Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 7 marzo 2016

Il Giornaletto di Saul del 8 marzo 2016 – Quell'8 marzo, Cagliari: segreti militari, politica africana di Obama, questione gender, contadini invisibili ed OGM, la coscienza della materia di J.C. Bose...



Care, cari, oggi è l'8 marzo. Quel famoso giorno non fu una "festa". Non credo proprio che le donne abbiano avuto una loro festa, cosiddetta tale e sorvolo le battute volgari. Periodicamente mi piace riproporre alcune mie poesie dedicate alle donne, e quale occasione migliore? Qui parlo delle donne della mia adolescenza, parlo del '68 e di quella che negli anni si è rivelata come un'illusione... (Franca Oberti)... - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/03/l8-marzo-delle-donne-tradite.html

E voglio ancora una volta ricordare il martirio di Ipazia, alcuni dicono che sia stata uccisa proprio l'8 marzo: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/06/tortura-e-uccisione-di-ipazia-per.html - "Che queste cose siano avvenute e continuino ad avvenire, in conseguenze del propagarsi delle religioni monoteistiche di origine semita, non desta meraviglia nelle menti capaci di discriminazione analitica. Infatti basti vedere le ripetute professioni di odio espresse dal dio giudeo contro tutti gli altri dei e contro gli altri popoli che non fossero il suo e si capisce quali sarebbero state le conseguenze, sempre più cruente, nelle successive azioni delle sette di ispirazione biblica. I giudei, prima, ed i cristiani, dopo, e per finire i musulmani, portarono alle estreme conseguenze quell'odio verso l'altro dissimile da sé, diverso nel pensiero, però, solo nel pensiero. Infatti queste cosiddette "religioni" monoteistiche non sono assolutamente tali ma semplici ideologie razziste. Altro che "amore"... qui l'amore si esercita solo verso i propri kit and kin (e mai termine inglese fu più azzeccato)"

Treia. Il nostro 8 marzo 2016 - Appuntamento alle ore 18 davanti alla Fontana delle Due Cannelle, sotto la Porta Montegrappa di Treia, da lì proseguiremo verso il vecchio lavatoio e lunga la stradina campestre. La passeggiata è libera, aperta a tutti e gratuita. Info. e prenotazioni 0733/216293 – circolovegetariano@gmail.com

Cagliari. Segreti militari (di Pulcinella) – Scrive Comitato NO Basi: “A Cagliari 3 giovani pacifisti sono indagati per diffusione di segreti militari ma gli stessi "segreti" sono pubblicati su "Avvisi ai Naviganti" ed altri pubblici siti nazionali. Da oltre mezzo secolo, infatti, queste fonti pubblicano e per di più diffondono a mezzo stampa, radio e Tv il calendario delle esercitazioni militari. Gli inquirenti non sanno o fingono di non sapere che il calendario addestrativo delle forze armate è pubblico e deve essere portato a conoscenza della popolazione? Quale è l’ipotesi peggiore?” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/03/07/cagliari-3-giovani-pacifisti-indagati-per-diffusione-di-segreti-militari-ma-gli-stessi-segreti-sono-pubblicati-su-avvisi-ai-naviganti-ed-altri-pubblici-siti-nazionali/

Primarie telecomandate – Scrive Fernando Rossi: “Che alle 'primarie' (?!) romane del Partito che dipende dalla banda Renzi (+Boschi & cespugli vari) vincano i candidati di Renzi (sostenuti dalle Associazioni sindacali, economiche, cooperative, sociali e culturali - nonché dai Consorzi ed SpA,- anch'essi mantenuti dalle casse pubbliche), non dovrebbe essere una gran sorpresa … Ma non sarebbe cambiato nulla, chiunque avesse vinto, perché i sindaci del CENTRODESTRASINISTRA sono solo dei prestanome, ...ostaggi delle banche e delle multinazionali, ... e a Napoli, anche della NATO e delle bande del malaffare...”

