Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 8 gennaio 2015

Il Giornaletto di Saul del 8 gennaio 2015 – Il Tao del raccontare bioregionale, USA/UE - TTIP e OGM, Eurasia come risposta, Leviatano e mondi paralleli, industria della malattia



Care, cari – Giornaletto e Tao. Scrive Sebastian: "..buongiorno a lei caro Saulino Paoletti o Sauletti Paolino ... Sono un po' lettore medio (dito), un po' archeologo e antropologo della contemporaneità, un po' scrittore poeta bioregionale e bioregionalista, un po'...niente! E si forse proprio niente! Sto scrivendo i primi capitoli di un libro virtuale sui personaggi che ho incrociato in questi anni, probabilmente le verrà dedicato un capitolo anche se non so quando, infatti dico libro virtuale perché è pubblicato solo via mail e non so se arriverò mai alla conclusione perché (come dice lei), seguendo il Tao, mi sto trasformando sempre più in albero del canto e libro delle parole, quindi sicuramente sarà raccontato ma non so se farò in tempo a trascriverlo tutto .."

Giornaletto. Pensiero poetico del conte di Saint Germain – Scrive Franca Oberti: "...apprezzo gli insegnamenti del Conte di Saint-Germain perché ti aiutano con l'autostima, trovo che ci siano troppi IO e non è qualcosa che mi risuona per intero. Sono ancora legata all'annullamento dell'IO per sentire serenità interiore, ma qui ci sarebbe da ribaltare tutto.... essere noi il centro dell'universo.... merita ampio dibattito...."

Mio commentino: "..l'Io privo di identificazione con il nome forma è lo Spirito supremo. "Io sono quell'Io sono" è l'esatta traduzione della dichiarazione biblica. Vedi: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/03/lao-tze-tao-te-king-ed-il-ritorno-la.html"

Giornaletto. La favola di Cristo - Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/alla-ricerca-di-un-gesu-mai-nato.html -: "Un parere... ovviamente un parere... occorre sapere, studiare, conoscere e trarre ognuno le proprie conclusioni. Nella storia, passati un po' di anni, la manipolazione è un fatto normale. "Non saper cambiare è un po' morire" dicevano in un film famoso.... ogni minuto ci rinnoviamo, ma certi integralismi tengono duro, forse per celare altre verità che non conosciamo... per me Gesù è un esempio, una favola che mi ha dato indicazioni di vita.... "

Mia rispostina: "...un parere, certo, ma supportato da una accurata ricerca storica! La mia idea in proposito è che molto probabilmente il Gesù di cui ci hanno parlato i Vangeli non è il vero Gesù... ma altrettanto molto probabilmente per arrivare a quella storia un "gesù" di riferimento deve esserci stato. Il mito poggia sempre su un fatto storico realmente avvenuto, magari travisato e manipolato ma in parte reale..."

Giornaletto. Governo renzie – Scrive M.B.: "Aggiungo a quanto scritto ieri che il governo Renzi non è, e quelli che lo hanno preceduto non sono stati, a favore del popolo ma al servizio di poteri occulti, lo vediamo anche da questo: le scie chimiche.
Nessuno mai ha dato spiegazione alle varie interpellanze parlamentari sul perché e di cosa sono fatte le scie chimiche lasciate da aerei senza sigle di riconoscimento, di cui proprio ieri i cieli di Lombardia erano zeppi (come del resto tutti i giorni sereni).
E ancora: se il popolo fosse veramente sovrano, perché imporre parlamentari scelti dai partiti e non dal popolo tramite le elezioni preferenziali?"

Mio commentino: "Non è detto che lasciando al popolo la possibilità di decidere per chi votare le cose vadano meglio... infatti sino a pochi anni addietro esistevano le preferenze ma i governi non erano migliori.  Questa democrazia porta ad un abbassamento di livello, per via che la maggioranza è composta da persone inconsapevoli.."

Un racconto bioregionale di Teodoro Margarita: "Vi dovrei narrare di una notte di tempesta e di come una piccola comunità di pastorelli si mise in combutta con Farfariello, il diavoletto birbante del presepe, per giocare un brutto tiro all'altro villaggio... l'incantato ed ammirato, troppo, presepe propinquo. Vi dovrei raccontare di come era terribile quella notte la tramontana e di come la bufera sferzava le persiane. Una acqua e vento, "acqua e viento mena 'o noce 'e Beneviento..." da storia cupa. Vi dovrei raccontare di come andò quella notte, delle liti precedenti, di storie d'invidia e gelosia, di Cicci Bacco e di pastorelli per niente dormienti, al contrario fin troppo svegli...." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/due-presepi-bioregionali-di-teodoro.html

