubbio un'espressione più completa. Il termine signoraggio dev'essere sostituito con quello di moneta-debito: che è la moneta creata da un privato (Banche Centrali controllate dai Rothschild ndr) e prestata a interesse alla comunità.”

Gli ebrei e l'invenzione del cristianesimo - Scrive Giorgio Vitali: “…. Sono state quelle sette ebraiche, zelote ed essene, in fuga da Gerusalemme distrutta da Tito, unitamente alla fantasia religiosa di Saulo di Tarso, ad inventarsi il cristianesimo. Quei primi “cristiani” hanno inventato le storie evangeliche che oggi stanno cadendo una dietro l’altra di fronte al maglio delle nuove conoscenze...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/07/18/i-grandi-romanzieri-ebrei-e-linvenzione-del-cristianesimo/

Nizza. Le invenzioni di sion continuano – Scrive V.Z.: “Scrivono i giornaloni del sistema: Attentato rivendicato dall'I$I$, però manca la conferma diretta". Se manca la conferma diretta vuol dire che c'è solo quella indiretta, ovvero la attribuzione data da qualcun altro. Chi ha fornito la conferma "indiretta" ? Forse Rita Katz, l'agente israeliano del Mossad la cui precedente attribuzione fu accompagnata dalla diffusione mondiale di un filmato falso dell'attentato di Bruxelles, ottenuto manipolando il filmato vero di un vecchio attentato ceceno a Mosca?”

Mode e affari. Distruzione del patrimonio arboreo tropicale – Scrive Salva le Foreste: “Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica PLoS ONE, rivela che una volta che gli alberi di legno duro tropicali prime - come il cedro del Brasile, l'Ipe (noce brasiliana), e i palissandri - sono stati abbattuti, la ricrescita non riesce a tenere il ritmo del prelievo commerciale: l’albero cresce lentamente,in centinaia di anni, mentre i piani di gestione forestale durano al massimo venti anni, così la volta successiva vengono abbattuti alberi sempre più giovani, fino a che intere specie rischiano di scomparire del tutto...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/07/la-moda-del-legno-esotico-e-la.html

L'Italia della Fornero (e del renzie) – Scrive Leonardo L.: “L'Italia della Fornero. Quella che sta rubando un tempo di vita a tantissimi over 60 che hanno già lavorato per 40 anni e che adesso per l'età - statisticamente per legge di natura- vanno incontro a problemi di salute. Che avrebbero il sacrosanto diritto, finalmente, di prendersi cura sé, di passeggiare con i nipotini. Soprattutto le donne, che fino a 60 anni hanno lavorato al lavoro e a casa, hanno cresciuto i figli con un impegno esponenzialmente maggiore di quello dei loro compagni di vita e che avrebbero il diritto di rallentare finalmente la corsa. Quella che sta rubando un ricambio generazionale nei posti di lavoro con Ospedali e servizi sanitari che chiudono per mancanza di turnover e giovani che diventano adulti nella disoccupazione forzata. L'Italia della Fornero (e del renzie) è l'Italia del liberismo e della sua macelleria sociale.”

Vegetariani e Nonviolenti. Casa comune - Pochi sanno che in Italia il Movimento Nonviolento fu fondato da Aldo Capitini contemporaneamente alla fondazione della Società Vegetariana Italiana. Avvenne nei primi anni ’50 quando parlare di non violenza e di vegetarismo sembrava un’utopia. Il mondo era appena reduce da una guerra mondiale e si viveva in piena guerra fredda, mentre il messaggio americano della bistecca facile cominciava ad imporsi come modello alimentare e sociale...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/07/18/non-violenti-e-vegetariani-hanno-una-stessa-casa/