La politica africana di Obama e l'Obamacare – Scrive Antonio De Martini: “La sorte degli USA e dell’Obamacare è appesa al risultato della strategia da applicare in Libia. Se prevale il sistema di delegare la guerra agli alleati teleguidandola (Leading from behind), il nuovo modello di Difesa USA reggerà e ci saranno i fondi per la riforma sanitaria voluta da Obama. Altrimenti, tornerà il modello militare precedente (130.000 uomini in più per intervenire direttamente) e addio alle spese sanitarie gratuite per i meno abbienti e al voto democratico nel sud di colore. Per l’Italia, la posta in gioco è il reingresso nel Consiglio di sicurezza dell’ONU...” - Continua:

Pescara. Orto di Via Sacco – Scrive Orsola: “Anche quest’anno l’Orto di Via Sacco di Pescara, il 13 marzo 2016, con entusiasmo propone l’incontro *“SUONI, SEMI E PAROLE”*, dedita al “dono-scambio“ di semi auto-prodotti, nonché materiali di propagazione vegetativa e quant’altro possa tornare utile all’autoproduzione per l’autoconsumo, oltre, naturalmente a idee, proposte e suggerimenti colturali. L’evento ha lo scopo di riscoprire vecchie tradizioni contadine. Info. ortoviasacco@yahoo.it”

Questione gender e democrazia – Scrive Orazio Fergnani: “...egemonia culturale che indica le varie forme di «dominio» culturale da parte di un gruppo o di una classe dominante, attraverso pratiche quotidiane e credenze (bombardate da ogni tipo di strumento mediatico), che propugna i propri punti di vista fino alla loro interiorizzazione, creando i presupposti per un complesso sistema di controllo, degli animi, delle coscienze e delle convinzioni. Oggi infatti ci ritroviamo proprio in questa condizione di controllo delle coscienze da parte del “PENSIERO UNICO”….” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/03/etica-democrazia-unioni-civili-e.html

Siria. Torre di Babele SIIL – Scrive Ziad Fadil: “La maggior parte dei terroristi dello SIIL è straniera proveniente da Pakistan, Tagikistan, Cecenia, Daghestan, Malesia, Sinkiang, Bangla Desh, Turchia e Libia, per citare solo alcuni dei Paesi che hanno dato alla Siria tale tumore. Sono riuniti in gruppi omogenei per evitare confusioni per via delle differenze linguistiche. Se un ceceno, per esempio, parla arabo è regolarmente nominato “ufficiale di collegamento”. Dove i turchi parlano l’urdu, una lingua che possono avere imparato lavorando in Pakistan o Golfo Persico, sono posti nella posizione migliore per comunicare con i ratti pakistani. Il problema della lingua è al centro della maggiore difficoltà dello SIIL nel mobilitare le sue unità.”

Contadini invisibili e OGM invisibili – Scrive Antonio Onorati: “Si, per una volta a far compagnia al contadino invisibile ci sono gli Organismi Viventi Modificati (OVM) invisibili, cioè la cosiddetta “nuova frontiera” degli OGM.... (….). Prepariamoci a scovare gli OVM/OGM invisibili se non vogliamo che qualche gene brevettato tirato via dal farro finisca nei campi coltivati e ci vengano a chiedere di pagare le royalties sul brevetto o ci impongano di bruciare il campo...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/03/il-contadino-invisibile-e-gli-organismi.html

Mio commentino: “Di questi temi se ne parlerà durante la manifestazione prevista a Treia dal 23 al 25 aprile 2016:

Commento di Stefania: “Carissimi, complimenti per il lavoro che state facendo. Spesso penso a Treia, l'amico Marco Marchetti del Montessori di Fermo mi parla spesso dello splendido lavoro della TALEA...è molto tempo che mi riprometto di andarli a trovare. Dall'accademia Georgica e dal Comune di Treia sono sempre in attesa di sapere se hanno intenzione di proporre il recital sul mio libro....tutto tace... Sabato parlavo di Treia con il prof. Taffetani e mi domandavo come mai lui che vi è così vicino(Appignano) non ha mai realizzato iniziative da voi. Con noi è molto impegnato in una campagna di sensibilizzazione sull'uso dei pesticidi. Mi sembra che l'Accademia Georgica abbia fatto di recente una giornata sull'agricoltura, ma non mi ricordo bene il taglio dell'evento... A presto”