Il petrolio come arma – Scrive Jure a commento dell'articolo di Manlio Dinucci http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/cala-il-costo-del-greggio-aumenta-il.html -: "Prezzo del greggio a picco, rublo a picco, borse europee a picco. La Grecia non c'entra: c'entra il petrolio. Eppure l'Opec decide di non diminuire la produzione, in piena crisi con la richiesta in caduta libera per almeno i prossimi 12 mesi. Mentre gli Usa dichiarano la propria autonomia energetica grazie al petrolio da 'fracking' che a produrlo costa 10 volte quello arabo, quasi il doppio del prezzo corrente attuale. A saper contare fino a 10, o a cento, i conti non tornano. Dov'è l'inghippo? I dati, gli scopi, i metodi li mostra Dinucci nel suo articolo. I nostri media ripetono invece a pappagallo le fandonie Usa secondo istruzioni ricevute da Washington, e ci inducono a guardare alla Grecia per non farci capire il resto. Perchè la Grecia qui c'entra poco, anzi niente: c'entra il petrolio, ovvero il suo uso strategico in campo mondiale, dall'Africa all'Asia all'America latina. Con buona pace del signor Tsypras e dei suoi fans..."

Eurasia come risposta – Scrive Controinformazione: "Il 2015 sarà testimone di una completa integrazione geostrategica che eroderà progressivamente l’egemonia del dollaro USA come valuta di riserva e, soprattutto, del petroldollaro, secondo quanto ritiene il giornalista ed analista politico Pepe Escobar , in un articolo pubblicato da “Sputinik International”. La politica di Pechino, una superpotenza commerciale che è emersa pienamente all’inizio di questo secolo, secondo l’analista, appoggerà nel lungo termine la strategia della Cina di unificare l’Eurasia con una maggiore integrazione commerciale. Un altro protagonista importante in questo processo sarà l’Iran che cercherà una maggiore integrazione con l’Asia..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/eurasia-come-risposta-allegemonia.html

Integrazione di Aryel Noyola Rodriguez: "Nonostante il fatto che Giappone, Corea del Sud, Indonesia e Australia abbiano rifiutato di sostenere l’attuazione della BAII su pressione di Barack Obama, il sostegno della maggioranza del continente asiatico rivela che gli sforzi della Casa Bianca volti a minare l’integrazione regionale sono stati estremamente inefficaci rispetto alla diplomazia dello yuan. In sintesi, l’attuazione della nuova istituzione sfida apertamente le basi di Bretton Woods ed accentua la transizione verso nuove forme di governance incentrate sulla regionalizzazione finanziaria. Forse, ad un certo punto, l’era statunitense collasserà subitaneamente al bagliore luccicante dell'aurora asiatica..."

USA/UE - TTIP e OGM – Scrive Realnews24: "La piattaforma di whistle-blowing ha pubblicato dispacci dell’ambasciata due anni fa, che comprendeva anche dettagli sulla Monsanto l’ingegneria genetica. Gli Stati Uniti si augurano che i negoziati avviati questa settimana per un accordo di libero scambio tra gli Stati Uniti e l’Unione europea aprirà anche i mercati per l’ingegneria genetica...." - Continua:

Medaglie macchiate di sangue – Scrive Il Piccolo: "Marek Obrtel, ex ufficiale medico dell'esercito di Praga, impegnato in passato in missioni di "peacekeeping" in Bosnia-Erzegovina, Kosovo e Afghanistan, in una lettera aperta, ha chiesto nei giorni scorsi al ministero della Difesa di Praga di riprendersi le medaglie da lui guadagnate durante le operazioni all'estero compiute nell'ambito di operazioni Nato. Un coinvolgimento di cui oggi Obrtel «si vergogna profondamente», ha scritto l'ex tenente colonnello."

Parigi. Attentato dinamitardo? - Scrive Vincenzo Mannello: " L'attentato al Charlie Hebdo è di enorme impatto mediatico sulla opinione pubblica che, così, appoggerà ulteriori crociate in tutto il mondo... in una spirale di odio, vendette ed.... affari per armi e petrolio. Anzi, colgo l'occasione per ripetermi, trovo ancora strano per noi comuni mortali occidentali che gli stessi capi jihadisti non abbiano portato la "guerra santa" nel cuore delle nostre città e per colpire i governi crociati in casa propria. Rifletta chi legge: sono stati gli Usa e la Nato ad andare in Irak, Afghanistan, Somalia, Libia, Siria ed in mezzo mondo a bombardare ed uccidere migliaia di civili innocenti.... non viceversa!" - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/laltro-charlie-hebdo-che-non-piace-ai.html

Parigi. Orrore - Scrive Beppe Sini: "Dopo l'orrore di ieri per la strage di Parigi, nella redazione del settimanale Charlie Hebdo, ancora una volta diciamo che uccidere è sempre il crimine più atroce, il più inammissibile. Ancora una volta diciamo che solo la nonviolenza può salvare l'umanità. Pace, disarmo, smilitarizzazione dei conflitti..."