Satori o samsara? – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2016/07/satori-o-samsara-trasmigrazione-o-fine.html?showComment=1468841446012#c2021295188890229835 -: “Mi permetto di inserirmi nel dibattito, commentando quanto detto da Paolo D'Arpini, e che qui cito: " Il satori o illuminazione non è ottenibile con un atto di volontà od uno sforzo". E il libero arbitrio ? Se con la ns volontà e i ns sforzi non possiamo cambiare la ns vita, allora avrebbe ragione Lutero, che diceva che Dio aveva già predisposto tutto..” - Continua in calce al link segnalato

Mia rispostina: “ Caro Marco, quel libero arbitrio da te menzionato è un aspetto dell'ego. In se stesso, come ente, l'ego -e di conseguenza il senso del libero arbitrio- non è reale, pur essendo percepito come reale (tanto quanto il sogno al sognatore) trattandosi di proiezione nella coscienza. Finché permane il senso di separazione sia l'ego che il libero arbitrio svolgono una funzione, che è quella del funzionamento nell'esternalizzazione dualistica separativa (stato empirico sensoriale che si svolge nella mente)...” - Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Franca Oberti: “Carissimi, è bellissimo leggervi, mi sento arricchire ogni volta che cerco di interpretare e assimilare i tanti concetti che esponete. Per sintetizzare, posso dire che sento sempre di più la minaccia di queste religioni violente; ho anche cercato di allontanarmi dal cattolicesimo perché non è migliore delle altre. Mi scontro spesso coi preti che frequento, cerco di comunicare loro il mio pensiero e poi prendo calci nei denti o accuse di sincretismo. Ho imparato a fregarmene e aspetto che mi scomunichino, così non avrò più nulla da rimpiangere. Nel frattempo percepisco questo senso di appartenenza all'Universo...” - Continua in calce al link sopra segnalato

Diritti dei Pedoni. Camminare in città è un diritto umano – Scrive Vito De Russis: “Sono Pedone perché nato, cresciuto (e calpestato da persone nate “Pedoni” ma aiutate dal Potere a crescere “deviate”). E, mentre ero (e sono) impegnato nella difficile, pesante e necessaria lotta generalista per il cambiamento della società in cui vivo, ero (e sono) costretto a condurre una (altrettanto pesante) lotta parallela per rendere efficienti ed efficaci i Diritti dei Pedoni...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/07/vito-de-russis-la-circolazione-pedonale.html

Conversano. Trebbia – Scrive Marita: ”Buongiorno, siamo Tonio e Marita, da Conversano (Ba), stiamo cercando una trebbia parcellare per la pulitura dei legumi. In questi anni l'abbiamo fatta a mano ma è un lavoro un po' lungo, se qualcuno ha informazioni in merito a ciò ci faccia sapere. Marita Carrieri: matafara@gmail.com”

Chan. La vera scala dei valori - Per una corroborazione della visione spirituale buddista pubblico volentieri questa lettera-articolo che ricevetti alcuni anni fa dall'amico e spiritualista laico Alberto Mengoni, un insegnante di Chan cinese. Il Chan è sicuramente di derivazione buddista (la parola è una storpiatura di Dhyan, che significa meditazione in sanscrito) ma questo saggio di Alberto mi ha fatto pensare alla visione di Wang Tzi, puntata sulla “rinuncia” alle cose del mondo. Ho trovato questa coincidenza di buon auspicio per il “sogno di questa vita”... - Continua:

Ciao, Paolo/Saul
…......................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Tu non sei una parte nel Tutto, e il Tutto non è una somma di parti. Questa sconfinata, completa e indivisa Totalità, è ciò che è. Tu non sei mai stato un soggetto o una parte all'interno di questa Totalità. Quando l'illusorio senso di separazione decade non c'è nessuno che lo sappia o ne venga a conoscenza; perché non c'è mai stato qualcuno che fosse separato...” (A.P.)

…....................

"Non uscire da te stesso, rientra in te: nell'intimo dell'uomo risiede la verità." (Sant'Agostino)



Nessun commento:

Posta un commento