Mia rispostina: “ Cara Stefania, non ci siamo più sentiti perché abbiamo dovuto cambiare il sistema di divulgazione delle notizie, da quando gmail ci impedisce di fare invii multipli non abbiamo più inviato a raffica il nostro notiziario. Se vuoi continuare a riceverlo puoi fare richiesta di iscrizione al recentemente formato google group (rispondici in merito). Sono stato alla conferenza organizzata dall'accademia Georgica sui legumi e cereali minori, purtroppo mi è sembrata la solita manifestazione istituzionale di facciata... Non conosco personalmente il prof Taffetani di Appignano, ma se volesse intervenire al Forum lo accoglieremo con piacere, sentilo e digli di contattarci. Il 24 aprile saremo tutto il giorno alla Talea, come hai visto... e quella sarebbe una buona occasione per visitare questa cooperativa molto attiva con la quale da un paio d'anni stiamo collaborando. Se ti va di fare una piccola rentrée a Treia, in quei tre giorni della Festa (dal 23 al 25 aprile 2016), ne saremmo lieti... - Invito e descrizione del programma : https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/02/21/invito-di-partecipazione-al-forum-sul-lavoro-bioregionale-sostenibile-previsto-a-treia-il-23-aprile-2016-con-approfondimenti-il-24-ed-il-25-aprile/

Moricone. Picnic nel Parco – Scrive Stefano Panzarasa: “Appuntamento a Moricone (RM) alle ore 11.30 nella piazza del Castello. Destinazione a sorpresa, in base alle condizioni climatiche e al numero dei partecipanti. Se possibile si andrà in un’area sosta in montagna, nel Parco dei Monti Lucretili. Necessario abbigliamento comodo, scarpe da trekking, un plaid o altro da mettere a terra. Portate un pranzo al sacco solo vegetale che non richieda cottura, perché non sappiamo se dove andiamo è possibile fare fuochi. Info. bassavalledeltevere@alice.it”

Caserta. Lavorare troppo non va bene – Scrive Vincenzo Mannello: “...non posso passar sopra alla vicenda del direttore della Reggia di Caserta. Quello, secondo notizie stampa, accusato da alcuni sindacalisti di "lavorare troppo, specie di notte" ed altre violazioni contrattuali e di sicurezza del Museo casertano. Renzi, da buon furbastro qual è, ha bollato i lavoratori che segnalavano il caso come profittatori che non hanno capito che "il vento è cambiato, la pacchia è finita".... subito seguito da CgilCislUil nella condanna e pure con la espulsione dei rei di tanto misfatto. Peccato che la moviola, di chi non difenda interessi governativi e mediatici "di massa", riveli un fallo iniziale grande quanto il palazzo dell'europarlamento di Bruxelles: Attuazione delle direttive europee in materia di orario di lavoro...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/03/07/il-caso-del-direttore-stakanovista-della-reggia-borbonica-di-caserta-ma-troppo-lavoro-non-fa-bene-alla-salute-e-nemmeno-alla-politica/

Adesione al Circolo – Scrive Ettore Stella: “Buongiorno caro Paolo, vorrei fregiarmi della tessera del circolo vegetariano. Ti mando il bollettino di versamento. Grazie per quello che fai...”

Mia rispostina: “Grazie caro Ettore per l'adesione, se pensi di venire per la Festa dei Precursori te la consegno a mano altrimenti te la spedisco, fammi sapere... - Ah, ricordo che quando ancora il Circolo stava a Calcata dicevo agli aspiranti soci che iscriversi al Circolo conviene perché quando morirete e vi presenterete davanti al dio dei morti e vi chiederà: “Cosa hai fatto di buono nella vita” e voi forse non saprete che dire perché siete stati abbastanza cattivi, però vi verrà in mente di aver fatto la tessera del Circolo ed allora potrete dire: “Ho fatto la tessera del Circolo VV.TT.”. Ed il giudice dei morti allora vi dirà: “In tal caso potete andare in Paradiso”. Ecco il vantaggio di diventare soci del Circolo...” 