Leviatano e mondi paralleli – Scrive Paola Botta Beltramo: "Il freddo realismo pratico di Leviathan, il “mostro simile a nessun altro”, fece considerare Hobbes dalla Chiesa come il “padre degli atei”. L’hobbesianesimo fu incompreso. Siccome l’uomo è per natura nemico dell’uomo (homo homini lupus) la convivenza sulla Terra non comporta che due soluzioni: o l’anarchia (rovinosa perché l’uomo non è ancora in grado di praticarla) o la fondazione di uno Stato forte, assoluto, che reprime le intemperanze dei singoli, stabilisce il limite dei singoli egoismi, e domina con mano ferrea su tutti. Quello di Hobbes era il tempo degli intrighi e della più complessa corruzione. L’ignoranza dilagava ovunque e il buon senso era andato smarrito. Tempo non tanto dissimile da quello in cui si trova oggi l’umanità, dove predomina il più sfacciato potere politico e il più stupido materialismo..." - Continua:

L'India ritorna alla fede dei padri – Scrive N.P.: "...lo hanno denunciato a gran voce i rappresentanti religiosi di cattolici e protestanti in India. Il primo ministro è stato accusato di «estendere un tacito supporto» alla campagna di conversione dei radicali indù. Il programma è noto con il nome locale di ghar wapsi, che significa «ritorno a casa». «Entro il 2021 l'India sarà purificata da religioni estranee quali il cristianesimo e l'islam» ha annunciato pubblicamente Rajeshwaar Singh..."

Mio commentino: "Ed hanno ragione gli indiani, infatti le conversioni all'islam sono state imposte dagli invasori musulmani e le conversioni cristiane sono avvenute sfruttando il bisogno dei poveretti"

Industria della malattia – Scrive Franco Libero Manco: "La salute non rende: è la malattia che dà sostentamento ad una massa sconfinata di persone. I farmaci che si assumono sono determinanti per farci ammalare. Ogni farmaco genera nuovi disturbi per i quali sarà prodotto un nuovo farmaco per curare i disturbi del primo e così via. Spendiamo per la salute più di quanto si sia mai speso, oggi prendiamo farmaci più di quanti ne prendessimo in passato, eppure siamo più malati di prima...." - Continua:

Roma. Manifestazione animalista – Scrive Aboliamo la carne: "31 gennaio 2015, DALLE ORE 10 ALLE ORE 14, via Palmiro Togliatti, Roma. In occasione della "Giornata Mondiale per l’Abolizione della Carne" abbiamo deciso di tornare davanti al mattatoio per dare nuovamente visibilità alle vittime silenziose e dimenticate dell'olocausto animale. Info. abolizionecarne@gmail.com"

Bolzano. Apicultura – Scrive Roberto: "Bolzano, Via Vintlen, 18 dalle ore 9 alle 17, Permapicultura con Mauro Grasso e Jessica Mattioli. Offerta libera, pranzo condiviso ognuno porta qualcosa. Info. 3384925583"

La ricerca spirituale laica di Nisargadatta Maharaj – Scrive Ramana Hridayam: "Al suo ritorno a Bombay, dopo un'assenza di parecchi mesi, Nisargadatta Maharaj (al tempo semplicemente Maruti Kampli) riprese in mano i suoi affari che erano quasi in rovina. Potette conservare solo un negozietto di bidi (sigaretti indiani fatti con le foglie dell'omonimo albero). Il suo precedente interesse per gli affari era scomparso e si accontentò di gestire quella piccola botteguccia da cui poteva ricavare il minimo necessario per mantenere se stesso e la sua famiglia..." - Continua:
Anche questa è fatta, ciao, Saul/Paolo

............................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Quando mantieni la presenza mentale, solo allora hai autonomia…. Ma la presenza mentale è facilmente interrotta. Pratica a lungo e naturalmente diverrà ininterrotta. Quando è ininterrotta ha continuità. Quando ha continuità, la luce diventa radiosa. Quando la luce è radiosa, l’energia è piena. Quando l’energia è piena, l’oblio e la distrazione scompaiono senza sforzo." (Lao Tzu)

......................

"Un tempo non era permesso a nessuno di pensare liberamente. Ora sarebbe permesso, ma nessuno ne è più capace. Ora la gente vuole pensare ciò che si suppone debba pensare. E questo lo considera libertà." (Oswald Spengler)



Nessun commento:

Posta un commento