Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 12 gennaio 2015

Il Giornaletto di Saul del 13 gennaio 2015 – Charlie talkie, Boko Haram, stop TTIP, saggezza dell'incertezza, Francesco Rosi, differenze mortuarie, la NATO si potenzia, l'infelicità viene dall'ego



Care, cari, ecco la vera immagine dei capi di stato a Parigi, alla marcia contro il "terrorismo"... Ma il popolo dov'è? Nella foto di gruppo degli autocelebranti non si vede. I politici, ripresi dall'alto, risultano ..isolati dal resto della manifestazione "popolare"... Strano fare una manifestazione dove la maggior parte sono poliziotti che proteggono i rappresentanti politici europei e israeliani che con il loro operato nulla hanno di differente dagli stessi terroristi che apparentemente condannano....

Nigeria. Strage ignorata - Scrive Marinella Correggia: "Il 12 gennaio 2015 alle 15,30 una delegazione della Rete NoWar composta da tre persone è stata ricevuta dalla viceambasciatrice della Repubblica federale di Nigeria in Italia, signora Martina Gereng-Sen, alla quale ha presentato le sincere condoglianze della Rete "per il massacro di migliaia di cittadini nigeriani da parte di gruppi terroristi, a partire dall'ultimo episodio di pochi giorni fa". La Rete NoWar ha voluto in tal modo sottolineare che la quasi totalità delle vittime del terrorismo appartiene ai popoli non occidentali. Sono colpiti in modo particolare il Medioriente, l'Africa (del Nord e Subsahariana) e parti dell'Asia. Moltissime vittime sono musulmane...." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/12/rete-no-war-esprime-solidarieta-alla-nigeria-per-i-massacri-di-boko-haram/

Modena. Stop TTIP - Scrive Comitato: "TTIP: un mercato unico tra Europa e Stati Uniti. Ma a quale prezzo? Giovedì 22 gennaio alle ore 21.00, sala polivalente Windsor Park, strada San Faustino 155, Modena. Incontro con Marco Bersani e Fausto Gianelli. Scopo del Trattato è l'abolizione delle barriere NON tariffarie al commercio: cioè le leggi di tutela del lavoro, della salute e dell’ambiente; le norme sulla privacy e la libertà digitale. La facoltà da parte delle Multinazionali di denunciare in prima persona gli Stati che, con le loro leggi, ostacolino il loro profitto; e questo appellandosi a tribunali extraterritoriali. L’unica possibilità per gli Stati di non incorrere in pesanti sanzioni economiche sarebbe adeguare le proprie leggi al trattato stesso...."

La saggezza dell'incertezza – Scrive Deepak Chopra: "Il vostro corpo non sa mai quale sarà la sua pressione sanguigna tra un attimo, perciò ha una incorporata flessibilità per permettere una larga gamma di differenti pressioni. La stessa flessibilità è creata in ogni involontaria reazione. Questa è la saggezza della incertezza, che permette al non conosciuto di realizzarsi ed è benvenuto come fonte di crescita e comprensione. Possiamo vedere questa saggezza espressa nella spontaneità di ogni cellula..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2015/01/la-saggezza-dellincertezza.html

Giornaletto. Storie di gatti. – Ferdinando Renzetti ha inviato questo commento all'articolo https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/01/11/storie-di-gatti-la-differenza-la-fa-lamore-per-la-biodiversita/comment-page-1/#comment-20 -: "Gregory Bateson in "per un'ecologia della mente" spiega l’origine della
schizofrenia con il concetto di doppio legame usando un aforisma zen. Il maestro con il bastone in mano sulla testa del discepolo dice. Se dici che è reale ti bastono! Se dici che non è reale ti bastono lo stesso! La via di uscita per il discepolo è afferrare il bastone, ma il bambino non lo sa…" - Continua in calce al link segnalato

