Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 5 marzo 2016

Il Giornaletto di Saul del 6 marzo 2016 – Treia: controllo di vicinato, gossip su Hillary, tessitura e preghiera, la Siria vincerà, Mondobaratto a Mestre, Osho ed i suoi pazzi discepoli



Care, cari, tutti noi dobbiamo impegnarci, con spirito di condivisione, a presidiare il nostro ambiente naturale continuando a vivere la quotidianità con maggiore coscienza di quello che ci accade intorno e senso di vicinanza, divenendo sentinelle consapevoli sul territorio e segnalando alla Autorità locali comportamenti e presenze non abituali, anomale o sospette: al centro del progetto ci siamo Noi, cittadini coscienti e responsabili, attori attenti di una nuova politica improntata alla sicurezza sociale. La cittadinanza è invitata all’incontro pubblico che si svolgerà presso la sala consiliare del Comune il giorno martedì 15 marzo 2016, ore 21:00...- (Franco Capponi) - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/03/05/treia-15-marzo-2016-controllo-di-vicinato-treia-citta-sicura/

No alla Guerra in Libia – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/03/04/sabato-12-marzo-2016-giornata-nazionale-di-manifestazioni-contro-la-guerra-e-lintervento-militare-in-libia/ -: “..i nostri politici italioti hanno calato le braghe. Ci chiamano il popolo bue... sono esterrefatta e molto preoccupata per i nostri giovani.... sono disoccupati? Mandiamoli in guerra! Spero che il buonsenso emerga... non lasciamoci piegare da un governo guerrafondaio. Donne, stiamo pronte a difendere i nostri cuccioli!”

Commento di Antonio Borghesi: “...che ora il Presidente del Consiglio abbia la prerogativa senza neppure informare le Camere e ricevere il loro assenso di avviare missione di guerra mi pare determini un vero stravolgimento della Costituzione...”

USA gossip. Aspettando Hillary – Scrive Giampiero Venturi: “inesorabilmente veniamo attratti dal match sul prossimo inquilino della Casa Bianca, come da un richiamo ancestrale. Per un destino bizzarro non partecipiamo alla scelta, ma ne condividiamo le emozioni. La sfida più probabile sembra Trump-Clinton, laddove Clinton non è il rubicondo Bill, ma la moglie Hillary, sua avente o dante causa a seconda dei casi. Chi vincerà non lo sappiamo. Sappiamo però che è partito il conto alla rovescia per l’allineamento dei media sulla “Hillary globale”, fulcro del pensiero unico e del politicamente corretto universalmente dato per buono...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/03/usa-gossip-aspettando-hillary.html

Commento di A.N.: “La massa è sempre più schiavizzata e riplebeizzata: questo il futuro di tutti i popoli europei, che le èlite neofeudali e finanziarie – hegelianamente, il nuovo Signore – vogliono ridurre al rango di un nuovi Servi illimitatamente sfruttabili e senza dignità. Le masse schiave nemmeno più sono rappresentate, dato che i partiti che un tempo ne tutelavano gli interessi e le rivendicazioni sono ora passati disinvoltamente alla difesa degli interessi del nuovo Signore: hanno abbandonato la lotta per il lavoro e per i diritti sociali.”

Macerata. Tessitura e preghiera – Scrive Mariagiovanna Varagona: “L’Associazione Arti e Mestieri, vuole far risaltare, attraverso la figura femminile di una intellettuale illuminata come Camilla Battista, il ruolo femminile nella vita di corte, un ruolo spesso messo ai margini da una storia scritta da uomini per soli uomini. Il Museo La Tela di Macerata, sabato 12 marzo, vuole ricordare la passione di una donna assetata di profondo amore..” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/03/macerata-12-marzo-2016-al-museo-della.html

Roma. Semidigiuno – Scrive AVA: “In Piazza Asti 5/a Roma, il 10 marzo 2016, conferenza del Dr. Michele Riefoli: “Curarsi con il semidigiuno”. Ingresso libero e gratuito. Info. 3339633050”

La Siria vincerà – Scrive John Wight: “Macchinazioni, trame e mendacità di sauditi e turchi, senza dimenticare i loro alleati occidentali, sono state tutte vane in un Paese dove ogni città e via, ogni collina, villaggio e strada è stato toccato dalla guerra. E’ la prova definitiva che la storia è fatta non da governi, diplomatici, funzionari o nelle stanze di palazzi e cancellerie. E’ fatta da uomini e donne comuni disposti a combattere e morire per la difesa dei propri popolo, case e comunità, e il cui onore in tal modo contrasta con il disonore di coloro che hanno commesso l’errore di considerare la Siria un altro pezzo del loro scacchiere geopolitico. Nessuno dovrebbe mai sottovalutare il costo umano nel proteggere sovranità e integrità della Siria...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/03/05/la-siria-vincera-per-leroica-resistenza-del-popolo-e-dellesercito-siriano/

