Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 19 marzo 2016

Il Giornaletto di Saul del 20 marzo 2016 – Agricoltura al Centro, destati... oh uomo, frantumazione della Siria, danni da pesticidi, salvare il paesaggio, la vita è un gioco



Care, cari, Agricoltura al Centro, il titolo della conferenza che si è tenuta il 19 marzo 2016 a Treia, nella Sala Consiliare. “Siccome nelle immagini di San Patrizio ci stanno i quadrifogli ed il verde ci sta bene anche questo convegno sull'agricoltura” ha esordito il sindaco Franco Capponi presentando il convegno ed anticipando quelli che sarebbe stati i temi trattati dai relatori lì presenti. “La cosa che ci sta maggiormente a cuore – ha precisato- è quella di favorire la nascita di filiere corte locali che possano soddisfare le esigenze delle mense pubbliche gestite dal comune, come quelle delle scuole, in modo da migliorare la qualità della vita ed abituare i giovani a nutrirsi in modo sano e idoneo”. La parola è passata a Francesco Pucciarelli, presidente della Proloco, il quale ha ricordato l'amore per la terra e per i suoi frutti trasmessogli dai suoi genitori contadini e la cura con la quale egli stesso ancora si occupa della campagna. Un discorso molto umano e comprensibile a tutti i presenti....- Continua: 

Buona notizia – Scrive Marco Bracci: “Buona notizia. Il Governo sta studiando misure per aiutare l'industria lattiero-casearia. Ha già deliberato la moratoria di un anno sulle rate dei prestiti, contratti dalle aziende del settore. Perché BUONA? Perché, grazie ai 1500 italiani che ogni giorno diventano vegani, il settore lattiero-caseario sta andando in crisi. E lo seguirà quello delle carni, perché se non ci sarà consumo di latte/formaggi, mantenere mucche solo per la carne sarà più costoso, quindi la carne costerà di più e ne verrà comprata meno. Gli animali ringraziano.”

Destati - ...destati, oh uomo, dall’illusione della superficialità e della separazione. Riconosci la tua appartenenza inscindibile alla vita. Nel tuo viaggio di ritorno a casa hai dimenticato chi sei, inebriandoti nella vanità del possesso materiale. Hai avuto paura di nuotare, di galleggiare, nel grande flusso della vita e ti sei fermato sulle sponde duali dell’istinto e della ragione. Scopri orsù l’Ulisse indomito che è in te, oh uomo, non arrenderti alle sirene dell’oblio. Perché ti limiti a vagare nelle nebbie oscure, seguendo tracce in tondo in tondo, ignorando l’intuizione dell’intelletto?- Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/03/19/destati-oh-uomo-dallillusione-della-superficialita-e-della-separazione/

La premonizione di Osho sull'omosessualità – Scrive Fabio Massimo Tranchida a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/03/la-premonizione-di-osho-omosessualita.html -: “Chi conosce le opere di Osho sa con certezza che era un grande maestro . Alcuni pseudo ricercatori e i media occidentali hanno in tutti i modi cercato di infangare la sua immagine, mai i suoi messaggi e le sue opere NON possono essere cancellati. Era un uomo che aveva sfidato il potere e come altri grandi suoi predecessori ha pagato con la vita per aver cercato di aprire gli occhi all'umanità...”

Altro commento sullo stesso articolo – Scrive Vincenzo Renne: “È la terza volta che mi viene proposto questo concetto. Da tre fonti totalmente diverse. Un prete, una psicologa ed ora queste affermazioni si Osho. Dal più vicino a me al più lontano a me. La differenza (concetto ben diverso dalla diversità!) di uomo e donna permettono ad entrambi la crescita spirituale: è una sfida a se stessi, una continua scoperta del differente punto di vista ed approccio alla vita, è difficile, ci vuole tempo, dedizione, umiltà, accettazione, ma solo così arriviamo all'Amore vero!”

La frantumazione della Siria è in atto? – Scrive Piotr: “Cosa dire dell'autoproclamato stato federale curdo in Siria? La cosa che più mi colpisce di primo acchito è l'intempestività. E' mia convinzione che Damasco avrebbe assicurato ai Curdi uno stato autonomo federato. Il fatto che il Rojava abbia aperto la sua prima "ambasciata" a Mosca mi fa anche pensare che i Curdi puntassero sulla Russia per "convincere" Assad in questa direzione, perché ovviamente gli USA non hanno nessuna influenza su di lui. In sé, non è un disastro una soluzione federale, ma in questo momento la dichiarazione del Rojava mi sembra fuori luogo. Da dove nasce questa fretta?” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/03/geopolitica-lintempestivo-stato.html

Mio commentino: “La frantumazione della Siria, come quella dell'Iraq, è perfettamente in sintonia con il piano sionista di parcellizzare il territorio arabo che circonda israele”