17 aprile 2016. Referendum - Anche il Circolo vegetariano VV.TT. di Treia aderisce alla campagna contro le trivelle a mare. Il prossimo 17 aprile si terrà un referendum popolare. Si tratta di un referendum abrogativo, e cioè di uno dei pochi strumenti di democrazia diretta che la Costituzione italiana prevede per richiedere la cancellazione, in tutto o in parte, di una legge dello Stato. Perché la proposta soggetta a referendum sia approvata occorre che vada a votare almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto e che la maggioranza dei votanti si esprima con un “Sì”... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/03/07/17-aprile-2016-referendum-contro-le-trivellazioni-a-mare-alcune-indicazioni-sul-testo-e-sul-come-votare/

Bologna. Sinistro capitalismo – Scrive Controinformazione: “Presso il Centro Sociale Giorgio Costa in Via Azzo D'Ardino 48 a Bologna, Presentazione del libro “L'Immagine sinistra della globalizzazione” di Paolo Borgognone. Nel ciclo di incontri "Come e perché la società del capitale fabbrica guerra e falsa opposizione: la Sinistra è diventata l'ala culturale ed artistica marciante di un nuovo capitalismo post-borghese, che ha cancellato la matrice originaria dello stesso comunismo di Marx. (Costanzo Preve). Info. byebyeunclesam@gmail.com”

Jagadish Chandra Bose e la coscienza della materia – Scrive Giuseppe Moscatello: “J. C. Bose dimostra ad un vasto e qualificato pubblico, che le piante sono sensibili agli stimoli esterni, al calore, al freddo, ai suoni ecc. Ancora più toccante è il resoconto dell’esperimento su una pianta di felce, reso vivido dall’immagine prodotta col crescografo durante la visita presso il suo laboratorio, nel Bose Institute, da parte di Paramahansa Yogananda, il quale ricorda: ‘Fissavo con grande aspettativa lo schermo che rifletteva la sagoma ingrandita della felce. Ora si distinguevano tenui movimenti di vita; la pianta cresceva lentamente dinanzi ai miei occhi incantati...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/03/jagadish-chandra-bose-e-la-sensibilita.html

Mio commentino: “Anche le piante al pari di uomini ed animali sono dotate di un sistema nervoso primitivo. Gli studi effettuati da J. Chandra Bose. con appositi macchinari, confermano la presenza di “emozioni” quali: paura, desiderio e persino amore. Insomma la coscienza vegetale è a tutti gli effetti simile a quella animale da cui si differenzia solo per l’intensità delle percezioni e reazioni, che nelle piante sono più lente e meno evidenti. Dalla ricerca compiuta dallo scienziato indiano risulta che le piante rispondono a stimoli di simpatia od antipatia nei loro confronti e di conseguenza la loro vitalità e fruttificazione ne viene interessata...”

La coscienza è presente ovunque. Ciao, Saul/Paolo

…...................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Quando l'uomo comune conosce, si trasforma in un saggio e quando il saggio conosce, si trasforma in un uomo comune” (Joshu)

….....................

“L’omosessualità è nata perché le persone sono state private dell’eterosessualità. L’omosessualità è nata come fenomeno religioso nei monasteri, perché si forzavano i monaci a vivere insieme in un unico luogo e le suore a vivere in un altro, ed essi erano separati da mura invalicabili. L’omosessualità è inevitabile. L’intero fenomeno dell’omosessualità è una conseguenza data dalla stupidità con cui si allevano i bambini. Il giorno in cui agli uomini e alle donne si permetterà di incontrarsi con naturalezza, l’omosessualità scomparirà dal mondo.” (Osho)




Nessun commento:

Posta un commento