Canone TV in bolletta – Scrive A.G.: “E' anticostituzionale... l'unico ente autorizzato a chiedere soldi per conto dello Stato è equitalia.. e non l'Enel che tra l'altro è un ente privato.. immaginate quante persone anziane povere e senza televisore si troveranno la rata in bolletta e pagheranno senza nemmeno rendersi conto della truffa... siete dei ladri meritate il rogo come si faceva una volta con le streghe.. non oscurate i canali solo perché siete consapevoli che nessuno pagherebbe per la TV spazzatura”

Mestre. Mondobaratto – Scrive Raffaella: “Domenica 20 marzo 2016, torna MONDOBARATTO! libero scambio senza uso del denaro, alla Plip di Mestre. Si scambiano oggetti, vestiti, libri, giocattoli, autoproduzioni e molto altro ancora. L'iniziativa è aperta a tutti, adulti e bambini...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/03/mestre-20-marzo-2016-mondo-baratto.html

Cagliari. Pro-Palestina – Scrive Fawzi: “Quest’anno “Palestina in Cattedra” si terrà al Teatro Massimo di Cagliari, sabato 12 marzo 2016, dalle ore 9,00 alle ore 13,00. L’incontro è totalmente gratuito per gli studenti, verranno accettate solo le classi degli istituti superiori che prenoteranno con debito anticipo, sino ad un massimo di studenti equivalenti la capienza dei posti a sedere del teatro. Introdurrà l’incontro,con una breve relazione storica, il dottor Fawzi Ismail, presidente dell’associazione Amicizia Sardegna Palestina. Verranno quindi proiettati i documentari Kick Flips over the Occupation di Mahen Hammad e Nun Wa Zaytun, di Emtiaz Diab. Dopo la proiezione farà seguito un dibattito con la regista Emtiaz Diab. Info. 3280560227”

Comunicare in confidenza... - La rivoluzione si è incartata in se stessa, troppi progetti rivoluzionari, troppe parole, troppe false intenzioni. Ecco quel che succede su internet, l'unico luogo che è rimasto per la libera informazione, è talmente aperto che è pieno di contraddizioni. Le notizie vengono gonfiate all'inverosimile, ciò che è vero, diventa credibile, ciò che è credibile diventa esasperato, ciò che è esasperato si trasforma in fantastico, ciò che è fantastico diventa fantascienza, fantaecologia, fantapolitica, fantareligione... Ho smesso di partecipare a discussioni pubbliche sui gruppi dei social (FB), sono troppo controproducenti, partecipo solo con sintetici commentini, mi limito ad esprimere i miei pareri e sentimenti nei canali che mi sono consentiti, ovvero sui blog collegati al nostro notiziario "Il Giornaletto di Saul”...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/03/comunicare-in-confidenza-sotto-traccia.html

Roma. Spaghettata poetica – Scrive AVA: “Il 13 marzo 2016, alle ore 17,30, in sede AVA Piazza Asti 5/a Roma, presentazione del libro antologico di poesie di Franco Libero Manco “Differenze Armoniche”, con interventi poetico-musicali del poeta Roberto Maggi e del pianista Theo Allegretti. Chiunque può portare e leggere una poesia. Alle ore 20,00 sarà offerta una spaghettata. Info. 3339633050”

Osho ed i suoi pazzi pazzi discepoli - Ricordo che nel 1973, quando visitai l’India per la prima volta, allorché giunse il tempo del ritorno  - durante l’attesa della nave Andrea Doria, veterana della marina passeggeri che compiva il suo ultimo viaggio prima del disarmo - restai a Bombay per un paio di mesi facendo la vita dello sderenato (o sadhu, monaco itinerante o mendicante se preferite). Ero già stato toccato dallo Spirito e non potevo far altro che aspettare che “quella cosa” di cui sapevo essere l’espressione prendesse definitivamente possesso di me. Un’attesa senza speranza si chiama, poiché se c’è speranza non è attesa è solo aspettativa... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/03/osho-ed-i-suoi-pazzi-pazzi-discepoli.html

Ci siamo, o ci saremo? Ciao, Saul/Paolo

…..................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“...occorre comprendere il significato di "coerenza". Non è certo un atteggiamento di adesione ad un modello, bensì un permanere nella propria natura, senza lasciarsi fuorviare da considerazioni utilitaristiche o dal giudizio altrui..” (Saul Arpino)

…..................

“C'è stato un grosso fraintendimento tra la vita e il tempo. Si è detto che il tempo consiste di tre stati: il passato, il presente e il futuro. È sbagliato. Il tempo è formato solo dal passato e dal futuro. È la vita che è fatta di presente. Quindi, chi vuol vivere non ha altra alternativa che vivere questo momento. Solo il presente è esistenziale.” (Osho Rajeneesh)



Nessun commento:

Posta un commento