Siria. Il significato del ritiro parziale russo – Scrive Valentin Vasilescu: “Come in una partita a scacchi, Putin intensifica il livello del gioco col ritiro parziale del contingente russo in Siria, intenzionalmente esponendo Assad come esca per rivelare le intenzioni della Casa Bianca e dei suoi vassalli. Washington ha due opzioni...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/03/19/siria-il-ritiro-parziale-russo-e-unastuta-mossa-di-putin-per-scoprire-le-intenzioni-americane-riguardo-alla-tregua-firmata-a-ginevra/

Come sconfiggere l'ISIS? – Scrive Peppe Sini: L'ISIS si sconfigge con il pieno riconoscimento dei diritti umani delle donne. E' il maschilismo il fondamento ideologico e pratico di tutte le organizzazioni che praticano la violenza. Solo abolendo la violenza maschile contro metà del genere umano si possono abolire anche tutte le altre violenze di cui la violenza maschile è il primo modello e la prima radice.”

I danni causati dai pesticidi alla capacità di apprendimento – Scrive G.A.: “I pesticidi alterano la capacità di apprendimento delle api... ma non solo, anche le capacità intellettive dei nostri figli decrescono ed essi hanno sempre più bisogno di insegnanti di "sostegno". Intanto api e bombi sono in aumento in G.B. grazie a programmi agro-ambientali... mentre in Italia coi fondi europei ci sovvenzioniamo l'acquisto di Pesticidi e Disseccanti...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/03/i-pesticidi-alterano-capacita-di.html

Il male turco – Scrive Fabrizio Belloni: “La pazzia imperversa sulla "democrazia" europea. Siamo arrivati al punto che, per evitare l'arrivo di qualche centinaio di migliaia di profughi, si aprono le porte ad 80 milioni di turchi e turcofoni. Ricordate che la Turchia ha già da tempo offerto cittadinanza e passaporto ai turcofoni dell'ex URSS. Bell'affare hanno fatto i democratichetti europei. Ma gli ordini della "Roma americana" non si discutono... Europa, svegliati, è l'ora!”

Salvare il paesaggio. Lettera ai parlamentari – Scrive Salviamo il Paesaggio: “E’ arrivato il momento, per chi ha la responsabilità del governo del Paese, di avere il coraggio di intervenire con determinazione e senza indugi, approvando una legge in grado di arrestare il continuo consumo di suolo in atto e non solo di 'contenerlo'. Per questo la rete delle oltre 1.000 organizzazioni che compongono il Forum nazionale dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio/Salviamo il Paesaggio Le invia una proposta di revisione del testo del DDL AC 2039 sul consumo di suolo..” - Continua:

Editoriale di ieri sul “profugo” scroccone – Scrive Marco Bracci: “Caro Paolo, il tuo editoriale - http://saul-arpino.blogspot.it/2016/03/il-giornaletto-di-saul-del-19-marzo.html?showComment=1458383110102#c3129132299189693296 - mi ha fatto venire in mente una conversazione avuta quest’estate, sulla spiaggia di Cecina, in Toscana, con un senegalese musulmano che vendeva i libri di Terre di Mezzo. Avendone già diversi, non gli abbiamo preso nulla, ma lui è rimasto volentieri a parlare con noi...” - Continua in calce al link segnalato

Il dio della guerra - Chi leggerà le scritture buddiste, scritte per le masse superstiziose, non potrà mai trovarvi un demone così vendicativo, ingiusto, crudele e stolto come il tiranno celeste sul quale giudei, cristiani e musulmani riversano a fiumi la loro servile adorazione ed al quale i loro teologi attribuiscono quelle perfezioni che sono contraddette da ogni pagina della Bibbia (Dalle lettere dei Mahatma)

La soap opera dell'esistenza - Fluire con la vita non significa essere indifferenti a quello che ci accade, ma apprezzare in pieno la gioia che il momento ci offre e accettare anche il dolore, consapevoli che nessuno dei due durerà per sempre. Fluire con la vita implica vivere accettando i cambiamenti e quindi comporta totale accettazione del volere di una forza superiore al nostro personale e limitato libero arbitrio, che si dibatte tra mille preferenze. Fluire come l’acqua di un fiume in piena vuol dire lasciarsi andare, accettando senza resistenze il disegno divino.. - Continua:

Commento di Simon Smeraldo: “Perfettamente d'accordo. Questo è il principio alla base del Tao, la Via, ossia il flusso. E' la cosa più facile e più difficile al mondo; la più facile perché se ti ci abbandoni hai praticamente risolto tutti i tuoi problemi e ti sei impadronito della chiave della vita e dell'universo stesso; la più difficile - la meno per un occidentale - è perché questo passo è contrastato dalla nostra forma mentis, la mente che mente.”

Ciao a tutti, Paolo/Saul

…................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto

"Realizzare la propria leggenda personale è il solo dovere degli uomini. La vita vuole che tu viva la tua leggenda personale...chi vive la propria leggenda personale conosce tutto ciò che bisogno di conoscere. Soltanto una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire. Ma tutto l'universo cospira affinché si riesca a realizzare il sogno" (P. Coelho)




Nessun commento:

Posta un commento