Dipartita. Riposa in pace maestro Rosi – Scrive Fabrizio Girolami: "E' morto a Roma il 10 gennaio 2015 Francesco Rosi, uno dei più grandi registi cinematografici e intellettuali del novecento. Ieri mattina sulla Rai hanno però riproposto il suo film sul bandito Giuliano e la cosa mi ha fatto molto piacere. Il film come molti film di Rosi è la trasposizione di qualcosa scritto da altri o avvenuto realmente. Giuliano fu un terrorista boss mafioso che su commissione portò a compimento la prima strage di Stato italiana a Portella della Ginestra. Le stragi di Stato non sono una peculiarità solo italiana, le hanno fatte e le continuano a fare un po' tutti...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2015/01/riposa-in-pace-maestro-rosi.html

Cavalli da salvare – Scrive Restiamo Animali: "14 Gennaio 2015, ore 20:00. Casa del Popolo, via di San Romano 1, Settignano Firenze. CAVALLI usati in guerra, nello sport, nel circo, per la soma, nel traino e a tavola. Una serata BENEFIT a favore dei cavalli liberati da Italian Horse Protection. Info. restiamoanimali@gmail.com"

Differenze mortuarie – Alcuni morti valgono più di altri – Scrive Giovanni Monte: "La manifestazione di Parigi dell'11 gennaio 2015 con 50 Capi di Stato avrà l'effetto di aumentare esponenzialmente il terrorismo e le discriminazioni in Europa, nonché tanti “Diritti” dei Cittadini saranno ristretti ed inibiti. Qualcuno tra di Voi mi chiede perché sono stati uccisi questi cittadini a Parigi? Rispondo che fa parte della Legge Universale della Azione e Reazione. Fino ad oggi sono stati sempre gli Europei [e soprattutto i Francesi] ad attaccare, violentare e terrorizzare i Popoli Islamici (risparmiatemi la lista!) . C`è forse differenza [Azione] tra una bomba lanciata da un aereo da Guerra che ammazza donne e bambini e le stragi di Parigi?...”- Continua:

Commento/integrazione di Sarvamangalam: "Ma se la manifestazione era contro la violenza, i capi assassini terroristi di stato cosa ci stanno a fare? I manifestanti di questa epoca, evidentemente, non hanno ancora imparato ad isolare i provocatori, specialmente se pericolosissimi mandanti e dirigenti di serial killer di guerra: non bisogna concedere loro né la prima fila, né l'ultima, né alcuna intermedia, altrimenti la dichiarata intenzione della manifestazione, "contro la violenza", risulta completamente vanificata..." - Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di F.G. "La Francia è il paese occidentale con più musulmani e allo stesso tempo un paese attivamente coinvolto in guerre e azioni neo-colonialiste verso paesi islamici che stanno portando miseria e morte. Solo rappresentare Maometto per un islamico è un offesa, figuriamoci rappresentarlo in quel modo. Chi aizza l'odio andrebbe messo a tacere, la libertà d'espressione è altro. .."

Integrazione: Scrive IRIB: "Ci sono indicazioni che l’attacco al Charlie Hebdo di Parigi sia un’operazione interna che coinvolge Mossad e servizi di sicurezza francesi.."- Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2015/01/12/charlie-hebdo-indicazioni-che-l%E2%80%99attacco-di-parigi-sia-un%E2%80%99operazione-interna-che-coinvolge-mossad-e-servizi-di-sicurezza-francesi/

Il parere di un esperto - Paul Craig Roberts: "..l’attacco di Parigi è stato messo in atto per tenere la Francia nella sua posizione di vassallo". L’ex funzionario della Casa Bianca ha affermato che l’attacco terroristico che ha ucciso 12 persone Mercoledì scorso a Parigi è stata una operazione di falsa bandiera progettata per puntellare la Francia come stato vassallo di Washington.” - Continua in calce al link sopra segnalato

Commento di Palestina Felix: "Benji Netanyahu, politicante assolutamente inconsistente sulla lunga distanza, ma abilissimo nei giochi delle tre carte a corto raggio, ha gracidato la sua reclame con le seguenti parole, pronunciate subito dopo la pagliaccesca marcia di cui sopra: ”A tutti gli ebrei di Francia, a tutti gli ebrei d’Europa, vorrei invitarvi a pensare che ‘israele’ (parola con cui egli indica la Palestina occupata) non è soltanto il luogo verso cui pregate, ma la vostra casa; presto un pannello di Ministri creato ad hoc inizierà ad attivare misure per incrementare l’immigrazione ebraica (verso le terre palestinesi -NdR-) da paesi europei che soffrono di terribile antisemitismo!” - Continua in calce al link sopra segnalato

