Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 11 gennaio 2015

Il Giornaletto di Saul del 11 gennaio 2015 – Mara Lenzi, scuola del baretto, scuola familiare, demolizione degli stati, guerra chiama guerra, Muti for President, magia del buonsenso



Care, cari, ieri pomeriggio io e Paolo ci siamo uniti al gruppo di Aria di Stelle di Mara Lenzi, un gruppo di persone di buona volontà che si riunisce settimanalmente a fare una pratica di canti mantra, e che andava in visita ad una casa famiglia di Modena dove sono ospitate delle persone colpite da AIDS e in situazione di disagio. Ci siamo disposti nella sala comune e abbiamo intonato, per cercare di dare loro un po' di sollievo e di pace, diversi mantra, condotti dalle due belle voci di Tina e Roberta. C'erano sia alcuni malati che altri visitatori con i quali ultimi eravamo accomunati dal sentimento di solidarietà per questi fratelli e sorelle sfortunati. A volte mi sono ritrovata a dover abbassare lo sguardo, incontrando uno dei loro, quasi provassi io un senso di disagio ad un contatto così ravvicinato con la sofferenza. E' stata un'esperienza forte, di cui ringrazio sentitamente Mara e tutti gli altri del gruppo, che ci hanno coinvolti nell'occasione. (Caterina Regazzi)

La scuola del baretto - Ogni baretto è una scuola, che sia a Calcata, a Treia od a Spilamberto c’è sempre qualcosa da imparare e da conoscere. Qui a Spilamberto, ad esempio, con Caterina facciamo il giro dei bar, cambiando luogo quasi ogni mattina. In tal modo “accontentiamo tutti”… Certo dal punto di vista della soddisfazione personale alcuni baristi sono più affettuosi ed attenti alle nostre –soprattutto mie- richieste (vedi quella insindacabile di poter avere il cappuccino bollente con poca schiuma). Stamattina toccava a Maria, la barista che sta nel centro storico, in un vecchio locale che ha visto tempi migliori ed ora è il ritrovo di vecchietti, disoccupati, immigrati dal meridione ed extracomunitari di ogni sorta: soprattutto marocchini e albanesi. Maria stessa è una donnona che viene dal sud, grande e grossa, mora e con gli occhi neri, e sa come trattare con i suoi clienti… Malgrado l’età matura ancora risulta appetibile (evidentemente per la sua stazza) soprattutto ai nord africani che adorano le donne “capienti”. Tempo fa assistetti alla corte alla quale un giovanotto prestante la sottoponeva: “Maria, in Marocco si sta bene, sai, perché non vieni anche tu lì?” E Maria, senza rispondere, serviva il caffè ed ammiccava.... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/10/gennaio-al-baretto-la-scuola-di-vita-continua/

Giornaletto. Chi siamo dove andiamo? Scrive Luigi Caroli: "Caro Paolo, concordo pienamente con te. In Italia ci sono sicuramente dei gruppi di persone che la pensano come noi. Come riunirli? PS: a me hanno risposto in massa per gli auguri. Ma alle altre lettere, anche se picchio duro, i riscontri sono pochi. IN ITALIA DOMINA L'APATIA"

Mia rispostina: "Caro Luigi, siamo destinati alla "solitudine" anche se potessimo unire quelli che la pensano come noi arriveremmo a formare solo un paio di manipoli. Noi siamo come i praticanti taoisti che non aspirano a creare gruppi, si limitano a seguire il Tao senza cercare riconoscimenti o risultati. Continuiamo quindi a compiere il nostro dovere, praticando la verità per noi stessi, e lasciamo da parte le "speranze" (un vecchio proverbio popolare recita: "chi di speranze vive disperato muore"). Comunque di tanto in tanto ci provo a fare degli incontri collettivi, ad esempio il 25 e 26 aprile saremo a Treia per la Festa dei Precursori ed il 20 e 21 giugno saremo a Montecorone per il collettivo ecologista, sei invitato..."

Marche. Scuola familiare, cercasi luogo d'incontro – Scrive Giovanni Della Casa: "La Rete di Scuola Familiare Italiana organizza tutte le estati un raduno per allacciare relazioni e condividere esperienze educative. Ricordandoci ancora con grande piacere l'ultimo incontro che è stato ospitato dal Giardino della Gioia (in Puglia), vorremmo proporre le Marche per il raduno del 2015. Stiamo quindi cercando per questo scopo un posto con queste caratteristiche: luogo immerso nella Natura..." - Continua:

Roma. DNA quantico – Scrive Velste: "Galleria Sallustiana, Via Sallustiana 27 A – Roma. Sabato 24 Gennaio 2015, ore 18,00. Corso di Massimo Marinelli, Psicoterapeuta ed Antroposofo. DNA QUANTICO: Un Insegnamento Metafisico. OFFERTA LIBERA. Info. velste@libero.it"

Nato. La demolizione degli stati – Continua l'analisi di Manlio Dinucci sulla politica distruttiva della NATO: "La strategia Usa/Nato consiste nel demolire gli Stati che sono del tutto o in parte fuori del controllo degli Stati uniti e delle maggiori potenze europee, soprattutto quelli situati nelle aree ricche di petrolio e/o con una importante posizione geostrategica. Si privilegiano, nella lista delle demolizioni, gli Stati che non hanno una forza militare tale da mettere in pericolo, con una rappresaglia, quella dei demolitori. L’operazione inizia infilando dei cunei nelle crepe interne..." - Continua in calce: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/30/nato-astuta-per-prosperare-sinventa-la-guerra-permanente/

Cuba. Voci sulla morte di Castro – Scrive IRIB: "L'88enne Fidel Castro non compare in pubblico da un anno; a dicembre non ha partecipato all'evento organizzato per le tre spie cubane rilasciate dagli Usa e non si è pronunciato sulla ripresa dei rapporti diplomatici con Washington. Quest'anno, inoltre, il presidente cubano Raul Castro non ha festeggiato l'anniversario della rivoluzione se non visitando cimiteri..."

Viterbo. In difesa di Di Matteo: Scrive M5S di Viterbo: "Ci sono servitori dello stato che resteranno nella nostra memoria, uomini come Falcone e Borsellino emblemi della lotta alla mafia, uomini con la schiena dritta, eroi moderni. Oggi questi due grandi uomini non ci sono più, ma vivono nelle azioni e nelle idee che molti altri, semplici cittadini, uomini di legge, portano avanti. Uno di questi è un magistrato che indaga su quella che molti media continuano a chiamare “presunta” trattativa stato-mafia infischiandosene di sentenze definitive che ne hanno sancito l’esistenza fuor di dubbio; quest’uomo è Antonino Di Matteo..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/in-difesa-di-antonino-di-matteo.html

Parigi. Holland in marcia – Scrive Vincenzo Mannello: "Oggi Holland marcerà a Parigi, ci sarà anche renzie e tanti altri crociati. Ma come in un momento come questo i Capi di Stato occidentali vanno in piazza tutti assieme ed in mezzo ad un milione di manifestanti? Sono coraggiosi?! Mah, quante volte ad esempio Obama è stato "evacuato" d'urgenza? Per il Califfo sarà una occasione unica e rara! Mi auguro finisca bene..."

Guerra chiama guerra – Scrive NPCI: "Per cambiare il corso catastrofico delle cose, bisogna porre fine al sistema imperialista mondiale! Francia: è strategia della tensione o è la resistenza alla guerra imperialista che si dispiega sempre più anche nella metropoli? Il sistema imperialista sta sprofondando sempre più il mondo nella guerra..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/10/guerra-chiama-guerra-il-pensiero-dei-comunisti-riguardo-gli-eventi-in-corso/

Berlino. Attenti alla guerra – Scrive Der Spiegel: "Mikhail Gorbaciov mette in guardia da una grande guerra in Europa: "Una guerra del genere finirebbe immancabilmente in un conflitto atomico. Se in questo clima esasperato a qualcuno saltano i nervi non sopravviveremo. La Russia non va isolata e la nuova Germania non dovrebbe intromettersi in tutto per non alimentare le divisioni in Europa"

Muti for President – Scrive Movimento Salvemini: "...il Movimento Salvemini lancia un appello a tutti i parlamentari affinché eleggano alla carica di Presidente della Repubblica il celebre Maestro Riccardo Muti, riconosciuto in tutto il mondo come emblema di altissima professionalità e di irreprensibile moralità. Sarebbe un Presidente realmente “super partes”, rispettato da tutte le formazioni politiche e da tutti i cittadini, nonché dai governi di tutti i Paesi del mondo..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/concerto-al-quirinale-con-riccardo-muti.html

Montecorone. Incontri – Scrive Pietro: "Volevo solo dire che sono contento di come si e vissuto l'ultimo incontro di Montecorone, in cui si sono espresse e condivise cose di cui anche si era già parlato, di progetti e di idee che ho sentito anche dentro di me più vicine alla loro nascita. Penso se ne abbia bisogno di fare rete e non sentirsi isolati e darsi una mano a migliorare davvero questo mondo un po discutibile e senza esserne contro, usando tabelline diverse! Col mese prossimo mi piacerebbe iniziare a condividere una volta o più alla settimana lo yoga; come giorno pensavo martedì, se può interessare fatemi sapere, gulp! Info. gulpolama@gmail.com"

La magia del buon senso - ... riconosco che le idee, nell'accezione del "comune buon senso" hanno un valore ed una profondità che nessuna ideologia o religione può sognare di raggiungere. L'arrampicarsi del Machiavelli ebbe ed ha avuto un certo successo nello svolgimento del sistema politico ed ancora oggi il suo "insegnamento" viene preso ad esempio di pragmatismo (e di "ragion di stato") che travalica le debolezze dell'umano. Mentre i buoni propositi e le riflessioni del Guicciardini vengono lasciate agli esami di coscienza serali dei saggi che si ritirano dal mondo. Eppure nelle idee di Guicciardini vi sono i semi di un vero e proprio cambiamento!.." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/la-magia-del-contingente-ed-il-buon.html

Il buonsenso è l'unica saggezza possibile... Ciao, Paolo/Saul

................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Lungi dall’essere il più sociale dei viventi, l’uomo è per natura il più antisociale di tutti. L’umanità si scanna con le sue mani, perisce con la guerra, tanto contraria e ripugnante alla natura, quanto il suicidio. Che una specie ne distrugga un’altra si può forse ritenere parte dell’ordo rerum, ma che una specie distrugga e consumi regolarmente se stessa è privilegio dell’uomo” (Giacomo Leopardi)

..............................

"Trattiamo bene la terra su cui viviamo: essa non ci è stata donata dai nostri padri, ma ci è stata prestata dai nostri figli." (Proverbio Masai)



Nessun commento:

Posta un commento