NATO. Basi militari potenziate – Scrive Manlio Dinucci: "Il riposizionamento di forze e basi, sottolinea il Pentagono, rafforza la presenza militare Usa in Europa. Esso permette di «potenziare la presenza a rotazione di forze Usa in Europa per esercitazioni e altre attività Nato; migliorare le infrastrutture per una accresciuta presenza militare Usa e alleata nell’Europa orientale; permettere agli Usa di accrescere la capacità dei nuovi alleati, come Ucraina, Georgia e Moldavia». In tal modo, partendo dall’Europa, gli Usa e gli alleati saranno in grado di «rispondere rapidamente alle crisi su scala planetaria». Ossia di scatenare guerre ovunque nel mondo siano ostacolati i loro interessi..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2015/01/la-nato-si-rafforza-in-italia-ed-in.html

Commento di F.F.: "Quello a cui stiamo assistendo in questi giorni è un pericolosissimo fenomeno di psicosi collettiva, noto in ambito psicologico come "eggregora". L'eggregora è un campo interrelazionale, macrosistemico o microsistemico, attraversato da forti energie, che possono essere o di segno positivo o di segno negativo. Tali energie creano un vortice di pensieri che influenzano inconsciamente gruppi e, in certi casi, intere masse. Un esempio di eggregora molto potente è stata l'ascesa del nazismo..."

Non siamo soli – Scrive AK: "Non diamoci troppe arie, non ci poniamo come divinità su questo pianeta. Il nostro corpo è come una galassia, invece di miliardi di sistemi solari e pianeti, trasportiamo per tutta la vita miliardi di miliardi di batteri e virus e, scoperti da poco, anche minuscoli acari..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2015/01/non-siamo-soli-corpo-umano-infestato.html

Vignola. Empatia – Scrive Consolida: "Cari tutti! Vi confermiamo che domenica 18 gennaio 2015 avrà luogo un incontro introduttivo sulla comunicazione empatica, uno strumento utile a migliorare la nostra comunicazione, i nostri rapporti e a vivere in armonia. Saranno con noi Eduardo Montoya e Marilia Zappalà. L'incontro, a offerta libera, avrà luogo dalle 9.30 alle 17.30 con un pranzo condiviso. Saremo ospitati dal Circolo Arci Ribalta di Vignola. Vi preghiamo di confermare la vostra presenza entro mercoledì, segnalando anche l'eventuale presenza di bambini perché stiamo organizzando attività parallele per i bimbi Info. mariarachele@fastwebnet.it"

L'infelicità conviene all'ego – Scrive Osho: "L'infelicità può darti molte cose che la felicità non può darti. Di fatto, la felicità ti sottrae molte cose; ti porta via tutto ciò che hai sempre avuto e tutto ciò che sei sempre stato: la felicità ti distrugge! L'infelicità nutre il tuo ego mentre la felicità è fondamentalmente uno stato di assenza dell'ego. Questo il problema, il nocciolo della questione. Ecco perché le persone trovano tanto difficile essere felici. Ecco perché nel mondo milioni di persone hanno deciso di vivere nell'infelicità... essa genera un ego estremamente cristallizzato..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/01/linfelicita-conviene-allego.html

L'ego fa di tutto per affermare se stesso... poveretto è afflitto da un complesso di "inferiorità"! Ciao, Saul/Paolo
.........................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

L'essenza dello Zen: "Maestro ti prego insegnami la vera essenza dello Zen" - Implorò un discepolo rivolto al maestro Josshu.  Ed il maestro rispose: "Hai finito di mangiare?" - "Sì maestro, ho finito" - "Allora va a lavare le stoviglie!"

......................

"Ti perdono, Gauro, le lunghe notti
che trascorri vivendo tra la botti.
Tu hai il vizio divino di Catone.
Se scrivi versi senza ispirazione
meriti lode: sei come Cicerone.
Sei come Antonio nel tuo vomitare,
sei come Apicio nel gozzovigliare,
ma nel succhiare i cazzi che ti pigli
dimmi, mio Gauro, a chi assomigli?"

(Marziale)



Nessun commento:

Posta un commento